Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Enforcer
Live By Fire II
Demo

The Hirsch Effekt
Gregær
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

13/04/21
ABIGORUM
Vergessene Stille

14/04/21
GRAVEYARD OF SOULS
Infinity Equal Zero

16/04/21
ICON OF SIN (BRA)
Icon of Sin

16/04/21
TEMPLE BALLS
Pyromide

16/04/21
CANNIBAL CORPSE
Violence Unimagined

16/04/21
THE OFFSPRING
Let the Bad Times Roll

16/04/21
DISORDER ASSEMBLY
Combustion Fossil

16/04/21
MONARCH
Future Shock

16/04/21
ENDSEEKER
Mount Carcass

16/04/21
SPECTRAL WOUND
A Diabolic Thirst

CONCERTI

16/04/21
LOUDNESS + GREY ATTACK + THOLA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

17/04/21
AXEL RUDI PELL
DRUSO - RANICA (BG)

05/05/21
SONS OF APOLLO (ANNULLATO)
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

07/05/21
TANKARD + GAME OVER + REVERBER
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

08/05/21
TANKARD + GAME OVER + REVERBER
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

09/05/21
TANKARD + GAME OVER + REVERBER
TRAFFIC CLUB - ROMA

10/05/21
CORROSION OF CONFORMITY + SPIRIT ADRIFT
LEGEND CLUB - MILANO

11/05/21
DEATHSTARS
LARGO VENUE - ROMA

12/05/21
DEATHSTARS
LEGEND CLUB - MILANO

14/05/21
DISCHARGE + GUESTS TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

Perennial Isolation - Portraits
29/03/2021
( 372 letture )
Che la Spagna non fosse una terra di black metal si poteva immaginarlo fin dagli anni 90. Ad eccezione di pochissimi progetti come Foscor e Vidres a la Sang, questo paese non ha portato alla ribalta un gran numero di gruppi rilevanti e di livello internazionale, e un po’ spiace anche, visto che la qualità di quanto è uscito, non è nemmeno carente. La strada per conquistarsi una fetta di mercato è quindi tortuosa per i Perennial Isolation, fondati da quasi dieci anni e che nel frattempo hanno portato alla pubblicazione tre album in studio.

Fin dal loro debutto del 2014, Conviction of Voidness, nonostante una produzione scarna fino all’osso, alcuni errori tecnici e la durata di appena mezz’ora, lo stile del gruppo era chiaro, basato prevalentemente su un tipo di black metal semplice ma estremamente melodico che risentiva l’influenza di Burzum, In Flames e Dissection. I successivi, Astral Dream nel 2015 e Epiphanies of the Orphaned Light nell’anno seguente, erano variazioni del debutto con molti più elementi atmosferici di dinamica, tra cui cori, arpeggi in clean, ritmi variegati, produzioni più profonde, influenze blackgaze e accordature ribassate. Dopo una breve introduzione, Autumn Legacy Underlying the Cold's Caress apre le danze con groove tempestosi e doppie armonie stratificate da buttare giù i muri, un po’ come usavano fare i Gorgoroth di Twilight of the Idols. Unceasing Sorrows from the Vastness' Scion raggiunge vette di estremità ancora più alte, con blast-beat in doppia cassa incessanti e addirittura breakdown con chitarre ad otto corde e un intermezzo di sola chitarra dal sapore post-rock, mentre To the Withering Womb e Embers in the Slumbering Threshold seguono andamenti più lenti e cullanti che ricordano i vecchi Wolves in the Throne Room. The Silent Solace è un pezzo più corto che sa di riempitivo, e la conclusiva Emanations from the Swallowed Twilight sembra uscita direttamente dall’album di debutto degli Alcest, specialmente nella scelta degli accordi e dallo stile di plettrate/pennate utilizzato. La produzione è molto chiara, ma pecca di piattezza nelle dinamiche e di eccessiva compressione, specialmente quando le doppie chitarre sono dedicate a ruoli diversi, risultando in una confusione di fondo che, unita all’eccesso di trigger nella batteria, appiattisce le frequenze e anche le canzoni.

Un peccato, perché Portraits è oggettivamente un album gradevole, dove songwriting e arrangiamenti offrono un binomio simmetrico e allo stesso tempo vario ed interessante. I Perennial Isolation possono ormai considerarsi veterani nella scena contemporanea spagnola: tuttavia, il loro salto di qualità è già avvenuto. Si era avvertita una voglia di distanziarsi dal minimalismo scellerato dell’esordio già con Astral Dream, mentre, oggettivamente, Epiphanies of the Orphaned Light includeva pezzi più vincenti che qui mancano. Poco male, visti i risultati.



VOTO RECENSORE
72
VOTO LETTORI
50 su 3 voti [ VOTA]
LUCIO 77
Mercoledì 31 Marzo 2021, 18.55.17
1
Album che mi ha convinto soprattutto nella Prima parte.. Belle atmosfere in tutte le composizioni ma alla lunga, forse un po' di velocità in più all'interno dei brani non guastava.. Son curioso di sentire il Lavoro precedente visto che, se non ho capito male, viene considerato dal Recensore il migliore della loro Discografia...
INFORMAZIONI
2021
Non Serviam Records
Black
Tracklist
1. The Fall Awakening
2. Autumn Legacy Underlying the Cold's Caress
3. The Breathless Season Bane
4. Unceasing Sorrows from the Vastness' Scion
5. To the Withering Womb
6. Through Fire Upon Fire
7. in the Slumbering Threshold
8. The Silent Solace
9. Emanations from the Swallowed Twilight
Line Up
Albert Batlle (Voce, basso)
Marc Camó (Chitarra)
Iván Ferrús Fernández (Chitarra)
V. (Batteria)

Musicisti ospiti:
Emily Low (Voce nella traccia 2)
Insomnic (Voce nella traccia 2)
Kris Vega (Voce nella traccia 3)
Emilio (Voce nella traccia 8)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]