Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Grand Magus
Wolf God
Demo

The Core
Flesh and Bones
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/04/19
NIGHNACHT
Christophilia

26/04/19
DARK HERESY
Abstract Principles Taken To Their Logical Extremes

26/04/19
VAURA
Slabes

26/04/19
TEN
Opera Omnia - The Complete Works

26/04/19
THE DAMNED THINGS
High Crimes

26/04/19
PARAGON
Controlled Demolition

26/04/19
TAKEN
Unchained

26/04/19
LORD DYING
Mysterium Tremendum

26/04/19
NORSEMEN
Bloodlust

26/04/19
LEVERAGE
Determinus

CONCERTI

24/04/19
EKTOMORF + GUESTS TBA
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

24/04/19
WRONG (USA) + COILGUNS + GUEST TBA
TBA - PERUGIA

25/04/19
MARK BOALS + GUESTS
LET IT BEER - ROMA

26/04/19
NACHTMAHR + GUESTS TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

26/04/19
MARK BOALS + GUESTS
PIKA FUTURE CLUB - VERONA

27/04/19
FRONTIERS ROCK FESTIVAL
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

27/04/19
NACHTMAHR + GUESTS TBA
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

27/04/19
MORTADO
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

27/04/19
CRADLE OF FILTH + THE SPIRIT
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

27/04/19
NECRODEATH
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

Mudvayne - The New Game
06/04/2019
( 680 letture )
Il nu metal, odiato da una foltissima schiera di fan, che preferiscono sonorità più classiche, ma amato da un gruppo altrettanto numeroso di persone, ha indubbiamente prodotto alcune grandissime band, alcuni rispettabilissimi gregari, più gruppi facilmente dimenticabili; il che, peraltro, si può tranquillamente affermare per buona parte dei generi musicali esistenti. Fra i gruppi che spesso ci si dimentica di citare, ma che hanno prodotto almeno due album di assoluto livello, vanno indubbiamente annoverati i Mudvayne: fondati nel 1996, hanno riscosso ampio consenso grazie alla loro incendiaria miscela di alternative metal, industrial, nu metal, esaltata in particolare dalla sezione ritmica, nonché grazie ai loro spettacoli dal vivo. L.D. 50 e The End of All Things to Come, ancora oggi, restano lavori imprescindibili del genere, probabilmente inferiori solo agli storici capolavori dell'ondata nu metal.

Ciò che ha impedito al gruppo di Chad Gray e soci di esser ricordati fra i grandissimi, tuttavia, è probabilmente stata la mancanza di continuità: ai primi due lavori, infatti, ha fatto seguito un terzo album, Lost and Found, comunque molto ben fatto, poi un quarto, il qui presente The New Game, meno convincente, prima di rialzarsi parzialmente con l'omonimo quinto lavoro. Non è un caso che, prima del loro quarto album, Gray e Tribbett si fossero già impegnati con un nuovo gruppo, gli Hellyeah, anch'esso peraltro protagonista di alti e bassi a livello discografico.
The New Game è inaugurato da Fish out of Water: l'anima funk che da sempre caratterizza la band di Peoria fa prepotentemente capolino nella prima parte del brano, per poi lasciare spazio alla sezione ritmica ed alla voce di Gray, ora più melodica, ora più graffiante e rabbiosa. Una buona traccia, seppur non eccezionale, presto bissata dalla più melodica e malinconica Do What You Do, che come tale assolve perfettamente alla sua funzione di singolo. Più interessante, per gli amanti di sonorità maggiormente pesanti, risulta essere la title-track, ben divisa fra sfuriate chitarristiche quasi thrash e parti vocali azzeccate. Si va poi avanti con Have it Your Way, che non modifica troppo il canovaccio rispetto al pezzo precedente, pur risultando, probabilmente, meno azzeccata nel complesso; McDonough alla batteria e Martinie al basso, ad ogni modo, fanno come sempre la loro onestissima figura. A Cinderella Story, viceversa, può essere tranquillamente bypassata per far spazio a The Hate in Me, uno dei migliori pezzi di tutto The New Game, con Gray e Tribbett sugli scudi. Anche il singolo Scarlet Letters risulta azzeccato e coinvolgente quanto basta, che poi è il compito principale di un vero singolo che si rispetti! Dull Boy è inaugurata dalla citazione della celeberrima frase scritta compulsivamente alla macchina da scrivere da Jack Nicholson in Shining, ma non convince fino in fondo, mentre a ciò provvede egregiamente la valida Same Ol' (no, non cita i Motley Crue). Ci avviciniamo lentamente verso la fine ed i Mudvayne si congedano dai loro ascoltatori con due discrete tracce, forse un po' troppo simili ad altre già ascoltate sull'album, ma comunque dignitose.

Cosa abbiamo fra le mani quando parliamo di The New Game, in sostanza? Probabilmente il “peggior” album dei Mudvayne: un lavoro incostante, con alcuni brani bypassabili, monocordi ed altri che, viceversa, risultano ben fatti e convincenti. E' un peccato avere a che fare con questa altalena qualitativa, che non rende pienamente giustizia al talento del gruppo di Gray e soci. Resta, ad ogni modo, un lavoro dignitoso e pienamente ascoltabile.



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
30 su 4 voti [ VOTA]
jaw
Venerdì 19 Aprile 2019, 22.07.31
4
NMH, grazie, graziella e grazie al...., c'era anche chi ascoltava Cecchetto: cacare paprappa para ppaa, pescare idem, ed ora braccia in alto e giu' le mutande, bello non si sa se da li sia nato lo yoga o il tamacogi, ci sono anche i your bullshit valentine, ripeto il rock e' un'altra cosa, ma puo' non piacere, forse perche' graffia per davvero
Nu Metal Head
Martedì 9 Aprile 2019, 0.23.18
3
roba da bambini magari no, esiste molto peggio in ambito nu... "L.D. 50" l'ho adorato e lo adoro tutt'ora, un amalgama deviato di slipknot, soulfly e tool... del secondo album conosco la bellissima "not falling" e "world so cold", ma mi pare inferiore... degli altri non so nulla, nemmeno di questo... non saranno forse al livello dei grandi nomi, ma un gruppo di tutto rispetto del genere.
jaw
Lunedì 8 Aprile 2019, 23.25.30
2
una band che non so neache perche' esista, ho ascoltato il primo, conati di vomito, ogniuno ha i suoi gusti, ma roba del genere e' da bambini, con tutto il rispetto di chi ha voluto riproporlo. Il rock e' un'altra cosa, per non parlare della cover copiata degli Aerosmith e Motley Crue
livio
Lunedì 8 Aprile 2019, 15.23.35
1
Brutto forte. L'unico loro che si salva è l.d.50
INFORMAZIONI
2008
Epic/Sony
NuMetal
Tracklist
1. Fish Out Of Water
2. Do What You Do
3. A New Game
4. Have It Your Way
5. A Cinderella Story
6. The Hate In Me
7. Scarlet Letters
8. Dull Boy
9. Same Ol’
10. Never Enough
11. We The People
Line Up
Chad Gray (Voce)
Greg Tribbett (Chitarra e cori)
Ryan Martinie (Basso)
Matthew McDonough (Batteria)
 
RECENSIONI
70
82
87
88
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]