Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
ZOMBI
2020

17/07/20
U.D.O.
We Are One

17/07/20
GUARDIAN OF LIGHTNING
Cosmos Tree

17/07/20
THYRANT
Katabasis

17/07/20
WORSHIP
Tunnels

17/07/20
RUMAHOY
Time II: Party

17/07/20
LONELY ROBOT
Feelings Are Good

17/07/20
THE DEAD DAISIES
The Lockdown Sessions (EP)

17/07/20
KANSAS
The Absence of Presence (Nuova data)

CONCERTI

17/07/20
SILENZIO PROFONDO + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Municipal Waste - The Last Rager
17/12/2019
( 1211 letture )
Il voto sarebbe potuto essere più alto se questo non fosse stato un extended play composto da soli quattro brani. È come se hai fame e ti affidi a Tripadvisor per consumare un pasto degno di questo nome. Trovato. Locale davvero carino, scegli dal menù un antipasto, un primo ed un secondo. Finalmente si mangia. L’antipasto arriva, ricco e saporito, come te lo aspettavi. Chissà quanto buono sarà lo spaghetto alla carbonara che hai ordinato, ti domandi. Passano minuti interminabili, sei nervoso ed impaziente, la fame fa parlare lo stomaco. E poi arriva il cameriere con la faccia lunga e l’andamento dinoccolato: ci spiace signore, lo chef si è suicidato pochi minuti fa e non possiamo servirle né gli spaghetti alla carbonara né la ricciola al forno con le olive ed i capperi che ci aveva ordinato. Ci scusi per l’inconveniente, torni presto a trovarci.

Vabbè, più o meno l’ultimo lavoro dei Municipal Waste funziona così. Quattro coltellate micidiali e poi nulla più; così, di botto, sul più bello. Un vero peccato. Soprattutto perché la media dei quattro brani non supera i due minuti e mezzo.
Wake of Death è un brano (pressoché) strumentale in cui i cori in perfetto stile punk ci ricordano, se mai ce ne fosse bisogno, che i quattro statunitensi sono dediti a quel tipo di sound da sempre, ispirato da Exodus, Nuclear Assault et similia. Altro che “monnezza di città”, i Municipal Waste posseggono una dote inequivocabile, quella di essere brutti, sporchi e cattivi, ma con una tecnica da fare invidia a molti loro colleghi. C’è il dominio assoluto della potenza musicale e questo comporta, per l’ascoltatore, la consapevolezza che siamo di fronte ad una band dalle potenzialità enormi benché da dimostrare non abbiamo più molto. Tutti sanno chi sono i Municipal Waste. Car-nivore ha un esordio epico, poi si snoda furiosa all’inverosimile con la voce di Tony Foresta che rincorre le rullate pesantissime del drummer Dave Witte. È un brano tutto nervi e ritmo. Purtroppo siamo già a metà del lavoro. Ancora due brani e la pacchia sarà finita. Prima di parlare delle ultime due gemme che chiudono The Last Rager, merita un cenno la copertina di questo ultimo lavoro targato Nuclear Blast. I ragazzi ci hanno sempre abituato a cover bizzarre, sanguinose o magari irriverenti. Anche nel caso di The Last Rager la media si mantiene quella: in copertina uno zombie -in tenuta da disastro nucleare- ha il vetro della visiera infranto, beve qualcosa mentre sfodera, in primo piano, un maestoso dito medio, accerchiato da gente bruciata ed impalata. La rappresentazione si avvicina a quanto nel tempo hanno fatto con le loro cover i signori Nuclear Assault, veri progenitori dei Municipal Waste. E proprio parlando di Bay Area, il terzo pezzo è da headbanging furioso, quello chiesto dal vivo da gente come Testament o Anthrax. L’ascolto di Rum for Your Life (che titolo!) incentiva a far bruciare di passione quello che è stato il movimento thrash di fine anni 80. Una vera bomba! In questo brano c’è tutto il sudore di quello che è, da sempre, un accorpamento perfetto tra thrash e hardcore.
The Last Rager si chiude con la omonima traccia. Ancora una volta un anthem in cui ci sono tutti gli ingredienti per definire il brano in questione un piccolo capolavoro. Lo è per il songwriting, per la tecnica di esecuzione e per la nitidezza del suono. Durissimo sì, ma cristallino.

Ok, lavoro ottimo per i Municipal Waste, ma adesso ce lo incidete un nuovo intero album ? Ne abbiamo bisogno.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
67.57 su 7 voti [ VOTA]
LAMBRUSCORE
Sabato 28 Dicembre 2019, 22.05.01
6
Shock, a me sono sempre piaciuti, specialmente il primo è spaccaculi non da poco, per me...
jeffwaters
Sabato 21 Dicembre 2019, 9.49.33
5
W tony foresta, un animale dal vivo...visto sia con i mw che con i reagan.
HIRAX
Mercoledì 18 Dicembre 2019, 15.52.53
4
Grande band, soprattutto dal vivo sono devastanti. Concordo con la rece anche se nelle “influenze” citerei soprattutto i primi Suicidal Tendencies. SPAKKAOSSA!
lisablak
Martedì 17 Dicembre 2019, 22.55.13
3
Ahahahah😀grande Schock..pero' dai interessante questo 80, io loro li conosco, l' ultimo uscito 2 anni fa' mi era piaciuto, credevo che questo fosse il nuovo disco, lo aspettavo, comunque non importa..da quello che dice il recensore, mi pare un bel lavoro e loro sono in grado di farlo..dopotutto suonano una musica che non annoia, che anche diverte e ti fa' scatenare l' headbanging👍bravi come sempre
duke
Martedì 17 Dicembre 2019, 22.23.46
2
...bravi musicisti...ma e' roba sentita....anzi strasentita...
Shock
Martedì 17 Dicembre 2019, 22.05.05
1
80?? Ahaha, band da abolire, ha solo copiato il passato (....commento alla Lambru, in verità mai ascoltati...)
INFORMAZIONI
2019
Nuclear Blast Records
Crossover
Tracklist
1. Wave of Death
2. Car-nivore (Street Meat)
3. Rum for Your Life
4. The Last Rager
Line Up
Tony Foresta (Voce)
Ryan Waste (Chitarra)
Nick Poulos (Chitarra)
Land Phil (Basso, Cori)
Dave Witte (Batteria)
 
RECENSIONI
75
65
80
80
ARTICOLI
23/06/2017
Intervista
MUNICIPAL WASTE
Speed metal punk!
05/07/2016
Live Report
MUNICIPAL WASTE + CRIPPLE BASTARDS + GAME OVER
Circolo Magnolia, Milano, 29/06/2016
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]