Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Neal Morse
Sola Gratia
Demo

Sun Eater
Light Devoured
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

30/10/20
YES
The Royal Affair Tour - Live From Las Vegas

30/10/20
BLACK STONE CHERRY
The Human Condition

30/10/20
STORMBRINGER
Stealer of Souls

30/10/20
ENGST
Schone Neue Welt

30/10/20
NUCLEAR POWER TRIO
A Clear and Present Rager

30/10/20
WILDNESS
Ultimate Demise

30/10/20
THE FLOWER KINGS
Islands

30/10/20
LIKE MOTHS TO FLAMES
No Eternity in Gold

30/10/20
URIAH HEEP
Fifty Years in Rock

30/10/20
THEM
Return to Hemmersmoor

CONCERTI

24/10/20
NERO DI MARTE + GUESTS
CS BOCCIODROMO - VICENZA

24/10/20
OTTONE PESANTE
SECRET SHOW - GENOVA

24/10/20
VIRTUAL SYMMETRY
CINEMA PLAZA - MENDRISIO (CH)

25/10/20
DEATH THE SUNDAY FEST
CIRCOLO ARCI MU - PARMA

30/10/20
ULVEDHARR + GUESTS
DRUSO - RANICA (BG)

30/10/20
OTTONE PESANTE
INK CLUB - BERGAMO

30/10/20
HELLUCINATION + NEBULAE
TRAFFIC CLUB - ROMA

31/10/20
DEATHLESS LEGACY + DAMNATION GALLERY
CRAZY BULL CAFE' - GENOVA

31/10/20
OTTONE PESANTE
IL CASTELLO - PARMA

31/10/20
CLAUDIO SIMONETTI`S GOBLIN + VICOLO INFERNO
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

Mortiferum - Disgorged from Psychotic Depths
13/10/2019
( 1144 letture )
Se siete dei fanatici delle sonorità più marce e rozze, è molto probabile che i Mortiferum non vi suonino affatto nuovi. I quattro hanno infatti rilasciato uno dei demo più apprezzati nel 2017, Altar of Decay, che ha goduto, dopo una prima fase tutta indipendente, della distribuzione di etichette quali Blood Harvest e Profound Lore. Ed è proprio quest'ultima a pubblicare l'atteso debutto intitolato Disgorged from Psychotic Depths.

Ci si mette poco a capire su che coordinate stilistiche si muovano i quattro di Olympia; iniziando con una lenta e funerea prima traccia, introdotta soltanto da basso (strumento fondamentale del sound) e batteria, il death/doom degli statunitensi suona marcio e cavernoso, complici anche le voci di Mody e Bowman. Tempi lenti dunque, dai richiami quasi funeral che si prolungano su brani dalla considerevole durata di circa sette minuti per una durata totale di trentasei. Ma non si ha a che fare soltanto con tempi lenti, i nostri sono molto abili infatti nell'accelerare e proporre, cosa non da poco, riff tutt'altro che scontati; che vadano piano o no, i quattro riescono nella non facile impresa di creare intrecci di chitarra interessanti e non di mestiere rendendo lo stile vagamente più “tecnico” di quanto ci si aspetterebbe (Putrid Ascension). A questo si aggiunge una cura per gli arrangiamenti di tutto rispetto, con lick di chitarra, assoli e altre piccole aggiunte che danno al disco un'identità più marcata (sentite che belle le chitarre in sottofondo di Funereal Hallucinations). Con maggiori ascolti risulta evidente come la scelta di produzione abbia in qualche modo aiutato i brani ad avere un taglio così oscuro e riuscito; pur essendo meno sporco del demo di debutto, è anche vero che proprio grazie a delle migliorie che coinvolgono la scelta dei suoni, anche i passaggi più melodici si macchina di tetra desolazione. Avendo a che fare con soltanto sei brani, di cui uno è un intermezzo, viene difficile scegliere un singolo pezzo, anche perché, data la lunghezza dei brani, Disgorged from Psychotic Depths è un disco da ascoltare ne suo insieme. Ogni brano ha il suo scheletro compositivo che se pur non brillando mai per originalità, rendono il lavoro un gradino superiore a tanti altri dischi death metal di oggi, decisamente più “dozzinali” seppur apprezzabili.

Con la loro prima grande prova, che non a casa arriva su Profound Lore Records, i Mortiferum centrano il bersaglio e alzano la loro asticella qualitativa. Con un death/doom che si rifà a nomi storici (meno scontati di quanto si creda) ma che tenta di trovare una propria personalità, viene difficile non considerare Disgorged from Psychotic Depths come uno dei migliori album estremi del 2019.



VOTO RECENSORE
75
VOTO LETTORI
69.5 su 10 voti [ VOTA]
enry
Giovedì 31 Ottobre 2019, 4.39.47
8
Ordinato sia questo che l'EP...Veramente un bel debutto, un bel mix fra death classico e death-doom condito da un guitar work di buonissimo livello...78
Kriegsphilosophie
Lunedì 14 Ottobre 2019, 20.00.32
7
@sandoom: ottimo esordio anche quello dei Carcinoid
sandoom
Lunedì 14 Ottobre 2019, 18.47.31
6
Buon disco ma, dopo il promettente demo , mi aspettavo qualcosa in più. Sullo stesso genere l'esordio dei Carcinoid.
God of Emptiness
Lunedì 14 Ottobre 2019, 14.43.12
5
Album davvero valido. Forse un po'corto per il genere, cmq band da tenere nel mirino, voto 80
martellofilosofo
Lunedì 14 Ottobre 2019, 10.51.30
4
tra i migliori del 2019.
Galilee
Lunedì 14 Ottobre 2019, 10.30.02
3
Bel suono, davvero niente male.
Pacino
Lunedì 14 Ottobre 2019, 6.19.51
2
Ottimo debutto, l'etichetta discografica del resto c'azzecca spesso. Voto 83
lisablack
Lunedì 14 Ottobre 2019, 5.31.22
1
Davvero un bel debutto..una bella scoperta👍, mi piace molto
INFORMAZIONI
2019
Profound Lore Records
Death / Doom
Tracklist
1. Archaic Vision of Despair
2. Inhuman Effigy
3. Putrid Ascension
4. Funereal Hallucinations
5. Interlude (Anamnesis)
6. Faceless Apparition
Line Up
M. Bowman (Voce, Chitarra)
C. Slaker (Chitarra)
Tony Wolfe (Basso)
A. Mody (Batteria, Voce)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]