Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Havok
V
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

07/08/20
MOONSPELL
The Butterfly Effect (Ristampa)

07/08/20
WOR
Prisoners

07/08/20
MESSIAH
Fatal Grotesque Symbols - Darken Universe

07/08/20
STILLBIRTH
Revive the Throne

07/08/20
LIONVILLE
Magic is Alive

07/08/20
SELBST
Relatos De Angustia

07/08/20
MISERY SIGNALS
Ultraviolet

07/08/20
EMPEROR
Wrath of the Tyrant (ristampa)

07/08/20
BLACK ROSE MAZE
Black Rose Maze

07/08/20
RAMOS
My Many Sides

CONCERTI

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

11/08/20
BAD RELIGION
FESTIVAL DI RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

12/08/20
BAD RELIGION (SOSPESO)
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

Mother Island - Motel Rooms
22/07/2020
( 191 letture )
Arrivati al terzo album i vicentini Mother Island sembrano aver raggiunto la maturità pensante, quella capacità propria dei veri musicisti di trattenere i freni inibitori in modo da poter favorire l'atmosfera unica provocata dalla credibilità del sound realizzato. Il loro psychedelic rock s'insinua nell'ascoltatore con vivacità tramite il proficuo lavoro delle due chitarre in una combo riuscitissima di raffinatezza acustica ed acidità elettrificata, ma anche tramite la leggerezza movimentata della sezione ritmica e la voce ipnotica di Anita Formilan, la quale raccoglie le lezioni di Grace Slick cogliendone la classe e mitigandone la potenza canora oltre a presentare una sensualità atipica, quest'ultima essenzialmente tutta farina del suo sacco.

Non pensiate però che Motel Rooms si accontenti di risultare un valido remake sessantiano di suoni allucinogeni poiché nel frattempo vi sono stati più di cinquant'anni di musica filtrati coscientemente dai Mother Island, i quali decidono di lasciare in superficie alcuni frammenti d'indie d'inizio millennio. A tal proposito basti pensare all'avvio affidato a Till the Morning Comes e Eyes of Shadows, canzoni che sembrano scritte da degli Artic Monkeys meno incazzati per via dell'uso di sostanze stupefacenti. La seconda in particolare è una gran bella track dal chorus leggiadro, costruita tra le maglie d'irresistibili arpeggi che si liquefanno sul lungo bridge per poi tornare caparbi nel corso dell'arrembante finale. Ad ogni modo sarebbe surreale negare il pathos della band nel riproporre suoni vividi direttamente provenienti dalla California dei Doors e dei Jefferson Airplane, ma anche dall'Inghilterra dei Beatles e di Syd Barrett. A dimostrarcelo giungono la genuina And We're Shining contenente un assolo liberatorio senza fronzoli ed il pop/rock elettrizzante di Summer Glow, ricco di strofe conturbanti e di un accomagnamento che avrebbe reso felice Ray Manzarek. Probabilmente al tastierista di origine polacca non sarebbe dispiaciuta nemmeno la mirabile produzione della successiva We All Seem to Fall to Pieces Alone: una spiazzante marcetta orchestrale, un "triste circo" dove la cantante è la malinconica star al centro del tendone. Dopo il riuscito esperimento è compito di Demons e Song for a Healer farci rituffare nei soffici meandri del blues/rock d'annata attraverso ritmi sincopati e passaggi melodici significativi. Se il taglio moderno di Santa Cruz risulta meno affascinante del solito tutt'altro invece si può dire per i refrain funkeggianti di Dead Rat dai caleidoscopici colori.

La conclusione fumosa, sfocata affidata a Lustful Lovers è la ciliegina sulla torta di una proposta profondamente offuscante che non tradisce le aspettative. Un album da godersi serenamente con la consapevolezza di cimentarsi in un paradigma psichedelico conturbante dal quale appare difficile estraniarsi.



VOTO RECENSORE
78
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2020
Go Down Records
Psychedelic Rock
Tracklist
1. Till the Morning Comes
2. Eyes of Shadows
3. And We're Shining
4. Summer Glow
5. We All Seem to Fall to Pieces Alone
6. Demons
7. Song for a Healer
8. Santa Cruz
9. Dead Rat
10. Lustful Lovers
Line Up
Anita Formilan (Voce)
Nicolò De Franceschi (Chitarra)
Nicola Tamiozzo (Chitarra)
Giacomo Totti (Basso)
Jody Berton (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]