Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Formazione
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/07/19
OH HIROSHIMA
Oscillation

26/07/19
SINHERESY
Out of Connection

26/07/19
AS I MAY
My Own Creations

26/07/19
LORDI
Recordead Live - Sextourcism In Z7

26/07/19
SOUNDGARDEN
Live from the Artists Den

26/07/19
THY ART IS MURDER
Human Target

26/07/19
HATRIOT
From Days Unto Darkness

26/07/19
IAN GILLAN
Contractual Obligation

26/07/19
LACRIMAS PROFUNDERE
Bleeding The Stars

26/07/19
BLACK RAINBOWS
Stellar Prophecy (reissue)

CONCERTI

23/07/19
PERIGEO
PIAZZA SS. ANNUNZIATA - FIRENZE

25/07/19
COVEN + DEMON HEAD
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

25/07/19
THERAPY?
CURTAROCK FESTIVAL - CURTAROLO (PD)

26/07/19
COVEN + DEMON HEAD + GUESTS
TEATRO LO SPAZIO - ROMA

26/07/19
SOILWORK
ROCK CLUB - PINARELLA DI CERVIA

26/07/19
WEEDEATER
FREAKOUT - BOLOGNA

27/07/19
MARDUK + GUEST
ROCK AND BOL - BOLOTANA (NU)

27/07/19
OBSCURA DOOM FEST
MU CLUB - PARMA

27/07/19
SOILWORK
LEGEND CLUB - MILANO

27/07/19
WEEDEATER
CRYSTAL MOUNTAIN FEST - MOSO IN PASSIRIA (BZ)

TIR - Metal Shock
30/06/2019
( 702 letture )
A volte ritornano e sembra che il tempo non sia mai passato. Avevo lasciato il gruppo nel 1984 con un demo di due pezzi ritirato brevi manu a Roma, contenente la famosa Amsterdam poi inserita anche nella scaletta di Metallo Italia, per ritrovarli adesso dopo tutti questi anni. Ed ancora devoti al verbo del metallo pesante di un tempo. Già in realtà redivivi nel 2011 con l’album Heavy Metal, il primo della loro carriera e dopo tanta attività live, eccoli ancora a distanza di altri otto inverni con Metal Shock.

Conservata in formazione la storica coppia d’asce Bonelli/Antonini e confermata la formazione con Dino Gubinelli al basso, Piero Arioni alla batteria e Giuseppe Cialone - ex Rosae Crucis – al microfono, i romani non fanno altro che ribadire la loro fede nel metal anni 80 e nell’uso dell’italiano per i testi. Tutto suona dunque old-school fin dalla copertina, chiassosa come deve essere considerando il genere di riferimento del gruppo e dalla registrazione, migliore rispetto al precedente disco e dai suoni lontanissimi da quelli più massicci che imperano al giorno d’oggi. I TIR (noti ad alcuni anche come Temple Infernal Rock, una declinazione del nome inventata da un produttore, ma non gradita alla band, che invece fa riferimento al mezzo di trasporto), ripresentano su questo album alcune canzoni che hanno avuto origine proprio negli anni 80, debitamente "rimetallizzate" per l’occasione ed altre nuove, senza che le une siano effettivamente distinguibili dalle altre, ma con testi integralmente approntati per l’occasione. Twin-guitars a profusione, tante galoppate metalliche ed i testi in lingua madre (una scelta sempre da sostenere) fatti risaltare dalla voce stentorea di Cialone, in particolare in Banche Armate; La Luna Nel Cerchio; Lasciateci Fare e Metal Shock, gli atout principali del CD o del vinile, se preferite. Da notare la presenza del Rock’n’Roll di Crazy Mama e Beat 150 nel contesto di un lavoro orientato all’Heavy/Speed, non a caso di "rimasugli" degli anni 80 e la chiusura strumentale con la chitarra acustica di Memoria (Faber).

Complessivamente più amichevole al confronto dell’album del 2011, i TIR e Metal Shock hanno il merito di conservare la genuinità, l’onestà e la purezza degli anni che hanno generato questo stile e che loro stessi hanno cominciato a suonare fin dagli early days di quella decade. Inizialmente più per istinto che per scelta precisa. Niente di sconvolgente in senso assoluto, ma un prodotto vero e spontaneo, senza sovrastrutture che non siano quelle intrinseche dell’Heavy Metal e tutta la gioia e l’esaltazione che questo può naturalmente portare. Da consigliare a tutti i reduci di quegli anni ed ai tanti che conservano dentro lo stesso spirito.



VOTO RECENSORE
72
VOTO LETTORI
59 su 2 voti [ VOTA]
Daniele
Lunedì 1 Luglio 2019, 12.40.36
3
Grandi.scoperti su you tube con la Song vai.ho anche la t shirt
nonchalance
Lunedì 1 Luglio 2019, 9.22.28
2
..e a Metal Shock no?!
HIRAX
Lunedì 1 Luglio 2019, 3.05.23
1
Lunga vita ai TIR!
INFORMAZIONI
2019
Gates of Hell Records
Heavy
Tracklist
1. Città In Fiamme
2. La Sfida
3. Banche Armate
4. La Luna Nel Cerchio
5. Crazy Mama
6. Dentro Il Vuoto
7. Lasciateci Fare
8. Metal Shock
9. Beat 150
10. Mitra
11. Memoria (Faber)
Line Up
Giuseppe Cialone (Voce)
Sergio Bonelli (Chitarra)
Danilo Antonini (Chitarra)
Dino Gubinelli (Basso)
Piero Arioni (Batteria)
 
RECENSIONI
74
ARTICOLI
03/10/2013
Live Report
EXTREMA + INMATE + TRAMORTIRIA + D WITH US
Rock’N’Roll Arena, Romagnano Sesia (NO), 28/09/2013
03/02/2013
Articolo
SATIRIKA
# 5 - Sessantatrè volte Giacobbo
21/03/2012
Live Report
TIRESIA RAPTUS + ELEPHANTE + OTEHI
Sinister Noise, Roma, 16/03/2012
08/06/2011
Articolo
SATIRIKA
# 4 - Coverizzami sta banana!
28/01/2011
Articolo
SATIRIKA
# 3 - Ti odio metal, 30 volte ed una!
31/12/2010
Articolo
SATIRIKA
# 2 - Il Governo del Metallo
03/11/2010
Articolo
SATIRIKA
# 1 - 27 volte pirla (due risate sul mondo del metal)
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]