Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Enforcer
Live By Fire II
Demo

The Hirsch Effekt
Gregær
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

14/04/21
GRAVEYARD OF SOULS
Infinity Equal Zero

16/04/21
HOLDING ABSENCE
The Greatest Mistake Of My Life

16/04/21
THE OFFSPRING
Let the Bad Times Roll

16/04/21
BLACK ORCHID EMPIRE
Live in the Studio (EP)

16/04/21
ICON OF SIN (BRA)
Icon of Sin

16/04/21
TEMPLE BALLS
Pyromide

16/04/21
DISORDER ASSEMBLY
Combustion Fossil

16/04/21
CANNIBAL CORPSE
Violence Unimagined

16/04/21
THE VINTAGE CARAVAN
Monuments

16/04/21
SPECTRAL WOUND
A Diabolic Thirst

CONCERTI

16/04/21
LOUDNESS + GREY ATTACK + THOLA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

17/04/21
AXEL RUDI PELL
DRUSO - RANICA (BG)

05/05/21
SONS OF APOLLO (ANNULLATO)
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

07/05/21
TANKARD + GAME OVER + REVERBER
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

08/05/21
TANKARD + GAME OVER + REVERBER
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

09/05/21
TANKARD + GAME OVER + REVERBER
TRAFFIC CLUB - ROMA

10/05/21
CORROSION OF CONFORMITY + SPIRIT ADRIFT
LEGEND CLUB - MILANO

11/05/21
DEATHSTARS
LARGO VENUE - ROMA

12/05/21
DEATHSTARS
LEGEND CLUB - MILANO

14/05/21
DISCHARGE + GUESTS TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

Marshall Ar.ts - .​.​.​The Pallid Mask Is Talking​.​.​.
26/02/2021
( 398 letture )
Meh. L’inevitabile reazione nei confronti di una band che, sui propri canali di comunicazione, anticipava l’uscita del suo nuovo lavoro millantando una brillante fusione di chitarre distorte, elettronica, breakbeats e rap.
Il sound, etichettato come "Nintendoom" o più umilmente crossover, viene definito come una caleidoscopica miscela in cui si alternano senza soluzione di continuità potenti ondate di chitarra, ipnotiche vibrazioni dei sintetizzatori, linee di basso funk e strofe rappate. L’ascoltatore, a detta della band, si dividerà tra l’headbanging e un ballo sfrenato, sarà pervaso da un’energia irrefrenabile e, rullo di tamburi, avrà la possibilità di cercare il funk nel doom (?), un luccichio nel buio, infine il Nintendoom.

Incantato da una simile descrizione, mi sono approcciato con entusiasmo alle sette tracce dell’Ep ma, anche dopo diversi tentativi, l’unico commento rimane quella parola gergale di tre lettere posta ad inizio recensione.
Piatto, noioso e senza guizzi. Ogni brano quasi uguale all’altro come se si trattasse di un’unica canzone che si ripete stancamente per una mezz’ora circa. Ma di che crossover stanno parlando e, soprattutto, dove sono le “heavy sludge/groove metal guitars” decantate nella descrizione accompagnante il promo audio?
Per farla breve, quello che si sente è drum’n’bass con qualche riff accostabile al massimo all’alternative metal; aggiungete la presenza di alcuni samples e delle opache partiture rap e il gioco è fatto.
A dirla tutta non sono malaccio W.G.G.I.T.Y. e Miskatonic, i brani dove si sente maggiormente la distorsione delle chitarre, e a denti stretti si potrebbe salvare anche Mad Man Sin per l’uso dello scratch.
Sul resto glisso perché la solfa è la stessa.

Dalla brevità dello scritto (chi ha letto gli altri miei contributi sa che usualmente tendo ad essere molto dettagliato, forse fin troppo) si evince con chiarezza che questo …The Pallid Mask is Talking… è per me un no. È un peccato perché sulla carta la cosa poteva funzionare, ma l’esito finale è davvero insufficiente.
Quando ho voglia di sentire una bella mistura “ignorante” di rap, metal ed elettronica mi rivolgo senza indugio agli Hollywood Undead, tamarri quanto volete ma almeno capaci di giocare al meglio le loro carte. Se invece preferisco puntare ad un incrocio pericoloso tra metal ed elettronica “spinta” mi rivolgo al controverso The Path of Totality dei Korn con la dubstep di Skrillex e tanti saluti; difficilmente mi ricorderò di questi Marshall Ar.Ts.

Forse un appassionato di musica elettronica sarà in grado di apprezzare meglio una proposta del genere, però per chi dimora sulla sponda metal non basta certo qualche sprazzo di chitarra distorta a strappare un voto positivo.
Niente, per concludere la band tedesca in quest’occasione non ha convinto. Chissà se in futuro riuscirà a migliorare la propria offerta e a potenziare la componente metal: in tal caso li accoglieremo con maggior benevolenza.



VOTO RECENSORE
50
VOTO LETTORI
63.77 su 9 voti [ VOTA]
Lizard
Domenica 28 Febbraio 2021, 21.10.07
5
Sarà sempre un piacere deludervi entrambi
LAMBRUSCORE
Domenica 28 Febbraio 2021, 20.58.24
4
Metallized, state davvero per chiudere? Spero in una svolta perchè la recensione di una robaccia del genere vi taglia davvero le gambe, tanti calorosi auguri,, ma tanti auguri di una pronta chiusura.....
ZuMble
Domenica 28 Febbraio 2021, 14.22.30
3
Fate prima a cambiare nome al sito, come fece una volta il Metal Hammer originale. Ora mi ricordate quello che fu il Rock Sound, morto con il declino del nu metal.
Indigo
Domenica 28 Febbraio 2021, 14.05.56
2
@Jeffwaters, ti do il mio punto di vista: in questo inizio di 2021 ancora non ci sono state uscite rilevanti nella sezione alternative a parte i Love and Death ( parlo di questa sezione perché ne faccio parte) e inoltre dischi crossover nuovi mancavano da mesi e mesi. Ho ricevuto il loro promo, la descrizione (come ho anche detto nel testo) mi aveva sinceramente incuriosito e dunque ho proceduto alla recensione. Effettivamente, col senno di poi, è un lavoro poco riuscito e di fatto trascurabile ma in un periodo dove le uscite del mio settore latitano, vediamola come un qualcosa di potenzialmente interessante ma che si è tradotto in un nulla di fatto. Sui dischi che mancano io posso parlare sono per la mia area, se questa ti interessa scrivimi pure sulla mia pagina redattore e segnalami i dischi che secondo te meriterebbero di essere considerati per i prossimi rispolverati; io ne parlerò con il mio responsabile e vedremo il da farsi.
jeffwaters
Domenica 28 Febbraio 2021, 9.57.56
1
Mi permetto di dire che con tutte le uscite in ambito metal che ci sono, e non sono presenti su questo sito, si poteva benissimo sorvolare su questi qua.
INFORMAZIONI
2021
MINGRec
Crossover
Tracklist
1. Intro/Shores of Hali
2. W.G.G.I.T.Y.
3. Miskatonic
4. Mad Man Sin
5. AL2EL
6. Black Dogs
7. Russian Standarts
Line Up
Marshall (Voce, Sintetizzatori)
Defkis (Voce, Chitarra)
Burn (Basso)
Alex (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]