Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Long Distance Calling
How Do We Want to Live?
Demo

Mordred
Volition
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/09/20
OSSUARY ANEX
Obscurantism Apogee

23/09/20
MYSTHICON
Silva-Oculis-Corvi

25/09/20
SKELETOON
Nemesis

25/09/20
HATEFUL
Set Forever on Me

25/09/20
LONEWOLF
Division Hades

25/09/20
BLAZON RITE
Dulce Bellum Inexpertis E.P. (Ristampa)

25/09/20
ANNA VON HAUSSWOLFF
All Thoughts Fly

25/09/20
SAPIENCY
For Those Who Never Rest

25/09/20
SPELLBOOK
Magick & Mischief

25/09/20
WHITE DOG
White Dog

CONCERTI

23/09/20
STEVEN WILSON (ANNULLATO)
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

Alcatrazz - Parole Denied – Tokyo 2017
23/12/2018
( 1601 letture )
A volte ritornano, è proprio il caso di dirlo. La “mania” delle reunion, che negli ultimi anni ha coinvolto miriadi di gruppi più o meno celebri, stavolta ci riconsegna gli Alcatrazz nella formazione originale, dopo una breve reunion priva di alcuni elementi nel 2010; stiamo parlando di un ottimo gruppo hard & heavy formatosi a Los Angeles nell'ormai lontano 1983, su iniziativa di Graham Bonnet, Jimmy Waldo e Gary Shea. Nel corso della sua breve storia, il gruppo annoverò, fra gli altri, assi della chitarra quali Yngwie Malmsteen e Steve Vai e registrò tre album, prima di sciogliersi nel 1987; in questo periodo, fra le altre cose, la band ricevette un'accoglienza estasiata in Giappone, paese da sempre amante del rock occidentale, al punto da registrare un live a Tokyo nel 1984.

A distanza di ben 33 anni da quel live, gli Alcatrazz hanno fatto ritorno nella terra del Sol Levante per un ulteriore show dal vivo, registrato e pubblicato dalla nostra Frontiers Music: la particolarità di tale concerto, come detto, sta nella reunion dello storico trio di fondatori (con aggiunta di due musicisti dalla Graham Bonnet Band, che, forse, potrebbe preludere alla pubblicazione di un nuovo album in studio. In attesa, è possibile godersi, con questo prodotto, un ottimo spettacolo dal vivo, con validi suoni e performance convincenti: Night of the Shooting Star, originariamente presente come outro su Dangerous Games, funge stavolta da intro per
Ohayo Tokyo, a sua volta contenuta nell'album suddetto; tastiere e chitarre tessono un bel tappeto sonoro, su cui Bonnet canta con la sua inconfondibile ugola, perfettamente diviso fra passaggi più melodici ed altri più graffianti (vedasi il convincente ritornello). Più rapida ed incalzante risulta essere Too Young to Die...Too Drunk to Live, una piccola gemma di puro hard rock alla Deep Purple contenuta in No Parole from Rock 'n Roll, esordio discografico della band. La parte strumentale, affidata all'estro dei musicisti, è davvero da manuale e mostra le abilità compositive ed esecutive dei nostri amici, non più giovanissimi ma ancora in gran forma. La struggente Suffer Me provvede a sciogliere i cuori dei fan nipponici accorsi all'evento, mentre God Blessed Video dà loro una nuova svegliata, assaltandoli con robusti riff di chitarra, ma anche con ritornelli orecchiabili. Traccia da manuale di un certo modo di concepire il rock e, in particolare, l'hard rock! Basso e tastiera aprono Will You Be Home Tonight, canzone a dire il vero leggermente meno brillante di altre ascoltate finora; niente paura, si torna su alti livelli di musica e soddisfazione personale con Jet to Jet, canzone che più Rainbow non si può (ed è, ça va sans dire, un complimento); il pezzo rischierebbe di essere assai arduo per le corde vocali di un non più giovanissimo Bonnet, ma la prestazione è ancora una volta di livello. Torniamo su lidi più melodici con Witchwood, per poi tuffarci ancora una volta nell'hard rock melodico con Skyfire, tratta da Disturbing the Peace, dove il cantante regala, con ogni probabilità, la sua miglior performance dell'intero live; avvicinandoci verso la fine, gli Alcatrazz scelgono di tirar fuori dal cilindro Hiroshima Mon Amour, uno dei loro grandi classici, per poi congedarsi con Island in the Sun.

C'è anche spazio, in questo album, per un disco di demo e rarità, fra le quali merita di essere segnalata Emotion, una bella power ballad con Steve Vai alla chitarra. Parole Denied – Tokyo 2017, insomma, è un live davvero ben confezionato e ben realizzato: potrebbe essere il vostro punto di partenza per conoscere questo gruppo storico, o semplicemente un modo per celebrare la loro breve, ma fulgida storia. In ogni caso, non dovrebbe mancare nella vostra collezione



VOTO RECENSORE
75
VOTO LETTORI
89.33 su 3 voti [ VOTA]
LAMBRUSCORE
Mercoledì 2 Gennaio 2019, 12.04.58
9
Sono granata d.o.p. cioè dopo mi bannano, immaginate che il p sta per PORC.....
No Fun
Martedì 1 Gennaio 2019, 14.50.24
8
Io ci provo: viva la Reggiana, abbasso quei ladri di stadio del Sassuolo! Ho un amico che è negli ultras ghetto della Reggiana almeno così dice lui secondo me non è vero, comunque mi ha spiegato la faccenda dello stadio. Poi magari il Lambru con la Reggiana c'entra nulla anche perché penso sia più buono il lambrusco di Sorbara di quello di Reggio Emilia. Cin Cin buon anno!
ObscureSolstice
Martedì 1 Gennaio 2019, 14.11.01
7
Vediamo...forse il Correggio del liga o il Modena
LAMBRUSCORE
Lunedì 31 Dicembre 2018, 22.02.30
6
Obscure... no, la mia squadra fa la serie D, vediamo se ci prendi, ce ne sono troppe....
ObscureSolstice
Lunedì 31 Dicembre 2018, 14.28.20
5
LAMBRUSCONE, ma tu di calcio tifi il Bologna, o l'Ascoli? Che fortunelli questi giapponesi, Alcatrazz è un gruppone
LAMBRUSCORE
Lunedì 31 Dicembre 2018, 12.58.51
4
Una curiosità che vi svelo. Il chitarrista Pasinato, dopo una discreta carriera calcistica, tra cui Inter, Milan, Ascoli, ecc.. si è dato alla musica, con altrettanto discreto successo.
iommi
Martedì 25 Dicembre 2018, 23.17.34
3
invece è bellissimo. In particolare il dvd dove puoi vedere Graham Bonnet cantare benissimo e esenza risparmiarsi ai suoi 70 anni. Bello tanto quanto il live della Graham Bonnet Band (Here comes the night live 2017) tratto dal concerto a trezzo sull'adda a cui ero prsente
Poison Ivy
Lunedì 24 Dicembre 2018, 20.04.27
2
Inutile.
d.r.i.
Lunedì 24 Dicembre 2018, 16.48.49
1
Di loro ho tutto ma questo vorrei ascoltarlo prima di prenderlo perché è una formazione "rimaneggiata" 30 anni dopo.
INFORMAZIONI
2018
Frontiers Music
Hard Rock
Tracklist
CD 1
1. Night Of The Shooting Star
2. Ohayo Tokyo
3. Too Young To Die...Too Drunk To Live
4. Suffer Me
5. God Blessed Video
6. Will You Be Home Tonight
7. Jet To Jet
8. Witchwood
9. Skyfire
10. Hiroshima Mon Amour
11. Island In The Sun

CD2
1. Emotion (Studio Demo)
2. No Imagination (Studio Demo)
3. Losing You Is Winning (Studio Demo)
4. Please Call Me (Studio Demo)
5. Blue Boar (Studio Demo)
6. Ohayo Tokyo (Studio Demo)
7. Set Me Free (Rehearsal / Studio Demo)
8. Rider (Rehearsal / Studio Demo)
Line Up
Graham Bonnet (Voce)
Conrado Pesinato (Chitarra)
Jimmy Waldo (Tastiere)
Gary Shea (Basso)
Mark Benquechea (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]