Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Darkthrone
Old Star
Demo

E.G.O
Everything Goes On
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/07/19
OH HIROSHIMA
Oscillation

26/07/19
SINHERESY
Out of Connection

26/07/19
AS I MAY
My Own Creations

26/07/19
LORDI
Recordead Live - Sextourcism In Z7

26/07/19
SOUNDGARDEN
Live from the Artists Den

26/07/19
THY ART IS MURDER
Human Target

26/07/19
HATRIOT
From Days Unto Darkness

26/07/19
IAN GILLAN
Contractual Obligation

26/07/19
LACRIMAS PROFUNDERE
Bleeding The Stars

26/07/19
BLACK RAINBOWS
Stellar Prophecy (reissue)

CONCERTI

23/07/19
PERIGEO
PIAZZA SS. ANNUNZIATA - FIRENZE

25/07/19
COVEN + DEMON HEAD
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

25/07/19
THERAPY?
CURTAROCK FESTIVAL - CURTAROLO (PD)

26/07/19
COVEN + DEMON HEAD + GUESTS
TEATRO LO SPAZIO - ROMA

26/07/19
SOILWORK
ROCK CLUB - PINARELLA DI CERVIA

26/07/19
WEEDEATER
FREAKOUT - BOLOGNA

27/07/19
MARDUK + GUEST
ROCK AND BOL - BOLOTANA (NU)

27/07/19
OBSCURA DOOM FEST
MU CLUB - PARMA

27/07/19
SOILWORK
LEGEND CLUB - MILANO

27/07/19
WEEDEATER
CRYSTAL MOUNTAIN FEST - MOSO IN PASSIRIA (BZ)

Denovo - Unicanisai
18/06/2019
( 391 letture )
Nonostante per la gran parte di noi l’inizio degli anni 80 sia stato quello dell’esplosione della N.W.O.B.H.M., tanti altri nostri coetanei vissero invece quella della new vawe, senza contare i tanti che non si posero affatto il problema di scegliere tra i due schieramenti. A distinguersi in particolare fu probabilmente Firenze, eppure -forse un po’ a sorpresa, ma non troppo per chi viveva da quelle parti- anche Catania giocò un ruolo importante. Proponendo ad esempio i Denovo.

Decisamente meno aggressivi di molti altri e più aperti a contaminazioni esterne che li portavano a cavallo tra la new wave più amichevole ed il pop più raffinato, la band che annoverava tra le sue fila dei giovanissimi Luca Madonia (la parte più estrosa del gruppo) e Mario Venuti (quella più raffinata), aveva tante frecce al proprio arco. A completare un quartetto che godette anche di ottima esposizione in RAI, Tony Carbone e Gabriele Madonia. Un po’ XTC ed un po’ Joe Jackson, un po’ mediterranei, sperimentali e cantautorali e molto connotati da una scrittura che Venuti già caratterizzava in parte maggiore, prefigurando così la sua carriera futura, i Denovo misero dietro di loro i Litfiba alla manifestazione Il Rock Italiano Mette I Denti ed arrivarono così ad incidere l’EP Niente Insetti Su Wilma, che però rimase più un episodio da addetti ai lavori, che da successo al di fuori del loro normale circuito. Ciò provocò un certo ritardo prima del loro arrivo ad un vero album, probabilmente e per paradosso a causa anche di una loro maggiore fruibilità che li fece bollare da molti come troppo commerciali rispetto alla maggioranza delle band coeve. Peraltro su Kindergarten Records, che operava proprio da Firenze e tante band interessantissime inserì nel proprio roster (come i Neon, tanto per citarne una) con il boss Fabrizio Federighi a produrlo. Un certo retrogusto electro viene quindi inserito nel tessuto musicale del gruppo, con il basso di Tony Carbone doppiato da un synth ed un campionatore e l’uso contenuto di una batteria elettronica. Per quanto riguarda la scaletta, Animale spopolò in Rai, ad esempio all’Orecchiocchio con suoni immediati e pop, ma assolutamente di avanguardia per quei tempi e per il mainstream. La Danza Sull’Acqua era più intima e raffinata, così come Ma Cos’è Che Mi Fa Volare, mentre Quanti Occhi era più malinconica e giocava su una ritmica più interessante di ciò che appariva ai primi ascolti. Io E Le Mie Gambe grida i suo essere scritta da Venuti e così In Tenera Età, per poi finire con Unicanisai, quasi un divertissement che tiene insieme i due cantanti e le due anime della formazione, dalle qualità distinte e separate.

Lavoro un po’ frammentario, tanto che anche senza saperne nulla ognuno potrebbe facilmente stabilire quali pezzi siano firmati da Madonia e quali da Venuti, Unicanisai resta ancora oggi godibile. Il disco offre infatti uno spaccato di un certo modo di fare musica che avrebbe probabilmente meritato maggiore sorte, che è invecchiato abbastanza bene ed avrebbe altrettanto probabilmente giovato ad una scena nazionale poi sempre più preda di oscenità spacciate per arte. Inoltre, può servire anche per capire l’oggi dei due scrittori principali. Specialmente nel caso di Venuti, infatti, Unicanisai contiene già buonissima parte delle sue qualità attuali, seppure in nuce. Non poche, per chi apprezza un certo cantautorato rivolto verso il mondo.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
70 su 2 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
1985
Kindergarten Records
Post Punk
Tracklist
1. Animale
2. La Danza sull'Acqua
3. Ma Cos'è che mi fa Volare
4. Quanti Occhi
5. Non siamo Dei
6. Dimmi
7. Io e le mie Gambe
8. Tenera Età
9. Unicanisai
Line Up
Luca Madonia (Voce, Chitarra, Tastiere)
Mario Venuti (Voce, Chitarra, Tastiere, Sassofono)
Tony Carbone (Basso)
Gabriele Madonia (Batteria, Percussioni)

 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]