Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

The Night Flight Orchestra
Aeromantic
Demo

Ira Green
7
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

03/04/20
BLAZE BAYLEY
Live in Czech

03/04/20
AUGUST BURNS RED
Guardians

03/04/20
THORN IN SIDE
Tales Of The Croupier

03/04/20
AARA
En Ergô Einai

03/04/20
TESTAMENT
Titans of Creation

03/04/20
AD INFINITUM
Chapter I: Monarchy

03/04/20
LOVIATAR
Lightless

03/04/20
WITCHES OF DOOM
Funeral Radio

03/04/20
P.O.E. (PHILOSOPHY OF EVIL)
Of Humanity And Other Odd Things

03/04/20
MANAM
Ouroboros

CONCERTI

31/03/20
KRISIUN + GRUESOME + VITRIOL (ANNULLATO)
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

02/04/20
TYGERS OF PAN TANG + GUESTS TBA (ANNULLATO)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

02/04/20
NECRODEATH (ANNULLATO)
EXCALIBUR PUB - CHIAVARI (GE)

03/04/20
TYGERS OF PAN TANG + GUESTS TBA (ANNULLATO)
SANTOMATO LIVE CLUB - PISTOIA

03/04/20
NECRODEATH (ANNULLATO)
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

04/04/20
GUTALAX + GUESTS TBA
CIRCOLO EKIDNA - CARPI (MO)

04/04/20
FULL OF HELL + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

04/04/20
ANCIENT + NECRODEATH + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

04/04/20
TYGERS OF PAN TANG + GUESTS TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

04/04/20
DEATHLESS LEGACY
GRINDHOUSE CLUB - PADOVA

Victorius - Space Ninjas From Hell
18/02/2020
( 446 letture )
Tornano i Victorius con Space Ninjas From Hell, nuovo album a base di un power metal sotto steroidi iper-velocizzato stile Gloryhammer e DragonForce (difatti la copertina del disco è piuttosto simile a quella di Extreme Power Metal) senza disdegnare del tutto influenze un po’ più “classiche” come Freedom Call o Rhapsody of Fire.

Banalmente il concept alla base del disco tratta del ritorno dei Sunbladers, un gruppo di diabolici ninja spaziali, sconfitti in passato e cacciati dalla terra. Il loro inaspettato ritorno costituisce una minaccia per il pianeta, in maniera piuttosto simile a quanto visto su Legends from Beyond the Galactic Terrorvortex dei Gloryhammer, in cui la trama e gli scenari sci-fi facevano da sfondo a una proposta musicale tamarrissima, proprio come in questo Space Ninjas From Hell.
L’album parte subito bene con Tale of the Sunbladers, Ninjas Unite e Super Sonic Samurai, canzoni perfettamente standardizzate alle varie uscite sul genere, in cui le ritmiche sono super veloci e precise, in cui le chitarre si intrecciano in fraseggi e assoli vorticosi e in cui il cantato è sempre graffiante, melodico e reso epicheggiante grazie ai soliti cori di sottofondo, che rendono i ritornelli anthemici, ancora più energici. Si prosegue con Evil Wizard WuShu Master, brano power al 100% e con Nippon Knights, canzone in cui i riff di chitarra sono contornati da alcuni elementi sonori che rendono l’atmosfera leggermente più orientale, ma che di base resta sempre la solita canzone super power.
Si arriva alla fine tra ritornelli più o meno riusciti, infiniti assoli, ritmiche in cui non si molla mai un secondo l’acceleratore. Ogni cosa è estremamente accattivante, ben fatta e al passo con i tempi. Brani come la titletrack Space Ninjas from Hell o Cosmic Space Commando Base (leggermente meno veloce e più ritmata) ne sono la prova tangibile. Purtroppo, come da copione, tutto è perfetto ma si arriva alla fine, costituita da Shinobi Strike 3000 in cui una voce narrante chiude il disco, non completamente soddisfatti: tutto è apparentemente perfetto, il disco volendo è divertente e si lascia ascoltare ma lascia sempre quella sensazione strana di non completezza, in cui si percepisce la mancanza di spessore del disco, che non riesce ad avere la meglio sui mille altri lavori simili e come sempre è una cosa spiacevole perché forse ci voleva poco a fare il salto di qualità dato che le qualità tecniche sono indiscutibili. Tutte le canzoni sono più o meno equivalenti per qualità, non ci sono brutti scivoloni così come non emergono canzoni più rappresentative di altre.

Il quintetto sassone non è mostruosamente originale e infatti Space Ninjas From Hell non sembra essere un disco fatto per durare e per essere ascoltato a lungo, pur avendo le sue qualità ed essendo in grado di mostrare quelle della band (tecnicamente indiscutibile). Space Ninjas From Hell è un disco divertente e scorrevole, le canzoni sono inevitabilmente coinvolgenti ed energiche, ma spesso manca quel qualcosa in più a svoltare, rendendo le canzoni di un altro livello. Non è comunque un disco da buttare visto che complessivamente si lascia ascoltare e le composizioni sono buone, ben suonate e valorizzate da una produzione di buon livello ma purtroppo quel qualcosina in più, che si tratti di originalità, di personalità o di genio, non è presente e penalizza abbastanza il disco: per quanto buono probabilmente anche Space Ninjas From Hell andrà a finire insieme a mille altri dischi power usciti negli ultimi anni nel calderone dei dischi power contemporanei troppo uniformi (nel bene e nel male) per emergere, che pur essendo stracolmi di elementi accattivanti perfettamente inseriti per entrare nella testa dell’ascoltatore non riescono ad entrarci.



VOTO RECENSORE
69
VOTO LETTORI
40 su 3 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2020
Napalm Records
Power
Tracklist
1. Tale of the Sunbladers
2. Ninjas Unite
3. Super Sonic Samurai
4. Evil Wizard WuShu Master
5. Nippon Knights
6. Shuriken Showdown
7. Wasabi Warmachine
8. Warth of the Dragongod
9. Astral Assassin Shark Attack
10. Space Ninjas from Hell
11. Cosmic Space Commando Base
12. Shinobi Strike 3000
Line Up
David Baßin (Voce)
Dirk Scharsich (Chitarra)
Florian Zack (Chitarra)
Andreas Dockhorn (Basso)
Frank Koppe (Batteria)
 
RECENSIONI
65
68
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]