Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

09/07/20
NUCLEAR WINTER
StormScapes

10/07/20
MICHAEL GRANT & THE ASSASSINS
Always the Villain

10/07/20
DAWN OF A DARK AGE
La Tavola Osca

10/07/20
TOKYO MOTOR FIST
Lions

10/07/20
REBEL WIZARD
Magickal Mystical Indifference

10/07/20
BLOODY HEELS
Ignite the Sky

10/07/20
SHINING BLACK
Shining Black

10/07/20
VISION DIVINE
The 25th Hour (ristampa)

10/07/20
ENSIFERUM
Thalassic

10/07/20
ENUFF Z`NUFF
Brainwashed Generation

CONCERTI

08/07/20
THE DEAD DAISIES (SOSPESO)
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

08/07/20
GUANO APES + LACUNA COIL (SOSPESO)
PARCO DELLA CERTOSA - COLLEGNO (TO)

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Midnight - Rebirth by Blasphemy
20/03/2020
( 837 letture )
Cleveland, USA.
Tutto tace durante una sera che anticipa la primavera 2020. Poi un boato, un rombo di tuono ed ecco comparire il malvagio: serve un kit medico mentre l’adrenalina sale vertiginosamente caricandoci a mille. È un evento fondamentale? Certo che sì: si tratta del nuovo parto (o rinascita) dei Midnight, la one-man band nata nel 2003 in Ohio. Svariati demo, split album e poi alcune schegge impazzite, tra cui lo splendido e marcissimo Sweet Death and Ecstasy, uscito tre anni fa. Prima di allora non avevo mai avuto nel radar la band fondata dal poli-strumentista Athenar, ma da quel momento in poi le cose sono cambiate.

Con trepidante attesa e gioia malcelata, scartiamo la confezione e scopriamo un blasfemo digipack in carta ruvida. Nero, rosso, scale di grigi che si intrecciano per formare malessere e velocità: Fucking Speed and Darkness non è solo il nome dell’opener, del primo singolo estratto, ma è anche un monito, una bandiera che sventola nella notte oscura.
Tuttavia, nessun cavaliere con il mantello vi salverà durante i 33 minuti di odio, degenero e heavy metal di Rebirth by Blasphemy, uno dei gioielli del 2020 in ambito musical-apocalittico. Ma non vi aspettate cambi di direzione, svisate prog o fantasie sonore, quanto più un bellissimo pot-pourri del DNA Midnight: rauche cavalcate metalliche, assoli dirompenti, riff al catrame e pioggia rosso sangue per tutta la durata dell’ascolto. Non abbiamo pace né respiro, dalla prima all’ultima nota: schiaffi e pugni. Il singolo d’apertura, Fucking Speed and Darkness, ci regala headbanging sfrenato e velocità a go-go. Una perla accattivante che, come spesso accade in casa ‘Night, mescola punk, black primordiale e heavy metal in modo caustico e funzionale. Riff e voce abrasiva, tornado di assoli e sferraglianti melodie infernali. Il gioco non cambia ma, anzi, si fa più sghembo e squadrato durante le note incappucciate di Rebirth by Blasphemy e Escape the Grave, dove la title-track gioca con chitarre parzialmente melodiche al servizio di riff serrati, che si alternando a un coro semplice ma memorabile, mentre la seconda, che gira vorticosamente sotto i 3 minuti di durata, semplifica il concetto base di heavy metal, sciorinando Venom, Motörhead e razzia a profusione, mentre fuochi divampano e chitarre slabbrate sfondano le pareti della stanza. I Midnight sono qui per voi e per non fare alcun prigioniero, quindi lasciatevi cullare dai bramosi soli sempre ben calibrati e posizionati all’interno delle brevi composizioni. Idea sicuramente funzionale quella di accorciare mediamente le canzoni, rendendole ancora più dirette e aggressive (niente brani alla Crushed by Demons, per capirci), come la grezza e festaiola Devil’s Excrement, 2 minuti e 20 in cui la band dimostra quanto appena detto, accelerando ancora e sfondandoci i padiglioni a suon di black’n’roll dannato e galoppante. Non c’è bisogno di analizzare il testo, ma possiamo sempre goderci la cavalcata solista che spezza il brano in due, portando con sé riverberi dolorosi e graffianti fiammate.
Si procede sui binari della pesantezza che, progressivamente e poco umanamente, ci regala perle dal retrogusto retrò come la bella Raw Attack, annichilente NWOBHM dominata da un semplice riff circolare e da una batteria serrata, per poi accarezzarci con vetri e resina attraverso la rockeggiante The Sounds of Hell, una delle migliori del lotto. Una party song dedicata a cantine, bottiglie rotte e boccali strabordanti: i suoni dell’inferno portano saggezza occulta, zolfo e pochissimi ricami, in un mantra di basso/chitarra/batteria che è tutto da godere alzando il volume oltre-soglia e oltre-modo, provocando crepe e lesioni. Il concetto stesso di metal feroce e gagliardo espresso con una piccola-grande hit poco prima della chiusura, il gran finale dominato dal morso di You Can Drag Me Through Fire. I Midnight si congedano con il pezzo migliore: intro melodico e diretto, riff teletrasportato dal 1983 e poi una lunga discesa metallica, lucente dialogo voce-chitarra e refrain accattivanti. Non si può né si deve chiedere di meglio da questo breve ma intenso viaggio: il cocchiere Athenar, coadiuvato dalla presenza spettrale di SS e Commandor Vanik ci regala una mezzora potente e fulminea.

Rebirth by Blasphemy è sia sospeso nel tempo sia proiettato nel futuro. Un ponte vecchio/nuovo che ci delizia e ci fa ben sperare per il futuro di questo progetto ad alti ottani che, almeno personalmente, trovo assolutamente imprescindibile. Dritto nella fantomatica ma obbligatoria top-list di questo traumatizzante 2020.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
81.2 su 5 voti [ VOTA]
Pacino
Domenica 22 Marzo 2020, 21.30.02
2
Roba seria, pochi cazzi di qualità. Voto 83.
Nonno
Sabato 21 Marzo 2020, 21.04.00
1
Disco spettacolare, metal still means danger!
INFORMAZIONI
2020
Metal Blade
Heavy
Tracklist
1. Fucking Speed and Darkness
2. Rebirth by Blasphemy
3. Escape the Grave
4. Devil’s Excrement
5. Rising Scum
6. Warning from the Reaper
7. Cursed Possessions
8. Raw Attack
9. The Sounds of Hell
10. You Can Drag Me Through Fire
Line Up
Athenar (Voce, Chitarra, Basso, Batteria)
Commandor Vanik (Chitarra)
SS (Batteria)
 
RECENSIONI
77
75
ARTICOLI
04/06/2010
Intervista
MIDNIGHT ODYSSEY
Il cielo in una stanza
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]