Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Long Distance Calling
How Do We Want to Live?
Demo

Mordred
Volition
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/09/20
OSSUARY ANEX
Obscurantism Apogee

23/09/20
MYSTHICON
Silva-Oculis-Corvi

25/09/20
SKALMOLD
10 Year Anniversary - Live in Reykjavik

25/09/20
NASTY
Menace

25/09/20
HATEFUL
Set Forever on Me

25/09/20
THE OCEAN
Phanerozoic II: Mesozoic | Cenozoic

25/09/20
MORTA SKULD
Suffer for Nothing

25/09/20
BLOODRED
The Raven/s Shadow

25/09/20
SCORGED
Scorged

25/09/20
KATAKLYSM
Unconquered

CONCERTI

20/09/20
HARDCORE THE SUNDAY FEST
CIRCOLO ARCI MU - PARMA

23/09/20
STEVEN WILSON (ANNULLATO)
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

Fides Inversa - Historia Nocturna
05/09/2020
( 454 letture )
Gionata Potenti, noto con gli pseudonimi Omega A.D. e Thorns, è uno dei batteristi session più attivi e prolifici nel metal. Da membro fondatore dei Frostmoon Eclipse e uno dei primi batteristi degli Handful of Hate, Gionata ha partecipato in svariate decine di pubblicazioni con vari progetti black metal, alcuni riconosciuti internazionalmente (Acherontas, Glorior Belli, Chaos Invocation e Blut Aus Nord) ed altri progetti studio che funzionano come sfizio (Enepsigos o il suo progetto solista Deathrow). Uno di questi gruppi, i Fides Inversa, hanno raggiunto quota tre album dopo non pochi sforzi, visto il lasso di tempo di sei anni dall’ultimo. Questa volta, oltre al chitarrista Void A.D., si aggiunge Wraath, già noto come membro dei Behexen, oltre che degli ormai sciolti Celestial Bloodshed e One Tail, One Head.

La formazione di Historia Nocturna promette bene anche grazie alla presenza di Wraath, membro di Behexen e Maree di Unhold al basso, attivo anche lui in diversi gruppi tra cui Absurd e Grand Belial's Key. Le aspettative vengono ripagate quando, dopo un'intro strumentale, A Wanderer's Call and Orison e Transcendental Lawlessness aprono le prime scariche di riff in tremolo e blast-beat epici come i Marduk erano soliti fare in Heaven Shall Burn… When We Are Gathered. The Visit segue invece un approccio più lento, con sezioni terzinate, mentre con I Glance You with a Touch, I Touch You with a Gaze si ritorna con ritmi più veloci e armonizzazioni che possono ricordare act come i My Dying Bride. Con Syzygy ci avviciniamo invece alla scena “orthodox” francese grazie ad una serie di arpeggi dissonanti e atmosfere funeree, mentre I Am the Iconoclasm chiude il lavoro ricalcando uno stile più violento fatto di blast beat e riff serrati, andando così a riprendere quanto espresso nei due brani all'inizio. La produzione abbraccia molte dinamiche, grazie all’uso di distorsione in stile fuzz per quanto riguarda le chitarre, un timbro di basso variabile, che lo rende ben presente nel mix, e una batteria incentrata soprattutto sui piatti, snare, e soluzioni, anche sonore, che la rendono simile a quella sul capolavoro in De Mysteriis dom Sathanas: nonostante l'estrema cura per i dettagli, bisogna dare atto al trio di essere comunque riuscito a mantenere vivo quell'approccio tipico degli album black metal, dando così l'impressione, attraverso ronzii e trovate simili, di suonare grezzo e strafottente.

Tutto regolare e piacevole nonostante il tutto suoni un po' troppo derivativo. Non che ci si aspetti qualcosa di particolarmente profondo o complesso da un progetto black metal tout court che, anziché tentare una qualche ricerca in grado di connettersi con l’ascoltatore o stabilire un messaggio applicabile con cui ci si possa relazionare, punta su uno stile intransigente e per certi aspetti molto cari alla vecchia scuola.



VOTO RECENSORE
65
VOTO LETTORI
89.15 su 13 voti [ VOTA]
DavideFFe
Martedì 8 Settembre 2020, 13.23.50
2
Disco eccellente!
FenrirWulf
Domenica 6 Settembre 2020, 13.45.15
1
Però dai, ma cosa centrano i My Dying Bride? E la distorsione fuzz?? Sicuro di aver ascoltato il disco giusto?
INFORMAZIONI
2020
World Terror Committee
Black
Tracklist
1. Intro
2. A Wanderer’s Call and Orison
3. Transcendental Lawlessness
4. The Visit
5. I Glance You with a Touch, I Touch You with a Gaze
6. Syzygy
7. I Am the Iconoclasm
Line Up
Wraath (Voce)
Void A.D. (Chitarra, Basso)
Omega A.D. (Batteria, Voce)

Musicisti ospiti:

Unhold (Basso)
 
RECENSIONI
77
ARTICOLI
12/05/2015
Live Report
HORNA + FIDES INVERSA + TORTORUM + KULT
Cerbero (ex-Theatre), Rozzano (MI) 06/05/2015
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]