Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Primal Fear
Apocalypse
Demo

Talbot
Magnetism
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

17/08/18
EXOCRINE
Molten Giant

17/08/18
DORO
Forever Warriors, Forever United

17/08/18
CARNATION
Chapel of Abhorrence

17/08/18
FEUERSCHWANZ
Methämmer

17/08/18
CEMETERY URN
Barbaric Retribution

24/08/18
FOSCOR
Les Irreals Versions

24/08/18
ANCESTORS
Suspended In Reflection

24/08/18
DIABOLOS DUST
The Reaper Returns

24/08/18
PAUL FERGUSON
Remote Viewing

24/08/18
HOPELEZZ
Stories Of A War Long Forgotten

CONCERTI

16/08/18
FRANTIC FEST (DAY 1)
TIKITAKA VILLAGE - FRANCAVILLA (CH)

17/08/18
FRANTIC FEST (DAY 2)
TIKITAKA VILLAGE - FRANCAVILLA (CH)

17/08/18
NEREIS + GUESTS
CASTALDI FESTIVAL - SEDICO (BL)

17/08/18
NECRODEATH + GUESTS
ZONA INDUSTRIALE - PULSANO (TA)

17/08/18
RADUNOROCK FESTIVAL (day 1)
BAITA PENNA NERA - VALLE DI CEMBRA (TN)

17/08/18
HARD ROCKOLO FESTIVAL
PARCO ROCCOLO - PIEVE DI CADORE (BL)

18/08/18
FRANTIC FEST (DAY 3)
TIKITAKA VILLAGE - FRANCAVILLA (CH)

18/08/18
DESTRAGE + GUESTS
SUMMER CROCK FESTIVAL - BORGHETTO DI SAN MARTINO DI LUPARI (PD)

18/08/18
HIRAX + GUESTS
MU CLUB - PARMA

18/08/18
RADUNOROCK FESTIVAL (day 2)
BAITA PENNA NERA - VALLE DI CEMBRA (TN)

Darkthrone - F.O.A.D.
( 6052 letture )
Noncuranti della marea di critiche piovutegli addosso per il precedente album, sprezzanti delle lamentele di legioni di blackster delusi, i Darkthrone continuano imperterriti sulla propria strada lanciando a tutti un messaggio chiaro e diretto: Fuck Off And Die.

Basta un'occhiata alla punkeggiante copertina di questo nuovo F.O.A.D. per rendersi conto che ormai i due di Oslo sono pienamente proiettati nella loro "nuova" dimensione fatta di provocazione, sarcasmo e indolenza nei confronti dell'attuale scena black. "New Wave Of Black Heavy Metal", così il duo norvegese ha goliardicamente battezzato la loro attuale ragione musicale, accompagnata dalla solita attitudine senza compromessi che sfocia in un album che inizia e finisce nel solco lasciato dal precedente The Cult Is Alive.
Registrato come al solito in quattro e quattr'otto, il tredicesimo album in studio della seminale band norvegese non apporta nessuna novità sostanziale al sound del suo predecessore e continua a muoversi su sonorità tipicamente old-school che si rifanno tanto ai soliti Celtic Frost, Bathory e Venom quanto ai Motorhead e alle prime band che all'alba degli anni ottanta miscelavano punk e metal primordiale creando i presupposti per l'esplosione della tanto adorata NWOBHM. Ciò significa che chi continua a cercare nel sound dei Darkthrone quel black metal che li ha resi famosi e del quale loro stessi sono stati per dieci anni incontrastati capiscuola rimarrà inevitabilmente deluso. Eppure i nove pezzi che compongono l'album puzzano ancora di cadavere, e come sempre sono costruiti su pochissimi riff grezzi e ignoranti che creano quell'atmosfera caotica, malsana e nichilista che accoglie i latrati di un Nocturno Culto mai così vicino (fatte le dovute proporzioni) all'impatto vocale di Panzerfaust. Rock n' Roll sporco e malato, heavy metal marcio e bastardo, l'attuale suono dei Darkthrone può piacere o meno, ma è indubbio che anche nella sua nuova veste apparentemente più irriverente e scanzonata, risulti sempre dannatamente maligno e autentico, serpeggiante e doloroso, molto più credibile nei suoi tempi medi che non in una sequenza infinita di blast-beat e vaneggiamenti sulla nera fiamma.
Che poi l'album sia affetto dai soliti alti e bassi è inevitabile, l'ispirazione non è più quella di una volta e nessuno (sicuramente neanche loro stessi) si aspetta dai Darkthrone un nuovo capolavoro di musica estrema. Giocando su questo basso profilo però, Fenriz e Nocturno Culto sono riusciti ad inanellare diversi episodi altamente goderecci come These Shores are Damned, Canadian Metal, Fuck Off And Die o Raised on Rock, highlights di un platter destinato a creare una frattura ancora più profonda tra vecchi e nuovi estimatori della band che, ne siamo sicuri, continuerà a fregarsene allegramente di tutto e tutti come ha sempre fatto.

Call it black metal or evil rock, they don't care.



VOTO RECENSORE
72
VOTO LETTORI
55.05 su 52 voti [ VOTA]
Aceshigh
Lunedì 23 Luglio 2018, 15.52.13
16
La fase cazzareccia e rolleggiante dei Darkthrone non è quella che preferisco, ciononostante questo album lo ascolto abbastanza volentieri. Non tutti i pezzi sono allo stesso livello, ma altri invece sono incriticabili (penso all'opener per esempio), stesso discorso per la performance di Nocturno Culto, sempre uno dei migliori in campo black. Voto giusto.
Doomale
Venerdì 18 Novembre 2016, 17.36.32
15
@Lambruscone..ahhh...appunto! Non ci crederai ma anche io ho quella versione li...tra l'altro le foto sia del booklet che delle cartoline sono fichissime, soprattutto nei paesaggi..x non parlare dei circa 20 album nominati nel booklet..Slaughter, Sentinel Beast, Blessed Death...e mi fermo qui! Cazzereccio proprio!Fico
LAMBRUSCORE
Venerdì 18 Novembre 2016, 16.51.37
14
Comprato qualche anno fa, confezione cartonata con dentro poster e cartoline postali, ad un prezzo veramente basso, il disco non è male, poi @Doomale, il termine "cazzereccio", è perfetto per questo disco..
Doomale
Venerdì 18 Novembre 2016, 16.42.47
13
Me lo sto riascoltando ora...alla fine,degli album della seconda fase di carriera e' uno di quelli piu cazzerecci e godibili. Alcuni brani sono già improntati sullo stile che ha fatto pure "la fortuna" ( si fa' x dire) dell'ultimo Arctic Thunder. Qualche altro brano piu' bruttarello..ma ci puo stare. Le prime due fichissime con un Nocturno in piena forma. Voto giusto.
66&6
Domenica 5 Maggio 2013, 0.18.31
12
Bellissimo... @murian: non capisci un bel niente.
Nick
Giovedì 22 Marzo 2012, 19.09.24
11
non riesco proprio ad abituarmici..
Dirk
Martedì 4 Gennaio 2011, 13.35.59
10
Il più brutto del nuovo ciclo,non riesco a farmene piacere nemmeno una,comprato solo per collezionismo.
alessio
Venerdì 16 Aprile 2010, 20.21.51
9
idem con foad coduria e contentezza dopo che oggi si trova un sacco di merda porco zio gli anni 80 non torneranno piu ,ma vabè per fortuna ci sta ancora gente con il cervello pure oggi
kill em all 89
Giovedì 25 Giugno 2009, 16.30.21
8
ma dai è un cazzo d album serio grezzo sporco...analizzate bene il titolo di una canzone di The Cult is Alive...Too Old..Too Cold...leggete attentamente;il Black Metal è morto e loro sono troppo vecchi e troppo freddi,mentre oggi c'è troppa presunzione e giustamente..FUCK OFF AND DIE!!!
tombstone
Domenica 16 Novembre 2008, 14.28.04
7
che disco!!!!!!!!!! grezzo violento è soprattutto puro nella sua semplicità ! i darkthrone stanno rinascendo punto e basta voto 100
DJANER
Martedì 4 Novembre 2008, 1.43.58
6
Questo disco è orrendo, musicisti ormai confusi che non fanno alcun minimo sforzo per capire di quale morte morranno al prossimo disco...confusi inconsapevoli dell'onta che stanno apportando a chi crede nella Fiamma Nera.
murian
Venerdì 17 Ottobre 2008, 22.29.04
5
devono solo vergognarsi...un gruppo che ha fatto la storia del black metal creando una generazione di musicisti e adoratori della fiamma nera....non mi sarei mai aspettato una schifezza simile.e non parlo solo dell'aspetto musicale di quest'album.
Mao Zedong
Venerdì 12 Settembre 2008, 21.47.44
4
Sotto il velo punk rimane smpre l' attitudine marcia e violenta del Black Old Style di cui i Darktrone sono i numi tutelari. Per avere un esempio di quest' album prendete Sex Pistols ,Dead Kennedis estremizzate il sound punk e iniettagli una buona dose di black metal stile antico e non potere restare dubbiosi. Grandi !
enzour
Martedì 4 Dicembre 2007, 19.15.18
3
quest'album non è per niente malvagio...ossia è buono ! ne consiglio l'ascolto, a meno che i vostri neuroni non si siano fermati a panzerfaust
Thomas
Venerdì 5 Ottobre 2007, 15.31.31
2
Non mi hanno mai convinto tanto. Sentirò anche questo.. Strana vero? dopo un po' però ci si abitua e sotanzialmente la trovo migliore.
master444
Lunedì 1 Ottobre 2007, 22.18.06
1
che strana la nuova visuale
INFORMAZIONI
2007
Peaceville Records
Black
Tracklist
1. These Shores Are Damned
2. Canadian Metal
3. The Church Of Real Metal
4. The Banners Of Old
5. Fuck Off And Die
6. Splitkein Fever
7. Raised On Rock
8. Pervertor Of The 7 Gates
9. Wisdom Of The Dead
Line Up
Nocturno Culto: voce, chitarra
Fenriz: batteria, voce
 
RECENSIONI
78
s.v.
69
70
72
80
60
s.v.
74
70
94
85
99
87
74
ARTICOLI
05/11/2016
Intervista
DARKTHRONE
Slow heavy metal
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]