Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Havok
V
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

07/08/20
KALT VINDUR
...And Nothing is Endless

07/08/20
LORD OF THE LOST
Swan Songs III

07/08/20
WOR
Prisoners

07/08/20
MESSIAH
Fatal Grotesque Symbols - Darken Universe

07/08/20
BLACK ROSE MAZE
Black Rose Maze

07/08/20
MOONSPELL
The Butterfly Effect (Ristampa)

07/08/20
STILLBIRTH
Revive the Throne

07/08/20
RAMOS
My Many Sides

07/08/20
SELBST
Relatos De Angustia

07/08/20
BLUE OYSTER CULT
45th Anniversary, Live in London

CONCERTI

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

11/08/20
BAD RELIGION
FESTIVAL DI RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

12/08/20
BAD RELIGION (SOSPESO)
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

Gama Bomb - Citizen Brain
24/08/2019
( 378 letture )
Tra le varie band della nuova ondata thrash ad aver ottenuto un discreto riscontro, gli irlandesi Gama Bomb risultano quelli con i piedi più piantati nella tradizione, proponendo un sound di chiara derivazione tanto dallo speed quanto dall’hardcore, recuperando inoltre una vena goliardica che li pone, in questo senso, in scia dei teutonici Tankard. Il thrash proposto dai nostri è senza particolari pretese, ma centra il comunque notevole obiettivo di divertire, disco dopo disco. All’epoca della lavorazione di Citizen Brain, la band era reduce dal discreto esordio autoprodotto Survival of the Fastest (2005), che già aveva visto impegnati il vocalist Philly Byrne, il chitarrista Luke Graham e il bassista Joe McGuigan. A questi si affiancano il chitarrista Domo Dixon e il batterista Paul Caffrey. Il gruppo, nel frattempo, è approdato alla Earache Records, che produce la loro seconda fatica in studio.

Citizen Brain, uscito il 9 giugno 2008, si compone di ben quindici brani, a fronte di un minutaggio complessivo che risulta inferiore ai quaranta minuti. Ad eccezione di Hammer Slammer, Sentenced to Thrash e della conclusiva Bullet Belt, tutte le altre tracce non raggiungono i tre minuti di durata, con l’estremo toccato dalla fuga hardcore OCP, che brucia in appena cinquanta secondi. Zombie e violenza splatter sono le tematiche a fare da filo conduttore all’album, come peraltro subito suggerito dalla variopinta e “fumettosa” copertina, curata da Rory McGuigan. Non mancano riferimenti a videogiochi, con Space Invaders, o all’alcool con Thrashoholic, mentre in Global Warning ci si concede anche il lusso di un’invettiva, si fa per dire, contro un’umanità disattenta al destino del pianeta che abita. Senza dubbio, rispetto al predecessore, la produzione risulta assai più curata e l’innesto di una chitarra solista quale Dixon impreziosisce il sound degli irlandesi. Difficile citare un brano che si imponga all’ascolto rispetto agli altri, con l’eccezione forse dell’opener Zombie Blood Nightmare e di Final Fight, rispecchiando in tal modo il principale limite della proposta dei Gama Bomb, in grado comunque di compensare con trame sempre orecchiabili, accelerazioni vertiginose e assolo al vetriolo, tutti elementi che lasciano presagire incendiarie prestazioni dal vivo.

In ultima analisi, da un punto di vista stilistico, Citizen Brain risulta un lavoro omogeneo, ma privo di particolari punti di forza. L’album consente comunque ai Gama Bomb di imporsi come i più credibili alfieri nel nuovo millennio del thrash scanzonato e senza fronzoli, dando il via definitivo a una discreta carriera che conta, ad oggi, altri quattro capitoli in studio.

Buon ascolto e che il metallo sia con voi!



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
60 su 2 voti [ VOTA]
arbitrato-rituale
Martedì 27 Agosto 2019, 8.32.17
4
Mi allineo ai commenti sotto. Tra l'altro tra tutte le band di questa scia revival i Gama bomb sono forse i meno originali. Li consiglio però dal vivo.
Diego75
Martedì 27 Agosto 2019, 1.52.23
3
Ogni periodo ha il suo trend musicale e le sue band....i revaival sono cose ridicole....comperatevi gli originali che e’ meglio ....come diceva il puffo quattrocchi!
Diego75
Martedì 27 Agosto 2019, 1.48.29
2
Per queste band revaival non spendo nemmeno un euro!...per il semplice fatto che le trash band classiche hanno sempre cercato di suonare fresco e innovativo. Già all ‘ epoca....insomma cercavano di evolvere il loro sound....questi invece fanno tutto il contrario e cercano di apparire come copia incolla di un determinato o determinati anni o periodi....poi obiettivamente sono band composte per lonpiu’ Da pivelli e pseudo saputelli che manco non erano nati all’ epoca .!
duke
Sabato 24 Agosto 2019, 14.31.44
1
....non e' un disco brutto.....ma nemmeno mi entusiasma piu' di tanto.....tra le bands dedite al " thrash metal revival anni 80".....si puo' trovare di meglio......
INFORMAZIONI
2008
Earache Records
Thrash
Tracklist
1. Zombie Blood Nightmare
2. Evil Voices
3. Final Fight
4. Time Crime
5. Global Warning
6. OCP
7. Hammer Slammer
8. Sentenced to Thrash
9. Zombi Brew
10. Hell Trucker
11. Return of the Technodrome
12. Thrashoholic
13. In the Court of General Zod
14. Space Invaders
15. Bullet Belt
Line Up
Philly Byrne (Voce)
Domo Dixon (Chitarra)
Luke Graham (Chitarra)
Joe McGuigan (Basso)
Paul Caffrey (Batteria)
 
RECENSIONI
80
78
75
70
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]