Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Slipknot
We Are Not Your Kind
Demo

Atlas Entity
Beneath the Cosmic Silence
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

20/08/19
NOX ARCANA
The Haunted Symphony

20/08/19
SORCERY
Necessary Excess of Violence

23/08/19
FREEDOM CALL
M.E.T.A.L.

23/08/19
METH.
Mother of Red Light

23/08/19
DEADTHRONE
Premonitions

23/08/19
ILLDISPOSED
Reveal Your Soul for the Dead

23/08/19
ASTRALIUM
Land of Eternal Dreams

23/08/19
LAGERSTEIN
25/7

23/08/19
SACRED REICH
Awakening

23/08/19
DEVIN TOWNSEND
Eras part IV

CONCERTI

20/08/19
FRANK TURNER & THE SLEEPING SOULS
FESTA RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

21/08/19
FOR THE FALLEN DREAMS + GUESTS
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

22/08/19
RHAPSODY OF FIRE + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

23/08/19
NECRODEATH + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

23/08/19
POVOROCK (day 1)
AREA FESTEGGIAMENTI - POVOLETTO (UD)

24/08/19
REZOPHONIC + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

24/08/19
BREAKING SOUND METAL FEST
SALENTO FUN PARK - MESAGNE (BR)

24/08/19
POVOROCK (day 2)
AREA FESTEGGIAMENTI - POVOLETTO (UD)

24/08/19
METAL REDENTOR FEST
SPAZIO LUPARDINE - PENTIMELE (RC)

25/08/19
BEHEADED + HELION
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

Muse - Absolution
28/07/2019
( 1901 letture )
Il confine fra pop e rock, talvolta, è estremamente sottile: riuscire a cavalcarlo abilmente, senza buttarsi eccessivamente da un lato o dall'altro, è impresa assai difficile, che non moltissime band riescono a fare risultando poi anche credibili. Fra quelle che -almeno fino ad un certo punto della loro carriera-, ce l'hanno fatta, vanno sicuramente annoverati i Muse: fautori di un rock alternativo che sfocia fin dagli esordi in pop, ma anche in musica elettronica, hanno saputo conquistare alla loro causa non solo gli amanti di sonorità leggere, ma anche insospettabili rockers duri e puri; il motivo va ricercato sicuramente nella “semplicità” di alcune soluzioni, ma anche nelle indiscutibili capacità compositive ed esecutive del trio, con una menzione d'onore per il frontman Matthew Bellamy, eccellente cantante e grande sperimentatore sonoro. Chi li considera “leggeri”, peraltro, dovrebbe assistere ad un loro show dal vivo, dove sprigionano un'intensità impensabile.

I primi tre album del gruppo sono universalmente considerati, dalla critica, i migliori, proprio perché riuscivano a mantenere un sano equilibrio fra rock e pop, mentre, successivamente, le velleità radiofoniche ed elettroniche hanno preso il sopravvento; la qualità è rimasta senza dubbio elevata, ma qualcosa, negli ultimi anni, si è perso.
Fortunatamente, nel 2003, dopo il successo del secondo, bellissimo Origin of Symmetry, i Muse erano all'apice delle loro capacità e, non a caso, confezionarono un terzo, ottimo album, intitolato Absolution; la qualità media di almeno tre quarti di questo lavoro sfornato dal gruppo britannico è davvero notevole e dimostra, come detto, le grandissime capacità compositive ed esecutive del gruppo: Apocalypse Please è un pezzo tutto sommato abbastanza semplice dal punto di vista tecnico, ma trasmette un pathos sensazionale, grazie alla sua atmosfera solenne e ad una prestazione vocale incredibile da parte del frontman. Time Is Running Out, pur essendo indubbiamente radiofonica, ha un ritmo che difficilmente lascia indifferenti ed una progressione pressoché perfetta, che ci accompagna da una strofa accattivante ad un ritornello da cantare a squarciagola dal vivo e non solo. Non ne avete già abbastanza, vero? Speriamo di no, perché Sing for Absolution, che parte quasi come una ninna nanna, ci trasporta ancora nella stratosfera, seguendo le acrobazie vocali di Bellamy. Se invece gradite ritmi un po' più sostenuti, allora gradirete il robusto riff di chitarra di Stockholm Syndrome, uno dei pezzi musicalmente più pesanti composti dai Muse, dove possiamo renderci conto della bravura alla batteria di Howard. Ma lo sappiamo, il frontman e principale compositore del trio non ama fare due volte di seguito la stessa canzone e torna su ritmi più melodici con la bella ballad Falling Away with You, prima di trascinarci di nuovo con il rock elettronico dell'irresistibile Hysteria, da sempre immancabile nei concerti dal vivo della band. Siamo giunti già ad otto tracce pressoché prive di punti deboli, ma i tre non hanno ancora voglia di mollare la presa e ci regalano ancora le splendide armonie di Blackout, la suggestiva Butterflies & Hurricanes e l'energia incalzante di The Small Print. Soltanto a questo punto il disco conosce una lievissima flessione, che non gli impedisce in ogni caso di chiudere con tre pezzi tutto sommato validi. Certo, se il disco si fosse chiuso alla traccia numero dieci parleremmo probabilmente di un capolavoro totale, ma anche così abbiamo a che fare con un album di livello decisamente superiore alla media.

Il rock, si sa, ha molte sfaccettature: ci sta che tutte possano non piacere ovviamente, è normalissimo che alcune sue evoluzioni moderne non conquistino il cuore di chi ama il rock classico e sanguigno; i Muse, tuttavia, hanno saputo offrire una loro personale rilettura della nostra amata musica che, pur pescando a piene mani da band storiche come i Queen, ha permesso loro di comporre alcuni lavori semplicemente meravigliosi; Absolution è sicuramente fra questi ed è difficile dire se sia o meno migliore di Origin of Symmetry: quest'ultimo è probabilmente più sorprendente, mentre la compattezza e continuità di Absolution costituisce un passo avanti rispetto al predecessore. Risolviamo la diatriba dicendo che sono entrambi album da non perdere e godiamoci questa poliedrica, affascinante band.



VOTO RECENSORE
87
VOTO LETTORI
84.75 su 16 voti [ VOTA]
ObscureSolstice
Sabato 17 Agosto 2019, 20.18.45
83
Sicuro @Galilee...piuttosto degli him va bene anche paola e chiara. Ville valo, come si chiama? Con quel logo a cuore che fanno tenerezza piú dei machine head, eeeeh.. si auto-chiamano il love metal...eh beh, eh beh; tanto sentimento è per quello che erano seguiti da una moltitudine di ragazzine di ogni parte. Li ho sempre visti come i thake that del gothic. E per uno che gli piace il goth rock quello di un certo tipo, difficilmente riuscirebbe a sopportare la proposta da classifica degli him. Poi magari sono pure bravi, ma boh ma a miei ricordi, passai subito ad altro. Certo che l'amore e il sentimento anche negli anni '50 -'60 eeeeh, era la base, promuoveva e prometteva bene, il sentimento per cuccare e ciullare, il mitico nino d'angelo style era un maestro in questo, poi è cambiato un pó tutto e il sentimento si è inflazionato e caduto, mal che vada su prese in giro al piú noto della parte discografica di bon jovi. Tuttavia questi him se piacciono cosí tanto a Galilee e Rob Fleming vuol dire che bisogna darci un ascolto, recensiteli cosí si fa him VS evanescence. Ho sempre preferito molto di più gli evanescence. @Rob Fleming, i R.E.M.? Immancabili. La voce non mi implica difficoltá seppur quando è una voce particolare, invece lo riesce nella proposta e sonoritá. A me i R.E.M. sia all'inizio come band seria e anche dopo come band più per tutti col pop-rock hanno avuto sempre gusto. Invece gli him nel loro genere? Il pop è talmente vasto che deve piacere per forza, ma quando nel rock la soglia è troppo labile aumentandone caratteristiche e peculiaritá basta poco per fare casino e critiche possono arrivare dai più genuini, è un fatto di carattere potrai capire. Stessa cosa con i muse. Magar insulsi è esagerato però possono non piacere
SkullBeneathTheSkin
Sabato 17 Agosto 2019, 17.45.30
82
@Silvia: la voce di Bellamy non mi urtica, è lo stile, l'impostazione "lamentosa" che proprio mi mortifica la grinta. Nonostante questo alcuni dei loro pezzi non mi diaspiacciono. Però il detestare quello stile, ripeto stile, la voce non si copia, è amplificato dal fatto che molti lo copiano in qualche brano... ma anche gente che non ne avrebbe bisogno, vedasi ultimo singolo dei Flying colors... ne avevamo già parlato facendo esempi anche come Myrath e altro, non ricordo in quale contesto, credo sempre OT comunque
Silvia
Sabato 17 Agosto 2019, 16.29.23
81
@Rob capisco cosa intendi. x me è il contrario x i Muse nel senso che (come dicevo tempo fa) sono fra coloro che non ama la voce di Bellamy ma riconosco che il gruppo abbia una certa caratura comunque
SkullBeneathTheSkin
Sabato 17 Agosto 2019, 15.01.30
80
@Rob: ma si, niente di male, sono gusti e ci mancherebbe... solo che tra him e rem al di là del l'acronimo lungo uguale, c'è proprio molta differenza... vuoi tre lettere insignificanti per me, per par condicio? Udo
Rob Fleming
Sabato 17 Agosto 2019, 14.54.15
79
I R.E.M. li ho tirati fuori io e per rispondere a @Obscure - sintetizzando: chi sono io ad inorridire se a uno non piacciono gli H.I.M., quando io per primo non riconosco la grandezza dei R.E.M.?. Non discuto la disamina fatta su di loro anche perché non ne ho i mezzi non essendo un esperto. Adoro Drive, Losing my Religion e Stand: incondizionatamente. Ma la voce di Stipe la trovo insignificante (attenzione: non anonima perché è facilmente identificabile); i musicisti preparati, ma senza particolari guizzi. Tutte qualità che invece trovo nei Muse a differenza di tanti altri che li detestano a partire dalla voce di Bellamy.
SkullBeneathTheSkin
Sabato 17 Agosto 2019, 14.35.14
78
Asino, non le ho tirate fuori io...
Galilee
Sabato 17 Agosto 2019, 14.21.24
77
Vai tranquillo The Skull, ormai so che sei un superficialone.. ahahah... Scherzo ovviamente. Tornando ai Muse difficile fare paragoni. Più si va avanti e più è difficile tirar fuori dal cilindro qualcosa di buono. Quindi tanto di cappello, anzi cilindro.
Silvia
Sabato 17 Agosto 2019, 13.50.42
76
Trovo i R.E.M. un gruppo incredibile, come detto da stranger un gruppo che in carriera ha utilizzato tante sfumature diverse con radici nella musica "folk" americana, molto piu' di quanto i loro singoli lascino intuire. Non penso che i Muse abbiano saputo fare tanto ma non li conosco bene quanto il quartetto di Athens (che adoro) quindi magari sbaglio
SkullBeneathTheSkin
Sabato 17 Agosto 2019, 12.54.24
75
@Galilee: quelle tre lettere in effetti erano state tirate in mezzo un po' superficialmente e meritavano giustizia. Io non ascolto i Pink Floyd, non mi sono mai piaciuti, ma poi senti Another Brick... rifatta dai Korn e ti ricordi improvvisamente che ha segnato un'epoca, poi senti che nemmeno quell'animale di Fred Durst riesce a rovinare una gemma come Wish You Were Here.... e qualcosa vorrà pur dire, no?
Galilee
Sabato 17 Agosto 2019, 12.25.11
74
Nonostante non sia un fan dei REM, penso che l'argomentazione di Stranges sia decisamente veritiera.
SkullBeneathTheSkin
Sabato 17 Agosto 2019, 12.17.06
73
@Stranger: hai fatto un bell'elencone nutrito e dettagliato, eppure resta spazio per citare altro. Le m i e preferite non le hai manco sfiorate... intendo solo dire che certi "mostri" bisogna chiamarli in causa con molta prudenza...
Stranger in a strange land
Sabato 17 Agosto 2019, 10.48.50
72
...il motivo del successo anche di critica del gruppo di tre lettere (ne si può scrivere il nome, non è peccato: R.E.M.)? I motivi sono più d’uno, ne azzardo qualcuno: la capacità di fondere culture musicali differenti - in primis il rock e il pop ma anche il folk come pochi altri - e moduli stilistici diversi, con riferimenti alti da enciclopedia del rock (Byrds e Velvet Underground su tutti, ma pure Beach Boys); la capacità di inanellare dischi notevoli e variegati almeno sino a New Adventures in hi-fi (e sono nove di fila) e canzoni anthemiche (dalla new wave-post punk di Radio Free Europe, Carnival of sorts e It’s the end of the world ad we know it), ballate struggenti (Wendell Gee, Everybody hurts), ritornelli dalle melodie assassine (Don’t go back to Rockville, I believe, Fall on me), successi planetari senza un vero ritornello, ma piuttosto un bridge “importante” (Losing my religion). Tutto questo nel mantenere una coerenza che gli ha consentito di dire no al meccanismo disco - promozione - tour, anche in momenti in cui la pressione doveva essere fortissima (il non tour di Out of time, loro disco più venduto di sempre). E dal punto squisitamente visivo: nel Green Tour datato 1989 si faceva uso di mega schermi, filmati e messaggi a caratteri cubitali che si rivedranno solo anni dopo nei tour degli U2; i video in vera e propria epoca MTV erano sempre di una certa qualità e originalità. Insomma, di spunti di interesse ce ne sono parecchi, ma la caratteristica principale resta la capacità di scrivere grandi canzoni pop-rock di qualità.
Joey DeFilippi
Venerdì 16 Agosto 2019, 19.43.01
71
MTV ha aiutato un bel pò di gente, anche parecchi gruppi che in ambito rock/metal sono ritenuti dai più intoccabili, per cui se proprio bisogna parlare del canale a tre lettere almeno lo si faccia con cognizione di causa e con uno sguardo a 360°.
SkullBeneathTheSkin
Giovedì 15 Agosto 2019, 22.12.52
70
Mah, io mi addormento anche ascoltando Slaughter of the soul oppure The Gallery. Ho comprato crack the Skye in America e salito sull'aereo puntualmente mi addormentavo dopo divinations, ho fatto 14 volte andata e ritorno in pochi mesi... solo nel 2016 ho scoperto the last baron tipo 6 anni e due album dopo. invece "creature lives" non mi ha mai appioppato (bellissima imho) guarda te I paradossi
Galilee
Giovedì 15 Agosto 2019, 21.58.39
69
La band di tre lettere che mi faceva tra l'altro venire sonno, li ho sempre considerati la brutta copia dei Midnight Oil. Anche se comunque avevano il loro perché. Ammettilo Obscure che ti piacevano Paola e Chiara...
Rob Fleming
Giovedì 15 Agosto 2019, 21.42.31
68
In effetti @Obscure ognuno ha i suoi scheletri e le proprie incompatibilita. Ad esempio io apprezzo oltre ai Muse - per restare in tema - anche un paio di album della Signora Ciccone (Ray of light e Confessions on a Dance Floor), ma anche altri; e per contro, salvo qualche sporadica canzone, non ho mai capito il successo di pubblico e di critica di un altro gruppo di 3 lettere il cui acronimo riguarda il rapido movimento dell'occhio durante il sonno. Però, obiettivamente, tornando ai Muse dopo il IV album, mi è impossibile non ammettere un calo qualitativo
Galilee
Giovedì 15 Agosto 2019, 21.36.51
67
Hai ragione non sempre. Però a me gli Him piacciono un casino. Io purtroppo la tv me la sono persa. Primo perché dove abitavo io fino all'età di 20 anni prendevo 5 canali. Secondo perché da quando hanno iniziato a piazzare antenne ovunque per Sky io mi sono defilato. Lo so, sono un pò fuori dal mondo... canali Coe video Music o MTV li vedevo da amici ma non ne conosco i palinsesti. Diciamo che la mia conoscenza televisiva di ferma a deejay tv e in seguito il principe di Bel Air....
ObscureSolstice
Giovedì 15 Agosto 2019, 20.16.09
66
@Galilee non sempre, stavolta no. Ma non ci voleva poi molto per saper pensare, accendere la tv e apprezzare ogni proposta di band di discutibile entità senza saltarne una. Per quanto mi riguarda preferisco dare attenzione ad altre @Rob Fleming, sono incredulo e sconcertato: gli him li reputo uno dei gruppi peggiori di una mia ipotetica lista di spicco mainstream, direi ohibò. Ne avrai probabilmente anche tu, dopotutto, ognuno ha i suoi difetti, nonostante la tua ampia esperienza nel rock classic. Preferisco veramente ascoltarmi altro e cambiare totalmente genere, anche le canzoncine dei cartooons piuttosto che gli him. Per il resto del discorso non fa una grinza, diciamo si per gli sbarbati, almeno si spera. Ma non sempre band odierne devono essere di un pubblico di teenagers. Videomusic era altra cosa molto meglio, ma parlando dei muse non si poteva non parlare del canale a tre lettere
Rob Fleming
Giovedì 15 Agosto 2019, 14.19.20
65
A parte che in Italia negli anni '80 c'era Videomusic e la programmazione era in linea con il mercato mondiale con l'aggiunta della proposta nazionale; a parte che l'Italia era in ogni caso anche all'avanguardia rispetto a paesi come la Francia che impose per legge che, mi pare, il 60% della musica alla radio e tv dovesse essere francese; a parte che gli Ark (immagino non quelli di Lande) fecero un disco veramente carino così come gli HIM sono stati un gruppo con i controfiocchi, non capisco l'obiettivo del post. Peraltro ogni generazione ha i suoi eroi. Se va bene si rinnegano i dinosauri (ogni riferimento agli "eroi" del '77 è voluto) se va male ci si ferma alla proposta odierna. Ed è gente cui non gliene frega niente della musica. Poi c'è qualcuno che parte dai Muse o dai Greta Van Fleet e va a ritroso e scopre il Tesoro. Ecco a costuicostei va la mia stima e ammirazione.
Galilee
Giovedì 15 Agosto 2019, 13.13.16
64
Incredibile riesci sempre a scrivere l'opposto di quello che penso. Meglio cosi, piu teste piu idee......Grandissimi gli Ark. Han fatto un solo disco ma è decisamente rimasto nel tempo. Un tributo al Glam anni 70 come pochi hanno saputo fare. Unici.
ObscureSolstice
Giovedì 15 Agosto 2019, 12.54.47
63
Inanzitutto mtv è uscito prima negli states un bel pó di anni prima, di cui poi in europa Uk e alla fine da noi, ma quando negli states emettevano l'hard rock, il metal e Mustaine che faceva da presentatore in un programma, cosa grandiosa, da noi col cavolo purtroppo! una proposta del genere non funzionava e non avrebbe avuto vita per trasmetterla in Italia. Quel puntino rosso si è acceso in ritardo rispetto agli altri stati, quando la proposta era appetibile col nostro paese e con quello che si poteva, di cui il mercato di pulcinella decideva, sono arrivati a fine anni novanta inizio duemila e quindi ben diversa: luna pop musica italiana leggera nostrana e linkin park d'importazione, il massimo del "metal" che i ragazzini buffoni figli di papá giocavano a fare i metallini credendo che lo fosse; erano questi ultimi e altre band veramente scartabilissime e solo di scena per languide band date in pasto a pubblico minorenne di "darkettine" infoiate per comprare cd che non ho voglia neanche di nominare (my chemical romance, him, etc. ahah) > moda, nu-metal, emo, grunge, blearrdh! Mentre non sapevano neanche chi erano i Rolling Stones. Motivo? Perchè non venivano pubblicizzati e questi pischelli rincoglioniti figli di papá dei pokemon come si esponevano a questo? avevano zero conoscenza rock perchè in realtá non gli interessava, erano in realtá discomani da spiaggia ombrellone e tunz tunz music di cui incitavano solo (sottolineo solo) alle band famose sulla tv globale industriale e commerciale mtv: il male, il pop, come la juve. Non sapevano chi erano gli Iron Maiden o non sapevano chi erano i Black Sabbath, non sapevano chi cazzo erano i Misfits. Ma d'altro canto sapevano chi erano i muse!! Di altro farlocco rockettino più da presa commerciale e stereotipato anche peggio dei muse c'erano sisi parecchie banducole ridicole, tutte commerciali e almeno sul momento, poche salvabili di un pó di qualità nonostante la trasmissivitá di mtv (italia), e ripeto, non mtv U.s.a. che è ben diversa. Ma nonostante loro avessero la buona musica era sempre malvisto dai rocker come emittente tv, si sa. Vero @Gt_Oro? Chi se li ricorda i the ark?? ahah insulsi, con quello con i capelli rossi tinti che nel video c'è il corvo, una delle tante, ma per piacere! Per chi gli piace canzonette per clamore mediatico e zero sostanza e non di qualità sonora musicale come bagaglio culturale. Come c'è ora il falso rap per presa easy diretta per un pubblico infante come fedez, gadhi, etc., o il punkettino farlocco profumato sofisticato finto alternativo coi blink 182, sum 41. Stessa cosa. Porta clamore, porta soldi dall'inizio, nessuna bravura, nessun rispetto da noi rocker, poi spariscono come meteore, o come quei tokio hotel, dove sono finiti quelli lì?! Ahah, meno male che..sono spariti. Se li sono portati via, spolpati per bene all'etichetta li hanno usati come pupazzi e via, il momento tirava quello per pochissimo tempo deciso dalla casa discografica, musica da clamore canzonette pop per il momento che poi via via, saranno meteore e automaticamente saranno i "coglioni di mtv", come comparse come apparizioni di spot pubblicitari di importazione italiana. Scarti. QUESTO MESSAGGIO SI AUTODISTRUGGERÀ (cit.)
marmar
Mercoledì 7 Agosto 2019, 23.24.42
62
Riconosco che i tre Muse sono ottimi musicisti e anche dei compositori di un certo spessore; hanno inoltre saputo vendere sempre bene il loro prodotto, anche perchè non si sono mai risparmiati con spettacoli live di grande impatto. Ritengo comunque che da sempre abbiano "tenuto"un grosso problema: la mancanza di un cantante degno di tale nome. Ritengo infatti la vocetta di mr. Bellamy come una zanzara che d'estate ti si infila in camera da letto e ti ronza intorno nell' oscurità impedendoti di dormire: semplicemente insopportabile. Io un disco dei Muse per intero penso di non averlo MAI finito; dopo tre o quattro canzoni mi manca l'aria, e anche questo "Absolution" non sfugge alla regola, non so cosa farci ma è così. Un "Hysteria" ogni tanto va anche bene e diverte pure, ma di più non reggo.
Joey DeFilippi
Sabato 3 Agosto 2019, 19.31.33
61
Io credo che questo 'Absolution' sia un discreto esempio di alternative pop-rock, leggermente patinato ma sufficientemente vario ed intraprendente da poter offrire qualcosa di valido all’ascoltatore. I brani migliori, a mio avviso, sono quelli che si trovano nella prima parte dell’album, nella quale accanto alla spiccata vena melodica emerge a tratti anche l’anima rock della formazione inglese (che trova pieno compimento in 'Stockholm Sindrome'); la seconda parte, invece, mi sembra piuttosto scialba e priva di mordente e con pochi momenti realmente interessanti. Per il resto, capisco benissimo le critiche di chi non sopporta minimamente la band (“i soliti ottusi metalioti”), mentre fatico a comprendere i toni entusiastici con i quali taluni ascoltatori osannano Bellamy e soci.
ObscureSolstice
Sabato 3 Agosto 2019, 12.11.51
60
@TeschioTheSkull post #46 sei troppo mainstream anche nella scelta di film del cinema, oltre che in musica
GT_Oro
Sabato 3 Agosto 2019, 11.54.30
59
Ricordo comunque che fino all'uscita di Time Is Running Out anche su MTv i Muse se li fumavano poco.
SkullBeneathTheSkin
Venerdì 2 Agosto 2019, 16.29.26
58
@Galilee, tutto vero. Non ne faccio un discorso di solo mercato perché in realtà anche il contorno è diverso. Una volta una discussione come la nostra o la facevi dal vivo o per via indiretta tramite fanzine... fanzine dove odiatori non si sapeva cosa fossero, perché parteciparvi era interesse genuino (e cmq fatica) mentre oggi chiunque può dire la sua minchiata a sbattimento zero. Questo, in nessun ambito, ci ha proposto il pensiero rivoluzionario di qualche genio, solo ci ha esposto all'ignoranza
Galilee
Venerdì 2 Agosto 2019, 16.01.08
57
Ho capito quello che vuoi dire ma la colpa è solamente del mercato. Quando la Apple se ne è uscita con l' I pod è iniziata la carneficina. E nessuno, nemmeno la Sony ha cercato di far qualcosa. Figuriamoci gli Stati. Nel frattempo è morto tutyo un intero sistema. A fine anni 70 Michael Jackson, grazie alle sue vendite straordinarie, riuscì ad ottenere il passaggio su Mtv e riuscì a riunificazione le classifiche che fino ad allora erano divise tra bianchi e neri. Adesso che i dischi li compro solo più io. Che potere pensi abbia un artista? Quando è l'unico a non avere diritti sulla sua musica? Ora che non c'è più un mercato è diventato l'artista stesso ad essere il prodotto delle case discografiche, che fanno di lui ciò che vogliono. Lo spremOno e lo gettano. Poi si potrebbe andare avanti per ore..tipo potremmo discutere sulla scelta degli artisti di oggi, praticamente innocui e gestibili.. Perché? Perché appunto li scelgono. Non sono più loro ad ottenere questo è quello.
SkullBeneathTheSkin
Venerdì 2 Agosto 2019, 15.53.40
56
Parabola, non iperbole...
SkullBeneathTheSkin
Venerdì 2 Agosto 2019, 15.48.10
55
No, io non cerco band uguali ad altre perchè già non riesco a sopportare band che fanno da anni lo stesso disco. Sto dicendo che la quantità oggi è tale da aver ammazzato la qualità o averla camuffata abilmente. Prendi i Mastodon (o chi preferisci) sono stati definiti i "nuovi metallica" in passato, ma con gli ultimi due album sono stati criticati non poco ed in ogni caso il loro ultimo concerto italiano è stato al Live di trezzo che è un gran bel locale ma... non è un palazzetto nè tantomeno uno stadio. Non saprei farti altri nomi, ma sto dicendo che tutta l'immondizia mediatica e la sua iperbole negli anni ha di fatto accelerato il ritmo con cui si sostituiscono i "big", dalle stelle alle stalle in un terzo del tempo rispetto a prima. Non è che qui parliamo di Azeglio, Mustaine ecc a caso... è che nessuno ancora si è avvicinato a quei livelli di carisma senza esaurirsi prima, o farsi esaurire. Io lo vedo come un periodo brutto, il post 2010 sopratutto, perchè a fronte di tanta musica e nuovi modi di fruirne, non abbiamo un miglioramento. Per me 3/4 di ciò che viene pubblicato (in generale) è nettamente merda
Galilee
Venerdì 2 Agosto 2019, 14.54.39
54
Ma queste ci sono. Gli Esempi li ho fatti. Quello che cerchi c'è già. L'unica cosa che è cambiata è il mercato. Ma le band leader ci sono state fino ad una decina di anni fa. I the Muse riempiono gli stadi per dire..
SkullBeneathTheSkin
Venerdì 2 Agosto 2019, 13.06.32
53
@Galilee, i miei pensieri sono sempre contorti. in effetti la ricerca dei nuovi eroi non era riferita allo stile ma alla portata del fenomeno, all'indiscutibilita del loro successo. I nuovi acdc per sound sarebbero gli airborne, se vuoi, ma questi ultimi non ti riempiono Doninghtno castle. Non servono i nuovi Metallica, serve un band metal capace di portare 42000 persone a san siro. Questo intendevo, chi ci riesce non è una band giovane o contemporanea
Galilee
Venerdì 2 Agosto 2019, 12.36.21
52
Credo che il tuo ragionamento Skull sia sbagliato dalle basi. I nuovi AC/DC? Ma già solo la domanda in sé è errata. Se cerchi i nuovi qualcosa significa che cerchi qualcosa che non ci sarà mai. O una copia. La storia del rock e fatta dai The Beatles, dagli Zeppelin, dai Guns ,dai Nirvana e dai The Muse..... Non dai The Beatles e i nuovi The Beatles. I nuovi Metallica non esistono? Meno male e fidati non ci saranno mai. Nella mia vita però ho avuto tanti Metallica. Dagli Anthrax ai Korn agli Slipknot ai DestraGe. ... Spero di essermi spiegato. Anyway se cercate i Nuovi ci sono sempre i Greta. .
Rob Fleming
Venerdì 2 Agosto 2019, 9.37.55
51
@SkullBeneathTheSkin: come non darti ragione. E' chiaro che quello la TV ha amplificato il tutto. Youtube, poi, non ne parliamo (e io per primo lo utilizzo spesso). Non sarei solo così catastrofico sui tempi e mi fermerei a metà anni '90. Dopo veramente poca roba
SkullBeneathTheSkin
Giovedì 1 Agosto 2019, 20.32.42
50
@Rob Fleming: le dinamiche del sistema non sono stravolte, lo penso anche io però c'è un MA grande come una casa... la portata di fuoco. È di parecchi ordini di grandezza superiore al punto che, se ci rifletti bene, fuori dalla gazzara restano principalmente dischi/gruppi pre 1980 circa. Se ci rifletti un altro poco converrai con me che oggi i nuovi Maiden o i nuovi Acdc o i nuovi Metallica non esistono ed è circa 30 anni che è così perché il ritmo si è fatto veloce. Il ritmo con cui si consuma roba di poco valore
Rob Fleming
Giovedì 1 Agosto 2019, 16.32.17
49
Sono d'accordo con @Galilee; francamente non capisco proprio il discorso che viene fatto - in generale e non solo per i Muse - "band nata su MTV"..."Pompata da MTV"... E' dagli anni '80 che c'è MTV; prima c'era la radio e i programmi alla TV: Sullivan, Top of the Pops e non so cos'altro. Il sistema è IDENTICO. Non cambia nulla. C'erano le emittenti radio che pompavano il singolo. E chi gli diceva di farlo? A volte l'intuito del dj il più delle volte la casa discografica. I Muse sino al 2006 hanno offerto grandissima musica; dopo, a mio avviso, hanno perso qualcosa in spontaneità, immediatezza; troppi ammiccamenti a certo pop assai dimenticabile. Ma con Absolution erano ancora freschissimi
Salvatore
Giovedì 1 Agosto 2019, 15.41.49
48
LAMBRUSCORE spero che tu abbia sedici anni o meno, perchè altrimenti ci sarebbe da preoccuparsi. Chi ti avrebbe insultato? Il flame lo hai acceso tu con un commento puerile e squallido indegno anche per i cinepattoni
Galilee
Giovedì 1 Agosto 2019, 13.41.09
47
Ma certo Obscure per essere talentuosi gli artisti non devono essere bravi a suonare , non devono essere dei compositori originali e non devono essere stimati da chi è del mestiere. Per carità. E ivviamente hanno avutobsuccesdo solo grazie alla tv. Difatti tutti quelli che li ascoltano non li ascoltetebbero se non li avessero visti su Mtv. Insomma i gusti della gente sono imposti dalla TV. Quindi gente se vi piacciono siete schiavi del sistema e non capite un cazzo di musica ovviamente. In poche parole una band per essere all'altezza della situazione deve piacere ad Obscure. Tutto il resto è relativo... come l'accostamento di una band che da Funky rock contaminato di Black Music e uno di matrice inglese con sonorità indie, garage, prog e pop... mah....vabbè..
SkullBeneathTheSkin
Giovedì 1 Agosto 2019, 13.28.53
46
Beh, mi viene in mente Checco Zalone che sfotte Allevi suonando con due dita, uno per mano, e la faccia da babbeo... )
ObscureSolstice
Giovedì 1 Agosto 2019, 13.26.03
45
Metalshock parla di ultras, ma pure i muse gli piacciono, evabeh. Questa è una band nata su mtv e vissuta su mtv...e non venitemi a dire trovando la scusa che c'erano pure altre band piú stimate perché peccato che queste ultime non ci sono peró nate su mtv, di cui proiettate a fine anni '90 per forza di cose a quel mostro a tre lettere, ma dove le volte che venivano proiettati era molto minore di questi commerciali muse, o come nel post-2000 la via è cambiata ancora una volta: facebook o istagram per sopravvivere come band. Questi, i muse, fin dal principio su mtv italy, la loro fama la devono proprio per quel canale tv e quel portale sennò nessuno li conoscerebbe, tralasciando la tecnica strumentale che è fine a sè stessa e interessa fino a un certo punto. Poi che un prof di musica sia insormontabile perché prof di musica, come un colletto bianco, potrebbe piacergli pure la musica di topo gigio e allora meglio non esserlo
SkullBeneathTheSkin
Giovedì 1 Agosto 2019, 13.24.03
44
Lambruscore, ovviamente non mi permetto di rivolgermi a te, non mi fa né caldo né freddo il tuo linguaggio. Però se sai già cosa provochi puoi anche regolarti, no? Capita a tutti di pisciare fuori dal vaso. Amen. Tirem innanz
SkullBeneathTheSkin
Giovedì 1 Agosto 2019, 13.22.03
43
A me non fanno per niente impazzire, ma la caratura gli va riconosciuta. L'espressione "mi fa cagare" è sempre l'inizio della rissa. Io non mi preoccupo delle parole, sono ventrale anche io... ma qualcuno che si offende per un puntoevirgola mal messo arriva sicuro eagari lo vede anche come un insulto... io direi che sta pantomima può finire. Dire "mi fa cagare" o "bamboccione" non è un insulto. "sei un coglione" è un insulto.
Galilee
Giovedì 1 Agosto 2019, 12.53.41
42
Beh..Lambrusco sono oggettivamente un gran gruppo. Il fatto che tu li schifi non cambia la sostanza. E pieno di gran musicisti che li adorano , in primi il mio insegnante di basso che è anche direttore della scuola di musica. Un coglione insomma.
LAMBRUSCORE
Giovedì 1 Agosto 2019, 12.10.59
41
Adesso, dopo ripetute offese ricevute da vari utenti, non posso neanche scrivere VA' A CAGHER????? Metallized, avete veramente rotto i maroni, andate dai vostri amici del clero, a far censura, addio, hahah
LAMBRUSCORE
Giovedì 1 Agosto 2019, 11.40.35
40
Salvatore, osannati da chi??? Da te e da altri, mentre io e ti garantisco moltissimi altri non li sopportiamo, cosa c'entrano gli ultras? (Edit...)
Salvatore
Giovedì 1 Agosto 2019, 9.29.54
39
Veramente i bamboccioni sono quelli che intervengono solo per buttare merda sui gruppi osannati come i Muse con commenti da prima elementare e con atteggiamenti da trogloditi e buzzurri. Se vi piace così tanto fare il tifo contro diventate degli ultras e andatevene allo stadio come fanno tutti.
LAMBRUSCORE
Mercoledì 31 Luglio 2019, 20.40.49
38
Davide 68, anche se hai 51 anni, sei il solito bamboccione, tra l'altro questo sito ne è infestato, che quando gli toccano il gruppo preferito, frignano come dei bambini, ridicolo...
SkullBeneathTheSkin
Mercoledì 31 Luglio 2019, 11.08.55
37
Dai, ci proverò anche io. A memoria (e ormai...) ricordavo un pezzo che partiva con strofe sincopate ed ansiose che dicevo appunto soffrire per poi lanciare un ritornello dove forse in effetti un po' di Patton c'è. Si tratta di Fragments & Ashes, sono andato a controllare il titolo, adesso non ho il disco sottomano. In ogni caso Giraffe è un gran bell'album, ma se dovessi dire "liberate il talento di DuVall, maledetti" non sarei convintissimo. Buona giornata buzzurry
tino
Mercoledì 31 Luglio 2019, 10.05.40
36
skull stasera dopo cena il cd serale pre tv sarà quello e commenterò in tempo reale perchè a memoria non ti posso dire quali canzoni possano avermi dato quel sentore. da dire che ho ascoltato il gruppo perchè ammiro duvall e ciò che fa con cantrell. Per i red hot sono d'accordo con rob, è come paragonare atleticamente uno sciatore con un nuotatore...poco senso anche perchè sono diverse pure le epoche
Rob Fleming
Mercoledì 31 Luglio 2019, 10.01.00
35
Che i Muse possano non piacere o essere detestati ci sta. Ma accostarli ai RHCP dicendo che questi li spazzano via lascia il tempo che trova. I RHCP sono californiani, hanno attinto dalla cultura nera; Flea è un bassista che vira al funky più sfrenato; Frusciante o Navarro sono quanto di più lontano dalla musica europea, classica o prog che ci sia. Per assurdo, allora, rimanendo in ambito "trio" si potrebbe anche dire: "Eh, ma i Cream e i Rush erano un'altra cosa". Non ha molto senso, dai...
SkullBeneathTheSkin
Mercoledì 31 Luglio 2019, 9.14.11
34
Tino guarda che ti prendo sul serio, nel non cogliere... cioè "il gruppo di Patton" due dischi uguali non li ha fatti. Se mi dici che in qualche vocalizzo c'è un mood alla "angel dust" allora (forse) capisco cosa intendi dire. Prendo real Thing o King for a day ed i Giraffe continuo a vederli a km di distanza... magari è un'impressione soggettiva, però dimmi, a "quali" FNM somigliano?
tino
Mercoledì 31 Luglio 2019, 8.06.49
33
No sinceramente ascoltateli bene e troverai molte similitudini stilistiche con il gruppo di patton, stasera me lo riascolto giusto per rinfrescarmi le impressioni.
ObscureSolstice
Martedì 30 Luglio 2019, 23.48.12
32
Galilee, non ci sarebbe molto da ridere pensando che i red hot chili peppers essendo che è una band di rock alternativo è stato fatto apposta un riferimento perché vengono dallo stesso genere
SkullBeneathTheSkin
Martedì 30 Luglio 2019, 21.47.05
31
Per me è un ammiccamento, per fortuna isolato, non sono convinto che sia un "effetto-muse" dovuto all'incedere del pezzo... fidati, per me è come un'allergia, peccato perché musicalmente c'è ed il solo è spaziale. Cmq mai avrei accostato FNM e GTO... metti poco tabacco!!!
tino
Martedì 30 Luglio 2019, 21.11.42
30
comunque dawn within ha in effetti quello stile ma è il frutto di quelle melodie cantilenate tipiche di certa musica tradizionale mediorientale...comunque gran pezzo e gran assolo di chitarra (commentato in tempo reale)
tino
Martedì 30 Luglio 2019, 21.08.15
29
si hai ragione, per i giraffe come ho detto il primo punto di riferimento che vedo nella loro musica è ai fnm, a me il disco piace molto
SkullBeneathTheSkin
Martedì 30 Luglio 2019, 21.04.08
28
Tino intendevo lo stile vocale, non il cantante. "Dawn Within" è un pezzo di tales con un cantato molto muse (skippo sempre) ed invece i Giraffe hanno quasi tutto il disco con linee vocali che trovo quasi fastidiose, perché trasmettono ansia, agonia. Mi disturbano pur avendo sotto partiture interessanti.
tino
Martedì 30 Luglio 2019, 20.19.54
27
skull, sui myrath (che tra l'altro manco farlo apposto sto ascoltando in questo preciso istante) non capisco bene l'attinenza con il cantato dei muse in quanto zorgatti mi sembra uno migliori (nuovi) cantanti in circolazione con uno stile molto versatile e adatto a diversi stili. Sui giraffe beh anche li' penso che duvall non sia certo un motivo per allontanarsi dagli ascolti, anche se recita una parte diversa da quella che interpreta negli alice in chains, più che ai muse mi sembra faccia(no) più il verso ai faith no more (e a mike patton)
progster78
Martedì 30 Luglio 2019, 17.59.42
26
Per carita' ognuno ascolti quel che gli pare ma ridurre i Muse a qualsiasi band mainstream poppettara fatta di fighetti mi sembra eccessivo, loro sono stati in grado di portare un po' d'aria fresca nel panorama rock inizio anni duemila,cmq come detto all'inizio ognuno ascolti quel che vuole.
SkullBeneathTheSkin
Martedì 30 Luglio 2019, 17.13.37
25
@tino: anche io non reggo proprio quel cantato "ansioso"... che per attimo sembrava far perfino tendenza... penso ai Giraffe Tongue Orchestra oppure la stessa "Dawn Within" dei Myrath... ho sperato davvero non diventasse una moda Questo particolare mi tiene lontano dai Muse (beh, anche la loro evoluzione poppusa, volendo) ciononostante ricordo di aver ascoltato e apprezzato parecchio alcuni pezzi da "black hole and revelations"...
davide68
Martedì 30 Luglio 2019, 17.03.46
24
a volte il cervello uno se lo beve col lambrusco...e si vede
kurujai
Martedì 30 Luglio 2019, 16.12.06
23
bellissimo disco butterfly and hurricane è un gioiello . con il tempo si sono ammosciati con dischi un po' ...beh … dico solo che l'ultimo in confronto a questo Absolution è una cagata pazzesca .
tino
Martedì 30 Luglio 2019, 16.05.23
22
Anche io non sono mai stato fan di questo gruppo perché non gradisco lo stile canoro del cantante (sulla musica niente da dire), però mi è capitato qualche anno fa di vedere un loro live ufficiale, penso fosse il rock am ring, e mi hanno sorpreso per la padronanza tecnica e anche per la potenza del sound…sembravano gli ac-dc.
GT_Oro
Martedì 30 Luglio 2019, 14.24.19
21
Bell'album, non al livello di Origin, ma l'ultimo veramente valido in pieno. Capisco i gusti di tutti, ma certi commenti da flamer de sta ceppa (fra l'altro pure completamente errati come dice Galilee) non si possono leggere.
Galilee
Martedì 30 Luglio 2019, 13.51.41
20
Tirare fuori i Red Hot qua fa proprio ridere. Inoltre tecnicamente sono tutti eccelsi soprattutto il bassista. Volete criticarli, ok, ma usate un minimo la testa.
ObscureSolstice
Martedì 30 Luglio 2019, 12.37.48
19
Solo la copertina è fantastica. Per il resto non mi hanno mai detto niente, mi sono sempre sembrati i modá esteri. Alternative rock, bah. I red hot chili peppers gli fanno un culo così a questi fighettini del rock alternativo con un solo accordo di basso (per non parlare del resto), ma penso che.. qualsiasi band presa a caso gli lascia lo stacco di differenza. Degustibus. Troppo pop comunque
LAMBRUSCORE
Martedì 30 Luglio 2019, 7.40.14
18
Avevo provato ad ascoltarli, niente da fare, non c'è stato un pezzo che mi abbia detto qualcosa , neanche dal vivo, ok, problemi miei, va bene se mi esprimo così, signori?
Casey
Martedì 30 Luglio 2019, 1.09.49
17
@LAMBRUSCONE hai considerato che forse, dei tuoi problemi intestinali, può non importare granchè a chi legge i commenti? Se sei così soggetto a cagarti addosso potresti provare a cambiare alimentazione, o al limite a rivolgerti a un nutrizionista o un gastroenterologo. Qui si si parla di musica (e di gran classe), si potrebbe fare a meno di denigrare un album che immagino tu non abbia nemmeno ascoltato.
LAMBRUSCORE
Lunedì 29 Luglio 2019, 20.45.53
16
Vorrei sottolineave il fatto che codesta band non è pev nulla di mio gvadimento, pev giunta non la veputo gvadita a noi che tutti i sabato pomeviggio sguazziamo a Pavma in via Cavouv, gvazie pev lo spazio che mi avete con-cesso.
Lizard
Lunedì 29 Luglio 2019, 20.25.59
15
Problema non ce n'è, ma non è che sia divertente cancellare messaggi e comunque nessuno ti obbliga a scrivere per forza se non hai altro da dire che "gruppo del cazzo". Puoi anche farne a meno.
LAMBRUSCORE
Lunedì 29 Luglio 2019, 20.05.57
14
Lizard, se non va bene quello che scrivo, cancellate i miei post, non vedo il problema
Lizard
Lunedì 29 Luglio 2019, 19.55.36
13
@Lambruscore: però datti una calmata... libertà di avere le tue opinioni e gusti, ma mi sembra che ultimamente ti stia approfittando parecchio di questo tuo ruolo da "simpatico e ruspante guascone" del sito.
LAMBRUSCORE
Lunedì 29 Luglio 2019, 19.49.37
12
Ribadisco, Muse gruppo del casso, inascoltabili, da abolire, roba da discotecari, hanno suonato in un locale dalle mie parti, so che c'erano tutti i ragazzini perché li hanno visti su mtv, spero si siano sciolti, inutili....
LAMBRUSCORE
Lunedì 29 Luglio 2019, 19.47.28
11
davide68, che cazzo dici? ahah, dei Running Wild amo 4 o 5 dischi, quindi non sparare cazzate, 68 è il tuo anno di nascita o la tua età' esen !!! ahahahaha
sicktadone
Lunedì 29 Luglio 2019, 17.33.36
10
Disco davvero ottimo, secondo me ancora fino a Resistence compreso si salvano, successivamente non mi hanno più entusiasmato
entropy
Lunedì 29 Luglio 2019, 16.38.48
9
Anche per me i primi tre sono grandissimi album, poi questo e origin sfiorano il capolavoro. Anche il quarto non è malvagio. Di li in poi però hanno virato su territori per me troppo pop e commerciali.
davide68
Lunedì 29 Luglio 2019, 16.34.59
8
grazie a dio cedo che chi si intende veramente di musica ancora c'è. Classe infinita, capacità compositiva, quel classico non so che di predestinati. Come spiegarlo a gente come Lambruscore che dopo 18 album uguali dei pur fantastici Running Wild non coglie la differenza tra l'oro e i sassi. e il genere non centra !
Rob Fleming
Lunedì 29 Luglio 2019, 16.07.49
7
Io vado oltre e dico che sino al quarto sono stati impeccabili. E in questo disco c'è una Stockholm Syndrome che è una bomba distruttiva che in sede live spazza(va) via tutto e tutti. Melodie perfette; riff duri se non durissimi; tecnicismi mai fini a se stessi. Dopo, è vero, si sono "adagiati".85
progster78
Lunedì 29 Luglio 2019, 15.41.15
6
Anch'io ritengo che i primi 3 dischi siano bellissimi,questo Absolution in particolare lo trovo superbo,solo Butterflies and Hurricanes vale l'acquisto del disco.....purtroppo le ultime uscite non mi hanno conquistato ma questo album vale sicuramente un 90.
Casey
Lunedì 29 Luglio 2019, 14.25.50
5
I primi tre album dei Muse sono qualcosa di stratosferico, questo Absolution fu la consacrazione definitiva. Per i soliti ottusi metalioti sarà anche stato il passo verso il mainstream, ma in realtà Absolution mantiene un livello di scrittura superlativo, rendendo il sound più appetibile senza snaturarsi. Certi commenti come il num.2 sono davvero squallidi, da minus habens proprio.
In Bloom
Lunedì 29 Luglio 2019, 13.23.35
4
Magari per vedere al solito se qualcuno abbocca
lisablack
Lunedì 29 Luglio 2019, 12.43.03
3
Che senso ha paragonare i Muse a band che fanno Power o heavy..boh! Proprio la differenza tra il giorno e la notte..mah!☹️
LAMBRUSCORE
Lunedì 29 Luglio 2019, 12.27.01
2
Anche per me sono inarrivabili.... quando devo scappare al cesso sono meglio delle supposte evacuanti....
davide68
Lunedì 29 Luglio 2019, 10.51.00
1
gruppo superiore a qualsiasi cosa....originali..non hanno copiato mai niente a dispetto delle 1000 band power o heavy cloni di qualcos'altro...supergruppo irraggiungibile !
INFORMAZIONI
2003
Taste Media / Warner Records
Alternative Rock
Tracklist
1. Intro
2. Apocalypse Please
3. Time is Running Out
4. Sing for Absolution
5. Stockholm Syndrome
6. Falling Away With You
7. Interlude
8. Hysteria
9. Blackout
10. Butterflies & Hurricanes
11. The Small Print
12. Endlessly
13. Thoughts of a Dying Atheist
14. Ruled by Secrecy
Line Up
Matthew Bellamy (Voce, Chitarra, Tastiera)
Chris Wolstenholme (Basso, Cori)
Dominic Howard (Batteria, Percussioni)
 
RECENSIONI
87
76
ARTICOLI
16/03/2016
Live Report
SADIST + ADIMIRON + FOG + DYING MUSES
Cycle Club, Calenzano (FI), 12/03/2016
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]