Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Beast in Black
From Hell with Love
Demo

The Core
Flesh and Bones
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/03/19
ASYMMETRY OF EGO
Forsake Beyond the Dusk

29/03/19
YNGWIE MALMSTEEN
Blue Lightning

29/03/19
AETHER VOID
Curse of Life

29/03/19
ABDUCTION (UK)
All Pain as Penance

29/03/19
MOSH-PIT JUSTICE
Fighting the Poison

29/03/19
STRANA OFFICINA
Law of the Jungle

29/03/19
I PREVAIL
Trauma

29/03/19
PESTEROUS MIND
Haaluci.Nation

29/03/19
ELLENDE
Lebensnehmer

29/03/19
ARRIVAL OF AUTUMN
Harbinger

CONCERTI

25/03/19
GEORGE KOLLIAS
BELLOTS PUB - CAPPELLA CANTONE (CR)

26/03/19
SEPTICFLESH + KRISIUN + DIABOLICAL + XAON
UFO - BOLZANO

28/03/19
ARCTURUS + SHORES OF NULL + PARODOS
LARGO VENUE - ROMA

28/03/19
SEPTICFLESH + KRISIUN + DIABOLICAL + XAON
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

28/03/19
LAMBSTONE
TRAFFIC CLUB - ROMA

29/03/19
ARCTURUS + SHORES OF NULL + PARODOS
REVOLVER - SAN DONA DI PIAVE (VE)

29/03/19
ELDRITCH + DGM + SAILING TO NOWHERE
CYCLE CLUB - FIRENZE

29/03/19
STRANA OFFICINA
SANTOMATO - PISTOIA

29/03/19
LACHESIS
BAR 111 - PALAZZAGO (BG)

29/03/19
LAMBSTONE
VINTAGE LIVE CLUB - FABRICA DI ROMA

Vanik - II Dark Season
27/11/2018
( 366 letture )
Volgendo lo sguardo all’odierna scena metal, si può dire che questa sia parecchio old-school. In questi ultimi anni abbiamo assistito a diversi revival di generi un tempo dati per morti. Ultimamente è il turno dell’heavy e dello speed metal dei primi anni Ottanta. Un filone dove si piazzano anche questi Vanik, band di Cleveland nata nel 2016, ora giunta alla pubblicazione del secondo album in studio. O forse sarebbe meglio dire questo Vanik, visto che il gruppo prende il nome dal suo leader, cantante e chitarrista, pure raffigurato in versione zombie sulla copertina. All’anagrafe Shaun Vanek, il nostro Vanik è il chitarrista live dei Midnight, qui affiancato dall’ex batterista dei Toxic Holocaust, dal bassista e dal chitarrista dei thrasher Vindicator.

Di thrash metal non resta che qualche influenza in II Dark Season, che ci propone – appunto – un robusto miscuglio di punk, speed ed heavy metal. Esclusi i trascurabili intro e outro, l’album presenta una manciata di brani semplici e energici, che si rifanno direttamente a mostri sacri quali Motorhead, Venom, Exciter. La tracklist si divide equamente in momenti cadenzati ed episodi movimentati. Di questi ultimi fanno parte la frizzante Jack’s Lantern, che alterna un efficacissimo riff speed metal a un bridge più melodico, e l’irruenta e thrashy Thorazine. La breve Werewolf è un tiratissimo brano punk, mentre Tear You to Pieces è retta da un riff rock’n’roll. Con Beyond the Closed Door e One of Us, i Vanik esplorano territori più cadenzati, mettendo in evidenza un lato atmosferico e horrorifico che ben si sposa con la rocciosa strumentale. Più interessante è Witch Rites, grazie ad un piglio classicheggiante e a un evocativo ritornello. Da segnalare anche la cover degli Hawkwind We Like to be Frightened, divertente e ben riuscita. L’insieme è davvero vecchio stampo, soprattutto grazie all’efficacissimo suono, grezzo e ruvido, registrato in presa diretta. Malgrado ciò, gli strumenti sono equilibrati, e si sente addirittura il basso fare capolino ogni tanto. Sul tutto svetta la ruvida vociaccia di Vanik, che si divide fra un proto-growl alla Repulsion e gli acidi acuti tipici del genere. Completano il cerchio dei deliziosi testi a tema Halloween e horror, non proprio una novità, ma adatti al contesto.

Che dire di questo II Dark Season? Il suono, l’attitudine e la motivazione abbondano, ma la musica resta eccessivamente derivativa e impersonale. Ben congeniato e divertente, il secondo album dei Vanik sprizza sudore e testosterone e intrattiene piacevolmente – soprattutto durante i momenti più irruenti –, pescando da un repertorio rodatissimo ed efficace. Tuttavia, la band fatica ancora a trovare quei tratti capaci di distinguerla dalle mille altre proposte affini, cosa che rischia di rendere II Dark Season un pezzo interscambiabile tra molti altri.



VOTO RECENSORE
65
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2018
Shadow Kingdom Records
Speed Metal
Tracklist
1. Dark Season
2. Jack’s Lantern
3. Thorazine
4. We Like to be Frightened
5. Beyond the Closed Door
6. Werewolf
7. One of Us
8. Heresy Undertow
9. Tear You to Pieces
10. Witch Rites
11. End of Season
Line Up
Vanik (Voce, Chitarra)
Vic Stown (Chitarra)
Ed Stephens (Basso)
Al Biddle (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]