Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Neal Morse
Sola Gratia
Demo

Sun Eater
Light Devoured
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/10/20
JAKKO M JAKSZYK
Secrets & Lies

23/10/20
CEREMONIAL BLOODBATH
The Tides of Blood

23/10/20
ZEAL & ARDOR
Wake of a Nation

23/10/20
CELESTIAL SEASON
The Secret Teachings

23/10/20
MORK GRYNING
Hinsides Vrede

23/10/20
OVTRENOIR
Fields of Fire

23/10/20
DEHUMAN REIGN
Descending upon the Oblivious

23/10/20
DEMONICAL
World Domination

23/10/20
SEVENDUST
Blood & Stone

23/10/20
ARMORED SAINT
Punching the Sky

CONCERTI

22/10/20
STEF BURNS LEAGUE
KILL JOY - ROMA

24/10/20
NERO DI MARTE + GUESTS
CS BOCCIODROMO - VICENZA

24/10/20
OTTONE PESANTE
SECRET SHOW - GENOVA

24/10/20
VIRTUAL SYMMETRY
CINEMA PLAZA - MENDRISIO (CH)

25/10/20
DEATH THE SUNDAY FEST
CIRCOLO ARCI MU - PARMA

30/10/20
ULVEDHARR + GUESTS
DRUSO - RANICA (BG)

30/10/20
OTTONE PESANTE
INK CLUB - BERGAMO

30/10/20
HELLUCINATION + NEBULAE
TRAFFIC CLUB - ROMA

31/10/20
DEATHLESS LEGACY + DAMNATION GALLERY
CRAZY BULL CAFE' - GENOVA

31/10/20
OTTONE PESANTE
IL CASTELLO - PARMA

Unreqvited - Empathica
30/08/2020
( 602 letture )
鬼 è l’ideogramma cinese che significa fantasma e in giapponese Oni, tipici Yokai dalle forme mostruose del folklore nipponico, spesso e approssimativamente identificati in occidente come demoni. 鬼 è anche il simbolo dietro al quale si cela il mastermind e polistrumentista del progetto Unreqvited (nonché dei The Amber, The Ash), l’artista canadese Willow Vale. Unreqvited è una proposta molto recente, nasce solo nel 2016 con l’esordio discografico Disquiet ma conta già all’attivo ben cinque full-length (più varie collaborazioni) di cui Empathica è per ora l’ultimo nato. Un vero stakanovista, Willow Vale: oltre a suonare e programmare tutta la musica che compone, si occupa anche delle parti vocali e di buona parte della produzione. Il genere che propone è un atmospheric symphonic black metal/blackgaze che fonda le sue radici nel black metal, Emperor e Dimmu Borgir, nel symphonic metal dei Nightwish e nelle colonne sonore di Hans Zimmer (nomi citati dallo stesso Willow Vale in una recente intervista). Eppure, quando si procede ad ascoltare la musica composta dal canadese si avverte all’istante che tutte le influenze elencate sono state assimilate e trasmutate in altro. Se la stragrande maggioranza delle band di metal sinfonico mette sempre al primo posto la struttura canzone arricchita da partiture orchestrali, Willow Vale già dalle prime opere procede spesso e volentieri nel senso contrario.

Le prime tre tracce, Empathica I, II, III sono la miglior esemplificazione di quanto detto. La musica è prevalentemente sinfonico-orchestrale (viene spesso alla mente Howard Shore) su cui si innestano le strumentazioni care al black metal, chitarre in tremolo e batteria, ma niente blast beats per ora. Nessun testo da cantare o da leggere mentre si ascolta l’album, Unreqvited è volutamente un’espressione musicale senza parole e il cantato si riduce ad occasionali versi ed urla strazianti, che affiorano dal fiume orchestrale per pochi istanti per essere poi nuovamente sommersi dal flusso musicale. Stessa discorso per i cori lirici d’accompagnamento che evocano nella mente immagini libere da inutili descrizioni. La scelta ponderata dall’artista di non introdurre testi o parti narrate serve a non distrarre l’ascoltatore che può farsi trasportare dai panorami sonori che la musica crea ed egli stesso, in un rapporto empatico con la melodia per dare vita alla fantasia, alla trama e al testo che i suoni ispirano.
Crystal Cascade, posto a metà lavoro, è l’unico brano di tutto l’album che si concede una certa struttura cara al black metal, accelerazioni in blast beat iniziali, versi ruggenti in sottofondo e break melodico finale. L’effetto è quello di dividere l’album in due segmenti e forse un modo per risvegliare i sensi intorpiditi da ventitre minuti iniziali molto impegnativi. In Snowspirits of the Arcane arpeggi di chitarra accompagnano le orchestrazioni in un lungo interludio che sfocia in The Permafrost, dove pianoforte e batteria dolcemente introducono chi ascolta a paesaggi gelidi e desolati per poi esplodere in una feroce tempesta algida sapientemente evocata da chitarre epiche e percussioni veloci innestate sul tema sinfonico portante, modus operandi di alcuni componimenti dei Wintersun. Dreamer’s Hideaway chiude l’album all’insegna del pianoforte che delinea un pattern melodico ripetuto per tutto il brano per poi fondersi ed amalgamarsi con l’orchestra. In sottofondo un coro lirico d’accompagnamento (sempre e rigorosamente senza alcun testo) culla l’ascoltatore appagato tra le braccia di Morfeo.

Empathica è un album impegnativo in più di un senso, perché richiede uno sforzo ulteriore proprio per l’uso abbondante delle orchestrazioni e per la totale assenza di testi e cori di riferimento. Non è un ascolto fugace per fare headbanging in auto così come non è solo musica di sottofondo mentre si svolgono altre attività (anche se può tranquillamente essere una valida colonna sonora alla lettura). L’album si schiude dopo ripetuti ascolti e ammettiamolo, per contro, richiede il giusto stato d’animo per essere gustato appieno. Se invece si avrà l’ardire di accettare la sfida, Empathica è un’opera che permette alla mente e ai sensi di solcare paesaggi inesplorati, trasportati dalle creazioni sonore del demiurgo canadese 鬼.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
80 su 1 voti [ VOTA]
DEEP BLUE
Domenica 27 Settembre 2020, 19.52.49
2
Sicuramente è Atmospheric ma di Black qui c'è poco o nulla. Bello ma sopravvalutato, io metterei un 70 chiedendo un poco meno di ripetitività.
Jan Hus
Domenica 30 Agosto 2020, 23.48.09
1
Finalmente Unreqvited, merita tutto sin da Disquiet. A questo punto ci vuole la recensione anche di un Mesarthim, vista l’ennesima uscita.
INFORMAZIONI
2020
Northern Silence Productions
Black/Ambient
Tracklist
1. Empathica I: Heart of the Spectral Mountains
2. Empathica II: Everwinter
3. Empathica III: Innocence
4. Crystal Cascade
5. Snowspirits of the Arcane
6. The Permafrost
7. Dreamer's Hideaway
Line Up
鬼 Willow Vale (Tutti gli strumenti, Orchestrazioni)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]