Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

09/07/20
NUCLEAR WINTER
StormScapes

10/07/20
VISION DIVINE
The Perfect Machine (ristampa)

10/07/20
DAWN OF ASHES
The Antinomian

10/07/20
ENUFF Z`NUFF
Brainwashed Generation

10/07/20
ENSIFERUM
Thalassic

10/07/20
SHINING BLACK
Shining Black

10/07/20
MARK SPIRO
2 + 2 = 5 - Best of & Rarities

10/07/20
KIKO LOUREIRO
Open Source

10/07/20
TOKYO MOTOR FIST
Lions

10/07/20
EXECUTIONERS MASK
Despair Anthems

CONCERTI

05/07/20
ROCK THE CASTLE (day 6) - POSTICIPATO
CASTELLO DI VILLAFRANCA - VERONA

05/07/20
PEARL JAM + PIXIES (SOSPESO)
AUTODROMO INTERNAZIONALE ENZO E DINO FERRARI - IMOLA

06/07/20
DEEP PURPLE + GUESTS (SOSPESO)
BOLOGNA SONIC PARK - ARENA PARCO NORD - BOLOGNA

06/07/20
FAITH NO MORE (SOSPESO)
IPPODROMO SNAI SAN SIRO - MILANO

06/07/20
MARKY RAMONE + WAHNSINN + RUNN + THE VORTICOUS (SOSPESO)
DRUSO - RANICA (BG)

08/07/20
THE DEAD DAISIES (SOSPESO)
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

08/07/20
GUANO APES + LACUNA COIL (SOSPESO)
PARCO DELLA CERTOSA - COLLEGNO (TO)

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

Hole - Live Through This
14/12/2019
( 1334 letture )
Le Hole si possono considerare a tutti gli effetti tra i gruppi più importanti del rock alternativo presenti negli anni novanta, e dico “le” perché, sebbene Eric Erlandosn fosse in pianta stabile nella formazione come chitarrista e co fondatore, oltre ai generi sopracitati la band rientra anche tra gli esponenti del Riot grrrl, genere politicamente attivo che si fa portabandiera del movimento femminista in musica.
Iniziano la loro attività al volgere degli anni novanta e pubblicano nel 1993 il loro album di debutto Pretty On the Inside, che ottiene ottimi consensi tra gli addetti ai lavori e contribuisce a far ottenere un contratto con la Geffen, ma è con Live Through This che raggiungeranno poi lo status di band planetaria. Questo perché sebbene presenti pressoché la stessa durata del suo precessore, si differenzia nettamente sia come contenuti lirici sia come stile, abbandonando il grunge ruvido e le sperimentazioni quasi noise del debutto in favore di una deriva più accessibile e maggiormente in linea con l’alternative rock del periodo, distaccamento che aumenterà ulteriormente con il terzo album Celebrity Skin. Dettaglio finora omesso ma non da sottovalutare, le Hole sono capitanate da Courtney Love, famosa non tanto per aver brevemente militato nei Faith No More, quanto per essere stata la moglie del compianto Kurt Cobain. Anzi, volendo dare una dimensione precisa al contesto attorno alla sua uscita, l’album in questione viene pubblicato esattamente una settimana dopo la morte del leader dei Nirvana. In effetti, mettendosi nei panni di chi non ha mai sentito la band prima d’ora e che vuole farsi un’idea iniziale, guardando il video di Celebrity Skin, oppure la cover dello stesso Live Through This, Courtney Love non incarna proprio l’immagine della vedova sofferente, e risulta molto difficile trovare delle connessioni tra la prima impressione che sia ha della cantante e la depressione del grunge. Tuttavia nel secondo album delle Hole ci sarà spazio non solo per il disagio interiore, ma si troveranno tutte le emozioni che Courtney Love provava in quel periodo messe in musica, senza doversi soffermare sugli aspetti chiacchierati attorno alla relazione con Kurt Cobain e di cui non si ha una fonte certa, non ultima la partecipazione di quest’ultimo alla chitarra nella seconda traccia del disco.

Passando ad analizzare la musica in senso stretto, se prima si parlava di un allontanamento rispetto al primo album, in apertura Violet non fa rimpiangere troppo l’indole selvaggia del predecessore, con le sfuriate di Courtney Love durante il ritornello ossessivo. Dopo l’opener, il secondo singolo estratto dall'intero album è Doll Parts, e qui l’aggressività lascia spazio a coordinate decisamente più appetibili al pop, sebbene sia sempre presente anche una buona dose di componente grunge. La chitarra torna però davvero in primo piano con la successiva Plump e in Asking for It emerge davvero l’influenza dei Nirvana, che torneranno pesantemente anche in I Think That I Would Die. Jennifer’s Body è uno degli episodi più energici grazie anche alla sua tendenza verso il punk, oltre alla grandiosa interpretazione della frontwoman si distingue per i cambi di tempo tra chitarra e batteria, mentre Doll Parts è una ballad che sprigiona maggior energia nel finale. Se ascoltando Softer, Softest si può rimanere perplessi constatando l’eccessivo ammorbidimento rispetto alle origini quasi noise della band, Rockstar e Gutless nella loro sfrontatezza si ergono a manifesto del foxcore con le urla di Courtney Love in primo piano a chiudere l’album.

Così termina il secondo lavoro delle Hole, un lavoro che faceva e farà ancora discutere per tantissimi motivi, di cui non è semplicissimo dare una valutazione. Dopo aver sorvolato sin da subito sugli aspetti extramusicali attorno l’uscita del disco, ben consapevole che usciranno tra i commenti in calce alla recensione, e accantonando anche il gusto personale in sede di giudizio, rimane oggettivo come questo sia l’album più importante delle Hole, anche se non dal punto di vista del successo commerciale. Con tutta probabilità è anche il più rappresentativo della formazione americana, dal momento che racchiude la massima espressione della dimensione artistica di Courtney Love e compagni. Spesso criticate per sembrare più patinate e qualitativamente inferiori alle colleghe del movimento Riot Grrrl e foxcore, L7, Babes in Toyland e Bikini Kill sopra tutte, in questo frangente le Hole partoriscono un prodotto discografico che ritrae fedelmente di un certo contesto sociale di quel periodo, e fondamentale per aver contribuito nel portare a livelli di notorietà altissimi un movimento musicale che fa del disagio interiore il suo fulcro artistico.



VOTO RECENSORE
83
VOTO LETTORI
77.4 su 5 voti [ VOTA]
Alessandro Bevivino
Sabato 18 Gennaio 2020, 10.07.20
43
Ottimo disco
Korra
Giovedì 26 Dicembre 2019, 22.24.27
42
Kurt Cobain si ammazzò il giorno dopo che uscì questo album di merda. Coincidenze? Io non credo
Area
Venerdì 20 Dicembre 2019, 12.15.06
41
@Silvia, in generale i primi 3 album (quindi fino a Celebrity Skin) sono dei buoni album, lei é una star controversa ma ha una bella voce. Poi attorno a questa band hanno gravitato dei personaggi interessanti come appunto Kristen Pfaff bellissima e bravissima bassista che suona su sto disco e che purtroppo non c'é più.
Metal Maniac
Venerdì 20 Dicembre 2019, 0.35.46
40
per i The Gathering è giusto, perché gli uomini sono in maggioranza rispetto ad Anneke, il gruppo Nymphs non sapevo nemmeno che esistesse, però guardando una foto appunto la donna era una sola, mi pare strano che venissero chiamati "le Nymphs"...
Rob Fleming
Giovedì 19 Dicembre 2019, 16.24.13
39
@Metal Maniac: all'epoca leggevi anche LE Nymphs, malgrado ci fosse "solo" Inger Lorre (e scatta la lacrimuccia seppur lasciva). Che era la cantante. Perché allora I The Gathering? Misteri...Forse perché nei primi album c'era un uomo
Silvia
Giovedì 19 Dicembre 2019, 15.43.48
38
La voce piace molto anche a me!
Galilee
Giovedì 19 Dicembre 2019, 15.36.46
37
Questo non ce l'ho ma lo conosco. Il loro miglior disco secondo me è l'ultimo Nobody's daughter. Album hard rock blues di gran spessore. Lei personaggione, gran voce, buona artista a 360 gradi.
Metal Maniac
Giovedì 19 Dicembre 2019, 15.28.01
36
è ufficialmente composta, scusate... ma poi si potrebbero citare anche White Zombie, Arch Enemy, Cradle of Filth (da quando c'è la tastierista), e tutti i gruppi gothic dove c'è presente una donna.
Metal Maniac
Giovedì 19 Dicembre 2019, 15.20.51
35
poi c'è il caso del gruppo My Ruin: la formazione era ufficialmente composta da un uomo e una donna, e in caso di parità (manco stessimo parlando di calcio... ) si predilige il genere maschile.
Metal Maniac
Giovedì 19 Dicembre 2019, 15.12.54
34
io penso che sia giusto chiamarle "le Hole", perché le donne sono in maggioranza (3 a 1)... casi simili: è giusto dire "gli Otep" (3 uomini e una donna), e "i Coal Chamber" (3 uomini e 1 donna)... vi immaginate a chiamarli le Otep e le Coal Chamber? e stessa cosa qui, mi pare sbagliato chiamarli gli Hole
Area
Giovedì 19 Dicembre 2019, 14.32.37
33
Non mi interessa se loro facevano parte del movimento RIot grrrl o se Kurt abbia scritto alcuni pezzi del disco o se quest'ultimo e Kristen Pfaff si piacessero etc... i primi 3 album delle Hole (anche se c'è un uomo) sono degli album piacevoli da ascoltare.
Lizard
Martedì 17 Dicembre 2019, 22.34.13
32
Si, bene, ora basta pero'.
Metal Maniac
Martedì 17 Dicembre 2019, 22.26.06
31
@shock: appunto... almeno a ridere e a dargli corda su commenti sempre diversi, io a ridere sempre sullo stesso mi sentirei uno sciocco...
Silvia
Martedì 17 Dicembre 2019, 22.15.20
30
Le Riot erano più un movimento ideologico che musicale in senso stretto secondo me
Silvia
Martedì 17 Dicembre 2019, 22.13.44
29
@No Fun diciamo che sono partite come gruppo alternative, dissacrante e ribelle negli atteggiamenti e poi sono arrivate ad un passo dal grande salto secondo me e ai tempi di celebrity skin avevano tantissimi passaggi mainstream. @Metal Maniac ci mancherebbe che tu non possa esprimerti se un certo atteggiamento ti dà fastidio, quello x me è giusto e ne hai tutto il diritto.
Shock
Martedì 17 Dicembre 2019, 22.13.13
28
@MetalManiac: psss, magari chi elogia certe persone (Lambru, niente di personale, però....,) è uguale o la pensa allo stesso modo, semplice.
Metal Maniac
Martedì 17 Dicembre 2019, 22.02.52
27
vedo che i miei commenti sono stati "mutilati" delle parti migliori e più significative... spero che Lambruscore abbia fatto in tempo a leggere l'ultima frase del n. 13... comunque continuate pure a difenderlo, significa che non avete letto bene ciò che ho scritto io... NESSUNO GLI VIETA DI PENSARLA COME MEGLIO CREDE, MA NON DEVE NEMMENO IN OGNI SANTA RECENSIONE DI QUEI GENERI DA ME ELENCATI RIPETERE SEMPRE LA SOLITA FRASE... quale? "gruppo da abolire, qualsiasi nota abbiano fatto... ah ah ah!" sempre quello... e che palle... e c'è gente che puntualmente continua a dargli corda e a ridere... ora cancellatemelo pure questo commento se volete, ma spero che per quel poco tempo che lo terrete siano tutti in grado di leggere, soprattutto lui, quello che ho scritto... e perdonate il costante OT, ma dovevo dirle certe cose, non si può stare sempre zitti. buona serata.
Shock
Martedì 17 Dicembre 2019, 22.01.53
26
Mai sentito le Hole da nessuna parte, tranne forse una canzone; quindi dalle tue parti nei supermercati all'epoca mettevano le Hole?? Dalle mie solo musica di merda. Poi riot o non riot sono stati tutti gruppi femminili comparsi nello stesso tempo, con quella carica sovversiva che oggi manca.
No Fun
Martedì 17 Dicembre 2019, 21.54.25
25
@Shock la musica delle Hole, di questo disco, negli anni novanta la si sentiva ovunque. Non bisogna essere ascoltatori accaniti del genere per averla ascoltata e quindi esprimere un parere. A me piacevano L7 o Babes in Toyland e concordo con Silvia che le Hole non è che fossero considerate Riot Grrrl (che nome del... della... insomma) a me sembravano una via di mezzo tra i Sonic Youth e i Cranberries, cioè più poppeggianti (non fate battute...). Adesso basta, tornerò sul sito solo per scrivere merda in qualche rece dei Manowar.
Silvia
Martedì 17 Dicembre 2019, 21.33.33
24
La penso come No Fun, impossibile esprimere solo pareri positivi (poi sta ad ognuno usare una certa sensibilità nel dire le cose). L'importante x me è che non ci sia la malafede di scrivere solo x andare contro altri utenti ma mi sembra che qui non ci sia stata. Scusa Lizard poi non scrivo altro 😅
Shock
Martedì 17 Dicembre 2019, 21.27.26
23
@No Fun: cercando di restare in topic (vabbè è una scusa) se io ascolto alternative metal e questo disco non mi piace, posso dire che mi fa schifo. Se non ascolto il genere la mia opinione si conosce a priori, il senso di ribadirlo sempre qual'e'? E non siamo in un pub, dove comunque direi che tal genere non mi piace ma su un sito dove si dovrebbero esprimere opinioni positive o negative sensate, non stronzate (non so se mi sono spiegato).
duke
Martedì 17 Dicembre 2019, 21.20.34
22
...ascolto anche metal estremo...quindi commento musica che ascolto....inutile dire scemenze.....non mi piacciono certi testi...certi comportamenti...e li condanno apertamente...anche se ricevo tante critiche....sono libero di dire la mia......inutile che continuate ...non mi omologo accettando certi aspetti di certe bands....penso di essere stato chiaro.....
No Fun
Martedì 17 Dicembre 2019, 21.13.36
21
Ma perché scatenare flame? Immaginate di essere al pub tutti insieme, i recensori hanno una valigia piena di dischi, li tirano fuori uno alla volta, ne parlano e chiedono: cosa ne pensate? Perché uno non dovrebbe dire, ogni volta che esce un disco che gli fa cagare, che, appunto, gli fa cagare? Perché uno dovrebbe offendersi? C'è una cosa immaginaria, chiamiamola "comunità di Metallized" che in questo spazio si esprime. Perché dovrebbero esserci solo commenti di chi apprezza? Che senso ha?
Lizard
Martedì 17 Dicembre 2019, 21.01.18
20
E comunque siete tutti OT. Quindi per favore...
lisablack
Martedì 17 Dicembre 2019, 20.43.49
19
Diciamo che uno puo' dirlo una volta sola che non li piace un gruppo e un genere..ci sta'.. ma commentare ogni recensione e ogni news, sembra che lo faccia apposta per scatenare flame e ovviamente e' giusto che qualcuno si incazzi
Shock
Martedì 17 Dicembre 2019, 20.33.48
18
Io la penso come Lisa (lo so che parlate di Duke), a me certe cose irritano proprio.
No Fun
Martedì 17 Dicembre 2019, 20.29.20
17
Non mi sembra che Lambruscore si sia rivolto ad altri. Se uno dice "ma la chiamate musica?" gli si risponde giustamente "non rompere", ma se uno dice "mi fanno cagare, gruppo inutile etc" non vedo quale sia il problema. Il sito propone una rece e gli utenti dicono la loro sul gruppo e sul disco. Finisce lì.
lisablack
Martedì 17 Dicembre 2019, 20.29.19
16
Ehi Shock..sotto le recensioni black abbiamo duke, che si comporta proprio come dici te👍
Shock
Martedì 17 Dicembre 2019, 20.21.52
15
@No Fun: scusa ma non sono d'accordo. Il commento idiota di Lambru (e te lo direi di persona) e simili (che peraltro frega zero proprio perché sono inutili) sono deprecabili: se non ti piace un genere mi dici il senso di fare commenti così in ogni recensione o notizia? Cosa penseresti se io andassi in ogni recensione black o death a fare commenti del tipo: ma la chiamate musica questa? Come fate ad ascoltare sta roba con uno pseudo cantante che vomita nel microfono? Ma il cantante lo stanno spellando vivo? E idiozie del genere? Dopo un po' sarebbe fastidioso. Se non piace un genere mi spieghi il senso di dirlo ogni tre per due? Per me fai solo la figura del cretino. Commenta cosa ascolti, positivamente o negativamente (io per esempio ho sempre detto che i Steel Panther mi fanno schifo), ma cosa vai a commentare quel che non ti piace? Democrazia? No, idiozia!!
No Fun
Martedì 17 Dicembre 2019, 19.22.27
14
No ma dai è assurdo, se uno vuole dire che un gruppo non gli piace o gli sta sulle palle perché non può scriverlo? Lambruscore non ha certo bisogno del mio commento per difendersi però io qui sotto leggo che lui ha solo scritto che le Hole per lui sono da abolire, e altri gli rispondono dandogli del mantecatto e dicendogli che deve stare muto?! O.o ma non esiste proprio secondo me! Un conto è offendere altri utenti un conto parlare male di una band. Cioè a me se Lambru tira merda sui Nirvana a cui sono affezionato, ma chissenefrega, ho amici carissimi che infamano quello che ascolto io e viceversa, anzi mi stupirei se non lo facessero! Stessa cosa per duke, finché inveisce contro le band black ma va benissimo, diventa una rottura quando comincia a scriverlo dieci volte sotto la stessa rece aggiungendo pure cose non vere. Detto questo a me delle Hole non è mai fregato nulla, quando nei locali mettevano Rock Star andavo a prendere da bere.
Metal Maniac
Martedì 17 Dicembre 2019, 18.23.59
13
@lambruscore: solo le Hole ti stanno sulle palle? a te sta sulle palle qualsiasi gruppo nella cui recensione, nello spazietto del genere, ci sia scritto: nu metal - crossover (inteso come rap-metal) - industrial - grunge - alternative - metalcore... e ci sta, nessuno ti vieta di avere i tuoi gusti, ma nemmeno di ripetere le stesse identiche cose spiaccicate alla parola in tutte le recensioni dei generi di cui sopra, perché dopo un po' non fai più ridere...
Area
Martedì 17 Dicembre 2019, 12.57.38
12
@Lambru, senza piangere però
Area
Martedì 17 Dicembre 2019, 12.15.07
11
@Metal Maniac, ma ancora che gli date retta? XD
Metal Maniac
Martedì 17 Dicembre 2019, 0.00.40
10
sì i commenti di Lambruscore stanno cominciando a stancare anche me... ma poi in ogni recensione dice sempre le stesse identiche cose... come direbbe Richie Tozier di "It" (quello del 1990 s'intende), rivolto a Henry Bowers: "cambia disco, campione, sei ripetitivo"... perché Lambruscore è l'Henry Bowers della situazione. non capisco come quest'individuo sia tanto rispettato all'interno del forum, se la cavano dicendo che lui scherza e che non è un cattivo ragazzo, ma dopo un po' anche lo scherzo comincia a stancare... scusate l'OT ma ci voleva, e che cavolo...
duke
Lunedì 16 Dicembre 2019, 22.59.34
9
...hanno fatto canzoni carine....ma non ci impazzisco....
LAMBRUSCORE
Lunedì 16 Dicembre 2019, 21.34.46
8
Da abolire, qualsiasi nota abbiano fatto. 83? AHAHAHAHAH
Area
Lunedì 16 Dicembre 2019, 12.11.23
7
Non sono un gran fan delle Hole men che meno di lei come persona.... tuttavia questo e il successivo avevano dei bei singoli.
Silvia
Lunedì 16 Dicembre 2019, 10.27.41
6
Sono d’accordo con Fabio sul fatto che vennero considerate troppo patinate x far parte delle Riot, anzi se la memoria non mi inganna Courtney ad un certo punto criticò a sua volta il movimento. Comunque furono importanti x attirare l’attenzione sulla scena al femminile, e anche secondo me questo è il loro album più importante. Fra tutte le band citate io preferisco le Bikini Kills e ricordo anche che mi colpì positivamente un video delle L7 in cui x la prima volta vedevo delle ragazze che si proponevano in camicie di flanella senza puntare sull’estetica. /// @Rob, Melissa è un’artista a tutto tondo secondo me, l’ho sempre ammirata tanto!
Rob Fleming
Domenica 15 Dicembre 2019, 19.50.06
5
@Shock, le L7 su tutte. Jennifer Finch, la bassista, era uno dei miei sogni ricorrenti. Poi arrivò Lei, rimanendo in ambito Hole, Melissa Auf der Maur, e non c'è ne fu più per nessuna (e i suoi due album sono straordinari)
Shock
Sabato 14 Dicembre 2019, 20.20.49
4
Quando c'erano le riot grrrl e non le soprano di oggi......beh, comunque i primi due dischi delle Hole sono notevoli, come quelli delle L7 e Babes in Toyland, ottimi esempi di come all'epoca le ragazze potevano far più che bene nel rock.
Carmine
Sabato 14 Dicembre 2019, 15.08.27
3
Il mio preferito è il disco di debutto ma questo e il successivo Celebrity Skin meritano altrettanto.
Metal Maniac
Sabato 14 Dicembre 2019, 14.50.32
2
"violet" è proprio una gran canzone... come dissi nella rece di "pretty on the inside", questo rappresenta il meglio del gruppo, anche se i Nirvana del compianto maritino rimangono di un altro livello... sulle altre band del movimento "riot grrrl" non mi posso esprimere e non posso fare confronti perché non le ho mai ascoltate...
Rob Fleming
Sabato 14 Dicembre 2019, 14.35.16
1
All'epoca questo cd l'avevamo tutti. All'epoca si diceva che fosse stato composto integralmente da Kurt Cobain che regalò le canzoni alla moglie. All'epoca di sicuro si riteneva che Doll Parts, Rock Star (chi ha visto "Ballo da sola" ricorderà la splendida Liv Tyler in sottoveste cantarla in camera da letto), Violet e Asking for it sono brani che caratterizzano benissimo quell'epoca. 77
INFORMAZIONI
1994
Geffen
Grunge
Tracklist
1. Violet
2. Miss World
3. Plump
4. Asking For It
5. Jennifer’s Body
6. Doll Parts
7. Credit in the Straight World
8. Softer, Softest
9. She Walks On Me
10. I Think that I Would Die
11. Gutless
12. Rock Star
Line Up
Courtney Love (Voce, Chitarra)
Eric Erlandson (Chitarra)
Kirsten Pfaff (Basso, Voce)
Patty Schemel (Batteria)
 
RECENSIONI
82
ARTICOLI
01/02/2016
Live Report
AVERSIONS CROWN + RINGS OF SATURN + A NIGHT IN TEXAS + WORMHOLE + HUMAN IMPROVEMENT PROCESS
@Cycle Club, Calenzano (FI), 28/1/2016
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]