Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La band
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

20/08/19
NOX ARCANA
The Haunted Symphony

20/08/19
SORCERY
Necessary Excess of Violence

23/08/19
FREEDOM CALL
M.E.T.A.L.

23/08/19
METH.
Mother of Red Light

23/08/19
DEADTHRONE
Premonitions

23/08/19
ILLDISPOSED
Reveal Your Soul for the Dead

23/08/19
ASTRALIUM
Land of Eternal Dreams

23/08/19
LAGERSTEIN
25/7

23/08/19
SACRED REICH
Awakening

23/08/19
DEVIN TOWNSEND
Eras part IV

CONCERTI

20/08/19
FRANK TURNER & THE SLEEPING SOULS
FESTA RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

21/08/19
FOR THE FALLEN DREAMS + GUESTS
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

22/08/19
RHAPSODY OF FIRE + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

23/08/19
NECRODEATH + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

23/08/19
POVOROCK (day 1)
AREA FESTEGGIAMENTI - POVOLETTO (UD)

24/08/19
REZOPHONIC + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

24/08/19
BREAKING SOUND METAL FEST
SALENTO FUN PARK - MESAGNE (BR)

24/08/19
POVOROCK (day 2)
AREA FESTEGGIAMENTI - POVOLETTO (UD)

24/08/19
METAL REDENTOR FEST
SPAZIO LUPARDINE - PENTIMELE (RC)

25/08/19
BEHEADED + HELION
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

Rotting Christ - The Heretics
21/02/2019
( 3585 letture )
Alla voce Eretico il vocabolario Treccani riporta le testuali parole:

erètico agg. e s. m. (f. -a) [dal lat. tardo haeretĭcus, gr. αἱρετικός, propr. «che sceglie»; v. eresia] (pl. m. -ci). – Chi, pur facendo parte di una chiesa o confessione religiosa, si fa promotore, sostenitore o seguace di un’eresia; in partic., chi, essendo membro della Chiesa cattolica, nega pertinacemente o anche soltanto mette in dubbio qualcuna delle verità rivelate o dei dogmi di fede: gli e. dei primi secoli del cristianesimo; essere condannato come e.; come agg.: setta e., gente e., ecc.

Siamo di fronte al nuovo e tredicesimo album in studio dei greci, il coronamento di un’avventura che li ha portati a percorrere sentieri sempre più meditativi e onirici, sin da quando Theogonia irruppe sul mercato, oramai dodici anni fa, “scombussolando leggermente” gli animi dei fan e creando una voragine tra ciò che la band era e quello che stava diventando. Un cammino lungo e articolato, che li ha visti districarsi tra lavori che han sempre diviso critica e pubblico, non facendo mai gridare al miracolo, ma confermando passo dopo passo la coerenza dei Rotting Christ verso il genere: meritano incondizionato rispetto. Ognuno di questi passaggi evolutivi è di per sé diverso, ma sempre collegato al precedente, un filo logico che vede l’evoluzione musicale esplicarsi nella sperimentazione costante del proprio suono. Ogni grande artista, purtroppo per noi, potrebbe incappare in un piccolo calo di tensione (cosa già avvenuta in passato con i Nostri). L'effetto di questo calo non è immediatamente evidente, come un bandolo microscopico che purtroppo non districa la matassa al suo interno. Ci siamo signori e signore, questa volta qualcosa non “cuba”, ma procediamo con calma.

Come da tradizione, sono molti i temi toccati a livello testuale: in questo specifico caso si hanno odi alla tradizione pagana slavica (Vetry Zlye (ВЕТРЫ ЗЛЫЕ)), testi ispirati al filosofo e politologo, tra i padri fondatori degli Stati Uniti d’America, Thomas Paine (Heaven and Hell and Fire), sino all’omaggio ad Edgard Allan Poe nel finale grazie a The Raven. La ricerca musicale e culturale è da sempre un punto focale della discografia dei Rotting Christ, che hanno evoluto anima e struttura sonora prima grazie ai momenti più violenti ed irrazionali dei primi periodi, scendendo successivamente nei meandri del proto-gothic, alimentando infine la propria verve creativa dentro sentieri più elettronici, toccando melodie così d'atmosfera da entrare a piè pari dentro la fase più ritualistica ed oscura della loro carriera. Con ogni probabilità è proprio questo il grave problema che affligge The Heretics: l’aver fatto un passo più lungo della gamba, cercando di virare verso un’atmosfera fine a sé stessa e troppo estremizzata, con la conseguenza che ogni brano stenta a decollare. Si rimane in attesa del colpo di genio che purtroppo non arriva mai. Non è un brutto disco, oramai dopo decine e decine di ascolti ne ho compreso pregi e difetti, ma non si può essere sempre troppo indulgenti: se il monicker sulla copertina fosse della band “tal dei tali” con ogni probabilità tutto questo sarebbe rimasto il classico disco senza infamia e senza lode, lasciato nel dimenticatoio del moderno consumismo mediatico.

Mi risulta impossibile gestire singolarmente i brani: The Heretics va mandato giù in un sol boccone, metabolizzato e visto come un grande concept album, dove ogni gradino è collegato a quello successivo. In questo caso preferisco scegliere alcuni atti più rappresentativi, per lasciare al singolo lettore la valutazione dell'insieme. Già dall’iniziale In the Name of God, la percezione dell’auto-referenzialità è palese, con ritmiche e riff che arrivano direttamente dal precedente Rituals, sotto sembianze più maligne e sinistre. Buona la sezione centrale con le cantiche nelle retrovie sorrette magistralmente da quelle ritmiche dietro le pelli che solo Themis è in grado di realizzare, ma l’idea che non si arrivi a nulla di concreto è uno spettro oscuro, condizionato dalle molteplici fasi parlate che verranno a ripresentarsi lungo la tracklist. Anche la successiva Vetry Zlye (ВЕТРЫ ЗЛЫЕ), con la partecipazione di Irina Zybina, gioca sulle stesse coordinate precedenti, andando sì ad aumentare il battito cardiaco nella parte centrale con la sensazione che “qualcosa stia per accadere”, ma lasciando un alone di malcontento senza mai esplodere in via definitiva. Si riesce a percepire una struttura oramai canonica, che viene presa a modello e cambia leggermente in base alle tematiche da trattare dal singolo brano. Ciò non è un male, sino a quando le idee svaniscono e si creano filler grandi come una casa che prendono il nome di Hallowed by Thy Name. Cinque minuti che diventano eterni, con la cantica protagonista del brano che entra in testa e come un martello non esce, nemmeno sforzandosi; il potenziale ci sarebbe ma continuano ad aumentare le fasi corali, le tempistiche rallentano ancora di più e il parlato di Sakis non aiuta la metabolizzazione. Qualcosa manca per portarla alla realizzazione definitiva. Fortunatamente esiste I Believe, che a parte la solita voce recitata fuori contesto, si propone come un magnifico schiaffo in faccia e riesce a risollevare la situazione che stava facendosi nettamente grigia. Bello il gioco dei contrasti tra la doppia cassa e le ritmiche dilatate delle chitarre con la cantica sopra, ottima la scelta di usare il greco come lingua che porta canzone a diventare tra le migliori del lotto insieme alla successiva Fire God and Fear (su Aealo c’era Fire Death and Fear, viva la creatività!) e al suo mid-tempo con l’assolo centrale da applausi. Per chiudere il giro delle tracce più rilevanti scelgo la conclusiva The Raven, che oltre ad essere un omaggio ad Edgard Allan Poe diventa la sintesi dell’intera cavalcata lungo The Heretics: un disco con molteplici spunti dall’alto tasso creativo, con al suo interno moltissimi punti interrogativi. La scelta di proporre quello che potrebbe quasi essere la parte di un audiolibro nel finale è la dimostrazione del volere spingere troppo sulle atmosfere, non riuscendo mai ad accendere l’entusiasmo in via definitiva. Un brano di oltre cinque minuti che si dilata senza una vera forma per troppo tempo, diventato l’outro che non volevi sentire. Si rimane in preda dell’ovattata sensazione di non finito, del “vorrei ma oggi non ho voglia” e sopra ogni cosa, si è pericolosamente seduti su quel baratro che ti sta facendo capire come i Rotting Christ siano nuovamente in fase evolutiva. Come detto inizialmente, questo è sì l’ultimo step discografico, ma è palesemente una transizione verso quello che il futuro ci porterà a scoprire, un futuro diverso ma plasmato attraverso le stesse forme e sostanze dell’oggi.

Ho riflettuto a lungo, mi sono confrontato con amici e colleghi prima di scrivere questa recensione perché certi album sono palesemente complessi da analizzare nella singolarità del proprio ego. Scoprii la band attraverso in una fase storica particolare grazie a Dead Poem, li persi in seguito di vista sino a Theogonia per non abbandonarli mai più negli anni successivi. Ho ben chiaro l’intero cammino evolutivo della band, comprendo il loro volere e le visioni che aleggiano in questo disco, ma oggi, pur non avendo tra le mani un prodotto di bassa qualità, non v’è soddisfazione, qualcosa è stanco, lasciato indietro e probabilmente il successo del fratello più piccolo tre anni addietro ha gravato sull’intero apparato compositivo. Troppe le parti recitate, troppi gli stacchi atmosferici senza un quid che nascondono le buone idee presenti, non rimescolandole e impedendo così di emergere in via definitiva, lasciandoci sempre sul culmine del godimento senza mai completare l’intero coito. Come da tradizione attenderemo tre anni, quando il nuovo album ci porterà in dono l’ennesima veste degli ellenici, che oggi ci lasciano tra le mani un discreto album, che con molte probabilità non verrà nemmeno riproposto in sede live una volta finito il ciclo promozionale. Incrociamo le dita.

Di seguito la citazione da La Leggenda del Grande Inquisitore (tratto da I Fratelli Karamazov di F. M. Dostoevskij) che ha ispirato The Heretics.

E siccome l’uomo non ha la forza di rinunziare al miracolo, cosí si creerà dei nuovi miracoli, suoi propri, e si inchinerà al prodigio di un mago, ai sortilegi di una fattucchiera, foss’egli anche cento volte ribelle, eretico ed ateo.




VOTO RECENSORE
67
VOTO LETTORI
78.95 su 20 voti [ VOTA]
Legalisedrugsandmurder
Mercoledì 14 Agosto 2019, 15.41.52
98
mezzo passo falso rispetto agli ultimi, lavoro comunque piacevole. A parte che "pop" non è un insulto, se loro fanno pop... non ho parole. Band che ad un certo punto credevo persa, invece si è reinventata in modo crediibile uno stile diverso, un po' come gli Amorphis dal 2006. Non è facile.
Todbringer83
Venerdì 21 Giugno 2019, 17.23.36
97
Per me è in linea con il predecessore del 2016. A tratti mi sembra addirittura più coinvolgente. La forza di questo gruppo oggi è che ne riconosceresti il suono in mezzo a migliaia di altre band. Scrivono, suonano ed interpretano come pochi. Solo chapeau per chi si mantiene a certi livelli dopo anni di onorata carriera. P.S. Basterebbe solamente un pezzo come Fire God And Fear a spazzare via la maggior parte delle pubblicazioni stereotipate che affliggono la scena. Autoreferenziali? Se questo è il risultato, menomale direi! A fine anno sono certo di ritrovarmelo nella mia personale classifica. Voto: 83
Buried Alive
Giovedì 23 Maggio 2019, 12.25.57
96
Sì ok, se stiamo parlando di testi con un senso sulla storia della Chiesa, su personaggi storici, su idee e atteggiamenti tipo quelli supportati da Nergal, allora sì. Ma il discorso chiaramemente verteva su altro, su satanismo conclamato e simili: come se i Belphegor credessero davvero a ciò che cantano in Lucifer incestus, tanto per dirne una, o i Dark Funeral alle schiere di demoni che escono dai cancelli dell'Inferno.
lisablack
Mercoledì 22 Maggio 2019, 19.22.26
95
Secondo me nessuno va nei boschi a fare robe tipo messe nere o altro...sul discorso testi invece credo che qualcuno ci creda a cio' che scrive, lo scrivere poi e' qualcosa di strettamente personale, io non potrei mai scrivere qualcosa che non penso o fingo di pensare, percio' alcuni testi per me sono scritti da chi " crede" in cio' che scrive.
Buried Alive
Mercoledì 22 Maggio 2019, 16.28.40
94
Ma seriamente nel 2019 c'è chi si scanna sul "chi fa black e simili, crede a ciò che scrive nei testi"? Dai ma fate ridere, qualcuno ci sarà anche ma non me li vedo proprio Tolis, Nergal, Mortuus col cappuccio a venerare Belzebu nei boschi. Come se Wes Craven credesse a Freddy Kruger o Stan Lee all'Uomo Ragno... che sottosviluppo culturale, sempre peggio.
DF800
Mercoledì 22 Maggio 2019, 14.30.52
93
@axeman....tutti d'accordo ch questo disco sia una mezza caata escludento 3 buoni pezzi. Ma definirlo "pop" ...... bevi col tappo dai. e che cazzo.
ObscureSolstice
Sabato 20 Aprile 2019, 17.40.11
92
@duke, mi sai tradurre il significato della cover di questo album?
lisablack
Sabato 2 Marzo 2019, 14.25.35
91
Qui di pop non ce n'è.. Oh non sarà come Non Serviam, ma neanche un disco da rammolliti..
AXEMAN
Sabato 2 Marzo 2019, 14.06.06
90
@XXX Hai ragione.
XXX
Venerdì 1 Marzo 2019, 15.19.44
89
@axeman... se sono bolliti i Rotting Christ...gli avro visti una decina di volte on stage e ti spazzano via senzacompromessi. Gli ultimi 4 lavori in studio erano davvero buoni...un mezzo passo falso lo possono fare tutti...Ma effettivamente....se usano soluzioni pop....
XXX
Venerdì 1 Marzo 2019, 15.17.15
88
@AXEMAN con tutto rispetto certo è che pure dire che in questo album c'è del ""pop (per certe "soluzioni" di arrangiamento)"" vuol dire che tu e la musica non andate molto d'accordo. Sottolineo che sono anni che recensisco per webzine decisamente note praticamente solo ed esclusivamente Black Underground del quale ricevo settimanalmente una trentina di dischi dalle decine e decine di case discografiche e onestamente i nominativi che hai citato tu nel commento non sono poi cosi tanto Underground ormai. Quando ho fatto la recensione di questo disco (uno dei pochi non appartenenti al mrcato "underground" di cui mi sono occupato) non l'ho di sicuro incensato...ma se tu affermi che questo è dark rock davvero, non è roba per te sto genere. Non sara un capolavoro ma dopo 30 anni scrivere ancora ottimi pezzi come The Raven non è da tutti anche se ci son presenti porcate immonde come I believe , Dies Irae e un altro paio. d'ora in poi vabbe...i rotting christ usano soluzioni pop... 'ndemo avanti dei che il metal non è roba per te dai.
Korgull
Giovedì 28 Febbraio 2019, 11.44.36
87
Ma si...black, thrash, death, power.....la catalogazione è aria fritta, l'importante è che piaccia
Ad astra
Giovedì 28 Febbraio 2019, 5.49.44
86
Ragazzi, da recensore, sono il primo che trova offensivo definire i RC come “Black” nei confronti del vero Black, ma se stiamo a catalogare ogni micro sottogenere non ne veniamo mai a capo, cerchiamo di essere un minimo elastici. Se poi questi credono o meno ai testi scritti, ha un reale significato? A chi piace sarà una forma di trasporto, verso un mondo lontano, a chi non piace si consigliano altre 2000 band sul mercato che riescono a soddisfare molteplici personalità; si sta facendo la guerra ai mulini a vento, predersi troppo sul serio si diventa ridicoli. Relax...
AXEMAN
Giovedì 28 Febbraio 2019, 1.50.12
85
Ciao ragazzi, dico la mia. Primo: definire 'sta roba "black metal" è ridicolo, a me pare piuttosto una specie di mix tra dark rock, pop (per certe "soluzioni" di arrangiamento) e il finto "black metal" attira-bambocci-inesperti e gente incompetente in materia di musica che i RC insistono col suonare (diciamo così) dal '98... Voglio dire, ma di che stiamo parlando? Questa è pura FUFFA amici cari. Secondo: a chi qui ha scritto in sostanza che il bm è finito e bla bla bla, amico credo proprio che di bm non capisci una mazza. Informati (se ti interessa), è più o meno dal 2005 che stanno uscendo dischi di un livello pazzesco ogni mese. Ti vorrei tanto fare un bell'elenco ma sarebbe piuttosto lungo quindi ti citerò solo alcune bands a caso (che ti consiglio di ascoltare e valutare attentamente - se ne sei capace): Deathspell Omega, Outre, Mgla, Ars Magna Umbrae, Barshasketh, Zhrine, Svartidaudi, Mare Cognitum, Plebeian Grandstand, Blaze Of Perdition, Kriegsmaschine, Biesy, Leviathan, Slidhr, Spectral Lore ecc ecc ecc (se vuoi una lista completa, accomodati) per non parlare delle ottime bands italiane (e quando dico "pazzesche" e/o "ottime" mi riferisco sia all'aspetto prettamente musicale sia alle liriche) tra cui Altar Of Perversion, VIII, Lorn ecc ecc ecc. Terzo: le bands BOLLITE come i RC vanno ovviamente sull'autoreferenzialità, sono professionisti dell'entertainement che devono portare a casa la pagnotta, non più musicisti. Quelli li trovi, come sempre e da sempre, SOLO nell'underground che poi è il VERO "movimento". Detto ciò mi taccio ed esorto tutti a sostenere l'UNDERGROUND anzichè questi burattini senza più idee, passione, contenuti. Ad maiora. PS. Mio voto 30 - ma solo perchè meno non si può.
Hagen
Mercoledì 27 Febbraio 2019, 16.15.21
84
Scusate mi ha inviato il commento due volte
Hagen
Mercoledì 27 Febbraio 2019, 16.15.00
83
Ma che invece ci sia chi ascolta black metal per via delle sonorità è una cosa troppo difficile da afferrare? Dato che spesso è difficile capire cosa viene detto senza il libretto sottomano. Ma poi psicopatici cosa? Hai mai letto un testo dei RC? Essere contro il cristianesimo o satanisti vuol dire essere psicopatici?
Giolit
Mercoledì 27 Febbraio 2019, 15.37.01
82
Cioè pensate davvero che questi credano nelle cose che dicono (in tal caso, visto e considerato che ormai hanno quaranta e passa anni, sarebbero degli psicopatici totali)? Lo fanno.solo perche cavalcare il filone è l'unico modo di sopravvivere, dato che il black, senza la componente shock avrebbe venduto meno dei Jalisse senza fiumi di parole. @tino ovviamente i cannibal non sono per niente meglio
tino
Mercoledì 27 Febbraio 2019, 12.38.27
81
E sono sempre stati i più controversi, ma pure i cannibal hanno venduto un sacco
tino
Mercoledì 27 Febbraio 2019, 12.37.27
80
Beh gli slayer i soldi li hanno fatti pure loro
Hagen
Mercoledì 27 Febbraio 2019, 12.22.37
79
Ovvio che ci campano, i RC sono una band di un certo successo, mica devono andare a chiedere l'elemosina. Resta il fatto che il metal estremo è un genere ostico, rivolto a un pubblico ristretto, e pertanto non diventerai mai milionario suonandolo. Nessuna band estrema si è fatta tanti soldi quanto ad esempio i Metallica, i Maiden o i Kiss.
duke
Mercoledì 27 Febbraio 2019, 11.33.58
78
...sicuramente in proporzione minore....non credo che sti greci...lavorano alla bancarella del pesce....o alla rosticceria di carne ovina....sicuramente campano con la vendita dei cd e dei biglietti dei concerti.....
Hagen
Mercoledì 27 Febbraio 2019, 8.15.38
77
@duke: se uno volesse fare i bigliettoni, non suonerebbe black metal, dato che anche la band più famosa non guadagnerà mai quanto un artista pop di successo.
Silvia
Mercoledì 27 Febbraio 2019, 0.55.06
76
@Alessio grande, quotone al tuo #65
duke
Mercoledì 27 Febbraio 2019, 0.15.14
75
...capisco quello che dici...ma dietro ci vedo solo tanti bigliettoni...beh,.se rompo e suscito tante reazioni....puo' darsi .....che faccio qualcosa di artistico....no?saluti....
No Fun
Martedì 26 Febbraio 2019, 23.57.48
74
@duke quello che dici non c'entra niente con quello che ho scritto. L'arte può esprimere tante cose diverse e contrapposte e può suscitare reazioni di tutti i tipi. Per questo è interessante. È interessante l'opera e la reazione che suscita. Volevo solo dire questo. Può essere "La Battaglia di Algeri" censurato in Francia, premiato in Italia e studiato nelle scuole militari negli USA; la musica black metal censurata dal buon duke ed apprezzata da tanti altri; il quadro religioso, di fronte al quale pregava il cattolico, distrutto dal calvinista iconoclasta. L'arte che non suscita niente è inutile come è inutile un pubblico indifferente o insensibile a qualunque cosa venga proposta. In questo senso, duke sei certamente un rompipalle, ma non sei inutile. Anche a me ci sono cose che mi fanno ribrezzo ma non posso dire che non sono arte. L'arte non è solo quello che piace a me.
duke
Martedì 26 Febbraio 2019, 22.01.31
73
....insomma....della serie che se fa per campa'.....lo shock per guadagnarsi la pagnotta.....in fondo ....se si calpestano gli ideali degli altri...che ce fotte?....e' questa la morale che qualcuno .......trova giusta?.....preferisco che gli artisti esprimano il meglio di loro........piuttosto che il peggio e il bestiale....tanto che parlo.....non c'e' piu' sordo di chi non vuole ascoltare...meglio atteggiarsi a fare il tosto metallaro.....
Hagen
Martedì 26 Febbraio 2019, 21.31.43
72
Già fin da Goya l'arte esprime sentimenti come lo shock e l'orrore, non è certo un'invenzione del black metal.
duke
Martedì 26 Febbraio 2019, 21.24.40
71
no fun?......se esprimere le proprie idee e' un reato...stai messo male.....l'arte come shock.....a scopo di lucro?preferisco l'arte come..il bello della vita...bye...
Hagen
Martedì 26 Febbraio 2019, 15.22.42
70
@Giolit: a bruciare le chiese in Norvegia sono stati alcuni membri dell'Inner Circle (certi si sono macchiati di crimini ancora peggiori). Però la responsabilità penale è personale, pertanto bisogna condannare solo chi ha commesso quegli atti, non tutta la scena black metal. Darkthrone, Immortal, Bathory, Tormentor, MGLA, Rotting Christ e altre band ancora non si sono mai macchiate di certi crimini.
Giolit
Martedì 26 Febbraio 2019, 14.39.40
69
Ti.rendi conto che.mi.hai.praticamente dato ragione?
Giolit
Martedì 26 Febbraio 2019, 14.39.10
68
@hagen mi lasci perplesso. Perche scusa le band balck cosa facevano? Si organizzavano e andavano a bruciare chiese. Come se un gruppo di persone bruciasse un locale metal. Sono esempi ovviamente i miei, come potevi agilmente evincere dai tekpi verbali. Non c'è una canzone che dice ciò
No Fun
Martedì 26 Febbraio 2019, 11.58.33
67
Secondo me invece il nome è molto bello anche se può risultare offensivo e scioccante. In realtà significa soltanto che non è risorto dopo tre giorni e si è dissolto come tutti. È una semplice negazione della divinità di Cristo, e non necessariamente questo è un pensiero anti-cristiano ( come tra l'altro il contrario non è necessariamente un pensiero cristiano, ad esempio per l'Islam Cristo non muore ma viene direttamente trasportato in cielo prima della crocifissione ). Sinceramente di loro conosco solo i primi due album, devo ascoltare qualcosa dell'ultimo periodo, sono curioso. @Alessio, non ti curar di loro, dai. Duke è un personaggio, ormai lo conosciamo. In generale penso che per l'arte tutta valga il motto latino "sono uomo, nulla di ciò che è umano mi è estraneo" che tra l'altro è usato da Sade all'inizio del suo "Le 120 giornate di Sodoma". Quindi si può parlare di tutto. Però @Alessio, se non ci fossero reazioni, vorrebbe dire che la musica è anestetizzata invece suscita ancora reazioni contrastanti. È il rumore dei nemici (cit. Mourinho) e a me non dispiace leggere reazioni, di tutti i tipi, da quello che insulta i RATM perché comunisti a quello che insulta i Rotting Christ perché blasfemi o i Goatmoon perché nazi. Certo, si può obiettare che non si parla di musica ma in realtà sì, cioè il prodotto non è solo la musica, lo sarebbe se ascoltassimo musica senza testi senza artwork con canzoni senza titoli di gruppi senza nome. Ma, per fortuna, non è così!
sans
Martedì 26 Febbraio 2019, 11.41.50
66
Mi trovo parecchio in disaccordo con la rece. A me il disco sembra molto coinvolgente, e anche gli intermezzi atmosferici (che di solito detesto) in realtà qui non rompono l'attenzione. Per me un ottimo lavoro, atmosferico, evocativo, efficace, voto intorno all'80.
duke
Martedì 26 Febbraio 2019, 11.40.50
65
....il cd dei witherfall mi e' piaciuto molto....i celtic frost hanno creato la scena.....poi tutti gli altri dietro a ripercorrere il sentiero"sicuro"...ormai collaudato....se ti offende che qualcuno contraddica la tua opinione....e' un problema tuo.....io accetto le critiche costruttive....e certi dischi li ho ascoltati....bye.....
Alessio
Martedì 26 Febbraio 2019, 11.15.07
64
Il problema caro Duke è che tu sei ripetitivo e contradditorio. Vieni sempre a fare il piagnucolone, poi ricordo che qualche mese fà qualcuno ti fece notare il tuo contraddirti quando esaltavi T.G. Warrior che come pure i sassi sanno di cosa ha sempre professato anche lui. Quindi se qualcuno batte sempre i soliti clichè quello sei tu, caro mio. Se ti dà tanto fastidio guarda altrove, perchè come già ti ho ricordato qualche mese fà i R.C. sono una band amata da parecchi che neanche immagini. Purtroppo questa è l'ennesima recensione rovinata da chi ha zero interesse a parlare di questo album e la cosa più brutta è che la redazione non ha nemmeno interesse nel risolvere il problema, puntando sulla libertà...si la libertà di rompere i coglioni. Comunque, fortunatamente vedo anche che tanti utenti alla fine magari anche meno interessati, il disco se lo sono andati ad ascoltare e a chi è piaciuto e a chi no. Questo già è buono. Per il resto mi dispiace ma Metallized è diventato davvero un porto di Mare e tanti storici utenti si sono dati a gambe, se questo è il gioco allora dopo tanti anni forse smetto di giocare anche io, anche se mi dispiace anche perchè una chiacchiera con i vecchi utenti me la facevo sempre volentieri, anche se non si era d'accordo sugli stessi punti. Peccato. Ora dai diamoci sotto a sparar cazzate sotto i Witherfall. Arrivederci altrove.
duke
Martedì 26 Febbraio 2019, 10.57.56
63
....e' stata solo una critica verso il continuo ripetersi dei soliti cliche'.....nessuno a voluto fare il bacchettone...ognuno puo' dire come la pensa....e ognuno e' libero di ascoltare quello che vuole....non volevo offendere nessuno....non si puo' pretendere che tutti la pensino come te....quindi di che lamentarsi?....viva questo sito che ....da la liberta' a tutti di dire quello che pensano....saluti a tutti.....
Hagen
Martedì 26 Febbraio 2019, 10.56.15
62
In ogni caso, vorrei sapere quale di queste canzoni nel testo ha scritto "cristiani di merda vi cago in gola" o frasi dal contenuto simile.
Hagen
Martedì 26 Febbraio 2019, 10.54.10
61
Dipende dal contesto. Se è un testo goliardico è un conto. Se i membri della band organizzano spedizioni punitive per picchiare i metallari è un altro. Se gli stessi cantanti sono metallari e il testo è autoironico è un altro caso ancora.
Giolit
Martedì 26 Febbraio 2019, 10.28.46
60
Se domani uscisse una canzone trap che dicesse cose come '' cago nella gola di sti.metallari di merda'' quindi non vi indignereste e comincereste con megapipponi? Volete farmi credere questo?
Df800
Martedì 26 Febbraio 2019, 8.29.39
59
Dopo oltre un mese che lo ascolto posso confermare la mia tesi iniziale. Il disco composto da 0 pezzi ha 3 ottime canzoni due buono/sufficienti, 2 filler e 3 cagate immonde non degne dello storico moniker impresso nella cove. Se si aggiunge una prolissita in alcune di queste composizioni che nulla aggiungono a una discografia importante come quella dei RC non si puo dare un voto superiore al 60.
tino
Martedì 26 Febbraio 2019, 8.16.54
58
Comunque un ottimo disco per me, un gruppo sempre stato a livelli di eccellenza
sgrang
Martedì 26 Febbraio 2019, 7.54.19
57
non capisco come si possa sempre finire a parlare della medesima cosa o quasi. Non va bene se si dipingono la faccia, non va bene se parlano di satanismo, non va bene se non hanno un approccio rispettoso verso chiunque, non va bene se non hanno argomentazioni da filosofi eccelsi... Che cazzo se non vi piace il black metal quando leggete di una band che fa questo genere passate oltre, alcuni di noi si scambiano i commenti sulle band che ci piacciono per avere, magari, una visione piu' ampia di un album o di un gruppo. Non se ne puo' piu' di leggere ogni 2 commenti qualcuno che fa il bacchettone e che ci spiega quanto piu' maturo ed elevato moralmente sia. Sebbene siamo degli stupidi seguaci di un genere ignorante l'abbiamo capito che siete migliori di noi, grazie, ce ne faremo una ragione!
ObscureSolstice
Martedì 26 Febbraio 2019, 7.38.22
56
questo era diretto a tino ovviamente
ObscureSolstice
Martedì 26 Febbraio 2019, 7.21.41
55
uno scontro tra titani tra lui e tino, veramente. Fortuna che non usano il face painting una delle band più sobrie del panorama altrimenti ne avrebbe avuto da dire anche su quello, come accade spesso. Zero disloquizione su mezza nota e argomentazione musicale imbarazzante assente. Un bimbominchia adulto. Ma perchè non parli dei lacuna coil che ti viene meglio? Sul fattore storico oltretutto, sarebbe il caso di leggere e sfogliare qualche libro di storia, si nota, a leggere le stronzate che dici, manco a sapere chi distruggeva chiese nel nostro passato (gli stessi vichinghi?). Comunque loro sono greci
ObscureSolstice
Martedì 26 Febbraio 2019, 6.36.27
54
secondo me duke è di Codroipo
Salvo
Lunedì 25 Febbraio 2019, 22.48.12
53
Quello fuori dal mondo sei tu. Io sono insegnante alle scuole superiori, so di cosa parlo. Tu parli per senzazione, io per esperienza diretta.
Giolit
Lunedì 25 Febbraio 2019, 21.21.02
52
@salvo sei un po'fuori dal mondo se pensi che il metal abbia ancora sui giovani l'attrattiva che aveva fino a dieci anni fa
Inflames69
Lunedì 25 Febbraio 2019, 21.09.53
51
Destinato ai commenti 34 & 35:Tornate sul pianeta Terra perchè evidentemente negli ultimi 25 anni siete stati su Urano!!!. MAI lette così tante stupidate in così poche righe!!. Le Marquis de Fremont: come spesso mi accade sono in perfetta sintonia con quanto hai scritto.Saluti
Le Marquis de Fremont
Lunedì 25 Febbraio 2019, 13.19.59
50
Probabilmente è vero che sono un po' ripetitivi e che le parti in recitato sono un po' troppe. Non ha neanche il fascino che suscitava Rituals. L'ho ascoltato di continuo durante questo weekend di ski e soggiorno tirolese (soprattutto il Lagrein Dunkel del 2012...) e devo dire che è un ottimo album e ascoltarlo ti continua a dare emozioni. Ci sono degli ottimi brani, Vetry Zlye e The Raven su tutti. Girerà parecchio sui miei device. Meglio un Rotting Christ come questo che mille Within Temptation. Due parole sul "dibattito" un po' religioso: mi dispiace per gli islamici, non poter assaggiare il Lagrein e ci aggiungo anche lo speck DOP della Val Pusteria... Au revoir.
lisablack
Domenica 24 Febbraio 2019, 21.27.25
49
Bravo Hagen, quoto tutto.
Hagen
Domenica 24 Febbraio 2019, 21.14.31
48
Ogni religione e ogni pratica può essere deviata e sfruttata per fare del male, che sia il cristianesimo con l'Inquisizione, il satanismo con le bestie di Satana, l'islam con l'isis... Non è la religione a essere positiva o negativa, sono le persone che possono usarla per dei fini nobili o al contrario per dei fini abietti.
tino
Domenica 24 Febbraio 2019, 20.59.34
47
Io penso che non ce ne sia uno di quelli che suonano in certi gruppi che pratichi occultismo o il paganesimo....opinione personale ovvio. Che poi la religione cattolica non sia il massimo lo sappiamo tutti, personalmente sono neutrale non sono credente ma nemmeno antagonista, il bruciare chiese e luoghi di culto e' roba da nazisti o seguaci Dell isis ( praticamente la stessa cosa) o da bimbiminchia annoiati...farlo in Italia o in altri luoghi del mondo cattolico sarebbe come tagliarsi i Maroni per fare un dispetto alla moglie
duke
Domenica 24 Febbraio 2019, 20.58.36
46
.....molto spesso a seguire certe idee si finisce male...vedi le storie di certe bands ....non mi dilungo....e ti saluto ...
lisablack
Domenica 24 Febbraio 2019, 20.49.09
45
Be' rispetta quello in cui credono loro..che è condannato da il 95% delle persone, e poi chi lo dice a noi che è solo spettacolo e basta? Nel senso che ci credono, ma fino ad un certo punto..eh? Anche se paganesimo, e occultismo esistono dalla notte dei tempi..anche prima di Cristo
duke
Domenica 24 Febbraio 2019, 20.33.56
44
....ok....il rispetto prima di tutto....sono solo scambi di vedute....comunque la band qui sopra non e' che sia campione di rispetto...eh?....
lisablack
Domenica 24 Febbraio 2019, 20.25.28
43
Ma i commenti sotto sono provocatori, dai..mica siamo gente che fa' le sedute spiritiche col tavolo a tre piedi, o si va a bruciare chiese ( anche se non ho molta simpatia ahahaha) io malgrado tutto rispetto chi crede chi ha fede, parlandoci non ci posso andare d'accordo, ma il rispetto sempre.
duke
Domenica 24 Febbraio 2019, 20.13.47
42
....bands che musicalmente fanno cose buone....ma pessime a livello di testi....non e' dicono cose cosi' intelligenti....dai vedi certi commenti qui sotto....tanti che si atteggiano come i loro idoli musicali....
lisablack
Domenica 24 Febbraio 2019, 20.07.30
41
Dici la tua però dici anche che ascolto band stupide...eh?
duke
Domenica 24 Febbraio 2019, 19.58.04
40
...ho solo visto alcuni commenti....e ho pensato che se questo e' quello che dice l'ascoltatore medio di black metal...stiamo messi male....assecondare certe stupidaggini....solo perché lo dice una band....senza un senso critico......ogni volta parti in quarta...dai ...ho solo detto la mia....non la condividi....vabbene....ma ....
lisablack
Domenica 24 Febbraio 2019, 19.38.58
39
Non hai detto cristiani ma sei sempre a rompere le palle sotto le recensioni di gruppi black..chissà' perché? Ma dai..io potrei ritenere stupide le band che ascolti te, e allora? Fai prima a chiuderla qui, è meglio, dai retta. Tanto io non la penserò mai come te e viceversa..
duke
Domenica 24 Febbraio 2019, 18.51.09
38
....la corazzata di fantozziana memoria?.....
duke
Domenica 24 Febbraio 2019, 18.45.34
37
...miche pretendo che siano testi cristiani....non l' ho mai detto ...solo che siano intelligenti....sicuramente ritengo stupidissimi quelli di certe bands...che ti piacciono....che dal punto di vista compositivo prettamente musicale si sforzano di creare qualcosa di buono....ma dal punto di vista delle liriche....sono delle ciofeche.....hai presente la corazza di fantoziana memoria?
lisablack
Domenica 24 Febbraio 2019, 18.34.00
36
Duke è inutile che tutte le volte vieni a fare la predica sui testi poco intelligenti, perché non cristiani, non sei tu a stabilire cosa è intelligente e cosa non è elevato..
Salvo
Domenica 24 Febbraio 2019, 17.56.10
35
@Giolit: dove cazzo vivi? Il metal non attrae più nessuno? Sicuramente c'è più gente oggi che ascolta metal di anni fa, quando il solo essere metallaro equivaleva ad essere considerato un dorgato. E fidati, ho qualche anno sulle spalle, so di che parlo. Di gruppi validi ce ne sono a migliaia, oltre ai vecchi sempre validi. C'è solo l'imbarazzo della scelta.
Giolit
Domenica 24 Febbraio 2019, 15.17.50
34
E non lamentatevi del fatto che il metal non attrar piu nessuno. Non se ne può piu di ''guardate come siamo cattivi'' ''satana è un bel ragazzo'' ''buona la birra'' '' drago dragone brutto cafone noi non ti vogiamo piu''. E a livello musicale la situazione non è meglio.
Blessed
Domenica 24 Febbraio 2019, 14.40.04
33
Bah... il 99% dei testi metal sono stereotipati: parlare di Satana o morte ai cristiani non è certo meno stereotipato che parlare di spade, draghi, Dei del metallo, concept fantascientifici e via andare. come la musica, così le tematiche sono cristallizzate da anni.
duke
Domenica 24 Febbraio 2019, 14.34.35
32
....provocatorio....ma soprattutto stereotipato....spero che in futuro certe stupidaggini spariscano dai testi....e che le bands trovino argomenti piu' artisticamente elevati....
ObscureSolstice
Sabato 23 Febbraio 2019, 20.42.45
31
Mi ha un pó deluso, non ha raggiunto le mie aspettative...per adesso mi ha stancato, lo riprenderò più in lá. Qualcosa di accettabile c'è ma troppo poco, sembrano i Manowar di fine discografia quando aumentano coi dialoghi e non sanno più che fare in sezione strumentale. Basta con questa sperimentazione, tirate fuori la grinta porco mondo che c'ho sotto i piedi
Dead again
Sabato 23 Febbraio 2019, 19.56.06
30
Mi dispiace ma non sono assolutamente d'accordo con il voto....
Alessio
Sabato 23 Febbraio 2019, 17.18.34
29
Li seguo dai tempi dell'adolescenza e amo quel suono caldo e zolforoso di Thy mighty contract e Non Serviam e di tutta quell'ondata...Tuttavia devo dire che però mi piace molto anche il loro ultimo corso partito da Theogonia in poi. Non trovo loro album brutti assolutamente, anzi solo tanta classe, anche se riconosco che ultimamente il mestiere si fà sentire. Ciò nonostante questo gira ogni giorno nel mio stereo o in macchina...Quindi si il mio voto è definitivamente 80. Comunque, a parte questo la scena greca è in ottima salute..Consiglio a chi ama i suoni caldi ellenici della prima ondata e quindi RC e Varathron, l'ep dei Cult of Eibon "Lycan twilight simphony", un piccolo must che chiaramente qui è passato inosservato.
duke
Sabato 23 Febbraio 2019, 16.57.57
28
...i commenti 21 e 22....sono piuttosto infantili....cercasi commenti piu' sensati.....non e' obbligatorio ascoltare black metal e dire quelle fesserie.....come certe bands possono sforzarsi un po' e scrivere testi piu' intelligenti....
Hagen
Sabato 23 Febbraio 2019, 12.35.14
27
La maggior parte dei testi dei RC sono o delle esaltazioni della figura di Lucifero/Satana o delle critiche/attacchi al Cristianesimo e al Dio cristiano. Il fatto che uno attacchi un dio o una religione è una cosa diversa dall'offendere le persone che credono in quel dio e in quella religione. Insomma, c'è differenza tra "odiare il peccato e odiare il peccatore", per usare un modo di dire cristiano.
Giolit
Sabato 23 Febbraio 2019, 10.32.10
26
@hagen sei un fenomeno. ''Ciò che può essere importante per te può non esserlo per gli altri''. Già. Il rispetto verso gli altri può non essere importante per qualcuno. Ma ciò non toglie che sia una persona di basso valore. Come questi ''artisti'' che hanno costrutito la loro carriera sul fare i cattivoni e offendere gli altri
Korgull
Venerdì 22 Febbraio 2019, 18.11.10
25
Ma dal vivo usano cori campionati? Non li ho mai visti....
Danimanzo
Venerdì 22 Febbraio 2019, 13.45.39
24
Riconosco che certi riff, certe soluzioni e certe atmosfere sono sempre più o meno quelle, ma la classe dei greci è innegabile e la cura dei particolari e degli arrangiamenti è certosina anche in questo "The Heretics". Album valido e dannatamente trascinante. Per me siamo su una votazione di 75/100 almeno.
Klunk
Venerdì 22 Febbraio 2019, 12.36.38
23
Mmmmmm guardando la tv in questi giorni mi sembra che satana sia vestito da vescovo......e papa Francesco continua a chiedere scusa .......no coment .........a .......il disco non mi dispiace niente di esaltante, oramai si sono adagiati su queste sonorita' voto 65
francesco papa
Venerdì 22 Febbraio 2019, 11.54.17
22
sempre contro il cirstianesimo Ave Satana!
Luca
Venerdì 22 Febbraio 2019, 10.01.11
21
Vox Populi fattene una ragione.. qui siamo tutti adoratori del male e della fiamma nera!
sgrang
Venerdì 22 Febbraio 2019, 8.05.22
20
hagen,lisablack: so che e' fastidioso ma non date peso a VOX POPULI, e' palese che e' una persona annoiata che gode ad agitare gli altri. Probabilmente e' solo un essere bisognoso di attenzioni ed avendo poche qualita' deve "rifugiarsi" in queste situazioni. Siate comprensivi, c'e' gente sfortunata in giro.
legalizedrugsandmurder
Venerdì 22 Febbraio 2019, 7.58.05
19
@vox populi guarda che il giudizio che dai tu sul black è quello che tanti danno al metal e al rock in generale, soprattutto in passato. Vai su wikiquote e leggiti il giudizio che diede Sinatra a Elvis Presley!
Hagen
Venerdì 22 Febbraio 2019, 7.39.01
18
VOX POPULI: il black metal nasce anche per offendere e disturbare, pertanto nel tuo caso possiamo dire che l'obiettivo sia stato raggiunto. Nel tuo caso viene raggiunto dall'insulto di una cosa per te importante: beh, mi dispiace dirtelo, ma ciò che può essere importante per te, per altri può valere meno di zero, e ciò non significa che siano malati come dici tu.
lisablack
Venerdì 22 Febbraio 2019, 6.49.11
17
Ma dai...vox populi evita allora di venire qui a fare il cristiano bigotto, il black metal è musica perciò è arte..non ti piace? Bene, ne fai a meno..come io faccio a meno della chiesa che in quanto ad offendere e insultare è sempre stata la prima, sono loro i malati perché hanno 2 facce anzi di più..
sgrang
Venerdì 22 Febbraio 2019, 0.44.47
16
Sto riascoltando il disco per l'ennesima volta e sono veramente confuso riguardo alla valutazione. Ammetto di avere anch'io una sensazione di incompiuto, ma devo anche dire che questa cosa in parte mi "attira", la sospensione che lascia e' forse un disturbo inizialmente ma a lungo andare diventa, sempre secondo il mio parere, qualcosa di morbosamente piacevole. E' difficile da spiegare. Detto questo (che e' una cosa soggettiva e magari non frega niente a nessuno) oggettivamente e' un disco ben suonato con picchi molto interessanti (Fire God and Fear,Vetry Zlye, The Raven) e qualche passaggio "di mestiere" (in the name of god),complessivamente non di facile assimilazione. Adoro i RC da sempre, alla fine pero' comincio a sentire un po' la mancanza del periodo "non serviam" quindi, con tutti i pregi di questo nuovo lavoro non riesco a valutarlo piu' di 75.
VOX POPULI
Giovedì 21 Febbraio 2019, 23.14.20
15
X gianmarco: la loro blasfemia mi disturba. Solo persone malate possono insultare cosi' una religione. Anzi .. aggiungo, tutto il movimento Black fa musicalmente vomitare, incentrato esclusivamente su lo shock value.. insultare e offendere per farsi pubblicita'. non serve rispondermi.. se ti piacciono il problema e' tuo.
gianmarco
Giovedì 21 Febbraio 2019, 21.57.57
14
X Vox Populi che t i hanno fatto i Rotting Christ x definirli immondizia umana ?
duke
Giovedì 21 Febbraio 2019, 20.38.57
13
...no thanks...
Inflames69
Giovedì 21 Febbraio 2019, 20.25.19
12
Permettetemi di andare controcorrente alla maggior parte dei giudizi sinora dispensati dagli altri utenti: per me disco ECCELLENTE ..il SOLITO disco ECCELLENTE di un gruppo UNICO ed a tuttoggi inimitabile. Incarna alla perfezione tutto quello che un un disco del genere deve possedere. Poi ovvio de gustibus.... Saluti
Stagger Lee
Giovedì 21 Febbraio 2019, 19.09.55
11
rettifico... io TENTO di votare 60 perchè il sito non me lo permette...(non ho mica vitato due volte, perchè 'sta anomalia?)
Stagger Lee
Giovedì 21 Febbraio 2019, 19.07.43
10
Ho sempre preferito l'ultimo corso dei RC piuttosto che gli esordi, ma stavolta l'album non mi ha proprio preso. A parte qualche spunto, per il resto mi annoia e non mi viene voglia di riascoltarlo. io voto 60.
VOX POPULI
Giovedì 21 Febbraio 2019, 18.23.23
9
Pura immondizia musicale e umana.
Korgull
Giovedì 21 Febbraio 2019, 18.00.48
8
Non un brutto disco...assolutamente. Ma è un disco strano, tante parti recitate ed atmosferiche lo rendono "difficile". Da ascoltare in momenti particolari. Arriverei a 70 cmq
Sha
Giovedì 21 Febbraio 2019, 17.22.22
7
Il "problema" di questo album (e degli ultimi tre dei Rotting) è l'autoreferenzialitá. Non c'è quasi una sola canzone che non faccia venire in mente un riff, un solo o una parte già sentita in qualche altra canzone dei Rotting Christ. Poi loro io li amo visceralmente, quindi va bene anche così se l'ennesimo riff riproposto è comunque figo e un motivo ci sarà. Poi per il resto mi sembra un Rituals più chitarroso. Un appunto su The raven: la parte recitata mi piace tantissimo, in pratica costitusce il "ritornello" della canzone e secondo me è stata un'ottima scelta. Un voto attorno al 7 comunque mi sembra giusto.
Andrea
Giovedì 21 Febbraio 2019, 16.44.47
6
Io a loro gli voglio un gran bene, secondo me hanno ancora degli ottimi riff da tirare fuori. Ma devono finirla di fare pezzi "recitati" e parlati.
Salvo
Giovedì 21 Febbraio 2019, 13.36.03
5
A me non ha convinto affatto. Sento una certa mancanza di ispirazione in fase compositiva. Mi annoia, non riesco ad ascoltarlo fino alla fine tutto in un colpo. Forse per me è il peggiore della loro discogradia.
Alessio
Giovedì 21 Febbraio 2019, 12.56.54
4
Al contrario, per me il voto è anche basso ( ma ci può stare).Album molto bello, dove rimanendo inalterate le caratteristiche del loro ultimo corso, si snoda più verso l'atmosfera e la melodia, rispetto all'oscurità di Ritual. Una sorta di Via di mezzo tra quest'ultimo e Aealo. Il mestiere c'è inutile negarlo, ma anche la qualità e per me è alta. Lo sto ascoltando almeno una volta al giorno, da quando è uscito...quindi per me lunga vita ai Rotting Christ, ancora una volta. Pezzo preferito al momento, Heaven & Hell & Fire e ottimo anche il solo di Sakis. Voto 8
maurizio
Giovedì 21 Febbraio 2019, 12.13.07
3
a me piace mi piace quella tensione che solo loro sanno dare non sarà un capolavoro ma lo ascolto con piacere
DF800
Giovedì 21 Febbraio 2019, 11.14.15
2
Ormai sono un mese che lo ascolto da quando ho ricevuto il promo dalla casa. Disco che va diviso in due: 5 buoni pezi ma nulla di eccezionale tranne la ottima The Raven, mentre i restanti 5 pezzi sono davvero banali e piatti dove, in I Believe, Dies Irae e Hallowed be thy name si tocca addirittura il pessimo Disco al quale si puo dare non piu di 60, voto sufficientein quanto la meta, come gia detto, è apprezzabile, la produzione è ottima e il lavoro è stato svolto neiminimi dettagli. Fosse uscito come un EP da 6 pezzi si parlerebbe di tutt altra cosa. 62.
Pacino
Giovedì 21 Febbraio 2019, 10.53.05
1
Album pessimo dopo una serie buoni dischi, capita. Voto 52
INFORMAZIONI
2019
Season of Mist
Black
Tracklist
1. In The Name Of God
2. Vetry Zlye (ВЕТРЫ ЗЛЫЕ)
3. Heaven & Hell & Fire
4. Hallowed Be Thy Name
5. Dies Irae
6. I Believe (ΠΙΣΤΕΥΩ)
7. Fire God And Fear
8. The Voice Of The Universe
9. The New Messiah
10. The Raven
Line Up
Sakis Tolis (Voce, Chitarra)
George Emmanuel (Chitarra)
Van Ace (Basso, Voce)
Themis Tolis (Batteria)

Musicisti Ospiti:
Stelios Steele: (voce narrante su traccia 1,4 e 10)
Melechesh Ashmedi (Voce su traccia 8)
Irina Zybina (Voce su traccia 2)
 
RECENSIONI
75
78
69
56
89
83
79
84
87
90
93
ARTICOLI
18/11/2018
Live Report
WATAIN + ROTTING CHRIST + PROFANATICA
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI), 11/11/18
31/10/2016
Live Report
INQUISITION + ROTTING CHRIST + MYSTIFIER
Circolo Colony, Brescia, 29/10/2016
12/06/2015
Live Report
ROTTING CHRIST (set old school) + GUEST
Traffic Club, Roma, 05/06/2015
28/05/2013
Live Report
ROTTING CHRIST + FORGOTTEN TOMB + GUESTS
Barbara Disco Lab, Catania (CT), 24.04.2013
02/12/2012
Live Report
CRADLE OF FILTH + GOD SEED + ROTTING CHRIST + DARKEND
Magazzini Generali, Milano, 27/11/2012
20/05/2011
Live Report
ROTTING CHRIST + OMNIUM GATHERUM + DAYLIGHT MISERY + DARKEND + altri
Init Club, Roma, 15/05/2011
17/03/2008
Live Report
ROTTING CHRIST + DISGUISED + INGRAVED
Il concerto di Bari
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]