Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Epica
Omega
Demo

Profanity (GER)
Fragments Of Solace
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

05/03/21
MORK
Katredalen

05/03/21
KEN HENSLEY
My Book of Answers

05/03/21
NIGHTFALL
At Night We Prey

05/03/21
WITHERFALL
Curse of Autumn

05/03/21
TAAKE / HELHEIM
Henholdsvis

05/03/21
DREAMSHADE
A Pale Blue Dot

05/03/21
EXANIMIS
Marionnettiste

05/03/21
REAPER (SWE)
The Atonality of Flesh

05/03/21
LINISTIT
Evil Arises

05/03/21
BRAND OF SACRIFICE
Lifeblood

CONCERTI

13/03/21
MICHALE GRAVES + NIM VIND
LEGEND CLUB - MILANO

14/03/21
MARK LANEGAN BAND
TEATRO MANZONI - BOLOGNA

18/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
DEMODE CLUB - MODUGNO (BA)

19/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

20/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

23/03/21
THE SISTERS OF MERCY
ORION - ROMA

23/03/21
SWANS + NORMAN WESTBERG
ALCATRAZ - MILANO

24/03/21
THE SISTERS OF MERCY
ALCATRAZ - MILANO

25/03/21
TYGERS OF PAN TANG + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

25/03/21
RECKLESS LOVE + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

Infernalizer - The Ugly Truth
15/02/2021
( 638 letture )
Lo stakanovista Claudio Ravinale, frontman dei deathster Disarmonia Mundi nonché dei 5 Star Grave, The Stranded e The Silverblack, sul finire del 2020 ha fondato un ulteriore progetto chiamato Infernalizer incentrato principalmente su una musica dal taglio heavy misto al gothic.
Dichiarando apertamente il proprio amore per gli anni ’80 e in parte i ‘90, il cantante si è qui ispirato a gruppi simbolo di questo decennio tanto celebrato come Iron Maiden (da prendere con le pinze), Alice Cooper (già più credibile) e Danzig per quanto concerne la sponda heavy e shock rock, mentre i principali influssi gothic provengono da The Sister of Mercy e soprattutto Type 0 Negative.
Preceduto da un’immagine horror metal, il sound di The Ugly Truth è in effetti connotato da una bella patina vintage dove tastiere e sintetizzatori molto Eighties risultano sovente in primo piano accompagnando una sezione ritmica e delle chitarre oscillanti tra rock e heavy di stampo classico. Il timbro vocale di Ravinale si dimostra versatile e spazia da un cantato “gotico” alla Peter Steele fino ad una sorta di semi-scream passando per delle sezioni più melodiche specialmente nei ritornelli.
Il disco si apre e chiude con due gradevoli tracce strumentali in cui a far da padrone sono proprio le tastiere e i synth e tocca così a The Outsider farci comprendere meglio la proposta degli Infernalizer: un numero di rock melodico con ricami elettronici e un cantato tendente al gothic che sinceramente non scalda gli animi. Più incisivo il primo singolo estratto Leaving So Soon?, brioso grazie a dei refrain molto catchy e all’ottimo assolo dispensato dal chitarrista. Il livello si alza decisamente con In Retrospect in cui finalmente esce una grinta heavy nei riff guizzanti, nella batteria macinante pattern sostenuti e negli azzeccati contro-cori che impreziosiscono la prova di Ravinale per un buonissimo episodio di heavy rock che farà sicuramente la sua figura in sede live. Bene anche Cruel Intentions, dove l’indole rock si incontra con una teatralità dalle sfumature gotiche, e la title-track, munita di un intrigante riff iniziale dal fascino sinistro per poi proseguire con maggior sicurezza sull’ormai consueto tracciato di rock cupo abbellito da un altro assolo di buona fattura. In This World or the Next graffia poco e perde di mordente, invece Leave a Scar è un altro bel pezzo di arena rock goticheggiante ideale per coinvolgere il pubblico quando si potrà di nuovo assistere ad un concerto. Non contando l’ultimo brano strumentale menzionato in precedenza, l’album termina con I Don’t Wanna Be Me, cover dei Type 0 Negative tratta da Life Is Killing Me del 2003; la reinterpretazione, dal piglio energico, è abbastanza fedele all’originale e perciò convince e si lascia ascoltare più che volentieri.
The Ugly Truth è un disco singolare: non propriamente heavy né certamente gothic, piuttosto un rock che strizza l’occhio agli anni ’80 e pesca alcuni elementi da questi due sottogeneri per un risultato finale tutto sommato passabile. Grazie alla durata contenuta (poco più di mezz’ora), i brani scivolano via veloci e con piacevolezza, ma d’altro canto bisogna ammettere che degli episodi sottotono ci sono e manca anche solo il classico “singolone” capace di catturare l’attenzione all’istante.
Se siete in vena di un sound più o meno adiacente al buon Alice Cooper frammisto al gruppo di Peter Steele dovreste essere (condizionale d’obbligo) nel posto giusto: tentar non nuoce, magari è l’album di cui non sapevate di aver bisogno o forse… No.



VOTO RECENSORE
66
VOTO LETTORI
83.21 su 14 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2021
Rockshots Records
Heavy
Tracklist
1. Night Shift
2. The Outsider
3. Leaving So Soon?
4. In Retrospect
5. Cruel Intentions
6. The Ugly Truth
7. In This World Or The Next
8. Leave A Scar
9. I Don’t Wanna Be Me
10. Autumn Of Terror
Line Up
Claudio Ravinale (voce)
Altri membri non accreditati
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]