Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
I Kalidia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

19/03/19
PUTREFIED CORPSE
Left To Rot

22/03/19
S91
Along The Sacred Path

22/03/19
FROZEN CROWN
Crowned In Frost

22/03/19
THE TREATMENT
Power Crazy

22/03/19
ANGEL BLACK
Killing Demons

22/03/19
VESPERINE
Espérer Sombrer

22/03/19
TERROR OATH
Terror Oath

22/03/19
ACCURSED SPAWN
The Virulent Host

22/03/19
IMPRECATION
Damnatio Ad Bestias

22/03/19
THE FLAYING
Angry, Undead

CONCERTI

19/03/19
DAVID ELLEFSON
LEGEND CLUB - MILANO

19/03/19
MARTY FRIEDMAN + EUGENIO SAMBASILE
BELLOTTS PUB - CAPPELLA CANTONE (CR)

22/03/19
PROSPECTIVE
SATYRICON - ALATRI (FR)

22/03/19
PINO SCOTTO + GUESTS
LA CLAQUE - GENOVA

22/03/19
PROFANAL + EKPYROSIS + CARRION SHREDS
EXENZIA - PRATO

23/03/19
FUROR GALLICO
DAGDA CLUB - RETORBIDO (PV)

23/03/19
IMAGO IMPERII + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

23/03/19
SEPTICFLESH + KRISIUN + DIABOLICAL + XAON
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

23/03/19
HELLUCINATION + GUESTS
EVOL LIVE CLUB - ROMA

24/03/19
SEPTICFLESH + KRISIUN + DIABOLICAL + XAON
ALCHEMICA - BOLOGNA

Kalidia - The Frozen Throne
14/03/2019
( 378 letture )
Dopo l’autoprodotto Lies’ Device del 2014 ed essersi costruiti una fama piuttosto solida mediante una lunga serie di esibizioni dal vivo a supporto di band di ottimo livello (Rhapsody of Fire, Serenity, Cellar Darling, Ancient Bards, Vision Divine, Timo Tolkki, DGM ed altre), i Kalidia arrivano adesso all’esordio ufficiale con The Frozen Throne. Capitanati dalla cantante Nicoletta Rosellini, i quattro musicisti si sono affidati a Lars Rettkowitz (Freedom Call) per quanto attiene a produzione, registrazione e missaggio, ad Achim Kohler (Primal Fear, Amon Amarth, Brainstorm) per la masterizzazione ed infine a Stan W. Decker (Vanden Plas, Primal Fear) per logo e copertina. Quest’ultima è ispirata al fandom della saga di videogiochi Warcraft, di cui la Rosellini è a dir poco appassionata.

Nato tra il 2015 ed il 2016, The Frozen Throne è il risultato di una lunga e curata gestazione durata oltre due anni e si muove a cavallo della lezione dei migliori gruppi power, proponendo le tipiche tematiche care al gruppo. Già dall’opener Frozen Throne, di ambientazione relativa proprio a Warcraft così come la conclusiva Queen of the Forsaken, appare abbastanza chiaro che i Kalidia sono sicuramente migliorati rispetto al disco precedente. Da annotare subito, quindi, l’arricchita coesione tra i membri della band, il migliore sviluppo dei brani e l’impatto ovviamente aumentato dalla potenziata possibilità di rendersi efficaci in fase di registrazione. La sensazione di perfezionamento globale è accresciuta da Circe’s Spell, canzone per cui è stato prodotto un video semplice, ma ben confezionato, che ben si attaglia alle sonorità orientali della canzone e vede la partecipazione di alcune danzatrici del ventre. Poi la piratesca Black Sails; le melodicamente potenti Orpheus e To the Darkness I Belong, la seconda con la partecipazione al violino di Gabriele Boschi. Quindi The Myth of Masada con la presenza stavolta di David Bassin, dall’ambientazione a cavallo tra mito e storia, un altro classico dei Kalidia. Il nome stesso del gruppo, del resto, deriva dalla fusione tra il nome della dea Kalì e quello della Lidia, regione anticamente allocata grosso modo nell’entroterra di Smirne. Da qui il CD continua a scorrere abbastanza fluidamente fino alla già citata Queen of the Forsaken, riservando altri piacevoli momenti. Forse senza stupire in senso assoluto, ma anche senza cadute di tono evidenti, conducendo l’ascoltatore alla sua conclusione in maniera tale da non deludere rispetto alla prima parte.

Tirando le somme, quello che Frozen Throne può offrire in primo luogo è una scrittura solida, forse senza picchi di originalità a connotarla, ma capace di interessare gli amanti del genere. Per quanto riguarda la band in sé, Nicoletta Rosellini possiede un timbro molto gradevole che usa con criterio, ossia senza andare mai sopra le righe (in questo può ricordare, in un certo qual modo, Anette Olzon) ed interpretando i pezzi in maniera sentita e professionale -ha collaborato con Overtures e Rhapsody of Fire- evidenziando netti miglioramenti rispetto agli inizi, probabilmente frutto di un approccio più tecnico al canto. Gli altri musicisti fanno il loro in modo opportuno e tutto questo favorisce l’impatto generale delle canzoni, quindi dell’album e non dei singoli componenti della band. Chi apprezza Rhapsody of Fire, Stratovarius, Hammerfall ed altri gruppi del genere, o altri magari altri più recenti come i Beast in Black del primo album, troverà nei Kalidia dei buoni epigoni. La scrittura deve però svincolarsi proprio da queste influenze per trovare una sua dimensione più matura ed accattivante e questo porta a contenere la valutazione dell’album entro un range che necessariamente non può superare un certo ambito. Tuttavia, alcuni spunti presenti in certi brani lasciano intuire per il gruppo di Lucca la possibilità di un’evoluzione proprio in tale direzione. Tutto questo in attesa di vederli fare quello “scatto” definitivo che con The Frozen Throne lasciano intuire di poter fare.



VOTO RECENSORE
72
VOTO LETTORI
70.4 su 5 voti [ VOTA]
enrico86
Venerdì 15 Marzo 2019, 15.41.58
4
li ho conosciuti grazie ad un video su youtube: buon album
VOX POPULI
Giovedì 14 Marzo 2019, 18.00.31
3
Ottima uscita
InvictuSteele
Giovedì 14 Marzo 2019, 17.44.03
2
Un bel passo avanti al pur buon debutto, ma qui la produzione è più curata e le canzoni più ispirate. Un album molto piacevole. Voto 72
Luky
Giovedì 14 Marzo 2019, 15.06.33
1
Anche per me è un buon album, solido, 70. Mi ricordo di averli visti di supporto ai Rhaspody in quel di ubiale e di essermi incuriosito.
INFORMAZIONI
2018
Inner Wound Recordings
Power
Tracklist
1. Frozen Throne
2. Circe’s Spell
3. Black Sails
4. Orpheus
5. To the Darkness I Belong
6. Myth of Masada
7. Midnight’s Chant
8. Go Beyond
9. Amethyst
10. Lotus
11. Queen of the Forsaken
Line Up
Nicoletta Rosellini (Voce)
Federico Paolini (Chitarre)
Roberto Donati (Basso)
Dario Gozzi (Batteria)

Musicisti Ospiti:
David Bassin (Voce addizionale nella traccia 6)
Gabriele Boschi (Violino nella traccia 5)
 
RECENSIONI
70
73
ARTICOLI
04/07/2014
Live Report
KALIDIA + CRAZY RAIN + TEREBRA
28/06/2014 Circus Club, Scandicci (FI)
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]