Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Forevermore - Extended Version
Clicca per ingrandire
The Breath of Life - Abriged Version
CERCA
RICERCA RECENSIONI
PER GENERE
PER ANNO
PER FASCIA DI VOTO
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

01/12/21
DIABLATION
Allégeance

03/12/21
GATE
Nord

03/12/21
AQUILUS
Bellum I

03/12/21
GREEN CARNATION
The Acoustic Verses (Remaster 2021)

03/12/21
UNANIMATED
Victory in Blood

03/12/21
AINULINDALE
Dagor-nuin-Giliath (EP)

03/12/21
BLIND GUARDIAN
Deliver Us from Evil [Singolo]

03/12/21
WOLFTOOTH
Blood & Iron

03/12/21
OF MICE & MEN
Echo

03/12/21
IF ANYTHING, SUSPICIOUS
OffAir - Lullabies for the Damned

CONCERTI

01/12/21
VOLBEAT - Servant of the Mind Release Party
HEADBANGERS CLUB - MILANO

02/12/21
NANOWAR OF STEEL
ALTERNATIVE MUSIC CLUB - MONTENERO DI BISACCIA (CB)

03/12/21
NIGHTWISH + AMORPHIS + TURMION KATILOT (RINVIATO)
LORENZINI DISTRICT - MILANO

03/12/21
NANOWAR OF STEEL
GARAGE SOUND MUSIC CLUB - BARI

03/12/21
BATUSHKA + BELPHEGOR + GUESTS
REVOLVER CLUB - SAN DONÀ DI PIAVE (VE)

03/12/21
PINO SCOTTO + THE GLAMOUR
SHERATAN LIVE CLUB - CARPI (MO)

04/12/21
THY ART IS MURDER + MALEVOLENCE + KING 810 + ALPHA WOLF + ORBIT CULTURE
LARGO VENUE - ROMA

04/12/21
NANOWAR OF STEEL
MOOD SOCIAL CLUB - RENDE (CS)

05/12/21
ARCHGOAT + WHOREDOM RIFE + THEOTOXIN (POSTICIPATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

05/12/21
BEAST IN BLACK + MISTER MISERY + NESTRUCTION (CANCELLATO)
ALCATRAZ - MILANO

Transatlantic - The Absolute Universe
05/02/2021
( 3581 letture )
A me Portnoy, Stolt e Morse fanno paura. Devono per forza avere stretto un patto col diavolo scambiando la propria anima con una vena creativa inesauribile, perché altrimenti non si spiega come mai, da anni, questi tre musicisti riescano a sfornare pile di dischi senza sosta e a portare avanti numerosi progetti paralleli simultaneamente. Che poi questa enorme prolificità faccia seguito ad una qualità sopraffina costante è sempre da vedere. Lo scorso anno siamo stati sommersi dai lavori di The Flower Kings, Neal Morse Band, Sons of Apollo e Flying Colors, tutti formalmente ottimi quanto scricchiolanti nel riproporre grossomodo sempre la stessa salsa, suscitando qualche perplessità sull’effettiva genuinità della musica sul lungo periodo. A intensificare ulteriormente dubbi e aspettative future altissime sulla salute compositiva dei musicisti in questione, ci ha pensato infine il fulmine a ciel sereno rappresentato dal ritorno dei Transatlantic, la super neoprogressive rock band definitiva e figlia dei tre stakanovisti poc’anzi citati, a cui si aggiunge il bassista Pete Trewavas, già attivo nei Marillion.

L’approccio alla musica dei Transatlantic non è cambiato. È sempre progressive rock con salde radici piantate negli anni settanta che si ispira a grandi nomi come King Crimson, Genesis, i primi Kansas, Rush, riviste in base alla propria esperienza maturata con le rispettive band di provenienza, ovvero The Flower Kings, Neal Morse Band, Dream Theater e Marillion. Ne risulta praticamente un magmatico tributo al prog che per sua natura non vuole inventare nulla di nuovo, ma anzi esalta le caratteristiche formali del genere come le ottime melodie cantabili, le lunghe sezioni strumentali con assoli a cascata e gli arrangiamenti estremamente tecnici, briosi, caldi, colorati e allegri, ma costantemente intarsiati e avvitati su loro stessi. A rendere però pepata la già nota ricetta è il differente approccio al songwriting per entrambe le versioni con cui The Absolute Universe viene presentato. A tal proposito Mike Portnoy riferisce “The single CD is NOT an edited version of the double CD. They're new recordings. What we have done are different approaches to the songs for this! We wrote fresh lyrics and also have different people singing on the single CD version tracks as compared to those on the double CD. Some of the song titles have also been changed, while others might remain the same, but compositionally what you'll hear has been altered. You must appreciate that what we have done is unique. We revamped the songs to make the two versions different. Nobody has done this before”. Insomma, in un’epoca dove l’ascolto della musica è sempre usa e getta, questo approccio costringe l’ascoltatore a dedicare tempo, attenzione e dedizione alle composizioni, facendo sì che si possa gustare ogni piccola differenza e particolarità di queste due opere gemelle, ma a loro modo uniche.

The Absolute Universe: Forevermore

Il primo disco è molto dinamico e movimentato. La performance corale convince subito per freschezza d’idee e il songwriting è sempre a fuoco e ispirato. Ci sono parecchi pezzi memorabili e permeati da un mood trascinante, allegro e scanzonato che quasi offusca il livello altissimo di ogni singolo momento. Tra i brani migliori segnaliamo Heart Like A Whirlwind, The Darkness in The Light, Swing High, Swing Low, il frenetico divertissment di Bully, Rainbow Sky e la lunghissima e già nota The World We Used to Know. Il secondo disco invece è più riflessivo e lascia spazio anche a qualche lento, a un mood rilassato e a maggiori inserzioni elettro-acustiche molto riuscite (vedasi Lonesome Rebel). Meritano attenzione la pinkfloydiana Owl Howl, la ballad dagli echi beatlesiani Solitude, con un convincete Portnoy al microfono, o la conclusiva Love Made a Way, anche se in generale possiamo dire che ogni brano è molto interessante e presenta qualche spunto che ne innalza il livello qualitativo.

The Absolute Universe: The Breath of Life

Cambiano gli arrangiamenti, le parole e anche chi canta le parti vocali, ma il risultato non delude affatto grazie all’estrema attenzione e studio a tavolino di ogni singolo passaggio musicale. L’ascolto anche in questo caso è scorrevole e incentrato su tanta tecnica e melodia dove a fare la differenza sono le personalità dei singoli musicisti capaci di esaltarsi a vicenda pur avendo ampi spazi concessi per dare prova delle proprie abilità tecniche-esecutive. Colpisce in positivo la pulsante Higher Than The Morning con Trewavas in evidenza, l’allegra Take Now My Soul che rielabora la sua speculare Swing High, Swing Low nella versione estesa, ma in salsa PFM. O ancora, Owl Howl ne esce leggermente ridimensionata nel minutaggio, ma sorretta come sempre dal drumming dalla grande “pacca” su piatti e rullante di Portnoy e dall’atmosfera acida a metà brano figlia dei migliori Pink Floyd. Looking for the Light ritorna anche in questa sede spezzata in due parti dal minutaggio leggermente diverso rispetto alle versioni su Forevermore, senza però avere modifiche significative che in qualche modo ne rivedano l’essenza del pezzo, così come è stato aggiunto un breve preludio di stampo bucolico in stile Genesis alla traccia Love Made a Way.

Alla fine di questa enorme abbuffata progressive ci si può ritenere ampiamente sazi e soddisfatti. I Transatlantic non deludono affatto le aspettative e anzi possiamo dire che contro ogni pronostico The Absolute Universe cassa ogni dubbio effettivo sull’ispirazione e fiacchezza compositiva comparsa a tratti nei lavori solisti dei singoli membri del supergruppo. Il lavoro di squadra in questo caso ha dato i suoi frutti, evitando quegli sporadici momenti di stanca oltremodo citazionisti e figli di un esercizio di stile che aleggiano qua e là nei lavori di The Flower Kings, Neal Morse e Flying Colors, confezionando un’opera al solito mastodontica, ma di qualità elevatissima che riesce nell’impresa di essere memorabile già dal primo impatto e al tempo stesso di crescere pian piano con gli ascolti. Il 2021 parte col botto!



VOTO RECENSORE
87
VOTO LETTORI
89.37 su 27 voti [ VOTA]
Steelminded
Domenica 7 Novembre 2021, 16.41.04
15
Io li trovo grosolanamente patetici da Whirlwind in poi... mentre possiedo e riverisco i primi due e il Live in Europe, dal loro ritorno in campo mi sembrano aver perso ogni senso riproponendo di album in album lo stesso lungo e noioso polpettone di note... severo? un po'... ma poi non andatemi a dire che i Dream Theater non progrediscono...
McCallon
Mercoledì 24 Febbraio 2021, 11.55.08
14
Questi sono fuori di testa. Tra le due versioni ho forse preferito The Breath of Life, ma in entrambi i casi siamo a livelli pazzeschi. Si candida ad essere uno dei miei preferiti di quest'anno. Se verrà superato da altri sarò solo contento, del resto. E' vero, non inventa nulla di nuovo, ma fa quello che deve fare e lo fa con grandissima classe. Per me questo basta. Voto 90 pieno per me.
JC
Domenica 21 Febbraio 2021, 20.20.39
13
Ho comprato sia la versione ridotta che quella espansa. Non mi pento. Bellissima esperienza, grande album. Anche se sono tantissime le citazioni dagli album precedenti, è comunque il disco che ascolterei in loop senza annoiarmi mai per tutto il 2021. 90.
Musicmankar
Sabato 13 Febbraio 2021, 21.04.16
12
Ciao a tutti, sono Giorgio. Complimenti per il sito e per il forum, che ritengo il riferimento per la nostra musica. Ho ascoltato già due volte l’extended version, e lo trovo un lavoro, oltre che tecnicamente elevato (come sempre visto i musicisti) molto molto godibile. Leggo giustamente di tutte le influenze musicali del super gruppo, ma non leggo, almeno in questo album, di sonorità stile ELP...sono l’unico a sentirle?
rob83
Mercoledì 10 Febbraio 2021, 12.59.27
11
Non pensavo potessero bissare the whirlwind e invece lo hanno fatto alla grande!!!! VOTO 90!
Dark_Nebula
Martedì 9 Febbraio 2021, 17.28.03
10
Dopo vari ascolti mi faccio avanti per "elargire" è il caso di dirlo come voto un 90. Non snobbate la abriged version nei confronti della extended pensando che questa, essendo più completa, sia migliore. Sono fantastiche entrambe, con delle differenze tavolta tangibili altre volte piccole o nulle, oltre al minutaggio ovviamente. In base all'utenza o il momento in cui si voglia ascoltare l'album, sia l'una o altra potrebbe essere la versione più idonea. Finalmente, per chi ogni volta che esce un album rock progressive su due dischi, lo snobba per l'eccessiva durata, su questo non avrà problemi
progster78
Martedì 9 Febbraio 2021, 16.52.13
9
Bellissimo,come al solito i nostri eroi non si smentiscono....voto 88.
Flavio
Martedì 9 Febbraio 2021, 15.56.47
8
Lavoro come al solito eccezionale e che attendevo con ansia, anche se dopo diversi ascolti ( di entrambe le versioni ) continuo a ritenere The Whirlwind e Kaleidoscope superiori.
Dark_Nebula
Sabato 6 Febbraio 2021, 18.06.37
7
La release che speravo pubblicassero, potrei così sintetizzare la prima impressione che mi sono fatto su questo nuovo The absoute universe. Tralasciando giudizi approfonditi, siamo di fronte ad un'opera che si avvicina ai fasti di Whirlwind, ma senza egualiarla molto probabilmente. Invece vorrei dirvi la mia sul cofanetto "Ultimate edition" in mio possesso, magari potrà risultare utile a qualcuno dubbioso se acquistare o no questa versione. Il box in questione di dimensioni 32x32cm, come le varie release deluxe che ci stanno abituando sempre più bands, è composto da entrambe le versioni sia su cd che su lp. Oltre a ciò è presente la versione blu ray da me oggi visionata con un making of dell'album che parte da settembre 2019, con prove in studio, dialoghi e interviste ai nostri quattro, ma senza la possibilità di poter visualizzare alcun sottotitolo per aiutarci nella comprensione. Il contenuto più interessante di questo supporto è dato da "una terza versione del disco" appunto la ultimate version che è una summa delle due vendute separatamente, comprendente 19 brani per poco più di 97 min di musica, la extended ne ha 18 e la abridged 14. Le codifiche audio sono le classiche tre: DTS HD Master Audio 5.1 , LPCM 5.1 e LPCM 2.0 tutte a 48 KHz / 24bit che rispetto al cd, possedendo un buon impianto regalano più dinamicità e accuratezza sonora. Il mix 5.1 non stravolge l'ascolto dalla versione stereo, perciò non pensate di raggiungere i risultati dei dischi di Steven Wilson nelle versioni con queste codifiche, ma un miglioramento c'è e segnalo anche un buon equilibrio tra i vari canali, nonchè dei filmati per tutta la riproduzione del disco. Durata totale 156 min tra making e visual audio. Inoltre è presente un poster 60cmx 60cm con le copertine delle due versioni in commercio e il booklet delle dimensioni di un LP di 16 pagine con i testi. Una versione più corposa e ingombrante, dove, evidenziando il fatto che i cd non si trovano nella confezione commerciale ma in una dedicata della grandezza del box, ne rendono scomoda la fruibilità degli stessi. Per chi pensa di acquistare entrambe le versioni, consiglio l'acquisto.
AntonioC.
Venerdì 5 Febbraio 2021, 22.06.51
6
Il disco (anzi i dischi) che non ti aspetti. Davvero ottimo lavoro, da avere nella versione extended con 2 cd.
duke
Venerdì 5 Febbraio 2021, 21.18.20
5
...acquisto obbligato......prenotero' una copia di questo capolavoro.....
McCallon
Venerdì 5 Febbraio 2021, 19.15.40
4
Devo assolutamente recuperarlo il prima possibile. Sono molto curioso.
Dark_Nebula
Venerdì 5 Febbraio 2021, 16.34.07
3
Iniziando nel congratularmi della bella recensione di Papi, attendo con ansia la mia copia di questo mastodontico lavoro, in arrivo adesso nel week end. Ho letto delle recensioni anche su altri siti inglesi/americani e tutti esaltano quanto citato in questa pagina. Mi spiace non avere letto nulla riguardo il mix 5.1 in blu ray presente nella "ultimate version" che penso eleverà ulteriormente l'ascolto. Non vedo l'ora di poter menzionare il mio giudizio sull'album e il box in questione.
Firth of Fifth
Venerdì 5 Febbraio 2021, 15.17.38
2
Sarà uno sforzo economico, ma temo che dovrò procurarmi entrambe le versioni. I Transatlantic se llo meritano senza condizioni
AfterLife
Venerdì 5 Febbraio 2021, 14.11.58
1
Che tempismo!
INFORMAZIONI
2021
Inside Out Music
Prog Rock
Tracklist
Forevermore (Extended Version):

CD 1
1. Overture
2. Heart Like a Whirlwind
3. Higher Than The Morning
4. The Darkness in The Light
5. Swing High, Swing Low
6. Bully
7. Rainbow Sky
8. Looking For The Light
9. The World I Used To Know

CD 2
1. The Sun Comes Up Today
2. Love Made a Way (Prelude)
3. Owl Howl
4. Solitude
5. Belong
6. Lonesome Rebel
7. Looking For The light (Reprise)
8. The Greatest Story Never Ends
9. Love Made a Way

The Breath of Life (Abriged Version):

1. Overture
2. Reaching for the Sky
3. Higher Than The Morning
4. The Darkness in The Light
5. Take Now My Soul
6. Looking for the Light
7. Love Wade a Way (Prelude)
8. Owl Howl
9. Solitude
10. Belong
11. Can You Feel It
12. Looking for the Light (Reprise)
13. The Greates Story Never Ends
14. Love Made a Way
Line Up
Roine Stolt (Voce, Chitarra)
Neal Morse (Voce, Tastiere, Chitarra)
Pete Trewavas (Basso, Voce)
Mike Portnoy (Batteria, Voce)
 
RECENSIONI
86
95
79
89
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]