Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Grand Magus
Wolf God
Demo

The Core
Flesh and Bones
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/04/19
NIGHNACHT
Christophilia

26/04/19
DARK HERESY
Abstract Principles Taken To Their Logical Extremes

26/04/19
VAURA
Slabes

26/04/19
TEN
Opera Omnia - The Complete Works

26/04/19
THE DAMNED THINGS
High Crimes

26/04/19
PARAGON
Controlled Demolition

26/04/19
TAKEN
Unchained

26/04/19
LORD DYING
Mysterium Tremendum

26/04/19
NORSEMEN
Bloodlust

26/04/19
LEVERAGE
Determinus

CONCERTI

24/04/19
EKTOMORF + GUESTS TBA
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

24/04/19
WRONG (USA) + COILGUNS + GUEST TBA
TBA - PERUGIA

25/04/19
MARK BOALS + GUESTS
LET IT BEER - ROMA

26/04/19
NACHTMAHR + GUESTS TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

26/04/19
MARK BOALS + GUESTS
PIKA FUTURE CLUB - VERONA

27/04/19
FRONTIERS ROCK FESTIVAL
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

27/04/19
NACHTMAHR + GUESTS TBA
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

27/04/19
MORTADO
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

27/04/19
CRADLE OF FILTH + THE SPIRIT
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

27/04/19
NECRODEATH
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

Monstrosity - Imperial Doom
13/04/2019
( 1300 letture )
Dal calderone floridiano del death metal negli anni '90 sono emerse un sacco di band di successo come ad esempio Obituary, Morbid Angel, Deicide e Death; durante questo periodo, etichette discografiche come Roadrunner e Earache facevano a gara per accaparrarsi gli ensemble più promettenti. Uno dei più agguerriti e tecnici ma allo stesso tempo più bistrattati dagli ascoltatori risponde al nome dei Monstrosity: nonostante le loro grandi capacità e i grandi album sfornati, i floridiani non hanno mai potuto godere della stessa popolarità dei loro colleghi più in vista, probabilmente a causa della tardiva data di rilascio del loro primo album, il qui recensito Imperial Doom. Una storia che ricorda quella dei californiani Exodus, i quali nel 1985, pubblicarono il loro album di debutto, il sempiterno Bonded By Blood. Se fosse stato rilasciato uno o due anni prima, il gruppo di Gary Holt sarebbe probabilmente entrato a far parte del Big 4 del thrash metal. Tuttavia, hanno perso la fascia oraria di un paio d'anni, finendo comunque in quello che io chiamo il secondo Big 4 del thrash metal composto, oltre che da loro, da Testament, Overkill e Death Angel. Come per gli Exodus, uno dei motivi principali per cui i Monstrosity non sono mai citati tra i grandi del loro genere come è dovuto al loro tardo arrivo sulla scena, precisamente nel 1992, anno in cui sono riusciti a pubblicare il loro primo full-length.
Imperial Doom è il verbo Monstrosity che si incarna e si fa album: death metal feroce e senza compromessi ma allo stesso tempo con una buona dose di tecnica e di melodia. Lee Harrison e soci dimostrano di aver assorbito e metabolizzato al meglio le lezioni dei maestri sacri del genere (Morbid Angel e Deicide su tutti) che utilizzano, dimostrando tra l’altro abilità musicali invidiabili, per forgiare il loro stile personale. La open track Imperial Doom apre le danze senza tanti convenevoli, prendendoci a calci sulle gengive sin da subito con un urlo disumano di Corpsegrinder e una sfuriata death metal delle più feroci mai sentite. Tutte le canzoni sono piuttosto articolate e richiedono diversi ascolti per essere metabolizzate e apprezzate al meglio: i riff di chitarra sono potenti, robusti e veloci, gli assoli sono semplicemente fantastici, caotici ma allo stesso tempo con una vena melodica e tecnica irresistibile, che è diventato il marchio di fabbrica della band di Tampa. Ci sono inoltre degli interessanti interludi che catturano l'ascoltatore, creando delle atmosfere stranianti e aggiungendo anche molta profondità all'intero album. Il growl di George è potente, profondo ma ancora leggermente acerbo (sarà necessario aspettare almeno fino alla successiva pubblicazione dei Monstrosity affinché raggiunga i livelli eccezionali a cui ci ha abituato), mentre la sezione ritmica è messa in grande evidenza dalla produzione dei Morrisound Studios, a discapito delle chitarre e della voce, ma si tratta di una scelta del tutto comprensibile: i blast-beat e la doppia cassa di Lee Harrison sono devastanti e stupiscono per creatività e potenza, mentre il basso di Mark van Erp ci delizia con riff e stacchi tecnicissimi e di ottimo gusto. A scanso di equivoci bisogna specificare che si tratta in ogni caso di una produzione ottima, la messa in primo piano di batteria e basso non inficia sulla resa dei restanti strumenti. Ulteriore punto a favore dell’album è la sua durata contenuta che invoglia a ulteriori ascolti una volta giunti al termine e la straordinaria compattezza di cui gode: nessuna delle nove composizioni risulta inferiore ad altre, con picchi di eccellenza riscontrabili in composizioni come la title track, Definitive Inquisition, Vicious Mental Thrist, Burden of Evil e Horror Infinity.

Con Imperial Doom i Monstrosity hanno posto delle ottime basi su cui costruire una discografia priva di punti deboli ma che ha sempre sofferto di scarsa prolificità; ciò non ha sicuramente giovato alla band e insieme all’esordio tardivo è il fattore principale di un relativamente scarso successo della band. Nonostante ciò Imperial Doom rimane e rimarrà un classico del suo genere , oltre che un magnifico esempio di old school death metal composto e suonato come si deve.



VOTO RECENSORE
90
VOTO LETTORI
81.2 su 5 voti [ VOTA]
Area
Martedì 16 Aprile 2019, 14.32.28
24
Uno di quei dischi che mi fecero ascoltare ma che non ho mai avuto per cause di forza maggiore (sia la prima stampa su cd che quella successiva hanno toccato quotazioni interessanti) Anni e anni fa speravo in una ristampa di questo disco... cosa che non avvenne mai. Sembra che da dopo il 1997 (stando a discogs) nessuno lo abbia più ristampato e la cosa é piuttosto bizzarra, vista anche la fama che ebbe poi il loro frontman del tempo. Oggi non mi interessa più ma spero comunque che possa essere ristampato per chi questa musica l'ascolta.
thrasher
Lunedì 15 Aprile 2019, 19.47.29
23
Millennium e in dark purity leggermente più melodico e con qualche sfumatura thrash lo trovo eccezionale
LAMBRUSCORE
Lunedì 15 Aprile 2019, 19.43.17
22
Bel disco ,anche se per me Millennium è imbattibile
ian
Lunedì 15 Aprile 2019, 19.04.07
21
Hai ragione, specialmente in USA
Aceshigh
Lunedì 15 Aprile 2019, 19.03.29
20
Che anni... In fissa col death metal quando entravo nel negozio di dischi non sapevo dove girare gli occhi e su quale nuova uscita investire le paghette. Fortuna che ero in compagnia e ci si metteva d'accordo. Earache e Nuclear Blast erano quelle che avevano forse nel rooster le band più estreme, ma anche la Roadrunner non scherzava con bands tipo Obituary, Death, Suffocation, Deicide, Sepultura, Gorguts, Malevolent Creation... Quest'esordio dei Monstrosity è una delle tante pietre miliari, una gran mazzata all'epoca anche se non lo reputo il loro migliore.
duke
Lunedì 15 Aprile 2019, 19.00.36
19
...beh...anche la roadrunner non scherzava....
ian
Lunedì 15 Aprile 2019, 18.51.22
18
Mi ricordo ai tempi, primi anni 90, che la parte del leone in ambito death la faceva la Earache Records, seguita dalla Nuclear Blast
duke
Lunedì 15 Aprile 2019, 15.46.46
17
.....certo diversificare e' importante.....forse ....hanno esagerato un po'.....
Area
Lunedì 15 Aprile 2019, 15.28.00
16
@duke, han dovuto fare così perché a puntare solo sul death come nei primi 90 avrebbero già chiuso... anche la roadrunner ha avuto una storia simile.
duke
Lunedì 15 Aprile 2019, 15.22.43
15
...obscure? divertente quella su nuclear blast e gianni celeste......concordo su quello che pensi sul modo di operare di questa eichetta negli ultimi anni.....
thrasher
Lunedì 15 Aprile 2019, 11.40.37
14
Non mi sognerei
thrasher
Lunedì 15 Aprile 2019, 11.39.58
13
Concordo con quello che dice Pacino... Signor Antonio ho visto i prezzi che aveva scritto... Posso dire che ho tutta discografia originale autografata dal batterista, millennium ed imperial doom da George anche. Se dovessi vederli mi non sognerei mai di venderli a quei prezzi a mio parere folli. Stiamo parlando dei monstrosity non dei pink Floyd. Un saluto
Pacino
Lunedì 15 Aprile 2019, 10.51.52
12
Vendo un paio di mutande con la sgommata a forma della i degli Immortal, 60 €. Perchè gli annunci di vendita si fanno nei siti appositi...
Antonio Baccalieri
Lunedì 15 Aprile 2019, 10.40.13
11
Ieri ho lasciato un annuncio per vendere Imperial Doom e gli altri primi tre album dei Monstrosity. Si può sapere perchè è sparito?
thrasher
Domenica 14 Aprile 2019, 21.24.17
10
Se c'è un gruppo che non si è mai ripetuto sono proprio i monstrosity.
ObscureSolstice
Domenica 14 Aprile 2019, 21.00.37
9
Beh insomma ce ne sono anche di piú introvabili come originali prime edizioni. Copertine disegnate cosí uscivano a profusione, era una cosa normale come ora al presente non lo è piú, io le farei tutte cosí. Sono per la bad production, sono come i videogiochi in 2D. Classicone di death metal americano dei Monstrosity quando la nuclear blast non era la cara "vecchia signora" del presente cioè la potenza monopolizzata di ora che metterebbero nel roaster chiunque pure gianni celeste... e nei '90 si impegnavano a dare un suono vivo e ottimo nel registrare e dare attenzione ai particolari, quando uscivano classici su classici di metal. Per quanto riguarda ció scritto nella recensione e l'esempio dell'anno d'uscita poco tardivo su loro altri colleghi riferito agli Exodus per Bonded by Blood, non sono d'accordo, non sarebbe cambiato niente...a volte non è solo un fatto di anno d'uscita ma di destino e composizione nel ripetersi con la stessa qualitá...per niente facile
Max
Domenica 14 Aprile 2019, 19.06.49
8
Personalmente l'ho sempre trovato il loro top.
thrasher
Domenica 14 Aprile 2019, 7.32.04
7
Personalmente avrei dato un bell 80 a questo un 90 a millennium e un 100 a un dark purity... Ottimo esordio ma dire che è il loro migliore mi sembra azzardato. L ultimo disco seppur bello non mi convince molto gli altri sono tutti al top
Pacino
Domenica 14 Aprile 2019, 7.11.47
6
Voto 87
Pacino
Domenica 14 Aprile 2019, 7.11.25
5
Grande debutto di una discografia perfetta che custodisco tutta originale. Qui sono Deicide oriented, in seguito faranno dischi più personali e tecnici.
kroky78
Sabato 13 Aprile 2019, 20.54.17
4
Introvabile. O a prezzi folli.
duke
Sabato 13 Aprile 2019, 17.39.43
3
.....disco notevole.....classico del Death metal u.s.a. .....alto tasso tecnico......soprattutto il successivo......
lisablack
Sabato 13 Aprile 2019, 14.28.10
2
Che bomba atomica questa..da spavento! Storia, forse il miglior album dei Monstrosity, ma loro non ne hanno mai sbagliato uno..
Doomale
Sabato 13 Aprile 2019, 13.22.01
1
Questo non posso non commentarlo, discone assurdo. Dai Morrisound in quegli anni li uscivano solo perle di American DM. Ho ancora la cassetta doppiata da vinile di un mio amico disegnatore, che infatti mi disegnò tutta la cover. 90 tondo tondo.
INFORMAZIONI
1992
Nuclear Blast Records
Death
Tracklist
1. Imperial Doom
2. Definitive Inquisition
3. Ceremonial Void
4. Immense Malignancy
5. Vicious Mental Thirst
6. Burden of Evil
7. Horror Infinity
8. Final Cremation
9. Darkest Dream
Line Up
George “Corpsegrinder” Fisher (Voce)
John Rubin (Chitarra)
Mark van Erp (Basso)
Lee Harrison (Batteria)

Musicisti Ospiti
Frank Mullen (Voce nella traccia 5)
Jason Gobel (Chitarra)
 
RECENSIONI
80
90
90
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]