Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Cortex Complex
Memoirs of an Apocalypse
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
GENUS ORDINIS DEI
Great Olden Dynasty

CONCERTI

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS ----> ANNULLATO!
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

24/11/17
SHAMELESS + TUFF
DEDOLOR - ROVELLASCA (CO)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

Behemoth - The Apostasy
( 10243 letture )
E infine la crisalide si trasformò in farfalla!

Potrei non andare oltre, terminando la mia recensione con poche, ma quanto mai emblematiche parole, estremamente sintomatiche per i Behemoth.
Difatti, l’attesa che si è venuta a creare attorno a The Apostasy è stata davvero spasmodica: da un lato, la quasi totalità dell’universo metal, rimasto esterrefatto di fronte a Demigod, acclamato come indiscutibile capolavoro frutto di una band capace di evolvere e rivoluzionare il proprio sound, popolo quanto mai desideroso di poter fruire del nuovo dono, in grado di bissare le grazie del predecessore; d’altro canto, tutti coloro che, pur avendo apprezzato la perla dei polacchi, speravano in una ulteriore innovazione, dove i nostri osassero ancora, decretando così un nuovo e indelebile capitolo di storia.
Solo i grandi sono capaci di mettere tutti d’accordo, e i Behemoth indubbiamente lo sono.
Infatti con The Apostasy, se possibile, segnano un ulteriore passo in avanti pur seguendo i binari costruiti in Demigod, implementando così le regole del death metal, senza doverle riscrivere. Anni luce distanti dagli esordi black, oggi si apprezza un sound più diretto e compatto, che nel contempo non perde l’innato piacere nel strutturare situazioni complesse e melodie evocative. Violenza e velocità non lasciano spazio a compromessi, ma solo l’estasi per una tecnica tanto precisa quanto funzionale ad un songwriting oggi più che mai perfetto.
Tanto di cappello a Nargal, sempre più abile nell’infondere ad ogni nota particolare enfasi, grazie anche a linee vocali più controllate; nemmeno a dirlo, è nel muro di riff alternati a puntuali soli, che il mastermind tesse a braccetto con Seth, il fiore all’occhiello. Ma in questo episodio è la sessione ritmica, coadiuvata da una produzione perfetta in grado di esaltare l’ottimo lavoro di Orion, a farla da padrona: il drumming di Inferno è semplicemente devastante, martellante ma soprattutto quanto mai vario. Inutile cercare un brano più riuscito, rispetto gli altri; si può restare folgorati dai blast-beat di Slaying The Prophets Ov Isa, o dai cambi di tempi in Prometherion, oppure ancora dalle elaborate architetture di Be Without Fear e Libertheme, invece apprezzare le sperimentazioni della splendida Inner Sanctum, che vede la partecipazione di un ospite d'eccezione, ovvero Warrel Dane dei Nevermore. In realtà siamo al cospetto di dieci episodi (più la intro Rome 64 C.E.) incredibili e imprescindibili, che nel loro complesso sanciscono la maestosità dell’impero Behemoth.

Per non incorrere nell’ira funesta delle divinità pagane, non avete altre scelte che far vostro The Apostasy, entrando così a far parte della storia!



VOTO RECENSORE
90
VOTO LETTORI
76.9 su 100 voti [ VOTA]
Iceman
Lunedì 8 Maggio 2017, 12.10.49
20
Album difficile da assimilare in quanto estremamente brutale e sicuramente non per tutti... io stesso ho fatto un po' fatica ad ascoltarlo all'inizio ma una volta che ti entra non esce più! Per certi versi The Apostasy mi ricorda i primi album dei Nile, che da un primo ascolto furono scioccanti per me...poi però li ho adorati, soprattutto Black Seeds of Vengeance e In Their Darkened Shrines
Feffa la cagna
Sabato 9 Luglio 2016, 2.26.16
19
Madonna che roba... inadatta ai deboli di cuore. Ci ho messo molto ad assimilarlo, ma poi è stato una goduria. Voto: 90, concordo
Morlock
Giovedì 29 Gennaio 2015, 19.12.03
18
bah....sinceramente dei BEhemoth di nuovo corso questo è quello che mi piace meno!!!
Abbadon87
Venerdì 15 Agosto 2014, 23.36.35
17
Marco meglio che ascolti altro non so che metal ascolti ma di sicuro o sei un troll o un fanboy di altre band al massimo sottovalutati o non ti piacciono ma sopravvalutati no
patrik
Giovedì 2 Gennaio 2014, 22.30.46
16
Concordo la poca precisone dal vivo ma l'aura maligna che posseggono è straordinaria, pochi gruppi ne possono vantare, e di gruppi estremi ne ho sentiti a centinaia ultimamente, bravi davvero tra i migliori in assoluto perchè non si perdono in chiacchiere e arrivano al sodo con mota immediatezza, c'è chi li accusa di essere troppo tecnici (non sono d'accordo) La tecnica è al servizio della pesantezza e dell' immediatezza, non ci sono giri a vuoto ne troppe dissonanze, lo stesso vale per riff e stop and go esasperanti, spingono sull'accelleratore dall'inizio alla fine.
Macca
Lunedì 1 Luglio 2013, 16.27.39
15
Il mio preferito insieme ad Evangelion, subito dopo c'è Demigod. Gruppo micidiale!
PapàBarzotti
Domenica 6 Gennaio 2013, 15.41.39
14
Ma quante braccia e gambe ha Inferno?? Devastante!!!
Giaxomo
Sabato 7 Luglio 2012, 21.18.54
13
Ma quanta roba è sto cd? Uno dei migliori cd di metal estremo del decennio passato :,( Slaying the Prophets Ov Isa..quanto cazzo pesta Inferno, che drumming dio bon..
fabriziomagno
Mercoledì 4 Luglio 2012, 8.47.32
12
questo disco è fenomenale....ascoltato fino a consumare il cd.
Sorath
Martedì 11 Ottobre 2011, 14.12.29
11
Senza parole...ecco perchè i Behemot sono i Behemoth
Kriegsphilosophie
Martedì 23 Agosto 2011, 12.36.21
10
Il mio nick dice tutto.
Nicola Durd7is
Martedì 2 Agosto 2011, 1.11.25
9
Non sono quasi per niente un fan del genere, ma quest'album mi ha stupito positivamente per la sua carica impressionante. Inner Sanctum ne rimarrà il capolavoro (Warrel Dane è anche uno dei miei cantanti preferiti), ma il resto non è per nulla male! 85.
SNEITNAM
Domenica 26 Dicembre 2010, 13.04.37
8
Un capolavoro estremamente valido e molto vario
Michele
Mercoledì 16 Dicembre 2009, 19.39.17
7
Capolavoro,come ogni disco dei Behemoth a partire da Satanica (ma anche prima ) Penso che dopo Demigod sia il loro miglior disco,eh! Ormai stanno diventando uno dei gruppi Death più importanti...
Alexander
Martedì 11 Agosto 2009, 14.15.34
6
quest'album mi ha lasciato senza parole per tipo due ore!!!una potenza sonora pari allo scoppio di una bomba!!!W I BEHEMOTH!!!
Stefy
Venerdì 19 Giugno 2009, 17.30.15
5
questo album è il primo che ho sentito dei behemoth (ora li ho quasi tt) e sono rimasto impallidito quando ho sentito prometherion.....mai sentita una belva metal così......altro che slipknot e quelle merde varie lì!!! W I BEHEMOTH
I, Oblivion
Giovedì 12 Febbraio 2009, 12.21.13
4
Divini. Questo CD è divino. CICCIONISSIMI. 95 come minimo!
marco
Venerdì 28 Settembre 2007, 15.17.46
3
sopravvalutai e dal vivo non ci siamo proprio
El Feroce
Lunedì 6 Agosto 2007, 12.36.18
2
Enormi, brutal con tale e tanta malignità da far impallidire i padri del genere. Aspettando i Morbid Angel...
The Death
Domenica 5 Agosto 2007, 16.39.42
1
Ottima recensione, da quotare punto per punto! A meno di altre uscite clamorose, questo è il disco del genere dell'anno. Applausi!
INFORMAZIONI
2007
Regain Records/Self
Death
Tracklist

1. Rome 64 C.E.
2. Slaying the Prophets Ov Isa
3. Prometherion
4. At the Left Hand Ov God
5. Kriegsphilosophie
6. Be Without Fear
7. Arcana Hereticae
8. Libertheme
9. Inner Sanctum
10. Pazuzu
11. Christgrinding Avenue
Line Up

Nergal - voce, chitarra
Seth - chitarra
Orion - basso
Inferno - batteria, percussioni

Guest: Warrell Dane

http://www.behemoth.pl/


 
RECENSIONI
75
85
90
87
82
84
84
80
82
ARTICOLI
20/04/2015
Live Report
BEHEMOTH + BOLZER + THAW
Atlantico, Roma, 15/04/2015
25/02/2014
Live Report
BEHEMOTH + IN SOLITUDE + INQUISITION + SVARTTJERN
Zona Roveri, Bologna, 20/02/2014
09/07/2012
Articolo
BEHEMOTH
As Above, So Below
25/02/2012
Live Report
CANNIBAL CORPSE + BEHEMOTH + LEGION OF THE DAMNED + MISERY INDEX
Estragon, Bologna, 21/02/2011
21/02/2012
Live Report
CANNIBAL CORPSE + BEHEMOTH + LEGION OF THE DAMNED + MISERY INDEX
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI), 16/02/2012
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]