Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Turilli / Lione Rhapsody
Zero Gravity (Rebirth And Evolution)
Demo

Wraith (USA)
Absolute Power
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

20/09/19
KOBRA AND THE LOTUS
Evolution

20/09/19
TUNGSTEN
We Will Rise

20/09/19
LEE AARON
Power, Soul, Rock N Roll

20/09/19
EXHORDER
Mourn the Southern Skies

20/09/19
URN
Iron Will of Power

20/09/19
SNOW BURIAL
Ostrava

20/09/19
AS I LAY DYING
Shaped by Fire

20/09/19
BRETUS
Aion Tetra

20/09/19
COFFINS
Beyond The Circular Demise

20/09/19
WHITE WARD
Love Exchange Failure

CONCERTI

19/09/19
DER WEG EINER FREIHEIT + DOWNFALL OF GAIA
LEGEND CLUB - MILANO

19/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

20/09/19
LIGHT THIS CITY
DAGDA - RETORBIDO (PV)

20/09/19
SOTO + GUEST TBA
LEGEND CLUB - MILANO

20/09/19
RAM + VULTURE + INDIAN NIGHTMARE
DEDOLOR MUSIC HQ - ROVELLASCA (CO)

20/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
LARGO VENUE - ROMA

20/09/19
S.R.L. + VIOLENT INNER PROTEST + ORGANIC ILLUSION
SAXA BEACH - PORTO S. ELPIDIO (FM)

20/09/19
HORRID + STIGE
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

20/09/19
TMA FEST (day 1)
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

21/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

Evanescence - Fallen
06/07/2019
( 2868 letture )
I'm so tired of being here
Suppressed by all my childish fears
And if you have to leave
I wish that you would just leave
Your presence still lingers here
And it won't leave me alone


Avete presente quel periodo della vostra vita dove dentro di voi iniziano a nascere passioni ed interessi ma vi trovate nella limitante condizione di essere così piccoli e dipendenti da non poter ancora dare forma alla cosa?
Mi ricordo di un periodo, ancora da bambino, dove la musica stuzzicava la mia attenzione, ma non c'era modo di reperire informazioni (internet era un'entità distante) e ci si poteva basare solamente su quanto passava la radio generalista in quei momenti in cui si poteva ascoltarla.
Aggiungete un livello di inglese pari a zero ad una famiglia "poco musicale" e, insomma, la somma degli addendi non rendeva facile ritrovare le canzoni che ti ispiravano tra quelle che casualmente ascoltavi in FM.
Ce n'era però una che rapiva completamente quel bimbetto di dodici anni appena la sentiva (retrospettivamente, il mio primo contatto con il metal) e ho scoperto solo qualche tempo dopo che si trattasse di Bring Me to Life degli Evanescence.
Una canzone iconica che ha varcato ogni soglia che la band di Amy Lee avesse mai sperato di varcare e ha ecceduto ogni aspettativa di una band allora all'esordio.

Un brano metal di un album metal diventato "pop".
Non mi riferisco all'orecchiabilità delle partiture degli Evanescence, di cui avremo tempo di dire dopo, ma all'impatto culturale di un album come Fallen che ha venduto milioni di copie e raggiunto praticamente ogni angolo del globo, venendo utilizzato anche dal cinema e dalla tv, vera e propria popular music.
Tolti i nomi tutelari del genere, non c'è mai stata un'opera proveniente dal "nostro" mondo che abbia rotto così tanto i confini e abbia raggiunto così tante persone.
Non è solo questione di raggiungere, ma anche di toccare. Tanti metallari nati nei Novanta hanno approcciato il genere partendo da Fallen, un numero sconfinato di ragazze potrebbe parlarvi dell'impatto di Amy Lee nell'immaginario musicale, testuale ed estetico della musica goth.

La cosa strana è che tutto questo sembra passare in secondo piano, specialmente quando registriamo il fatto che l'ambiente che ha generato gli Evanescence e che ha immensamente beneficiato dal loro impatto (senza entrare nel merito del gradimento della loro proposta) li ha in tanti sensi rinnegati, emettendo quella che a tutti gli effetti ricorda una damnatio memoriae.
Non è per questa sede cercare di indovinare i motivi per cui i Lacuna Coil (altra band con tratti simili e che -fuori dal nostro paese- ha raggiunto cifre importanti) sì e la band di Little Rock no. Che sia la tendenza del metallaro a voler "lathere biosas" cercando conforto nella nicchia piuttosto che nel mainstream o semplicemente un'irrefrenabile e Tafazziana esigenza. Difficile da dire e probabilmente inutile da indagare, io intanto mi godo live come quello del Rock Am Ring del 2003, più metal di così...

Fallen però rimane lì, (eppur) non si muove. Negarne l'esistenza sarebbe un po' come negare la (quasi) sfericità del globo. Ciò posto, tanto vale occuparcene.

Non esisterebbero gli Evanescence senza Amy Lee (citofonate We Are the Fallen se voleste qualche conferma in merito), non solo per l'immagine iconica che ha raggiunto tra i fan della scena, non solo per la voce unica e che da sola riesce a marchiare in modo inconfondibile i brani della band dell'Arkansas, ma anche per la capacità innata con cui riesce a scrivere testi.
Basterebbero già questi da soli a qualificare l'album come sopra la media. Metaforici senza però far perdere di vista i temi cupi a cui si riferiscono (che sono quelli del gothic: depressione, amori perduti, tendenze anti-conservative). Tutto questo però tirando fuori dei ritornelli che suonano da soli, soltanto leggendoli.

Watching me, wanting me
I can feel you pull me down
Saving me, raping me, watching me

Watching me, wanting me
I can feel you pull me down
Fearing you, loving you
I won't let you pull me down...


Non ditemi che non vi siete immaginati nei panni di chi racconta e non vi sono venuti i brividi.
C'è poi la sua voce. Cioè, sul serio, fatela ascoltare, rischiate che quel timbro ve lo riconosca al volo anche un fan di Vasco. Mezzosoprano che eccede comunque il range standard del registro in alto e in basso (quasi tre ottave e mezzo complessive), capacità di interpretazione di livello, timbro scuro che però non le impedisce di brillare sulla parte alta del range. Prendete Hello, ascoltate la progressione verso l'alto (dal SOL 3 iniziale al MI 5 in voce di testa), l'articolazione delle note, l'uso del vibrato e la tenuta delle note più acute.
Come farsi strappare via un cuore da una voce e un pianoforte.
Da queste ballad alla voce quasi industrial che apre Tourniquet (fun fact: cercate l'originale dei Soul Embraced, con cui gli Evanescence condivisero un batterista), passando per il supporto di una gran squadra di coristi arrangiata in modo magistrale, con un peso enorme sulla melodia senza quasi che si notino (fate attenzione alle strofe di Bring Me to Life, ascoltate dietro quanta roba, nascosta in bella vista, ci sia).
Se dare un peso del genere a chi canta in genere è un errore, beh, gli Evanescence sono l'eccezione che conferma la regola.
La Lee si occupa anche delle parti di pianoforte, che si mescolano in modo ideale con il lavoro di David Hodge dietro le tastiere. La loro sinergia costruisce parti che si mescolano alla perfezione, andando a creare passaggi che vanno dal decadente (My Immortal), al sinfonico, sentite la parte finale di Whisper, tra archi scatenati e cori in latino, ci sono stacchi orchestrali degni dei migliori Within Temptation.
L'elettronica emerge poco dal lavoro delle tastiere ed è invece scatenata quando si concretizza nella parte ritmica, con una combinazione di basso, batteria e beat programmati che a tratti sembra quasi di derivazione industrial (Going Under), questa è stata curata da Ben Moody, che si è però avvalso di musicisti di supporto per incidere basso e batteria (rispettivamente: Francesco DiCosmo e Josh Frees), le linee del primo sono effettivamente incredibilmente azzeccate e amalgamate, fanno battere il piede quasi più della batteria, più quadrata e al servizio del sound.
Ben Moody è anche l'uomo dietro alle parti di chitarra. Drop D, occasionale palm muting e mano pesante. Sì, perché il riffing di Fallen non è affatto leggero se contestualizzato nella media del genere. Apertura di Whisper, Tourniquet, Haunted, tutti brani che spingono sull'acceleratore più di quanto il loro essere catchy faccia immaginare.
Il fatto è che tantissima della melodia dei brani degli Evanescence passa per il lavoro di Moody, che riesce a trovare un grande equilibrio tra l'uso aggressivo dei power chord e la costruzione di armonie riuscite, che spesso vengono arricchite da brevi fraseggi e da alcuni assoli in cui non disdegna l'uso del wah-wah.
Un approccio all'arrangiamento estremamente metal e che non faceva assolutamente presagire la volontà dello stesso chitarrista americano di virare verso lidi più easy listening nel futuro (tanto che questa sua propensione si risolse con un doloroso split).

Ma tornando a Fallen.
Sorprendente è anche – per certi versi – la produzione.
Se -ascoltando i grandi inquisitori- ci saremmo potuti aspettare un lavoro compresso e totalmente incentrato ad un approccio commerciale, incappiamo invece in un album incredibilmente equilibrato. Suona pulito, con un mixaggio netto e fruibile. Verrebbe quasi da pensare ad una mano pesante in tale fase a cesellare tutto a scapito di qualche sfumatura, ma quando andiamo ad ascoltare da vicino troviamo basse frequenze esaltate per valorizzare la componente elettronica e più "nu" del platter, medie equilibrate e alte squillanti. Il tutto con una compressione leggermente inferiore alla media e che non crea l'effetto brickwall, pur con qualche picco oltre gli 0 db.
Non banale nemmeno la scelta dei suoni, con una chitarra elettrica che, se ascoltata con mezzi appropriati e analizzata da vicino, rivela un suono nettamente meno patinato di quello che potrebbe sembrare di primo acchito. Con una distorsione calda, zanzarosa al punto giusto e che contribuisce a produrre anche qualche episodio -sporadico- di controfase.
Insomma, non banale, ragionata e personale.

Gli Evanescence potete odiarli o potete considerarli il vostro gruppo preferito. Potete accusarli di essere dei venduti al mainstream o apprezzarne l'approccio più easy listening.
Tutto è lecito. Non è però intellettualmente corretto non riconoscerne il valore storico e l'importanza all'interno un movimento che, per quanto si possa erroneamente considerare "eterno" (se pensato nel frame delle nostre vite), è in continua evoluzione e ha bisogno di ricordare i punti importanti della sua storia, specie quando questi hanno definito il percorso di molti degli ascoltatori nati nei Novanta (e negli ultimi Ottanta).
Fallen è questo, un crocevia che abbiamo superato, ma che merita rispetto per averci indirizzato.

It never was and never will be
You don't know how you betrayed me
And somehow you've got everybody fooled
It never was and never will be
You're not real and you can't save me
And somehow now you're everybody's fool



VOTO RECENSORE
89
VOTO LETTORI
67.9 su 10 voti [ VOTA]
HomerRocker
Sabato 20 Luglio 2019, 14.05.05
138
Tra le band rock commerciali di quegli anni gli Evanescence sono tra i miei preferiti anche se non sono amante del Nu Metal genere che vagamente riprendono in alcune tracce dell'album. La prima parte dell'album è un pò fiacca sono robe tutte già sentite. Going Under ha un guitar solo carino ma quella voce elettronica all'inizio non mi convince più di tanto, se Bring Me to Life l'avessero proposta come nella demo sarebbe stato un bel pezzo figo con un bell'assolo ma con quella voce maschile secondo me hanno snaturato il pezzo e poi assomiglia fin troppo ai Linkin Park band che non ho mai sopportato. Everybody's Fool ha un bel messaggio nel testo ma la parte strumentale sinceramente la trovo banale, un riff semplice di chitarra che si ripete sempre. My immortal è carina ma dopo un po' stanca. Haunted, Taking over me e my last breath sono canzoni carine ma non hanno nulla di speciale. Secondo me gli unici 3 pezzi degni di nota sono Tourniquet, Whisper e Imaginary e sono gli unici che ogni tanto ascolto ancora. Sono gli unici pezzi che riescono a farmi emozionarmi, soprattutto Whisper che secondo me è il loro miglior pezzo con un riff iniziale forte e deciso, un gran guitar solo e i canti gregoriani finali che trasmettono la giusta emozione, consiglio di ascoltarla a tutti. In complesso è un album un po' piatto impreziosito solo dalle 3 gemme di prima che ne alzano il voto finale, è un 75/100 ma niente di più sarebbe troppo. Oltre alla spinta commerciale che aveva subito probabilmente questo album ha avuto successo perchè uscito in un periodo in cui il rock a livello mainstream cominciava ad essere in crisi, fosse uscito anche solo 10 anni prima avrebbe avuto molto meno successo per via della maggior concorrenza.
Joey DeFilippi
Mercoledì 17 Luglio 2019, 19.58.45
137
@ gamba: inoltre, credo che sia il modo in cui un album o un artista vengano percepiti a creare questa differenza di vedute; difatti, sono d’accordo, per esempio, con mangiasassi (n. 126) quando afferma che un disco vada “valutato per quello che è, non per quello che è al di fuori di esso”, perché se prevale quest’ultima linea di principio ci si allontana da un giudizio di tipo prettamente musicale (che alla fine è il solo che conta) per avventurarsi in considerazioni di natura quasi sociale che hanno a che fare non già con i contenuti musicali di un disco, ma con gli effetti che esso avrebbe presumibilmente prodotto (secondo alcuni) tra la gente; considerazioni che hanno dunque un valore relativo. La recensione e la discussione ad essa collegata, invece, puntano ad anteporre i fatti extra-musicali alla musica, e partendo da questo sproposito ad assegnare alla band dei meriti che non ha; per cui c’è poco da “contestualizzare” se il principio di fondo è sbagliato! Sono comunque d’accordo sul fatto che non stiamo certo parlando di un gruppo “controverso” e che tale sia il trattamento loro riservato, ma del resto è più che normale visto quanto detto in precedenza: diverse visioni musicali e diversi metri di giudizio producono diversi risultati in termini di analisi critica. C’è chi, per esempio, e sono molti, anche tra gli addetti ai lavori, crede ciecamente alla legge dei numeri e del music business (classifiche di vendita, numero di concerti, ecc.) e attorno ad essa crede di poter costruire la storia musicale con i relativi presunti protagonisti e c’è chi, invece, come il sottoscritto molto banalmente si concentra esclusivamente sulla musica e su di essa esprime le proprie opinioni.
Joey DeFilippi
Mercoledì 17 Luglio 2019, 19.45.03
136
@ gamba: che i miei primi commenti siano stati “piuttosto poveri” non ci piove, anche perché frutto semplicemente di impressioni/sensazioni suscitate da alcune delle cose che ho letto. Riguardo al discorso delle “barriere” io ho capito benissimo ciò che intendevi dire (n. 118) e ho anche provato a spiegarti, seppur brevemente (nella prima parte del commento n. 124) le ragioni del mio dissenso. Ma ci riprovo. Il disco di cui si è fin qui dibattuto (“Fallen”) è assimilabile fondamentalmente al vasto panorama del pop/rock, ragion per cui non si può certo affermare che si tratti di un prodotto ‘altro’ rispetto a ciò che prediligono taluni metallari, tant’è che in questo sito ci si occupa ampiamente di tali sonorità; di conseguenza la recensione di un siffatto album, per quanto mi riguarda, non ha nulla di coraggioso… Se ci sì fosse inoltrati in territori jazz o nel campo dell’elettronica, ti avrei dato ragione, ma dal momento che ci si è occupati di un prodotto affine al pop trovo che la cosa sia in linea con l’operato della zine e non mi stupisce affatto. Ma credo semplicemente che abbiamo giudicato la cosa da angolazioni diverse.
Area
Martedì 16 Luglio 2019, 12.33.54
135
@Sicktadone, si confermo, in particolare sono stati importanti per chi nei primi 2000 era adolescente (come il sottoscritto) ma anche per chi aveva una decina di anni in più e che quindi ha vissuto in 90 da adolescente o da appena maggiorenne, quindi mi riferisco più a chi é nato dal 76 al 79. Le tipe avevano come modello Amy Lee perché per conoscere una Tarja o un Sharon Den Adel dovevi essere più addentrato a una determinata scena e non erano "mainstream", cioé gli Evanescence e i Linkin Park erano veramente ovunque, lì sentivi anche al supermercato e dal parrucchiere.
gamba.
Martedì 16 Luglio 2019, 12.28.52
134
Uh, non avevo più controllato le risposte. @joey defilippi, devi ammettere che prima che rispondessi a me i tuoi commenti su questo album fossero piuttosto poveri e non argomentati, felice quindi di averti fatto spendere due parole in più, visto e considerato che preferisci una discussione interessante ad una evitabile nonostante da parte tua non ce ne fosse stata alcuna. Come ti ha detto @Beta (con cui concordo su tutta la linea), ho parlato di barriere riferendomi all'operato di metallized nel tentativo di sdoganare alcune uscite viste generalmente come vergognose da buona parte del pubblico metal, operazione inevitabile anche nel momento in cui si parla degli evanescence. quindi il mio era un complimento a loro e non una critica a chi non "comprende" l'album, magari pure esponendo valide ragioni; la barriera la hanno abbattuta loro e grazie a questo siamo qui a parlarne. il "demerito" del lettore sta più che altro nel non contestualizzare l'uscita in riferimento al genere, all'anno e al pubblico, che non piaccia è sacrosanto, nemmeno io ho speso chissà quali parole, non ho particolari ragioni, nemmeno affettive, per difendere il disco, ma rimane incontestabile il fatto che sia stato un punto di riferimento per moltissime persone, oltre ad aver contribuito a ritardare la scomparsa del genere dalle classifiche e in generale dal panorama mainstream. Detto questo, gli evanescence non hanno proprio nulla di controverso dal mio punto di vista, controverso è solo il trattamento che gli riserviamo.
Joey DeFilippi
Lunedì 15 Luglio 2019, 17.41.54
133
@ Beta: dubito che si possa creare una “conversazione interessante e costruttiva” visto il modo fantasioso che hai di interpretare i commenti altrui; mancava solo che dicessi che ho bestemmiato o chissà cosa…
Sicktadone
Lunedì 15 Luglio 2019, 17.05.04
132
Secondo me questo disco, come Meteora dei Linkin Park ha modellato la generazioni appartenenti a buona parte degli anni 90 e primi anni 2000. Ricordo come le ragazze della scuola, un po' "alternative" avessero più la Amy lee come riferimento che le varia Turunen, la prima cantante dei Tristania ecc ecc
ObscureSolstice
Lunedì 15 Luglio 2019, 16.52.27
131
@105 Vitadathrasher: che Janis Joplin, Patti Smith su tutte, e seguire una Linda Perry, Dolores O'Riordan (Cramberries) e molte, molte altre..ti perdonino
ObscureSolstice
Lunedì 15 Luglio 2019, 16.14.52
130
My God, my Tourniquet, return to me salvaaaatiooonnn
Area
Lunedì 15 Luglio 2019, 16.02.53
129
@Galilee... Beh aspetta un attimo, "Fallen" é il corrispettivo Nu Metal/Goth di "Enema of the state" dei Blink 182 nel Pop Punk... questi album hanno avuto un impatto titanico nei primi anni 2000 ed entrambi sono i dischi più odiati dai puristi delle rispettive scene di appartenenza. Un impatto culturale e sociale direi che lo hanno avuto... di sta roba nei libri di storia della musica se ne parlerà.
Galilee
Lunedì 15 Luglio 2019, 14.30.09
128
Si, solo che gli altri due sono due classici del rock epocali, hanno modellato una generazione, questo no. Nonostante le buone vendite non ha avuto lo stesso impatto artistico culturale e sociale.
Area
Lunedì 15 Luglio 2019, 12.35.58
127
Una cosa é certa... Fallen é come Nevermind e il Metallica (il Black Album) riesce a far parlare nel bene e nel male e a dividere e contrariare.
mangiasassi
Domenica 14 Luglio 2019, 23.54.14
126
gli evanescence possono anche essere i più grandi musicisti del pianeta, ma se danno vita a un aborto come questo la loro abilità non è servita a nulla. un disco va valutato per quello che è, non per quello che è al di fuori di esso
Beta
Domenica 14 Luglio 2019, 20.55.55
125
Joey DeFilippi: sono d'accordissimo sul fatto che le discussioni dovrebbero essere interessanti e non per forza contrapporre due schieramenti. Visto che la pensiamo uguale, mi sfugge la motivazione per cui tu sei stato il primo a scrivere commenti flame piuttosto che creare conversazioni interessanti: ci sono persone a cui questo disco e questa band non piacciono e ci si riesce a fare conversazioni molto interessanti proprio contrapponendo i punti di vista. Per quanto riguarda le barriere di cui parla gamba: il suo post 118 è chiaramente riferito (nella prima parte, quella in cui parla appunto delle barriere) non specificamente al disco in questione, ma all'attitudine generale di questa 'zine di andare oltre il metal ed esplorare campi musicali che al metallaro "trve" normalmente fanno schifo (si trovano recensioni di Kate Bush, Emily Autumn, Tubeway Army eccetera). Nel caso del disco: il disco in sè non ha abbattuto alcuna barriera, è il sito che la ha abbattuta facendo la rece di una band che viene schifata dalla maggior parte della gente che ascolta metal perché ritenuta troppo commerciale, gente che non si pone nemmeno il problema di capire se la band in questione sa suonare e se le canzoni possono essere belle o meno e che, difatti, spesso non conosce molti altri pezzi del gruppo se non quelli più famosi (e qui ci sono la chiusura mentale non tanto presunta di cui parli e il pregiudizio ideologico che non è di gamba ma di questa gente di cui parlo). Adesso, se vuoi creare una conversazione interessante e costruttiva sul gruppo e sul disco, anzi che continuare a ridicolizzare entrambi, io sono qua. PS: per favore, non venirmi a dire cose tipo "Non ho ridicolizzato nessuno, ho semplicemente espresso una mia opinione": stai facendo dei dissing e lo sai anche tu; ne ho vista troppa di gente su questo sito che scrive dei dissing con dei bei panegirici per poi dire che non è vero, non ha creato alcun flame e ha semplicemente espresso una propria opinione, non mi serve un altro utente che fa lo stesso teatrino.
Joey DeFilippi
Domenica 14 Luglio 2019, 11.40.12
124
@ 123: bisognerebbe essere sicuri che esistano delle “barriere” prima di dire che sono state abbattute, da come parli sembra invece che tu lo dia per scontato. Non avendo il disco in questione, nulla di anticonvenzionale o di particolarmente originale, e non essendo formalmente lontano dagli stilemi che sono proprio del pop/rock, non si capisce quale sarebbe il merito della redazione e quale il limite/demerito del lettore. Il presupposto secondo il quale esisterebbe un ascoltatore incapace di cogliere gli elementi positivi, quando non addirittura innovativi, di una simile proposta musicale a causa della sua presunta chiusura mentale e quindi la svalutazione del suo pensiero, sulla base di un pregiudizio ideologico, lo ritengo assolutamente sbagliato. E l’idea che ad accompagnare ogni disco controverso ci debbano essere necessariamente due schieramenti contrapposti in cui tutti devono rientrare, oltre che essere superficiale e riduttiva delle diverse posizioni dei singoli ascoltatori, ha francamente stufato. Ma forse è meglio così, per qualcuno è preferibile che le discussioni siano “evitabilissime”, piuttosto che interessanti.
gamba.
Sabato 13 Luglio 2019, 17.18.24
123
#122 e a che servirebbero, di grazia, oltre che a generare infinite evitabilissime discussioni? illuminami.
Joey DeFilippi
Sabato 13 Luglio 2019, 16.32.16
122
Ora sarebbero state anche abbattute delle “barriere che non servono proprio a nessuno” (n.118) … Annamo bene, direbbero a Roma!!
tino
Sabato 13 Luglio 2019, 16.27.41
121
non vedo perchè si debbano ignorare, piacciono (o sono piaciuti) e suonano comunque rock quindi è sempre giusto parlarne. Detto questo trovo allucinante continuare a paragonare voti di album e generi totalmente diversi, paragonare evanescence a iron maiden non ha senso, se proprio si vuole contestualizzare il voto di questo disco fatelo con gruppi simili altrimenti meglio astenersi, poi fate vobis
Giuliano Rosa
Sabato 13 Luglio 2019, 15.02.38
120
E poi diamo 60 e rotti come voto a qualsiasi album degli Iron Maiden degli ultimi 20 anni...
Vitadathrasher
Sabato 13 Luglio 2019, 12.51.02
119
Anche se non amo sta roba, chi gli critica visceralmente in un certo senso avalla la loro esistenza. Com'è il detto bene o male l'importante è parlarne.
gamba.
Sabato 13 Luglio 2019, 10.14.27
118
un gran piacere aver evitato la bolgia. come sempre apprezzo quando metallized si mette in discussione con dischi come questo (ricordo il polverone impareggiabile sollevato con i pooh...), abbattendo barriere che non servono proprio a nessuno. gli evanescence non li ho mai seguiti molto, ma perché non amo eccessivamente i gruppi con voce femminile predominante. personalmente preferisco qualche brano da origin (anche my whisper viene da lì, o sbaglio?), però pezzi come going under li ho proprio apprezzati.
Joey DeFilippi
Venerdì 12 Luglio 2019, 17.55.06
117
Beh, effettivamente chi parla di “scemenze” (n. 112) non ha tutti i torti, visto che troppo spesso si utilizzano espressioni altisonanti e toni entusiastici per gruppi e fenomeni musicali che, ancorché di larga diffusione, sono in realtà piuttosto modesti.
tino
Venerdì 12 Luglio 2019, 17.46.41
116
Adesso ci sono i forever still che fanno più o meno le stesse cose con ottimi risultati
Beta
Venerdì 12 Luglio 2019, 15.52.23
115
Area al 114: concordo
Area
Venerdì 12 Luglio 2019, 15.09.15
114
@Beta, si hai ragione. Comunque io me lo sono rimesso nello stereo ieri sera e secondo me é invecchiato benissimo.
Area
Venerdì 12 Luglio 2019, 15.01.01
113
@Miki, mah oddio se reputi insignificante un "prodotto commerciale" della cui fama hanno benificiato quasi la metà dei gruppi metal con voci femminili (seppur nessuno di essi abbia fatto le loro vendite) tra il tardo 2003 e l'inizio del 2006 beh.... scavalcati dal metalcore poco dopo ma pazienza. @mangiasassi: Il suo valore storico risiede nel fatto che avendo venduto tantissimo (le certificazioni parlano chiaro) ha segnato un epoca e di conseguenza é riuscito a far breccia veramente su chiunque e non solo sul suo pubblico di appartenenza. Poi il fatto che a voi non piacciano é solamente un vostro problema
mangiasassi
Venerdì 12 Luglio 2019, 10.58.03
112
"Non è però intellettualmente corretto non riconoscerne il valore storico e l'importanza all'interno un movimento blablabla" che scemenze, quale sarebbe il valore storico di sta cagata? l'unica cosa per cui verrà ricordato è che conteneva una canzone nella pubblicità della opel
Miki
Giovedì 11 Luglio 2019, 22.57.01
111
110 commenti? Ma veramente? Per questo insignificante prodotto commerciale?
Ippolito Pindemonte
Giovedì 11 Luglio 2019, 21.54.16
110
E pensare che basterebbe ficcarli nel calderone Rock - e non in quello Metal - per evitare chilometri di discussioni... Le etichette di genere possono fare miracoli o provocare catastrofi. O forse no?
mangiasassi
Giovedì 11 Luglio 2019, 21.22.06
109
ahahaha 89 ma state scherzando!!! sti babbei erano l'equivalente goth dei finley porca miseria ahahaha 89 ahahahaahahahahahaha 89 ahahaaahahahhahaha!!!
Beta
Giovedì 11 Luglio 2019, 21.12.26
108
Area al 102: ahahah, grazie XD comunque hai sottolineato una cosa importante, che spesso la gente guarda più l'apparenza che la sostanza e le generazioni attuali stanno peggiorando (il discorso che fai sulle visualizzazioni di youtube). Ma non vado oltre perché è un discorso a parte che ha molte sfaccettature e che esula dal topic del disco recensito
nonchalance
Giovedì 11 Luglio 2019, 19.07.17
107
Concordo con Vita! D'altronde, è una cosa abbastanza "naturale" che si tenda a seguire chi ha lo stesso sesso (inteso come genere..) del nostro. Non a caso, pare che ora ci siano più ragazze a seguire cose come musica, sport, ecc. una volta "adatte" più ai maschi..
Joey DeFilippi
Giovedì 11 Luglio 2019, 19.01.03
106
Ma cos'è che avrebbero sdoganato questi qua??!
Vitadathrasher
Giovedì 11 Luglio 2019, 18.49.41
105
Comunque la donna leader ed emancipata attrae più il mondo femminile che maschile. La donna e in special modo la teenager tende ad identificarsi in quel modello.
ObscureSolstice
Giovedì 11 Luglio 2019, 16.40.14
104
Organo hammond the best. Ma all'ordine del presente è sempre uno strumento di tastiere
Area
Giovedì 11 Luglio 2019, 16.27.25
103
@Obscure, dai fai bello eh! Non definirmi volgarmente "Tastiere" quei magici strumenti noti come Organo Hammond, Mellotron e Moog.
Area
Giovedì 11 Luglio 2019, 16.22.48
102
Grande @Beta! Jajajaja mi piace il tuo stile nel commentare... a me questo disco piace, ma mi trovo d'accordo riguardo al modo in cui hai definito la band. In realtà io al posto loro avrei fatto la stessa identica cosa, d'altronde quando devi farlo di mestiere devi guadagnarci tu e pure la label che deve fatturare.... d'altronde un disco e un tour é un dispiego di soldi titanico. Il discorso del "la gente conosce solo i Singoloni, perché son Gigioni etc"... ricordi il mio aneddoto al commento #54? jaja Comunque é una storia comune alla musica tutta, per farti l'esempio massimo, guarda i Beatles... Anche lì io ho notato che la gente "comune" (anche quelli che oggi hanno 70 o 60 anni eh) se gli fai sentire una "Blue Jay Way", "While My Guitar Gently Weeps" e persino "Magical Mistery Tour" manco li riconoscono e son buoni di dirti "No non mi piace"... poi appena gli metti chessò "Penny Lane", "Help", "Come togheter" o "Here comes the sun" (splendide canzoni comunque) tutti partono a cantare.... Io questa cosa del "Non ti ho mai sentito in radio quindi non so chi sei" la noto molto con la gente nata dagli anni 50 fino agli 80.... anzi quelli della mia generazione (nati anni 80) ci aggiungono anche il "Non ti ho visto neppure su MTV", chi é nato da metà anni 90 in poi fa il discorso del "Non ti ho mai visto su youtube, fai poche "VISUA" e non passi manco su radio dee jay) XD
ObscureSolstice
Giovedì 11 Luglio 2019, 16.01.14
101
@Diego sul fatto Europe non è un discorso "metti tastiera allora sei pop" gli anni '80 era il decennio dellla tastiera > synth che ha spopolato ed è il suono di quel decennio, da lí in poi, certi suoni robotici che ancora oggi non sono stati in grado di aver lo stesso effetto, certi suoni caratterizzano un periodo e son stati anche quelli gli anni '80, quindi, se lo fai bene rimani sempre hard n heavy senza sminuirti pure con la tastiera. Non c'è bisogno credo di fare un elenco tra i gruppi storici di cui ci siano i piú talentuosi tastieristi tra i mostri sacri. Sempre figli dei '60/'70 c'era la tastiera ad organetto, in tutto il prog rock c'è la tastiera. Mentre la tastiera più incredile degli anni '80 degli Europe, soltanto perchè all'italiano non gli sta bene che ha venduto in tutto il globo cosí tanto perché invidioso e vorrebbe aver avuto quella "fortuna" lui in realtá.bah, il popolo italiano è sempre stato abbastanza.."strano", oltre che voltagabbana, peró in compenso e allo stesso tempo gli piace tanta ma tanta musica di tastierina effettivamente, ma lí va bene...manson made in usa gli era piaciuto mentre solo a me no, turilli rhapsody and fire guardian ok etc. Ma perchè i linkin park non hanno venduto? Eccome, molto e per molto piú tempo, e la tastiera elettonica in risalto. Beh io non dico niente su quelle band, è come rompere le uova nel paniere in un territorio non proprio; se fa cosí il genere, come imporsi nel black metal e sentenziare ma uno non ne capisce granché, se il genere è fatto così, o sperare che nell'hardcore smettano di gridare/sbraitare. Comunque quindi i lacuna coil, all'ordine del giorno si sono imbacuccati coi vestiti in simil slipknot non perché gliel'ha consigliato l'ex-fidanzato componente slipknot della Scabbia? L'aiuto sempre serve in questi casi. 1 + 1 tutto ha una risposta, pure i lacuna coil sulle riviste americane ma niente di grande han fatto per apparirci, mentre gli americani si chiedono: "who is lacuna coil?"; sono palesemente uguali con quei vestiti, ma per favore, copioni e neanche tanto bravi, ognuno poi si aggrada con quel che vuole, per me i lacuna coil non hanno mai avuto un seguito da quando sono usciti all'inizio, troppo poco di fatto, poi adesso con quel growl che in quel contesto non ci azzecca proprio niente come fanno altre band della serie "attirerá l'attenzione anche questo" infarcendo il tutto, seguiamo anche quello, prima o poi ci chiameranno pure a noi per sovrascrivere una nostra canzone come colonna sonora di un film. Il gothic degli Evanescence ha un anima che sia contemporaneo che sia classico, puoi mettere soltanto Amy Lee da sola al canto al pianoforte..vale tutto
Beta
Giovedì 11 Luglio 2019, 14.42.34
100
In tutto ciò (se volete verificare quello de dico, leggetevi il topic che ho aperto sul forum ) io ho sempre definito gli Evanescence dei paraculi: fanno due-tre pezzi a disco estremamente gigioni, radiofonici e commerciali, che entrano in testa a tutti e che, tendenzialmente, piacciono a tutti. Poi il resto del disco è di tenore diverso. Il risultato è che la "gente comune" conosce solo i singoli perché poi il resto è meno gigione, tira di meno e, quindi, non piace (quanta gente conosco che conosce Bring me to Life e non ha mai sentito parlare della bellissima Imaginary, quindi, evidentemente, non ha mai comprato né sentito il disco), mentre i più puri del metal non vanno ad approfondire proprio perché sentono i singoli gigioni e pensano che sia tutto così (non parlo di te, Diego, ho capito che tu il disco lo hai ascoltato ). Se non facessero i singoli gigioni probabilmente (sicuramente) non avrebbero lo stesso successo. Però, ripeto, le canzoni, gigione o meno, sono comunque belle, imho, indipendentemente dal missaggio (paraculo pure quello).
Galilee
Giovedì 11 Luglio 2019, 14.40.33
99
Vende a noi maschietti tra l'altro, anche se molti se ne tireranno fuori. E meno male, perché quando una bella è talentuosa cantante smetterà di essere un qualcosa di attraente, allora dovremo preoccuparci sul serio.
Beta
Giovedì 11 Luglio 2019, 14.35.40
98
*Qual è, riga 9. Scusate.
Beta
Giovedì 11 Luglio 2019, 14.34.37
97
Area al 94: lo so, infatti non sono io quella che lo ha detto Diego: "ma bisogna ammettere che questi ragazzi si sono fatti il mazzo da metà anni 90, a suon di dischi e tour e qualche plauso se lo meritano. Parliamo di Fallen? Piacevole ma non rientra nella mia collezione ed ha segnato solo il momento in cui è uscito, aiutato, come ho detto in precedenza, da un furbo e sapiente missaggio, destinato a vendere su larga scala". Beh, non hai proprio detto che gli Ev non si sono fatti il mazzo, ma un minimo di paragone in questo paragrafo lo stai facendo, della serie "bravi gli Ev, ma se non ci fosse stato quel missaggio non avrebbero venduto, mentre i Lacuna sì perché sono talentuosi di loro e si sono rimboccati le maniche, quindi avrebbero venduto a prescindere". Magari non è quello che intendevi, ma è quello che passa. Poi, che il missaggio sia importante non lo nega nessuno, anche, perché no, per avere un successo planetario (che, poi, come ha fatto notare qualcuno, qual'è il problema? Sembra che ci siano persone che, se una roba non vende, è bella e da intenditori, se una roba vende a palate allora è un prodotto finto e di scarso valore, fatto solo per fare soldi ... magari ci sono delle cose che vendono tanto perché sono belle). In ogni caso un missaggio in un certo modo non implica che le canzoni siano brutte o insignificanti: secondo me le canzoni di Fallen sono belle a prescindere e c'è tanta gente che le ascolta ancora adesso. Se fossero state missate in un altro modo magari avrebbero ottenuto un suono più heavy e non avrebbero avuto lo stesso successo di pubblico, ci può stare (io ne sono convinta, infatti non ho mai detto che hai torto su questo punto), ma non vuol dire che nell'album ci sia dappocaggine. Comunque è un missaggio che caratterizza più i singoli che altri pezzi (Whisper è molto più aggressiva dal pdv delle chitarre), tant'è che, se fai ascoltare ad una persona qualsiasi che adora Bring me to Life una Whisper o una Tourniquet, difficilmente la apprezzerà proprio per il taglio e il sound meno gigioni.
tino
Giovedì 11 Luglio 2019, 14.04.05
96
Area tormentone per me è un pezzo orecchiabile che ti si pianta in testa e magari viene spinto da veicoli come radio o televisione, in quegli anni ancora c’erano i programmi tv rock e il video di heaven’s a lie era uno dei più trasmessi, il web andava ancora a 56k ed era poco diffuso. Comunque i lacuna hanno unito l’influenza gathering e quella paradise lost (prima), la svolta americaneggiante di comalies è stata precedente al botto degli evanescence che hanno però ottenuto maggiore visibilità (e successo) degli italiani in virtù del passaporto giusto Che poi le donne belle e brave nel metal (moderno) siano quasi sempre determinanti è evidente ma ciò non sminuisce i gruppi di valore secondo me, e sono tanti, però è indubbio che una brava cantante però poco sexy otterrà molti meno consensi…la femmina vende c’è poco da fare
Area
Giovedì 11 Luglio 2019, 13.04.53
95
@Vitadathrasher, non hanno seguito un bel niente.... I lacuna fecero uscire il loro disco più famoso (comalies) un anno prima di Fallen e già dal precedente (che non mi ricordo il titolo) avevano già uno stile Gothic/Alternative ispirato però dai Deftones, Korn e Linkin Park come dicevo (ma anche in questo caso senza Rappate), anche nell'abbigliamento. E io non sono un loro fan eh, semplicemente ero un adolescente in quel periodo. @tino, esattamente che cosa intendi per "tormentone"? Il successo dei lacuna era limitato all'ambiente Metal e non é nemmeno lontanamente avvicinabile alle milionate di copie (fisiche) vendute dagli Evanscence con Fallen. Io come dicevo manco a farlo apposta proprio nello stesso momento in cui venivano fuori con Bring me to life conobbi i Nigtwish di Oceanborn e tutti dico tutti continuavano a paragonarli... era divertente, triste ed insipiegabile al tempo stesso.
Area
Giovedì 11 Luglio 2019, 12.57.45
94
@Obscure, guarda non sono un loro fan, ma i Lacuna coil stando alle biografie hanno esordito con i primi lavori nel 1998 e nel 1999, prima del 2003 gli Evanescence erano solo un fenomeno "locale" e i due EP degli anni 90 e "Origin" era tutta roba autoprodotta che scommetto era sconsociuta a livello mondiale anche a livello underground (almeno fuori dagli States).... ti é stato anche fatto notare che Comalies uscì un anno prima di Fallen... L'influenza Alternative Metal o Nu che dir si voglia dei Lacuna era direttamente ispirata dai Deftones, Korn e da qualcosa dei Linkin Park. (il modo di suonare la chitarra e le melodie) @Beta, Non é assolutamente solo dovuto al "mixaggio alla portata di tutti" del disco il loro successo , ma proprio a un poker di singoli vincenti, a delle capacità indubbie e a un ottima promozione semmai.
Vitadathrasher
Giovedì 11 Luglio 2019, 12.53.30
93
La ricetta funzionava, metteva a capo di una band una donna dalla voce suadente in un contesto pseudo metal. Sdoganando la donna leader in un mondo nell'immaginario da "maschi" e promosso a più non posso su Mtv. E' ovvio che i lacuna coil hanno seguito la stessa architettura. Donna e ciceroni.
Diego
Giovedì 11 Luglio 2019, 12.18.13
92
Beta non ho detto che gli Ev non si sono fatti il mazzo, io spulcio le biografie anche dei gruppi che non seguo. Amy Lee è una cantante dotata e non si discute, degli altri membri non posso dire perché non li conosco. Ci sono dischi che hanno fatto successo proprio grazie alla loro produzione, non lo puoi negare, non a caso ho citato gli Europe, gruppo che ha raggiunto un successo planetario proprio grazie ai suoni e al motto meno chitarre più tastiera. Non parliamo poi del look, che negli anni 80 era fondamentale. Il talento, almeno Tempest e Norum, ce l’avevano anche prima ma non era sufficiente a sfondare...
tino
Giovedì 11 Luglio 2019, 12.13.57
91
Io all’epoca di questo disco ero in fissa con the gathering, the third and the mortal, theater of tragedy e ovviamente lacuna che erano esplosi l’anno prima con il tormentone heaven’s a lie e, da appassionato di gruppi a trazione femminile, mi sono avvicinato anche a questi nonostante non ho mai gradito il cantato rappato nel singolo e il taglio troppo modernista (per i miei gusti dell’epoca). Comunque ascoltai diverse volte il disco ma non mi è mai piaciuto, a differenza dei lavori dei compatrioti che negli anni sono diventati tra i miei gruppi preferiti e lo sono tutt’ora. Ricordo che con alcuni amici ci trovammo a Roma a casa di un amico per le vacanze invernali ed eravamo alle prese con la mania del masterizzatore (allora ancora non si andava di mp3) e mi feci fare la copia nonostante lo scetticismo dei miei amici che ironizzavano sul fatto che il gruppo in questione sfruttava la scia dei lacuna del suddetto singolo (e video) heaven’s a lie. Adesso non so se è nato prima l’uovo o la gallina ma sicuramente i milanesi sono arrivati ben prima visto che il botto commerciale (o meglio di popolarità) l’hanno fatto con comalies.
Beta
Giovedì 11 Luglio 2019, 12.02.09
90
Non capisco questa cosa de: i Lacuna si sono fatti il mazzo, gli Ev no o viceversa. Ma non è che, magari, il mazzo se lo sono tirate entrambe le band? Sui Lacuna non mi esprimo, perché non li seguo, conosco qualche pezzo, ma mi hanno sempre detto poco e non li ho approfonditi; per quanto riguarda gli Ev, come ho già detto, il primo EP è del '97, lo hanno fisicamente portato a delle case discografiche e a delle radio per farlo sentire nella speranza che qualcuno se li filasse e, difatti, il primo singolo trasmesso in radio, ripeto, è Understanding, e non la più studiata a tavolino Bring me to Life. Pertanto, anche loro si sono tirati il mazzo e se lo sono tirato da metà degli anni '90. Possiamo parlare di gusti o non gusti, possiamo discutere sul genere (su cui ho già detto la mia e non ritorno, rileggete i post ), ma venire a dire che sono solo un gruppo di fortunati che ha fatto successo per un missaggio ben pensato, per una botta di culo e senza essersi fatti il minimo mazzo, non solo è sbagliato (perché non è andata così, basta informarsi), ma è anche una presa di posizione aprioristica per screditare un gruppo che, evidentemente, non piace.
Galilee
Giovedì 11 Luglio 2019, 11.07.07
89
Diego ha palesemente ragione in questo caso. Non i sono cazzi proprio.... Senza nulla togliere a questa band e a questo disco.
crocus
Giovedì 11 Luglio 2019, 10.30.31
88
una band di aor dove di gotico hanno immagine, piu' o meno, testi e poco altro. Meglio i Foreinger, per me. Se devo ascoltare gothic, ascolto i Paradise Lost, hanno anche proprio l'album. Se poi volte farvi una cultura studiatevi la linea gotica che scorre lungo il PO, piu' o meno
Diego
Giovedì 11 Luglio 2019, 10.21.17
87
Obscure sei lontano anni luce dalla verità, fidati. Pensa se a quasi 50 anni faccio il fanboy di una qualsiasi band. Chi mi conosce sa che c’è solo una band che difenderò a spada tratta fino alla fine, i Maiden e, sì, sono uno di quelli che ritiene Di’Anno un coglione 🙂 I primi lavori dei Lacuna, In a Reverie e Unleashed memories, sono pieni di influenze PL, è non c’è niente di alternative metal in quei lavori, ma molto gothic con i primi segni di elettronica. Sono d’accordo con te quando dici che non hanno inventato niente, ci mancherebbe, ma bisogna ammettere che questi ragazzi si sono fatti il mazzo da metà anni 90, a suon di dischi e tour e qualche plauso se lo meritano. Parliamo di Fallen? Piacevole ma non rientra nella mia collezione ed ha segnato solo il momento in cui è uscito, aiutato, come ho detto in precedenza, da un furbo e sapiente missaggio, destinato a vendere su larga scala.
tino
Mercoledì 10 Luglio 2019, 22.13.58
86
Quoto Diego al 77
ObscureSolstice
Mercoledì 10 Luglio 2019, 21.11.40
85
@Diego: se lo dico vuol dire che li conosco, altrimenti non lo dicevo, ti pare? mentre tu da latente fanboysmo cioè quello piú negativo che non riesce ad amettere le pecche di una band o di un fatto o es. quanto è coglione Paul DiAnno (cit.). Ne parli come se i lacuna coil fossero i pionieri o i piú rappresentanti, di un unica proposta e personalitá quando non è affatto così, hanno sempre preso spunto da altri dall'esordio. La differenza l'hanno fatta gli americani, con canzoni fatte a decine e decine di molto belle, che rimane il fatto che potevano non aver venduto niente chissene frega se è stato un disco che è piaciuto anche a chi non è rockettaro o metallaro. Ma quali paradise lost, ma cosa c'entrano i paradise lost. Fanno alternative metal i paradise lost? Mi sembra di no. Allora trova altre scuse e rassegnati, perché se tu li conosci i lacuna coil saprai che hanno avuto ispirazione, altra band ridicola ai massimi vertici i machine head del falso thrash moderno, sempre copioni, di quelle senz'anima e personalità. Sai, è come quando una persona ripete e copia condizionandosi agli slang, frasi dette da altri o copiarne addirittura la punteggiatura, è sintomo di insicurezza Se non ti ricordi come fa questo disco riprendilo e ascoltalo bene, per la storia degli Evanescence ti rimando al commento @9 per scoprire cosa c'è prima di questo Fallen
ObscureSolstice
Mercoledì 10 Luglio 2019, 20.51.43
84
E' vero che gli Evanescence fanno folk
LAMBRUSCORE
Mercoledì 10 Luglio 2019, 20.32.43
83
Anch'io che sto a commentare quegli aborti qua, sono proprio un semo, ahahaha
Joey DeFilippi
Mercoledì 10 Luglio 2019, 19.54.05
82
@ Lambruscore: scherzavo, ero ironico! A ben vedere, anch'io sono un "radical chic" e ascolto musica di "merda"...
Galilee
Mercoledì 10 Luglio 2019, 19.43.24
81
È arrivato Er Lambrusco..
LAMBRUSCORE
Mercoledì 10 Luglio 2019, 19.31.02
80
Joey, mo va' a der via al cul, ahaha (Edit: certi commenti è meglio tenerseli per sé)
Joey DeFilippi
Mercoledì 10 Luglio 2019, 19.07.41
79
@ Lambruscore: ammettilo, sei un "radical chic"!!
LAMBRUSCORE
Mercoledì 10 Luglio 2019, 19.01.35
78
Quel gruppo qua merita una recensione su Metallized e prende 89????? Ci state prendendo per il culo?????
Diego
Mercoledì 10 Luglio 2019, 18.53.12
77
@Obscure o non conosci i LC o sei un hater a prescindere. Come fai a parlare di scopiazzature? I Lacuna erano già attivi da anni quando uscì Fallen e gli unici che li ispiravano erano i Paradise Lost, non certo gli allora sconosciuti Evanescence. Addirittura Comalies è del 2002, uscito un anno prima...
Joey DeFilippi
Mercoledì 10 Luglio 2019, 18.51.12
76
Il marchese di Fremont è un vero spasso!!
Selenia
Mercoledì 10 Luglio 2019, 18.12.11
75
Intervengo brevemente per sottolineare che certi commenti tra colleghi (e un collega lo è colui che scrive per una stessa webzine, non solo chi condivide lo spazio di una sottoredazione) non sono rispettosi e pertanto invito a tenerne in conto in futuro ed a segnalare refusi in maniera costruttiva avvisando il collega responsabile in privato, senza ricorrere alla polemica in pubblico. Non occorre proseguire a rispondere su questo punto, anzi vi invito a non farlo, ma allo stesso tempo non mi piaceva lasciare ignorate certe tracce per cui ho preferito che arrivasse un'altra voce dalla redazione a chiarire. Grazie.
ObscureSolstice
Mercoledì 10 Luglio 2019, 18.09.31
74
I lacuna coil è un lampante esempio di chi ha scopiazzato alla grande gli Evanescence fin dall'inizio. Gli italiani del sol levante cinese a scopiazzare con la carta carbone, la brutta copia, non solo come sound sia prima e anche dopo a provarci con mischiato lo stile alternative metal a rimarcare i richiami della band di Fallen il successo tanto ambito dagli italiani, ma inoltre anche di abiti. Non è riuscito quindi attualmente a riprovarci su altri (slipknot e affini) nel momento più proficuo. Sono ridicoli, volevano essere gli evanescence italiani ma non ce l'hanno fatta. E non è che abbiano avuto tutto sto successo i lacuna coil, solo ultimamente un leggero spiraglio di visibilitá per suonare almeno fuori dall'Italia e aumentare un pó il loro range dato che erano praticamente spariti, tuttavia questo riscontro anche sulle riviste e apparizione tv, solo per aiuto ultimamente grazie alla raccomandazione e ruffianeria con l'apporto di altri affermati artisti metal: non per le canzoni e merito loro
Area
Mercoledì 10 Luglio 2019, 14.43.50
73
Riprendendo la recensione... mi ha "colpito" la parte in cui l'autore fa notare come gli Evanescence siano stati "stomacati" dalla scena di appartenenza e al relativo pubblico specifico e invece i Lacuna Coil no. In realtà entrambe le band hanno innumerevoli detrattori che non gli riconoscono i giusti meriti.... Agli Evanescence non é stato perdonato il grande successo e la facilità di ascolto, l'impatto che hanno avuto in Europa su chi era già abituato ad ascoltare musica Metal più o meno simile é stato lo stesso che una Blockbuster di Hollywood ha su un reale appassionato di cinema (che magari é pure un regista in erba). Per tutti gli altri che "Se non ti ho sentito in radio non so manco che esisti" invece sono stati qualcosa di assolutamente nuovo e travolgente perché "Se lo dice la radio e sono Americani sono dei fighi per forza". I Lacuna Coil in Italia vengono semplicemente visto come qualcosa di derivativo da chi ascolta metal e come "Poco importanti perché poco famosi" dal pubblico generalista a cui facevo riferimento sopra.
Beta
Mercoledì 10 Luglio 2019, 14.05.46
72
Comunque, noncha, esattamente come "Non bastano certo il piano e dei violini "finti" per creare certe atmosfere", anche l'inserimento di elementi alternative/nu non basta a fare sì che l'album sia alternative/nu
Beta
Mercoledì 10 Luglio 2019, 13.20.15
71
noncha: il fatto che non abbia scritto che il titolo della canzone è Whisper e non My Whisper non significa che non l'abbia notato. Semplicemente non mi sembrava il caso di mettere il puntino sulle i per una quisquilia di questo tipo, visto il mazzo che si tirano i recensori per scrivere. Una svista ci può stare, a mio avviso, non volevo fare la maestrina
Area
Mercoledì 10 Luglio 2019, 12.55.13
70
@Beta, jajaja quel momento dell'aneddoto che ti ho spiegato fu l'unico momento "pseudo triste / amaro" di una serata altresì perfetta. @SkullBeneathTheSkin, io non trovo che tu ti esprima male, anzi da ascoltatore quasi ventennale di Rap sono d'accordo con quella cosa che hai detto circa il refrain maschile di "Bring me to life". Tuttavia sono appunto dei "trademark" mutuati dal Rap e rielaborati dal Crossover prima e dal Nu Metal poi.... ma qui si aprirebbe un discorso troppo lungo sulla cultura. @Galilee, Secondo me anche Nu come Gothic significa tutto e niente, alla fine le band di queste due correnti (almeno quelle principali) erano tutte diverse e con uno stile e trademark riconoscibili. @Nonchalance, ma infatti se noti i miei commenti l'ho detto in lungo e in largo. Il "gothic" in questo disco era sparso qua e là mescolato con ingluenze Alternative e Nu (senza Rappate seppur con qualche refrain) e un po nell'immagine di Amy Lee, che comunque era molto più sobria di tante altre cantanti che avevano un immagine Dark/Goth molto più pesante... già dal disco dopo infatti abbandonò quasi del tutto quello stile.
nonchalance
Mercoledì 10 Luglio 2019, 11.51.50
69
Non è collega: lui scrive recensioni. Tra l'altro c'è un "My" in più nella tracklist che nessuno aveva ancora notato.. _ Comunque, non è questione di svegliarsi male..ma, di conoscenza della scena musicale a cui appartengono certi gruppi! Da non confondere con passione spasmodica.. Non è che, se in "Significant Other" i Limp Bizkit ci piazzano tre o quattro pezzi diversi dal "normale", facciano tutt'altro genere!
Beta
Mercoledì 10 Luglio 2019, 11.41.06
68
noncha, ti sei svegliato male? XD Dovresti sapere benissimo che a me certe "etichette" non danno fastidio, visto che ascolto di tutto, quindi, se dico che non ci sento un certo tipo di genere, lo dico per altri motivi e non per una presunta difesa (di che, poi?). Poi, se non sei d'accordo con "gothic", dovresti prima di tutto farlo notare al tuo collega che l'ha usato per definire il disco
SkullBeneathTheSkin
Mercoledì 10 Luglio 2019, 11.29.03
67
Finalmente uno che si spiega male quanto me! Diciamo che sui Creed ti do ragione al 100%
nonchalance
Mercoledì 10 Luglio 2019, 11.11.23
66
Quindi quello che fanno in "Going Under", "Everybody's Fool", "Haunted", "Tourniquet", "Taking Over Me", "My Last Breath", "Whisper" non è nu..?! Bah! Sembra quasi che quell'etichetta dia fastidio quanto quella "pop" che, però - quando conviene - viene usata quasi come un "complimento". Il secondo, poi, è anche "peggio"..sotto questo punto di vista! Non a caso, lì avevano in formazione un componente proveniente da un gruppo che faceva quel genere: Terry Balsamo. Chiamatelo "alternative", se volete..ma non gothic! Non bastano certo il piano e dei violini "finti" per creare certe atmosfere. Qua di "gotico" c'è solo il pizzo della Amy.. P.S.: Se non era per la Wind-up - sia loro che i Creed - non avrebbero avuto tutto quel successo.
Beta
Mercoledì 10 Luglio 2019, 0.14.05
65
Skull: tranquillo, alla fine il karma ha colpito. Non mi suonava neanche break me up perché, in realtà, dice wake me up. Ben mi sta XDXDXDXD
SkullBeneathTheSkin
Martedì 9 Luglio 2019, 22.38.42
64
@Beta: ah ah ah hai ragione, andavo a memoria ed ho sbagliato
Brutal Timmy
Martedì 9 Luglio 2019, 22.31.35
63
Ricordo bene questo gruppo, ero alle superiori all'ultimo anno e ogni ora passavano quel cesso di canzone di bring me to life dalla colonna sonora di quel cesso di film di daredevil. Studiare con questa lagna ogni tre x due era un agonia. Ovviamente molti miei compagni di classe abituati a linkin park e limp bizkit stravedevano per loro, sottolineando quanto fosse tosto il cantante con il suo growl. Io ovviamente mi sbellicavo dalle risate e gli facevo ascoltare i Suffocation e gli Aborted, giusto per capire cosa vuol dire growl potente. A un vero metallaro non può piacere sta roba qua, poco ma sicuro.
Beta
Martedì 9 Luglio 2019, 21.11.43
62
Ma no, si è capito! XD comunque, ho capito cosa intendete e Skull ha ragione al 58: è esattamente quello che dicevo io al post 22, cioè che è stata la casa discografica a voler aggiungere la voce maschile per dare quel taglio alla Linkin Park (quindi, come dite voi, "nu"), mai voluto dalla band. Infatti, secondo me, questo taglio pensato dalla casa discografica a tavolino non c'è in altri pezzi del disco (My Immortal, Haunted, Whisper ...). Difatti, nei dischi successivi, tale caratteristica si perde perché gli Ev non hanno mai voluto rientrare in quel filone musicale (sentite come hanno riarrangiato Thoughtless dei Korn nel live Anywhere but Home ). Skull, comunque, sulle spiegazioni sorvolo, ma, per favore ... i testi ... è "break me up"
SkullBeneathTheSkin
Martedì 9 Luglio 2019, 20.43.09
61
Bella
Galilee
Martedì 9 Luglio 2019, 20.39.05
60
Vai tranquillo Theskull, ti spieghi sempre male. Ma si capisce lo stesso...
SkullBeneathTheSkin
Martedì 9 Luglio 2019, 20.34.08
59
... ero partito pensando che in fondo capisco chi li vede come i limp bizkit al femminile
SkullBeneathTheSkin
Martedì 9 Luglio 2019, 20.32.39
58
Area ha ragione nell'accostarli al nu così come ha ragione chi dice che Gothic vuol dire poco. Restiamo agli Evanescence, il modo il cui la voce maschile lancia il refrain "(ah) bring me up" é tipica del rap/hip hop, e richiederebbe la risposta di una strofa/voce antagonista... che è la parte di Amy Lee, ma più alta in volume e più lunga come spazio/durata..... minchia se mi sono spiegato male!!!
Beta
Martedì 9 Luglio 2019, 19.23.09
57
Area: ho capito il discorso sul Nu/alternative continuo a non riuscire ad accostare questa band a quel genere, ma probabilmente è vero che c'è stata qualche influenza (volontaria o meno) da quel campo ... la svolta più easy-listening potrebbe essere in parte dovuta anche a quello XD quoto tutto il discorso del commento 54 (non stento a credere al tuo aneddoto, succede spessissimo con questa band XD) ed è vero, anche io ho notato che molta gente che conosce questo gruppo lo conosce solo per "quello che va al momento", mentre quelli che si mettono di buzzo buono ad approfondire il gruppo sono relativamente pochi. Il che è un peccato, perché conoscere una Bring me to Life (seppur bella) e perdersi una Never Go Back (molto più bella, a mio avviso) significa perdersi qualcosa. // Silvia al 51: altroché! Majura è proprio brava, suona diversi strumenti e nel concerto dell'anno scorso è stata praticamente la strumentista che ha fatto di più (oltre ad Amy): chitarra, cori, theremin ... insomma, un bel pezzo da 90
Galilee
Martedì 9 Luglio 2019, 16.23.36
56
Secondo me il genere proposto dagli Evanescente è come dice Area, un mix tra nu, gothic e alternative rock. Per quanto riguarda il gothic metal, se devo essere sincero non ho mai ben capito bene che cosa sia. Ci sbattono di tutto dentro.
ObscureSolstice
Martedì 9 Luglio 2019, 16.09.19
55
@33 e @43 : sempre piú uguali! ahah! Che ridere! Bisogna sapere cos'è il gothic prima di tutto e prima di dire che non lo è. Sarei curioso di sapere allora, che genere ci sentono... uhm, è un pó come quando non si riconosce la produzione nel death, vero? o altre prove giá sfatate di perizia sonora. Al @33 qui la produzione ti garba? Ahah
Area
Martedì 9 Luglio 2019, 16.02.38
54
@Betal, scusa ho dovuto dividertela in due la mia risposta... Assolutamente gli Evanescence sono ancora un gruppo mondialmente noto, però parlando dell'Italia (che comunque é un mercato piccolo rispetto anche solo alla Francia) io ho notato che quando sei così famoso o quando lo sei per "tot periodo" in realtà tutti quelli che ti seguono non sono i tuoi fans... sono fans di quello che va per la maggiore in quel momento. Ma questo ovunque. Io per puro caso nel 2003 conobbi prima i Nightwish con Oceanborn e poco dopo vidi il video di Bring me to life su MTV Italia... ecco... sono passati oltre 15 anni e di recente durante una cena/rimpatriata con amici (tutta gente nata negli anni 80), eravamo davvero in tanti, metto su proprio "Fallen", però decido di partire con "Torniquet"... nessuno li riconosce, poi l'ho fatto ripartire dall'inizio e tutti incomincia a cantare esclamando "Beeeeella queeeesta! Ti ricordi???" jajajajajajaja
Area
Martedì 9 Luglio 2019, 15.49.03
53
@Beta, non c'é stata un influenza reciproca infatti, anche perché come dicevi anche tu le band in questione sono state fondate più o meno nello stesso periodo e in paesi piuttosto lontani tra loro (Paesi Bassi e Finlandia sono relativamente vicini, ma distantissimi dagli States). Comunque hai centrato quello che volevo dire circa il "beneficio della fama..." Sul discorso genere: Anche i Korn, Deftones e Slipknot sono band molto diverse tra loro eppure tutte erano Nu Metal. Gli Evanescence avevano un mix di influenze Gothic, Nu e Alternative Rock.... mancano solo le parti rappate e c'é tutto. Probabilmente é meglio l'etichetta Alternative Metal. A questo proposito diversi gruppi Gothic Metal nei 2000 virarono verso dei sound più Nu sia a livello di sound che di immagine (vedi i Lacuna Coil o i Flowing Tears di Razorbliss). Si esatto quella versione di My Immortal é quella del singolo e del video, tra l'altro per me un pezzo memorabile e storico....
Area
Martedì 9 Luglio 2019, 15.32.49
52
@Silvia, ovviamente Amy Lee non é stata la prima frontwoman, ma per quanto riguarda il fenomeno "Female Fronted Bands" di metà anni 2000 é certamente la più conosciuta dal grande pubblico. Io parlo di mainstream... nella scena Metal, quel macrocosmo composto da fans affezionati ovviamente sono state più influenti cantanti come la Turunen o la Den Adel.... il discorso verteva più sul fatto che il fenomeno Evanescence ha permesso poi a tantissimi di conoscere Nightwish e W.T e altri.... Se ti ricordi nel periodo compreso tra questo disco e Once ci fu un invasione di gruppi Rock e Metal con voce femminile.... chi più Alternative Metal, chi più Gothic o Symphonic. Io che vengo da una città Medio-Grande ricordo che ci furono 3 band (rispettivamente 2 cloni degli Evanescence e una dei Nightwish) che avevano fatto delle demo, anche recensite su delle riviste, facevano dei live in città e provincia e in tutto il nord Italia e se la tiravano come non mai.... la realtà fu che rimasero dei fenomeni locali e non firmarono mai nemmeno per un label piccola e si sciolsero tutte e 3 verso il 2007/2008 forse anche a causa della maggior popolarità della moda Emo.
Silvia
Martedì 9 Luglio 2019, 14.55.19
51
Beta secondo me non e' da poco l'arrivo in formazione di Jen Majura, grande chitarrista
Beta
Martedì 9 Luglio 2019, 14.47.52
50
Per quanto riguarda le influenze reciproche, non credo che Amy abbia avuto un'influenza di alcun tipo sulle colleghe europee né viceversa, proprio per quanto dicevo prima: le rispettive band hanno cominciato a suonare in contemporanea, quindi non credo che si siano influenzate a vicenda. Men che meno a livello vocale (Amy Lee ha un modo di cantare abissalmente diverso da una Den Adel o una Turunen). Semmai, tutte hanno avuto una grande influenza sul pubblico: molte ragazze hanno cominciato a vestirsi in un certo modo perché vedevano la Lee e la Den Adel. Sulle band venute dopo i colossi del genere, hanno avuto impatto solo le band europee (i già citati Epica hanno come fonte di ispirazione i NW e la Simmons ha cominciato a studiare lirico perché ha ascoltato Oceanborn). Con ciò penso che Area abbia ragione quando dice che probabilmente le band europee hanno beneficiato del successo degli Ev: leggendo in giro, molta gente dichiara di aver scoperto, che so, i WT perché ascoltava gli Ev. // Discorso genere: Area, ti posso assicurare che il disco l'ho ascoltato/lo ascolto tantissime volte XD ma il nu metal non ce lo sento. Posso chiederti una disamina più approfondita in merito? grazie // La versione di My Immortal completamente acustica di cui parli, Area, è quella ufficiale del disco. La versione con le chitarre alla fine è solo quella del singolo. // Il successo degli Ev non si è fermato a questo disco. Fallen è solo quello più conosciuto a livello mondiale per il botto che ha fatto, e la non eguale notorietà degli altri album è probabilmente dovuta ad un disinteresse del grande pubblico che, finita la novità del momento, poi non è andato avanti a seguire una band, che, invece, ha avuto e ha tutt'ora una carriera fiorente (l'ultimo tour è stato un tour MONDIALE in cui la band si è esibita con un'intera orchestra suonando in versione orchestrale diversi pezzi del proprio repertorio, di cui solo tre tratti da Fallen... un tour del genere non lo puoi fare se non hai successo, alias gente che ti segue, e non parlo di una manciata di affezionati). The Open Door è francamente inferiore a questo, ma poi la band si è ripresa alla grande. Gli Ev sono noti a tutti per l'aura gotica di questo disco, ma, in realtà, hanno fatto molto altro e poca gente lo sa; forse anche la perdita dell'immagine gotica ha influito sulla notorietà su larga scala, poiché penso che a molti piacesse di più questo tipo di veste.
Silvia
Martedì 9 Luglio 2019, 13.44.11
49
@Area #47, le frontwoman c'erano gia' pero' prima di lei, da Den Adel a Tarja ad Anneke etc etc e a mio parere sono state piu' loro ad avere un'influenza piu' marcata nel cantato femminile metal. Comunque ci mancherebbe sono sensazioni. Concordo sul discorso di My Immortal
Area
Martedì 9 Luglio 2019, 13.20.33
48
Raga che vi piaccia o meno gli Evanescence facevano Nu Metal o (qualcuno dice Alternative Metal) con influenze gotiche e alternative rock... riascoltatevi bene il disco e lo sentirete Poi comunque il successo di questa band non dico che é limitato a questo disco, ma quasi, nel senso che quello dopo andò molto bene ma un po meno di questo e poi dopo sempre meno.... in questo senso il paragone con Hybrid Theory dei Linkin Park é stra-azzeccato. I Singoloni principali di questo disco non hanno delle chitarre eccessivamente "presenti"... se poi pensate che la bellissima "My Immortal" é in larga parte acustica e che ne esiste una versione dove le chitarre non ci sono proprio... beh chiaro no? Avete ragione quando dite che le "Chitarre" dagli anni 70 in poi non vanno d'accordo con il grande pubblico (anche se sta roba pure nei tempi attuali é vera a metà)
Area
Martedì 9 Luglio 2019, 13.10.56
47
@Silvia, si più o meno intendevo quello, era Nu Metal, diverso ma lo era. L'influenza di Amy Lee non si é limitata alla sola immagine. Io ho poi sottilineato come il successo di una band possa giovare anche alle altre....
Radamanthis
Martedì 9 Luglio 2019, 12.53.09
46
Ricordo quelle'estate in cui Bring me life la sentivamo ovunque! Che disco! Bei ricordi!
lisablack
Martedì 9 Luglio 2019, 12.13.49
45
Certo e' giusto essere radical chic del metal..la merda c' entra poco. E per me Europe ed Evanescence non sono " commerciali". Gli Europe comunque sono avanti a tutti, grande band fino ad oggi, la commercialita' mi puo' andar bene fino ad un certo punto, dopo no. Metal sempre e comunque, chiaro?
Galilee
Martedì 9 Luglio 2019, 11.25.15
44
X Duke. Perché c'è gente che ha la puzza sotto il naso riguardo a tutto ciò che strizza un occhio al commerciale. Poi nel loro ascoltano merda che caga merda, però non vende quindi è da intenditori. I radical chic del metal. Ma parliamo del disco. Secondo me è un buon lavoro che però non incontra i miei gusti, difatti non l'ho mai preso. . Dispiace solo che l'unica volta che li ho visti live(ero lì per i The Prodigy), suonarono un pò maluccio e Amy lee non aveva voce.
Silvia
Martedì 9 Luglio 2019, 0.33.42
43
Beta penso che la versione sia proprio la radio edit del singolo di cui parla anche Area. Il video mi sembra una versione con chitarre più distorte ma comunque potrei ricordare male./// Riguardo al genere (è solo un'opinione ovviamente) io non ci sento proprio niente gothic metal ma piuttosto x me si sente molto che l'album è un prodotto anni 90. Vi dico ora l'ho ripreso e subito dopo ho pensato ai Linkin Park di What I've Done. @Area forse è ciò che intendevi tu con nu metal diverso? x quanto riguarda l'influenza sui gruppi con voce femminile penso anch'io che Amy Lee abbia avuto un ruolo ma non tanto musicalmente quanto di immagine
duke
Lunedì 8 Luglio 2019, 23.49.23
42
....non capisco tutto questo astio nei confronti degli evanescence.....un po' come per gli europe.....anche se sono stati dei notevoli successi commerciali....hanno lasciato ai posteri.....dei capolavori......bisogna essere onesti....
Romeo il gatto del colosseo
Lunedì 8 Luglio 2019, 22.48.29
41
@Blue tipica risposta....evanescenTe
SkullBeneathTheSkin
Lunedì 8 Luglio 2019, 20.36.16
40
@Marquis #30: sono incantato da contanta saggezza da cantina. Strepitoso, anche troppo per questo zotici dediti alla Tennents
ObscureSolstice
Lunedì 8 Luglio 2019, 19.11.16
39
@5 nonchalance: ricordi bene, ma chiedevo qualsiasi recensione degli Evanescence perchè è sempre stato un peccato non riconoscerne la loro qualitá e presenza in qualsiasi sito metal come se non esistessero, se poi esistono recensioni di manson. In che mondo impazzito viviamo? Su questo album ci sarebbero molte cose da dire...ma lascio stavolta i papiri a chi se li fuma pure, a chi ha seguito piú assiduamente la vicenda e la band Evanescence. Si nota comunque dallo scritto della recensione che è molto sentita, deve essere stata la sua prima band preferita, la mia invece gli Iron Maiden a lanciarmi, ognuno ha indirizzato al metal qualcosa. Ma diciamolo a gran voce senza indugio e pregiudizio o essere trattenuti di sorta da chi ancora non lo accetta per l'impatto mediatico e la fama che di grazia hanno ricevuto: questo è gothic metal. Gli Stati Uniti hanno vinto ancora sull'Europa. Facendolo solo in un modo che è riconducibile solo a loro di cui molte band li hanno copiati e non al contrario come si dice col symphonic metal scandinavo. Le misture di metal alternativo anche se un pó ruffiano per il chiaro periodo industriale e moderno per il periodo di voga del nu-metal coi system of a down, korn e robe alla linkin park, ci sono e non si puó negare, la casa discografica vince per venderlo in lungo e in largo del globo con associato e diventato un successo planetario la colonna sonora di un film, che puó dar fastidio, ma tant'è. Anche se c'è molto altro nel repertorio Evanescence, a decine di canzoni che si posson ricordare, cosa non facile su songwriting per lasciare il segno alla gente. Quegli effetti eletronici mischiati col gothic metal qui, da mc di reppate in alcuni pezzi si sentono per essere un prodotto fresco e moderno al punto giusto all'anno 2003 dalla sua emissione sul mercato mondiale, ma è efficace e maledettamente ben fatto nonostante tutto, ancora oggi suona molto bene, potente, delineato, psicopato e fresco per durare altre decadi al passo coi tempi. Nostante tutto questo lavoro Fallen a fine lavoro conclusivo rimane efficace di una certa indubbia qualitá per i detrattori in canzoni molto ben fatte che siano anche per il suolo mediatico e si riconoscono, a variare ogni traccia è diversa e tornare al gothic senza mescolanze di effettini come una My Immortal per dirne una, come del loro vecchio repertorio prima di questo piú famoso Fallen che è piaciuto alla fine a tutti, sia ai piú adolescenti come il recensore e sia a gente piú grande come me che è cresciuto con i Maiden. Questo più famoso Fallen è pervaso di ritocchi di elettronica alternative ma anche solo gothic metal, non potrebbero esserci quegli effetti in quel modo se gli Evanescence fossero soltanto rock, esiste mica il nu-rock? Lo si dice per distanziarlo dal metal, come lo facevano per il punk coi Nirvana, per l'hard rock con gli Europe, i Toto, o Bon Jovi, per il thrash i Metallica. Bisogna saper differenziare da lavoro famoso che non ha intaccato il sound a disco piú morbido e pop. Europe - The Final Countdown > pop? Ma non facciamo ridere, che è uno dei pezzi piú rock degli anni '80. La loro provenienza dall'esordio degli Evanescence, dai più appassionati del gothic tradizionale cupo e struggente bisognerebbe guardare il materiale passato e farne un plauso al duo Ben Moody alla chitarra e Amy Lee, voce angelica che credo non abbia eguali riconducibile solo a lei, per giunta una figura semplice dark caucasica pazzesca. Fallen il più riconosciuto anche se quello che preferisco meno ma sempre un buon disco, va ricordato che agli anni duemila ci sono stati pure gli Evanescence, nel meglio che hanno emozionato l'inizio di quella decade. Voto 85 per la notorietà e riuscita conclusiva; voto 80 a miei gusti personali
Blue
Lunedì 8 Luglio 2019, 17.45.38
38
@Romeo il gatto del colosseo non rivolgerti così a tua madre dai......
Romeo il gatto del colosseo
Lunedì 8 Luglio 2019, 17.16.07
37
Disco latrina
Beta
Lunedì 8 Luglio 2019, 17.07.21
36
Il discorso del genere suonato dagli Ev è vecchissimo e ognuno ha detto la sua XD comunque anche io penso che di Nu Metal non abbia niente, esattamente come non penso sia gothic metal (mi sembra ovvio che non suona come un disco dei Tristania ). Molti lo hanno definito come un gothic rock (che può starci, se pensiamo ad esempio a Lullaby dei Cure l'accostamento non è scorretto), io lo definirei semplicemente come rock (definizione che la stessa band da di sé), con influenze gotiche.
lisablack
Lunedì 8 Luglio 2019, 16.15.53
35
Ma guarda io non ci sento nemmeno il nu metal..boh! Non saprei dare una definizione e forse non serve nemmeno.. Un bell' album comunque..👍
Area
Lunedì 8 Luglio 2019, 16.10.21
34
@lisablack, non lo é infatti, non completamente... é una diversa forma di Nu Metal, che ironicamente proprio nel periodo della sua uscita perdeva terreno a livello di "dominio" mainstream. @Vittorio, assolutamente si, la loro influenza fu "Titanica" e ancora oggi vendono tantissime copie.
lisablack
Lunedì 8 Luglio 2019, 15.41.20
33
Un bel disco che secondo me non ha nulla di gothic metal..
Vittorio
Lunedì 8 Luglio 2019, 14.59.38
32
Questo disco è allo stesso livello di Hybrid Theory dei Linkin Park. L'apoteosi della commercialità, eppure fatto benissimo. Li possiedo entrambi.
Area
Lunedì 8 Luglio 2019, 14.17.57
31
@Le Narquis de Fremont, guarda io non so quanti anni hai tu, sicuramente più di me, non lo so comunque... beh se nel 2004 eri un adolescente questo disco o perlomeno molti dei singoli estratti da questo album volente o nolente ti finivano nelle orecchie. E' facile da ascoltare ed é uno dei motivi per cui é un disco che ha fatto la storia della musica rock, come ho già scritto nei commenti precedenti il successo di questo album é stato strumentale per il riconoscimento (anche solo parziali) di altri gruppi che avevano una formula simile a quella della band in questione.
Le Marquis de Fremont
Lunedì 8 Luglio 2019, 14.00.56
30
Una volta, allo stand di Girolamo Dorigo ad un Vinitaly, chiesi di descrivermi il loro Ronc di Juri, un Sauvignon Blanc tardivo e per me uno dei migliori bianchi in assoluto. Mi risposero: "basta assaggiarlo". Qui invece, Monsieur Room 101, scrive un papirone lunghissimo con un sacco di pezze d'appoggio di vario tipo: strumenti, collaborazioni, influenze, dettagli operativi per dare un valore ad un disco. Se fosse stato un ottimo disco basterebbe solo dire: "basta ascoltarlo". E invece serve una delle recensioni più lunghe che ricordi, per tenere su un disco fiacco, melenso, che dopo un po' sparisce nel commerciale/easy di cui è fatto. Evanescenti Evanescence. E' incredibile poi, come un disco, di fatto commerciale e di poco spessore, meriti così tante parole anche nei commenti, per giustificarne un senso, in modo evidentemente forzato, in una zine di fatto "metal oriented". Au revoir.
Area
Lunedì 8 Luglio 2019, 13.48.15
29
@Silvia, si é tutto vero, la versione che passava in radio poi era quella del singolo infatti... comunque ci sono anche degli aneddoti interessanti riguardo a queste cose: Quasi un anno dopo l'uscita di sto disco io provai a far sentire a una mia amica e compagna di classe "Once" dei Nigtwish... più o meno andando a memoria mi disse che "Lei ha una voce bellissima, belle melodie però ci sono quelle chitarre lì che sono troppo dure". In realtà questa band non aveva poi molto da spartire con le female fronted bands scandinave e dei paesi bassi, che comnuque grazie anche loro successo ottennero maggiore visibilità come già dissi. Tuttavi il successo degli Evanescence é più che altro limitato a questo disco, almeno in Italia, perché sempre andando a memoria già quello dopo vendette un po meno e successivi molto poco.
Area
Lunedì 8 Luglio 2019, 13.37.06
28
Secondo me un bell'album e molto molto importante! Uno dei dischi Metal più amati da chi non ascolta Metal e più in generale dal grande pubblico. Non dico una stupidata ad affermare che dal successo di questo gruppo ci guadagnarono prima i Nightwish, poi i Within Temptation e successivamente nello stesso periodo tutte le band Metal e Rock con voci femminili (soprattutto nel biennio 2004-2005). A parte che l'album é si Gothic ma é anche soprattutto Nu Metal con una voce femminile e senza parti rappate, ma questo é o per meglio dire é "anche questo"! Pezzi preferiti del disco comunque per me restano My last breath, Bring me to life e My Immortal.
Gyroscope
Lunedì 8 Luglio 2019, 12.33.27
27
album che ha avuto un meritato successo che che ancora oggi si fa ascoltare. Conoscevo già l'originale di tourniquet dei soul embraced ma la cosa che mi colpisce sempre è che la linea di chitarra è stata quasi presa pari pari dagli eluveitie per a rose to epona..
Beta
Lunedì 8 Luglio 2019, 11.02.43
26
Silvia: figurati! Quella che dici tu che girava in radio credo fosse la versione del video, che poi dovrebbe essere la stessa del singolo
Silvia
Lunedì 8 Luglio 2019, 0.53.06
25
Beta grazie x le info 😃. Sicuramente i due pezzi hanno un vibe molto diverso infatti, il pezzo originale risulta più ”elettronico”. Poi ricordo che in radio passava un’altra versione (con la voce maschile) in cui le chitarre distorte erano abbassate, può darsi fosse tratta dal singolo.
Joey J.
Domenica 7 Luglio 2019, 23.01.14
24
Wind Up = vomito merda diarrea. Molti gruppi sono stati rovinati da questa etichetta discografica di mafiosi
Beta
Domenica 7 Luglio 2019, 21.32.00
23
Questo il link youtube alla versione originale di Bring me to Life: https://youtu.be/yMlS8b6Jnsc // Ancora un paio di post e Room mi manda un pacco bomba a casa XDXDXD
Beta
Domenica 7 Luglio 2019, 21.23.16
22
Silvia: l'imposizione da parte della casa discografica su Bring me to Life (a quanto ne so) pare che fosse nei termini di aggiungere un duetto con una voce maschile rappata stile Linkin Park nell'ordine di confezionare un prodotto più commerciale, visto che tale ingrediente all'epoca andava a ruba. Alla fine la voce non è rappata, ma tutto è partito da lì ed Amy questa cosa non l'ha mai digerita. La goccia che ha fatto traboccare il vaso (per amor di cronaca) è stato quando, anni più tardi, la casa discografica le ha bocciato praticamente tutto il successore di The Open Door che (a causa delle influenze che Bjork aveva avuto su Amy), a detta della major, era troppo "elettronico". Da lì la Lee ha fatto causa alla casa discografica, vincendola, e ha cambiato major, dichiarando che ora si sente più libera di esprimersi come vuole. Noncha: sì, esatto! Come dicevo, una volta le hanno detto che c'era molta gente che la paragonava a cantanti europee tipo Tarja (?) e lei, molto candidamente e onestamente, aveva detto che aveva sentito forse due canzoni, ma tale scena musicale non le interessava XD comunque, come già detto da altri (Silvia e Sicktadone) il punto penso sia proprio il fatto di sentire una voce femminile su un genere melodico (gotico agli inizi) che porta a fare parallelismi che, in realtà, non ci sono, sia come influenze (quello che dicevo sopra), sia proprio musicalmente parlando (alla fine gli Ev fanno un rock melodico che non c'entra molto con i gruppi citati e la differenza si nota ancora di più ascoltando il disco del 2011, Evanescence). Aneddoto che rafforza questa differenza di genere: Simone Simmons, quando le hanno chiesto cosa pensasse degli Ev, visto che è un gruppo che spesso viene paragonato a band come la sua, ha detto chiaro e tondo (anche con un certo disprezzo XDXD) che non le piacciono, e che è un gruppo rock commerciale che non c'entra nulla con gli Epica, band symphonic metal con una potente voce maschile growl XD e ha ragione, che c'entrano gli Ev con gli Epica? Un tubo XD
nonchalance
Domenica 7 Luglio 2019, 18.31.50
21
@Beta: Sì, ricordo che - stranamente? - gli chiedevano spesso se conosceva quelle citate qua sotto. Ma, lei declinava sempre dicendo che aveva altri "gusti". In ogni caso, una volta andato via Ben "cuore infranto" Moody, hanno perso parecchio!
Silvia
Domenica 7 Luglio 2019, 18.20.59
20
A me piace molto la versione di Bring Me to Life con Paul McCoy, ha anche un altro mixaggio e i suoni sono diversi. Beta non sapevo che il duetto fosse imposto! Forse x dare un taglio piu' sincopato? Comunque c'e' una versione piu' "raw", non so quale sia. Grande voce Amy Lee, nella lista delle mie cantanti preferite x la naturalezza del suo cantato (gusti). Niente da aggiungere a cio' che ha detto Beta, grande esperta di questo gruppo . Come detto da sicktadone poi penso che superficialmente si vede una cantante donna e la si accomuna ad altri gruppi.
Beta
Domenica 7 Luglio 2019, 18.09.24
19
noncha: inoltreha citato come suoi artisti preferiti Hendrix e Bjork. Insomma, non esattamente metal sinfonico europeo
nonchalance
Domenica 7 Luglio 2019, 17.27.11
18
Io ricordo che lei - nelle interviste - citava spesso Tori Amos..
Metal Maniac
Domenica 7 Luglio 2019, 15.57.36
17
a me il voto sembra incredibilmente esagerato, è più un disco da 80 al massimo... la versione commerciale e mainstream di tutte le band gothic citate in precedenza...
Rob Fleming
Domenica 7 Luglio 2019, 15.55.16
16
Questo è un album straordinario che benefició del successo clamoroso di Bring me to life che è un capolavoro di canzone e che fu colonna sonora dello scarso, ma di successo film Marvel "Devil". Cosa c'entrino gli Evanescence con The Gathering francamente non lo capisco (i Lacuna Coil piuttosto erano moooolto ispirati dagli olandesi agli esordi). Generi totalmente diversi suonati da gruppi guidati da una donna. Within Temptation? E il growl di Enter dove lo si sente in questo disco? Diciamo piuttosto che come a volte (spesso?) accade se un gruppo/disco ha successo immancabilmente bisogna parlarne male.
sicktadone
Domenica 7 Luglio 2019, 15.40.16
15
Beta è stato/a molto precisa, difficilmente credo che possano aver preso dai vari WT, NW e compagnia bella. I suoni sono molto diversi, per me ci si "imbroglia" un po' solo per il fatto che la voce è femminile. Mettere sullo stesso piano questo con Angels fall First o con il successivo Oceansborn, per dirne una, mi sembra abbastanza azzardato perchè sono dischi totalmente differenti. Comunque io questo disco lo consumai, per molti di coloro che hanno cominciato ad ascoltare metal a fine anni 90 e inizio anni 2000 per motivi anagrafici (come nel mio caso), questa produzione, è stato un apripista per poi lanciarsi nella musica metal/alternativa. Per me personalmente ha avuto un impatto fortissimi, come lo hanno avuto Slipknot, Korn e compagnia bella. Ottimo lavoro collega
Beta
Domenica 7 Luglio 2019, 13.58.08
14
TheSkull: ci mancherebbe, infatti ho specificato che il mio era un chiarimento il punto di vista che hai messo in risalto tu nel commento 12 è assolutamente legittimo e, perché no, condivisibile (nel 2002 i NW hanno pubblicato Century Child, che, a mio avvivo, Fallen se lo magna a colazione ... comunque genere diverso, se vogliamo fare i pignoli, quindi il paragone mio è un po' azzardato, ma sono stati tirati in ballo, allora li sfrutto per farmi capire ), però volevo solo specificare che tale opinione non va fatta partire da una presunta scopiazzatura, che non può esserci stata. Il mio discorso partiva dal fatto che DP ha scritto che "Amy Lee ha imparato da Within temptation, The Gathering, Lacuna Coil , Nightwish etc etc"; ecco, questa asserzione non può essere vera, pertanto, gli Ev non hanno imparato da nessuno. Che poi ci siano band più brave ... fuori discussione
Diego
Domenica 7 Luglio 2019, 13.42.13
13
Intendo dire che se le chitarre fossero più presenti nel missaggio finale, a livello di volumi, la percezione del brano è completamente diversa. Alzando la chitarra devo per forza aggiustare basso/batteria di conseguenza. Con la chitarra distorta in rilievo il risultato è più heavy. Non a caso ho citato gli Europe, John Norum se ne andò dopo che il suo lavoro è finito sotto le tastiere, cambiando inevitabilmente il disco. Mossa discograficamente da applausi, per il grande pubblico, ma non per i puristi del genere rock/heavy. E' pur vero che un artista ha come obbiettivo il successo ed ogni strada può essere percorsa per arrivarci, non sta a noi giudicare...
SkullBeneathTheSkin
Domenica 7 Luglio 2019, 13.06.04
12
@Beta: credo che Livio e co. intendessero dire che comunque a fare il botto grosso fu una band (opinabile, ma ok) che non era necessariamente la migliore sulla carta. Un po' come avvenne per il punk rock a metà dei '90: il botto fu per Offspring e Green Day ma la scena offriva ben di più
SkullBeneathTheSkin
Domenica 7 Luglio 2019, 13.01.03
11
@Diego: puoi spiegarti meglio per favore?
Diego
Domenica 7 Luglio 2019, 12.52.22
10
Fallen è il risultato di un sapiente e furbo lavoro di mixing pop oriented. Il successo (planetario) è legato al volume delle chitarre, da sempre nemicche del commerciale. Stessa sorte per The final countdown. Non fraintendetemi, gran disco quello degli Europe e brani dannatamente impressi in testa quelli degli Evanescence, ma è innegabile che un mix più rock metal non li avrebbe portati allo stesso successo.
Beta
Domenica 7 Luglio 2019, 12.49.36
9
Solo per chiarire: leggo che al commento 3 e al commento 7 DP e livio fanno notare che all'epoca c'erano band che questo genere lo facevano meglio e che gli Evanescence hanno imparato da loro. Volevo segnalare, come ho accennato nei commenti precedenti (scusate i miei soliti papiri XD), ma non ho approfondito, che il primo EP del gruppo (Evanescence EP) è del 1997, il secondo (Sound Asleep) del 1998 e il primo full length (Origin) è del 2000. Fallen (2002) viene pertanto dopo ben tre pubblicazioni. Il primo album dei Lacuna Coil è del 1999, il primo dei NW del 1997 (1996 se consideriamo il demo) e il primo dei Within Temptation (Enter) del 1997. E' pertanto impossibile che gli Ev abbiano scopiazzato tali band, perché hanno cominciato a pubblicare in simultanea. Poi Amy Lee ha dichiarato di non ascoltare quelle band e di conoscere giusto un paio di pezzi dei NW (se non ricordo male); non mi fido mai troppo di quello che dicono gli artisti, ma, per come sono andate le cose all'epoca e per come stanno andando ora, le sue dichiarazioni sembrano coerenti. In ogni caso le date sono schiaccianti: gli Ev sono partiti autonomamente con un gothic metal (la prima canzone loro a girare in radio è stata la già citata Understanding, tutt'altro che easy listening) e poi hanno addolcito il genere con partiture più catchy; non hanno, pertanto, come si potrebbe pensare se non si sa della produzione pre-Fallen, che abbiano preso in prestito quanto fatto in Europa per poi rivenderlo in salsa più commerciale ad un pubblico più vasto
Beta
Domenica 7 Luglio 2019, 12.39.57
8
PS: se qualcuno fosse interessato, segnalo che My Immortal, Imaginary e Whisper sono le versioni finali di pezzi già presenti nei precedenti lavori. Imaginary e My Immortal le trovate sia in Evanescence EP che in Origin, Whisper sia in Sound Asleep EP che in Origin. Dal momento che Amy Lee ha "rinnegato" i primi lavori della band affermando che non rappresentano più il gruppo, non li trovate su Spotify né in commercio, ma sul tubo ci sono diversi video. Su Bring me to Life c'è una curiosità: la versione originale non prevedeva un duetto. La band è stata costretta dalla casa discografica ad aggiungerlo, altrimenti non avrebbero pubblicato il disco. Se cercate in giro la trovate di sicuro, ad ogni modo l'album orchestrale, Synthesis, racchiude una versione di Bring me to Life in cui canta solo Amy, anche se non è esattamente come era pensata in origine, dal momento che in quest'ultima versione lei canta comunque la sua parte di duetto, senza la controparte maschile, mentre la prima versione questa parte non la contemplava.
livio
Domenica 7 Luglio 2019, 12.31.18
7
Concordo in parte il commento n° 3 , hanno avuto una gran fortuna ad avere quel successo considerando che in quegli anni c'erano già band che facevano lo stesso genere in modo migliore. Quando entri nelle grazie delle grandi radio , di mtv e di compagnia bella puoi solo prepararti a contare i soldi.
Beta
Domenica 7 Luglio 2019, 12.28.04
6
Dunque. Tanto per cominciare molto bella la recensione in sè: trovo che Room abbia ben delineato non solo musicalmente, ma anche a livello storico questo disco. La nota personale che posso addurre é che sono rimasta incantata dal video di Sweet Sacrifice, visto in TV su All Music, e poi ho approfondito questa band ascoltando gli album che aveva pubblicato fino ad allora: tre full lenght e due EP. Non ho più mollato il gruppo. Concordo in toto con la recensione e posso dire di aver sempre apprezzato la capacità di Amy Lee (di fatto la mastermind del gruppo) e in generale della band di coniugare ritornelli catchy con una base più heavy e arrangiamenti dei brani sempre ben congegnati (fin nei cori e nelle orchestrazioni ... il coro di questo disco, peraltro, è diretto dalla Lee, come già era successo nel precedente Origin); un'altra cosa che apprezzo è la capacità di inserire nello stesso album pezzi più easy listening (Bring Me to Life) a pezzi più duri (Whisper), caratteristica che si sono portati dietro anche negli album successivi. Quest'album è bello (a mio avviso) anche perché ha un taglio generale più easy listening (niente a che vedere con le canzoni di 7-8 minuti in stile gothic metal degli EP, ad esempio Undedrstanding), ma mantiene quell'aura gotica e decadente che ha caratterizzato gli esordi del gruppo (esattamente come sottolineava Room). Nel corso del tempo perderanno l'aura gotica, pur mantenendo una velatura dark in tutti i loro pezzi. Quest'album è bello, con bei pezzi ispirati e che non annoiano mai; tuttavia, secondo me, mette in tavola delle carte che mostrano del potenziale che può portare qualcosa di ancora migliore e, infatti, questo qualcosa arriverà nel 2011 con l'album eponimo (secondo me migliore di questo Fallen e loro attuale apice compositivo, probabilmente anche forte del fatto che, per quell'album e a differenza di Fallen, ha lavorato una band al completo e non solo due musicisti). Voto 75.
nonchalance
Domenica 7 Luglio 2019, 12.13.54
5
Anche un certo Obscure l'aspettava da tempo 'sta recensione..
Beta
Domenica 7 Luglio 2019, 11.59.34
4
La recensione di un disco degli Evanescence. E l'ha pure chiamato gothic. E gli ha pure dato 89. Room uomo dell'anno ** Ok, adesso mi ricompongo e scrivo un commento sensato XD
DP
Domenica 7 Luglio 2019, 10.39.52
3
Album bellissimo e che cmq rimane storia….ma facile odiarlo perché all'epoca fu ascoltato anche da tanti ignoranti non Metallari e questo ci da fastidio…..ed a me a dato fastidio perché c'erano band che da anni facevano già quella musica ed anche meglio, Amy Lee ha imparato da Within temptation, The Gathering, Lacuna Coil , Nightwish etc etc .. .non ha inventato nulla, anno aggiunto solo un po' di American Style e dopo quello non hanno fatto più nulla di interessante e quindi lecito dimenticarli….non c'è paragone con le bands appena citate….e poi è senza Ben Moody che gli Evanescence sono diventati nessuno, quindi Amy Lee, brava ma un gradino sotto a centinaia di altri artisti. Band brava, ma non molto più di tante altre, e soprattutto fortunata, ha avuto la botta di culo della vita, cosa che succede più raramente per le bands Europee….
Havismat
Sabato 6 Luglio 2019, 20.17.56
2
Bellissimo disco. Semplice e “commerciale”, ma molto ispirato.
duke
Sabato 6 Luglio 2019, 17.59.22
1
....bel disco...ottimi pezzi.....
INFORMAZIONI
2003
Wind Up & Epic Records
Gothic
Tracklist
1. Going Under
2. Bring Me to Life
3. Everybody's Fool
4. My Immortal
5. Haunted
6. Tourniquet
7. Imaginary
8. Taking Over Me
9. Hello
10. My Last Breath
11. My Whisper
Line Up
Amy Lee (Voce, Pianoforte)
Ben Moody (Chitarra, Percussioni, Programmazione)
David Hodge (Pianoforte, Tastiera)

Musicisti Ospiti:
Paul McCoy (Voce in traccia 2)
Francesco DiCosmo (Basso)
Josh Freese (Batteria, Percussioni)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]