Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Wheel
Moving Backwards
Demo

E.G.O
Everything Goes On
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

16/07/19
BROCELIAN
Guardians Of Broceliande

19/07/19
LINGUA IGNOTA
Caligula

19/07/19
CANCER
Ballcutter

19/07/19
SCOTT STAPP
The Space Between the Shadows

19/07/19
CROWN THE EMPIRE
Sudden Sky

19/07/19
CULT OF EXTINCTION
Ritual in the Absolute Absence of Light

19/07/19
FALLS OF RAUROS
Patterns In Mythology - Album Cover

19/07/19
SABATON
The Great War

19/07/19
WORMED
Metaportal

21/07/19
SHARKS IN YOUR MOUTH
Sacrilegious

CONCERTI

16/07/19
NICK MASON
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA - ROCK IN ROMA

16/07/19
YAWNING MAN + ALICE TAMBOURINE LOVER
ALTROQUANDO - ZERO BRANCO (TV)

17/07/19
NICK MASON
ARENA SANTA GIULIANA - UMBRIA JAZZ

17/07/19
YAWNING MAN
THE CONCEPT - LECCO

18/07/19
KING CRIMSON
ARENA SANTA GIULIANA - PERUGIA

18/07/19
NICK MASON
PIAZZA DELLA LOGGIA - BRESCIA

18/07/19
ROCK INN SOMMA (day 1)
SOMMA LOMBARDO (VA)

18/07/19
YAWNING MAN + HERBA MATE
SIDRO CLUB - SAVIGNANO SUL RUBICONE (FC)

19/07/19
PORTO LIVE METAL FEST
PORTO ANTICO - GENOVA

19/07/19
ROCK INN SOMMA (day 2)
SOMMA LOMBARDO (VA)

Cripple Bastards - Desperately Insensitive
29/06/2019
( 376 letture )
E’ impossibile trovare il modo corretto per presentare, o introdurre, un gruppo come i Cripple Bastards. “Tieni e ascolta”, verrebbe da dire a un ipotetico ascoltatore ignaro dell’esistenza della brutale formazione italiana. Ma dubito fortemente che questo qualcuno possa esistere per davvero. Sempre coerente con il suo credo, la band non è mai venuta meno alla rabbia che la contraddistingue e la alimenta. Odio, nichilismo, consapevolezza della brutalità del mondo in cui viviamo. Le tematiche sono chiare e soprattutto vere per il 99% della popolazione, ce n’è per tutti i gusti.

Desperately Insensitive, uscito nel 2003, è l’album che forse più di ogni altro ha saputo rendersi testimone della progressiva crescita e maturità della band. Questa evoluzione è avvenuta sotto diversi punti di vista, quali ad esempio i ripetuti cambi di formazione che hanno visto coinvolti i musicisti nei tre anni intercorsi tra Misantropo a senso unico e il suo successore che stiamo qui analizzando. Questo fenomeno ha inevitabilmente portato con sé una serie di mutazioni sonore e stilistiche, così varie e numerose da rendere il sound dei Nostri piuttosto originale nel panorama grindcore nel quale si situa. A voler rimarcare ulteriormente il concetto, è bene ricordare che le origini del gruppo di Asti risalgano addirittura alla fine degli anni ‘80. Una gavetta durata decenni - a partire da quelle prime prove all’interno di un vecchio mulino abbandonato - e mai davvero conclusa. Sì, perché nessuna gloria spetterà mai a una band di siffatta tempra, che si esprime attraverso canzoni che non hanno alcuna paura a sputare la verità con voce rabbiosa. Anni difficili, trascorsi a comporre canzoni velocissime, brevissime, brutali. Aperti a qualsiasi tipo di influenza che arrivasse da fuori, purché fosse estrema. Ecco allora che i Cripple Bastards, da sempre capitanati da Giulio the Bastard nel tempo si sono dimostrati in grado di accogliere nella loro musica vari generi, tra cui il già citato grindcore, ma non solo. Troviamo delle forti componenti anche di hardcore punk, crust e, perché no?, anche brutal death metal, considerando le scariche di furiosi blast beat e le parti cantate in cui il growl si fa più profondo.

Desperately Insensitive è un album che fa da ponte, permettendo il passaggio tra il sound delle origini e la potenza sonora che vedrà la luce nel 2008, con il successivo Variante alla morte. Per farlo, il gruppo sceglie di creare un validissimo sodalizio tra la riproposta di alcuni brani che da lungo tempo erano in cantiere (o la ricomparsa di vecchie canzoni con una nuova registrazione) e una serie di inediti violenti da mettere i brividi. Il drumming di Al Mazzotti è davvero interessante, ricco di cambi e mai banale, e in grado di creare un impasto perfetto con il cantato di Giulio the Bastard. Quest’ultimo è così arrabbiato che non canta nemmeno: ringhia, pronto a sbranare.
Tutto traspare senza mezzi termini da ogni singola composizione: la misantropia, la frustrazione, la repulsione verso l’intera società e i suoi meccanismi malati. Si tratta di “amore per l’odio”, come direbbero loro...



VOTO RECENSORE
83
VOTO LETTORI
82 su 5 voti [ VOTA]
Doomale
Domenica 30 Giugno 2019, 0.04.01
1
Come dicono fuori, "Italian Grindcore Legends". Questo mi manca ma loro non si discutono a prescindere, si amano.
INFORMAZIONI
2003
DeathVomit Records
Grindcore
Tracklist
1. Fear in the Squats of the Dead
2. When Immunities Fall
3. Cardboard
4. Intravenous Love-Drip
5. Odio a Prima Vista
6. Bomb ABC No Rio
7. The Mushroom Diarrhoea
8. Rak ne prestaje
9. Get Out and Bite Them
10. Desperately Insensitive
11. Me & Her in a Microcosm of Torture
12. Jurisdictions
13. Time of the Vultures
14. Idiots Think Slower
15. I Hate Her
16. Inside Out
17. Being Ripped Off in 2002
18. Respect or Death
19. Partner della Convenzienza
Line Up
Giulio the Bastards (Voce)
Der Kommissar (Chitarra)
Schintu the Wretched (Basso)
Al Mazzotti (Batteria)
 
RECENSIONI
78
85
83
88
ARTICOLI
05/07/2016
Live Report
MUNICIPAL WASTE + CRIPPLE BASTARDS + GAME OVER
Circolo Magnolia, Milano, 29/06/2016
26/12/2014
Live Report
NIGHT OF THE SPEED DEMONS VII - Ratos De Porao + Yacopsae + Cripple Bastards + EU`s Arse
HonkyTonky 19/12/2014, Seregno (MI)
11/11/2009
Intervista
CRIPPLE BASTARDS
La voce del grind made in Italy
20/10/2009
Live Report
NAPALM DEATH + CRIPPLE BASTARDS
Rock Planet, Pinarella di Cercia (RA), 03/10/2009
27/11/2008
Intervista
CRIPPLE BASTARDS
Parla Giulio The Bastard
01/12/2007
Live Report
NECRODEATH + CRIPPLE BASTARDS
Target Club, Bari, 23/11/2007
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]