Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Rikard Sjöblom`s Gungfly
Alone Together
Demo

Profanity (GER)
Fragments Of Solace
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/01/21
WARDRUNA
Kvitravn

22/01/21
CREYE
Creye II

22/01/21
LABYRINTH
Welcome to the Absurd Circus

22/01/21
W.E.T.
Retransmission

22/01/21
ASPHYX
Necroceros

22/01/21
JASON BIELER AND THE BARON VON BIELSKI ORCHESTRA
Songs for the Apocalypse

22/01/21
HOLY MOTHER
Face This Burn

22/01/21
PHANTOM ELITE
Titanium

22/01/21
CONVICTION
Conviction

22/01/21
ENDEZZMA
The Archer, Fjord and the Thunder

CONCERTI

20/01/21
SHADOW OF INTENT + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

06/02/21
MAGNUM + GUEST TBA (CANCELLATA)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

11/02/21
VENOM INC. + GUESTS
TRAFFIC CLUB - ROMA

12/02/21
VENOM INC. + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

13/02/21
VENOM INC. + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

17/02/21
IMONOLITH + TBA
BARRIO'S CAFE - MILANO

18/02/21
IMONOLITH + LOGICAL TERROR
MK LIVE - CARPI (MO)

19/02/21
THE DEAD DAISIES
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

20/02/21
ANCIENT + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

21/02/21
TURMION KATILOT
LEGEND CLUB - MILANO

Empyrean Fire - Deliverance
11/01/2021
( 544 letture )
Gli Empyrean Fire sono un side project di Jason Yorke, meglio conosciuto per il proprio progetto solista Eternal Valley, Brian Rush, che ne ha avuti all’attivo almeno una ventina e una cantante, Tricia Myers, ideatrice del concept e che si è dedicata anche alla produzione del disco in questione. Il concept è una trattazione personalizzata del “Paradiso Perduto” di John Milton, nota narrazione in poesia della creazione del mondo e dell’ascesa di Lucifero nell’Inferno. Un concept sicuramente abusato, che sicuramente musicisti di tutto rispetto come Gregor Mackintosh e Nicholas Holmes conoscono come il palmo delle proprie mani, ma che non ha mai smesso di ispirare continuamente gruppi musicali in ambito estremo.

Dopo una intro che promette epicità, Gathering Storm mette in mostra una bizzarra devozione per i Dimmu Borgir di Abrahadabra, mettendo in campo un inizio doom, continui cambi di tempo e sezioni più veloci con una serie di palm-muting e passaggi che sanno un po’ di death metal vecchia scuola. Descent si prende più tempo con accordi iniziali sostenuti e riff epici sostenuti da un ritmo marziale che risuona tra il riverbero, invece Perdition si basa su armonie funeree supportate da suoni solitari di tastiera che ci rimandano ai tempi del Burzum di Filosofem. Corruption segue a ruota con un intro a base di tastiere inquietante che dà spazio a una delle tracce più violente del disco, degna dei Cradle of Filth di Dusk and Her Embrace, mentre The Seige pone le basi per il climax che esplode alla fine del disco con dei ritmi strettamente doom e arpeggi paludosi come un certo tipo di depressive black: infine, il tutto si conclude con Final Battle, che come da requisiti si rivela il pezzo epico apocalittico del disco, alternando orchestrazioni che si stagliano come sirene e sezioni con sole chitarre che fungono da breakdown scatenati, terminando con un ultimo riff che si staglia verso l’infinito. Ok, torniamo con i piedi per terra: Deliverance è indubbiamente un disco pomposo ed esagerato come parecchi dischi symphonic black delle scorse due decadi effettivamente volevano sembrare, e gli Empyrean Fire non sono campioni di songwriting, ma il disco è comunque prodotto in maniera accettabile, con un buon bilanciamento fra gli strumenti ed occasionali inserti di voce pulita che si inserisce fra gli arrangiamenti come un copione ben scritto.

Le scelte compositive, di arrangiamento e se vogliamo anche di concept del gruppo potranno sicuramente apparire indigeste ad una frangia inossidabile del metal estremo, ma va da sé che il disco in questione non fa una brutta figura: al contrario, ci porta pensare che le loro prossime pubblicazioni potrebbero addirittura eccedere le nostre aspettative.



VOTO RECENSORE
72
VOTO LETTORI
30 su 8 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2020
Heavy Gloom Productions
Symphonic Black
Tracklist
1. Proclamation
2. Gathering Storm
3. Descent
4. Perdition
5. Corruption
6. The Siege
7. Final Battle
Line Up
Tricia Myers (Voce)
Jason Yorke (Voce, Chitarra, Basso, Programmazione)
Brian Rush (Voce, Tastiere)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]