Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Ayreon
Electric Castle Live and Other Tales
Demo

Morningviews
You Are Not the Places You Live In
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

27/05/20
HELIKON
Myth & Legend

29/05/20
DEF LEPPARD
London to Vegas

29/05/20
XIBALBA
Anos En Infierno

29/05/20
SORCERER
Lamenting Of The Innocent

29/05/20
PARALYSIS
Mob Justice

29/05/20
OUR POND
Paraphernalia

29/05/20
BEHEMOTH
A Forest (EP)

29/05/20
MORBID ANGELS
Altars of Madness – Ultimate Edition

29/05/20
VIOLENT HAMMER
Riders of the Wasteland

29/05/20
GRAVE DIGGER
Fields Of Blood

CONCERTI

29/05/20
RAIN + GUESTS (ANNULLATO)
BLACK DEVILS SPRING PARTY - S. GIOVANNI IN PERSICETO (BO)

29/05/20
NECRODEATH (ANNULLATO)
LEGEND CLUB - MILANO

30/05/20
MARK LANEGAN BAND (ANNULLATO)
TEATRO MANZONI - BOLOGNA

09/06/20
PERIPHERY (ANNULLATO)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

10/06/20
IN.FEST
CIRCOLO MAGNOLIA - MILANO

12/06/20
SYSTEM OF A DOWN + KORN + GUESTS TBA (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

12/06/20
GUNS N` ROSES + GUESTS TBA (ANNULLATO)
FIRENZE ROCKS - VISARNO ARENA (FIRENZE)

13/06/20
AEROSMITH + GUESTS (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

16/06/20
STEEL PANTHER + THE WILD (SOSPESO)
ALCATRAZ - MILANO

16/06/20
DEATHLESS LEGACY
CRAZY BULL - GENOVA

Harem Scarem - Change the World
01/04/2020
( 663 letture )
Gli Harem Scarem sono una band di grande livello e indubbia longevità. A 3 anni da United, disco brillante, ritornano i combattivi canadesi di Toronto, con il qui presente Change The World, che racchiude 11 nuove tracce freschissime di stampa. Una realtà a sette note assai prolifica, tra produzioni in studio, live album e best of, gli uomini dalla foglia d'acero superano la trentina di pubblicazioni, con l'esordio eponimo datato addirittura '91. Appare superfluo e inutile fare la cronistoria dell'intera carriera, praticamente trentennale, basti dire che i loro album si sono ritagliati l'attenzione di tanti fans in tutto il mondo, grazie a qualità, armonie, melodie e grandi pezzi catturati all'interno della discografia. E la tradizione stellata viene confermata anche con questa nuova uscita, un lavoro con tanti pezzi che ghermiscono sin dal primo ascolto, in virtù di arrangiamenti ficcanti e una classe indomabile, esternata in fase di scrittura e realizzazione. Con in più l'arma dell'esperienza che per un gruppo tale, funge da valore aggiunto, al fine di mantenere altissimi standard qualitativi; in sostanza, l'ensemble di Harry Hess e soci, raramente delude. Sin dall'opener e title track, il quartetto profonde grandi energie e impegno che esplodono in partiture impossibili da non considerare, la voce di Hess impone una dittatura vocale di gigantesco impatto, le chitarre di Lesperance sono vivide, i cori penetranti, il ritornello plana lungo sulle casse: squisito inizio, con un solismo raggiante della sei corde.

Aftershock ha un andamento AORistico con un inciso di grande bellezza e scosse elettriche diffuse, il solo dell'ascia è una song nella song, e di seguito arriva Searching For Meaning che sfoggia una gemma melodica moderna pescando nel passato, e il risultato è, manco a dirlo, esemplare. The Death Of Me, con tanto di video official, s'innesca da grandi hooklines nel riff di partenza, il bridge e il ritornello sono deliranti nella loro bellezza, con un break esclusivamente vocale, e un intervento pirotecnico di Lesperance, vecchio marpione dei capitasti. Singolo azzeccato e pregevole da ogni angolo lo si osservi. Mother Of Invention parte come un lento pianistico per poi tramutarsi in un'esplosione armonica di levatura superiore, con qualche influenza sospesa tra sottolineature beatlesiane e una spruzzata lieve di Queen, altra freccia che spacca il centro del target. No Man's Land è secca e decisa, le chitarre hanno un gran tiro, Hess pilota una navicella che atterra direttamente su un pianeta sperduto in altre galassie, costituito di melodia e capacità di confezionare canzoni libidinose. In The Unknown è decisamente fasciante, avvolgendo l'ascoltatore con pinnacoli melodici e arrangiamenti aurei, chitarre misurate ma che sanno farsi sentire, così come accade per Riot In My Head, dove la sei corde costruisce una parete rocciosa e la scala a mani nude, mentre il singer sfodera una prestazione sontuosa, tutta in chiave hard rock fiammeggiante. No Me Without You inaugura la triade finale con uno slow di grande corposità e porzioni melodiche da applausi, la roboante Fire & Gasoline viaggia speditissima, mentre Swallowed By The Machine tira il tendone dell'ultima proiezione, con una track chiassosa, innestata su musicalità adattissime all'ugola platinata del singer.

Gli Harem Scarem, alla luce di questi nuovi 11 pezzi, sono riusciti a produrre un altro disco da leccarsi baffi e basette in un sol colpo, dove tutte le componenti appaiono calibrate, lucenti, efficaci, riuscite, e di grande splendore sonoro. Le pedine sono al posto giusto, voce superba che non molla di un centimetro, chitarre che dragano l'asfalto, arrangiamenti di tastiere pregiati, coppia ritmica solida e marmorea, un lavoro con i controzebedei. Change The World, e mai titolo potrebbe risultare più profetico in questo frangente storico, è un lavoro che conferma la grandezza dei canadesi. Vale la pena ascoltarlo con cura e dedizione.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
89 su 3 voti [ VOTA]
Alberto
Domenica 3 Maggio 2020, 9.43.42
4
Semplicemente FOLLE! Album privo di cali. Lesperance ci ha buttato dentro dei soli notevolissimi e Hass più "invecchia" e più è bravo a cantare. E' anche prodotto molto bene secondo me. Voto 89
Andy
Martedì 14 Aprile 2020, 15.51.57
3
....gli Harem non sbagliano!!!....grande album!!!...solo il pezzo omonimo posto in apertura potrebbe sviare l'indirizzo del disco!...dalla number 2 in avanti un capolavoro dopo l'altro!...alcuni pezzi meno harem la' in mezzo ci sono ma in complesso si possono assorbire come sperimentazione!...top band..top refrain e grandi suoni!!!
Aceshigh
Giovedì 2 Aprile 2020, 15.28.00
2
Gran bel ritorno! Hard rock melodico di gran classe. Melodie e arrangiamenti sopraffini, produzione potente. La premiata ditta Hess/Lesperance non delude. Pezzi come la title-track o Searching for Meaning sono una goduria per chi ama queste sonorità. Consigliatissimo! Voto 83
duke
Mercoledì 1 Aprile 2020, 22.14.49
1
...lo ascoltero' sicuramente...e' un po' che li avevo persi di vista....
INFORMAZIONI
2020
Frontiers Records
Hard Rock
Tracklist
1. Change The World
2. Aftershock
3. Searching For Meaning
4. The Death Of Me
5. Mother Of Invention
6. No Man's Land
7. In The Unknown
8. Riot In My Head
9. No Me Without You
10. Fire & Gasoline
11. Swallowed By The Machine

Line Up
Harry Hess (Voce, tastiere)
Pete Lesperance (Chitarre)
Mike Vassos (Basso)
Creighton Doane (Batteria)
Darren Smith (Cori)

 
RECENSIONI
75
75
80
81
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]