Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Sons Of Apollo
MMXX
Demo

Ira Green
7
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

27/01/20
MARRASMIELI
Between Land And Sky

31/01/20
NATTVERD
Styggdom

31/01/20
RAVENWORD
Transcendence

31/01/20
THE RAGGED SAINTS
Sonic Playground Revisited

31/01/20
SERIOUS BLACK
Suite 226

31/01/20
SECRET ALLIANCE
Solar Warden

31/01/20
HOUNDS
Warrior of Sun

31/01/20
GARY MOORE
Live In London

31/01/20
MOON REVERIE
Moon Reverie

31/01/20
LORDI
Killection

CONCERTI

26/01/20
SUNN O)))
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

28/01/20
IMMINENCE + GUESTS
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

31/01/20
NOVERIA + METHODICA
TRAFFIC CLUB - ROMA

01/02/20
METAL PUNK FEST
CSO PEDRO - PADOVA

01/02/20
INCITE
DEDOLOR MUSIC HEADQUARTER - ROVELLASCA (CO)

01/02/20
EXTREMA
CRAZY BULL - GENOVA

01/02/20
CORAM LETHE
1001 - COLLE VAL D'ELSA (SI)

01/02/20
HIDEOUS DIVINITY + GUESTS
EKIDNA - CARPI (MO)

02/02/20
GLORYHAMMER + NEKROGOBLIKON + WIND ROSE
ALCATRAZ - MILANO

06/02/20
THE DARKNESS + DZ DEATHRAYS
ALCATRAZ - MILANO

Run Chicken Run - Don`t Forget the Wine
20/01/2019
( 454 letture )
Ci vuole coraggio a mettere su una rock band dal nome Run Chicken Run e anche dal farsi immortalare da un logo raffigurante un pollo. In verità che ai marchigiani non mancasse il coraggio lo si era capito già dal 2016 con l'uscita dell'album Open the Grill, poiché è risaputo che in Italia dispensare hard rock attraverso canzoni inedite in lingua inglese non è per nulla semplice. Passo dopo passo però, dal 2014 ad oggi, i ragazzi stanno assestando alcuni colpi importanti come il tour di supporto agli Oliver Dawson Saxon dell'aprile 2018 e come soprattutto l'uscita del secondo LP Don't Forget the Wine, targata ottobre 2018.

L'album mette in risalto alcune ottime qualità tecniche, le quali sia ben chiaro, escono fuori sulla seconda parte del disco. La sezione ritmica è pressoché perfetta, con il batterista Mirko Santacroce autentico asso nel mantenere livelli di tensione decisamente alti. Buonissima anche la prova dei due chitarristi, in particolare quando hanno la possibilità di viaggiare liberi, sciorinando refrain e assolo heavy old style. Michele Montesi non ha grosse doti vocali ma la sua voce gutturale, cavernicola racchiude il sound primitivo del rock'n'roll e si sposa in maniera autentica al contesto. Se la prima parte fatica a decollare con brani che hanno ben poco da dire, se non farci capire i riferimenti del gruppo (W.A.S.P. su tutti), da My Heart is a Stone in poi non ci si annoia. Sulla succitata il ritornello è un grugnito primordiale di grande impatto, mentre il doppio solo a seguire le linee guida della strofa puzza di vecchio locale dove si beve whisky d'annata. Dopo il giro di boa colpiscono le parti strumentali di Black Shadow, con un Leonardo Piccioni in grande spolvero; rimane impressa la "misfitsiana" Boredom Killers e risulta incadescente Real Man, la quale non concede tregua, proseguendo velocemente su coordinate punk'n'roll senza comunque snaturare la proposta del quartetto, ma anzi arricchendola di particolari finora ignoti. Il finale affidato a Blackout Out mostra in tutto il suo splendore la vena goliardica dei Run Chicken Run.

In quanto ad audacia la band è sicuramente da apprezzare per il motivo riportato in apertura e per l'ironia di fondo che contraddistingue il progetto, sta di fatto che Don't Forget the Wine presenta un notevole dislivello fra prima e seconda parte, perciò è da valutare positivamente solo in maniera parziale.



VOTO RECENSORE
66
VOTO LETTORI
73.25 su 4 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2018
Volcano Records
Hard Rock
Tracklist
1. Rust from Space
2. Your Girl
3. Louder on You
4. Sun
5. My Heart Is a Stone
6. Black Shadow
7. Good Brewer
8. Boredom Killers
9. Real Man
10. Blackout Out
Line Up
Michele Montesi (Voce, chitarra)
Leonardo Piccioni (Chitarra)
Paolo Scarabotti (Basso)
Mirko Santacroce (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]