Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Metallica
S&M²
Demo

Black Spirit Crown
Gravity
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/09/20
DIESANERA
Grudge

29/09/20
SECOND TO SUN
Leviathan

30/09/20
ALEX MELE
Alien Doppelganger

01/10/20
THE ERKONAUTS
I Want It to End

02/10/20
TRIDENT
North

02/10/20
SIX FEET UNDER
Nightmares of the Decomposed

02/10/20
SCHWARZER ENGEL
Kreuziget Mich

02/10/20
SALTATIO MORTIS
Fur Immer Frei

02/10/20
MYGRAIN
V

02/10/20
SHIBALBA
Nekrologie Sinistrae (Orchestral Noise Opus I)

CONCERTI

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

09/10/20
MORTADO
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

09/10/20
BULLO FEST
LEGEND CLUB - MILANO

Suicidal Tendencies - Still Cyco After All This Years
25/01/2020
( 851 letture )
Ufficialmente settimo album in studio dei Suicidal Tendencies, Still Cyco After All these Years non si può veramente considerare come tale. La ragione è molto semplice. Il numero dei brani inediti che contiene si eleva a… uno. Il resto del lavoro è composto dall’intero debutto omonimo dell’83, 12 brani, e da due estratti dal seguente Join the Army, il tutto riregistrato per l’occasione. A questo punto qualcuno si potrebbe ragionevolmente chiedere, come giustificare una tale operazione, dato che il debutto era all’epoca ancora ampiamente disponibile nei negozi? Al di là del solito discorso promozionale, la ragione è essenzialmente d’ordine legale. Più precisamente, un diverbio tra il leader Mike Muir e la piccola etichetta che aveva pubblicato Suicidal Tendencies, la Frontier. Il primo non aveva i diritti per ristampare l’album, detenuti dalla seconda. Per questo motivo, il cantante decise di riregistrarlo sotto la sua attuale label, la Epic, usando i 30'000 dollari avanzati dalle registrazioni di Lights...Camera...Revolution (cose impensabili ai giorni nostri!). E infatti, anche se rilasciato nel ’93, Still Cyco è stato registrato proprio durante le sessioni del suddetto capolavoro.

Come suggerito dalla copertina, che riprende quella di Suicidal Tendencies, l’intera formazione è nel frattempo cambiata, tranne ovviamente Muir, che infatti è l’unico a pendere a testa in giù, come dieci anni prima. La line-up di Still Cyco è forse la migliore mai sfoggiata dai Suicidal Tendencies, e sicuramente la più (piro)tecnica: Rocky George e Mike Clark alla chitarra, R. J. Herrera alla batteria e Robert Trujillo al basso. Il sound globale ne risente in modo diretto, perché seppur lontani dai territori metal esplorati dalla band in quel momento, i brani suonano più corposi, potenti e cromati. Anche il buon Mike Muir è cambiato, la sua voce è più matura e bilanciata, meno sguaiata rispetto alla sua prova sul debutto, registrato all’età di soli 19 anni. Ogni musicista firma una prova compatta e maiuscola, che certo rende giustizia ai brani di quello che è a tutti gli effetti una pietra miliare. Tanto più se vengono aggiunte una classicissima War inside my Head e A Little Each Day da Join the Army. Buono anche l’inedito Don't Give Me Your Nothin', che alterna una strumentale possente e squadrata al cantato declamato e quasi rappato di Muir.

Tutto funziona al meglio quindi, ma bisogna riconoscere che anche il debutto sfoggiava una line-up e una produzione da urlo. Persino l’ottima prova di Trujillo non fa rimpiangere più di tanto il quattro corde di Louiche Mayorga. Al di là della prestazione del singolo musicista, cambia anche il sapore e l’attitudine dei brani. Forse meno perfetti sulla versione originale, questi brillavano di una furia e un’urgenza giovanili che dieci anni dopo, inevitabilmente, non esistono più. Quello che l’album guadagna in tecnica, lo perde quindi in genuinità. Questo rende Still Cyco un lavoro artificiale? Qualcuno ne deplorerà la mancanza di freschezza, altri forse gioiranno nel sentire questi brani immortali così abilmente interpretati. La band, 27 anni fa, aveva le sue ragioni pratiche. Ma per quello che riguarda i gusti, la questione è personale.



VOTO RECENSORE
s.v.
VOTO LETTORI
78 su 5 voti [ VOTA]
cowboy big 80
Domenica 2 Febbraio 2020, 18.47.10
17
Silvia di rockers con la bandana c'e' Axl, Shock Bang Tango ottimi , li altri chi sono?
Silvia
Mercoledì 29 Gennaio 2020, 23.10.01
16
@cowboy, però a prescindere dalle bandane che lasciano il tempo che trovano il loro contributo al crossover thrash/hc è stato fondamentale da un punto di vista strettamente musicale.
Shock
Mercoledì 29 Gennaio 2020, 23.01.25
15
Senza dimenticare i mai troppo lodati Bang Tango o i più originali Psychefunkapus!!
cowboy big 80
Mercoledì 29 Gennaio 2020, 22.53.32
14
ma per me hanno ragione tino, schock e duke, appunto sono importanti per l hardcore, quando hanno innestato elementi funk, hip hop? Beh i classic rockers semplicemente vanno verso gli Electric Boys, i Sons of Angels, i Dan Reed Network o cose piu' adulte, senza bandane Cyco.
Silvia
Martedì 28 Gennaio 2020, 15.51.55
13
Sì, vero @Gals, leggo ora il tuo post dopo aver inviato il mio
Silvia
Martedì 28 Gennaio 2020, 15.50.57
12
@Area, il video negli anni 80 veniva trasmesso nelle rotazioni metal di un’oretta circa tipo Power Hour, Headbangers Balls, non mi ricordo esattamente quali... ti sto parlando del video originale dove lui veniva chiuso in casa e gli amici lo liberavano tirando giù la grata della finestra legando una corda all’auto 🤣. Non so se ci siano altre versioni, io ricordo quella... Comunque nell’ambiente “crossover underground” (chiamiamolo così x semplicità) i ST divennero molto molto famosi, ricordo ancora quanto qualche anno dopo ho desiderato andare al loro concerto di Milano, 4 Dicembre 1988 (stampato nella memoria x la delusione perchè io e miei amici eravamo minorenni e non potevamo fare viaggi da soli, o almeno non si usava allora). X le camicie io intendo proprio le sue, almeno noi pensavamo che fossero una specie di simbolo hc/crossover e infatti ne avevo una anch’io 😅🤣. (A dirti il vero ho sempre pensato che il grunge le avesse “rubate” all’hc 😅. Scusate, forse è OT
Galilee
Martedì 28 Gennaio 2020, 15.34.49
11
L'omonimo dei Suicidal qui in Italia era parecchio conosciuto ai tempi. Non dimentichiamoci che abbiamo una tradizione Hardcore punk non indifferente. Beh quel disco assieme ad altri erano i modelli per tutti. In quel periodo poi metal e punk erano mondi ancora parecchio distanti. Quindi può darsi che in ambito metal l'omonimo del St fosse ancora poco conosciuto, ma negli ambienti più HC era già un must.
Area
Martedì 28 Gennaio 2020, 14.47.55
10
@Silvia, negli anni 80 in Italia era possibile vedere il video di Instituzionalized? Non immaginavo. Anzi credevo che in Italia e più in generale in Europa la gente avesse prima visto la versione del 93 e solo dopo quasi nello stesso periodo quella originale. La Flanella o per meglio dire la camicia a scacchi di determinati colori (soprattutto Blu, Bianca e nera e Grigia e nera) é un tratto distintivo delle gang Chicane (Messicani-Americani) di Los Angeles e della California del sud. In quella del Nord il colore é il Rosso (I Bloods e i Crips in maggioranza Afro Americani sono un altra cosa ancora).... non c'entrano nulla con le flanelle che pensi tu che sono sicuramente quelle del grunge...
Silvia
Lunedì 27 Gennaio 2020, 18.27.43
9
@Area io ricordo che mi conquistò Instituzionalized quando uscì il video quindi penso che fosse qualche anno dopo. Mi colpì il pezzo in sé perché non avevo mai sentito roba così sparata come il riff del ritornello intervallata dalla strofa cadenzata e poi ovviamente il testo, vero e proprio inno assieme alla storia raccontata nel video: mi registrarono l'album e fu una fantastica conferma! Erano gli anni in cui metal e hc/punk erano agli antipodi e le fazioni diverse si menavano anche x cui ricordo anch'io che i ST erano una terra di mezzo come dici tu e infatti Mike Muir ha spesso sottolineato questo aspetto x cui non vennero accettati subito ma son tutte cose (come il resto, FBI, gang etc) che saputo qualche anno dopo. Che furono un'enorme influenza è verissimo, o meglio fecero da apripista (anche x le camicie di flanella x quel che ricordo 😅🤣
Area
Lunedì 27 Gennaio 2020, 16.57.13
8
@Silvia, Beh nel 1983 pare che l'originale venne piuttosto maltrattato dalle fanze e che a molti non andasse a genio il fatto che si vestissero diversamente dagli altri (ovvero come i sureños), poi appunto si pensava che alcuni di loro fossero nel giro delle gang etc... Poi il bando dell'FBI e tutte quelle cose che già sicuramente sai sono una delle tante cose che hanno contribuito ad accrescerne la fama. Dal punto di vista musicale ed estetico per me erano fantastici sia negli 80's che nei 90's. Tra l'altro anticipatori di molte correnti di Metal moderno come appunto il Crossover, Funk Metal e Nu Metal e anzi considerati importanti anche per il Metalcore. Questo disco comunque secondo me va visto anche come una sorta di "divertissment". Io non so dire quale dei due sia il migliore perché a livello sonoro sono quasi due cose diverse.
Silvia
Lunedì 27 Gennaio 2020, 15.49.44
7
@Area è vero, erano totalmente diversi dagli altri gruppi ma personalmente vedo Descendents e ST su due piani molto diversi anche dal punto di vista melodico. A parte questo x me il debutto ST è un disco intoccabile sia x la novità stilistica che rappresentò sia x i miei gusti personali (lo adoro e contribuì a farmi conoscere l'hc/punk) quindi quando questo uscì lo saltai a piè pari. Disco inutile no, sono d'accordo con te, anche perché se non ricordo male fu molto importante nella carriera dei ST in quel periodo. sv valutazione giusta x me
Area
Lunedì 27 Gennaio 2020, 13.22.00
6
@duke, l'omonimo del 1993 era diverso anche a livello sonoro nonostante già fosse qualcosa di diverso nel panorama HC Punk, era già Crossover e Institutionalized é in larga parte Spoken Word su un tappeto mezzo HC mezzo Metal. Non somigliavano ne ai Black Flag ne agli Adolescents o ai Circle Jerks. Avevano delle melodie vagamente simili a quelle dei Descedents. Io ci sento un po i The Germs qua e là soprattutto nella voce di Mike. @Tino, non é un prodotto inutile, semplicemente é il primo album con un sound più moderno e diverso e una registrazione altamente professionale. @Galilee, che brutte quelle ristampe... io di questo ho la versione Americana della Epic su CD, quella Europea era fuori stampa.
Area
Lunedì 27 Gennaio 2020, 13.10.48
5
I Suicidal Tendencies sono uno dei miei gruppi preferiti e fino al 1994 per me non hanno sbagliato un disco, compreso questo. Di solito sono contrario a queste ri-registrazioni (vedi Still Hungry dei Twisted Sister) a meno che le registrazioni precedenti fossero davvero pessime. In questo caso secondo me facero un ottimo lavoro. A me questo disco piace ancora e amo entrambe le versioni, che in realtà sono parecchio diverse. Il primo disco comunque venne in precedenza ristampato anche dalla Virgin e negli anni 90 anche dalla Epitaph (etichetta colosso del Punk) su licenza... quindi i "Disguidi" tra Muir e la Frontier sono in realtà poco chiari.
duke
Domenica 26 Gennaio 2020, 13.55.59
4
....preferisco il debutto omonimo dell'83...che potra' essere imperfetto ma sicuramente.....piu' genuino e spontaneo.....
Shock
Sabato 25 Gennaio 2020, 15.03.58
3
Inutile....
Tino
Sabato 25 Gennaio 2020, 14.30.43
2
Il confronto con il capolavoro d'origine è impietoso. All'epoca mi piaceva ma da anni ormai penso sia un prodotto inutile se non come sdoganamento del gruppo verso una platea più metal
Galilee
Sabato 25 Gennaio 2020, 14.09.52
1
Mi trovo d'accordo in pieno col recensore. C'è l'ho in un doppio CD con lights camera.
INFORMAZIONI
1993
Epic Records
Hardcore
Tracklist
1. Suicide's an Alternative/You'll Be Sorry
2. Two-Sided Politics
3. Subliminal
4. I Shot the Devil
5. Won't Fall in Love Today
6. Institutionalized
7. War Inside My Head
8. Don't Give Me Your Nothin'
9. Memories of Tomorrow
10. Possessed
11. I Saw Your Mommy
12. Fascist Pig
13. A Little Each Day
14. I Want More
15. Suicidal Failure
Line Up
Mike Muir (Voce)
Rocky George (Chitarra)
Mike Clark (Chitarra)
Robert Trujillo (Basso)
R. J. Herrera (Batteria)
 
RECENSIONI
77
s.v.
80
84
87
89
90
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]