Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Body Count
Carnivore
Demo

Ira Green
7
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

30/03/20
DAWN OF OUROBOROS
The Art Of Morphology

03/04/20
LOVIATAR
Lightless

03/04/20
AD INFINITUM
Chapter I: Monarchy

03/04/20
THORN IN SIDE
Tales Of The Croupier

03/04/20
P.O.E. (PHILOSOPHY OF EVIL)
Of Humanity And Other Odd Things

03/04/20
AUGUST BURNS RED
Guardians

03/04/20
AARA
En Ergô Einai

03/04/20
BONFIRE
Fistful Of Fire

03/04/20
MANAM
Ouroboros

03/04/20
PALACE
Reject The System

CONCERTI

28/03/20
TANKARD + GUESTS (ANNULLATO)
CAMPUS INDUSTRY MUSIC - PARMA

28/03/20
RUSSIAN CIRCLES + TORCHE (ANNULLATO)
CENTRO SOCIALE TPO - BOLOGNA

28/03/20
IMAGO MORTIS + GUESTS (ANNULLATO)
UFO ROCK PUB - MOZZO (BG)

29/03/20
TANKARD + GUESTS (ANNULLATO)
TRAFFIC LIVE - ROMA

31/03/20
KRISIUN + GRUESOME + VITRIOL (ANNULLATO)
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

02/04/20
TYGERS OF PAN TANG + GUESTS TBA (ANNULLATO)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

02/04/20
NECRODEATH (ANNULLATO)
EXCALIBUR PUB - CHIAVARI (GE)

03/04/20
TYGERS OF PAN TANG + GUESTS TBA (ANNULLATO)
SANTOMATO LIVE CLUB - PISTOIA

03/04/20
NECRODEATH (ANNULLATO)
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

04/04/20
GUTALAX + GUESTS TBA
CIRCOLO EKIDNA - CARPI (MO)

TerrifianT - TerrifianT
29/01/2020
( 363 letture )
Dediti a una forma di heavy/speed piuttosto primordiale, alcolica e con tutti e due i piedi saldamente piantati negli anni 80, i belgi TerrifianT nascono circa tre anni fa a Bruxelles per iniziativa di Lord TerrifianT e ZZ Slop. Inciso nel 2019 un primo demo contenente un paio di pezzi e assestata la formazione, fanno uscire adesso il loro album di debutto. Questo contiene i due brani presenti nel promo di cui sopra, ma eseguiti in modo differente (anche perché – parole sue - ZZ Slop difficilmente riesce a ricordare come ha suonato una canzone in una versione precedente); una cover di Heartbreaker di Pat Benatar; ma sopra tutto una manciata di nuovi pezzi che fotografano le possibilità attuali del gruppo.

Come detto, l’intendimento di questi ragazzi è diametralmente opposto a quello perseguito dai gruppi caratterizzati da buona/ottima tecnica e voglia di dimostrarla. Largo quindi a pezzi semplici - ma non stupidi – e ad un cantato "miagolante" che non sarà mai portato come esempio nelle Accademie. Tanta attitudine, qualche assolo incisivo una volta entrati nel mood della proposta e, presumibilmente, improbabili quantità di birra e whiskey a tenere insieme il tutto (o meglio: a tenerlo piacevolmente slegato) completano il quadro d’insieme. Dopo l’intro Steel for Life e con la sola eccezione della cover della Benatar, TerrifianT è una corsa senza direzione preordinata basata in buona parte su uno speed metal reso un po’ sgangherato dall’approccio C&C (cazzone & cazzaro) di tutti i componenti della band e con qualche apertura più tipicamente heavy qua e là. In particolare con Just Because I Can che, a conti fatti, risulta anche uno dei pezzi più indovinati del lavoro. Per il resto uno stralunato Lord TerrifianT canta testi che spaziano dal classico Sex, Drugs and Rock ‘n’ Roll a… Sex, Drugs and Rock ‘n’ Roll + alcol - vedi nome batterista - con l’eccezione proprio di quello relativo a Just Because I Can, ricavato da una libera associazione di idee durante gli spostamenti per i concerti. Ad emergere leggermente Devil in Transport come biglietto di presentazione del gruppo e Iron Mountain in quanto canzone più costruita della scaletta.

Corto come una volta – meno di trentasette minuti in tutto - sfacciato, irriverente, tutto sommato anche relativamente vario, TerrifianT non è certo un album cui approcciarsi sperando di trarne spunti di modernità, di scrittura evoluta o di arrangiamenti raffinati in grado di influenzare in qualche modo la scena. Anzi, i TerrifianT non sono altro che la somma dell’opera di una miriade di band nate dalla prima metà degli anni 80 in poi. Tuttavia, riescono ugualmente a risultare divertenti e capaci di far muovere la testa al pubblico sia in virtù di un certo talentaccio per scrivere canzoni come prima definite (semplici, ma non stupide), di sfruttarne le scarne melodie in modo abbastanza efficace e di suonare dannatamente, simpaticamente old-school. E questo è probabilmente tutto ciò a cui puntano.



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
30 su 1 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2020
Gates Of Hell Records
Speed Metal
Tracklist
1. Steel for Life
2. Devil in Transport
3. Bed Queen
4. Just Because I Can
5. Metal and More
6. Speedline
7. Iron Mountain
8. Heartbreaker (Pat Benatar Cover)
Line Up
Lord Terrifiant (Voce)
ZZ Slop (Chitarra)
Slime Valdi (Chitarra)
Sniffany Bags (Basso)
Alcoloic (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]