Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Phil Campbell
Old Lions Still Roar
Demo

Pinewalker
Migration
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

18/11/19
MARRAS
Where Light Comes to Die

21/11/19
SIGNUM REGIS
The Seal Of A New World

21/11/19
DUST
Breaking The Silence

22/11/19
SODOM
Out of the Frontline Trench

22/11/19
MAGIC KINGDOM
MetAlmighty

22/11/19
THE WHO
Who

22/11/19
LINDEMANN
F & M

22/11/19
CRYSTAL VIPER
Tales of Fire and Ice

22/11/19
BLOOD INCANTATION
Hidden HIstory of the Human Race

22/11/19
LORD MANTIS
Universal Death Church

CONCERTI

17/11/19
PROFANATICA + DEMONOMANCY
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

18/11/19
LEPROUS + THE OCEAN + PORT NOIR
CAMPUS INDUSTRY MUSIC - PARMA

19/11/19
SACRED REICH
LEGEND CLUB - MILANO

19/11/19
GODSPEED YOU! BLACK EMPEROR + METTE RASMUSSEN
HALL - PADOVA

20/11/19
AMON AMARTH + ARCH ENEMY + HYPOCRISY
ALCATRAZ - MILANO

21/11/19
SKID ROW + HOLLOWSTAR
PHENOMENON - FONTANETO D/AGOGNA (NO)

22/11/19
EARTH + GUEST
BLOOM - MEZZAGO (MB)

22/11/19
SKID ROW + HOLLOWSTAR
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

22/11/19
HEIDEVOLK + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

22/11/19
STRANA OFFICINA + COLONNELLI
THE CAGE THEATRE - LIVORNO

Sepolcro - Amorphous Mass
02/09/2019
( 318 letture )
Attivi dal 2011 e con alle spalle una serie di pubblicazioni quali demo, split e compilation, i Sepolcro rilasciano quello che è a tutti gli effetti il primo EP della loro carriera, Amorphous Mass. Per quanto il nome possa suonare nuovo, chi ha seguito la scena più undeground nostrana negli ultimi anni si sarà certamente imbattuto in Undead Abyss, demo del 2018 decisamente interessante e rivolto ad un pubblico molto affezionato a sonorità oscure e Lovecraftiane.

Amorphous Mass non si discosta da quanto detto e anzi, evidenzia un bel passo in avanti rispetto al precedente lavoro. I cinque pezzi che compongono l'EP sono di chiara ispirazione vecchia scuola anche per quanto riguarda la produzione; e non poteva che essere così, dato che abbiamo a che fare con un immaginario ispirato a Lovecraft e che quindi punta molto sul ricreare delle atmosfere cupe e caotiche. Tra blast beat e riff fuori controllo, il sound dei Nostri è sicuramente molto d'impatto e consegna brani molto coinvolgenti, merito anche dell'alternarsi tipico tra momenti più aggressivi ad altri più doom-oriented. Trattandosi di un un lavoro che, escluso un intermezzo, si esaurisce in meno di venti minuti, è superfluo soffermarsi sui singoli brani.

Ciò che possiamo dire è che pur trattandosi di un trio il risultato finale è tutt'altro che scarno o vuoto, anzi, le tracce di chitarra, unite al lavoro di basso/batteria e dalle ferali voci di Hannes e Simone trascinano da subito l'ascoltare nel contesto sonoro descritto in precedenza. Una buona prova in linea, se non anche superiore alle precedenti, che lascia ben sperare per un futuro full length e che sicuramente darà soddisfazioni agli amanti di proposte così intransigenti e lontane dal death metal moderno.



VOTO RECENSORE
65
VOTO LETTORI
70 su 5 voti [ VOTA]
Pacino
Martedì 10 Settembre 2019, 12.19.15
1
Sepolcracci. Voto 72
INFORMAZIONI
2019
Unholy Domain Records
Death
Tracklist
1. The Malevolent Mist
2. Sulphurous Eruption from the Depths
3. Unnamed Dimension
4. An Ancient Summoning
5. Amorphous Mass
Line Up
Hannes (Voce, Batteria)
Simone (Voce, Chitarra)
Nor (Basso)
 
RECENSIONI
69
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]