Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Living Colour
Shade
Demo

In Vain (SPA)
IV
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

14/12/17
HAMKA
Multiversal

15/12/17
AVENGED SEVENFOLD
The Stage - deluxe edition

15/12/17
DIRGE
Alma | Baltica

15/12/17
AERODYNE
Breaking Free

15/12/17
DE LA MUERTE
Venganza

15/12/17
DSEASE
Rotten Dreams

15/12/17
ASKING ALEXANDRIA
Asking Alexandria

15/12/17
MATERDEA
A Rose for Egeria - Deluxe Edition

15/12/17
MISTHERIA
Gemini

15/12/17
NEIGE MORTE
Trinnt

CONCERTI

14/12/17
GENUS ORDINIS DEI + GIGANTOMACHIA
TRAFFIC CLUB - ROMA

15/12/17
MOLLY HATCHET
BLOOM - MEZZAGO (MB)

15/12/17
SPEED STROKE + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

15/12/17
ELVENKING + ANCESTRAL
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

15/12/17
IFMT WINTER FEST (day 1)
CENTRO GIOVANILE CA VAINA - IMOLA

15/12/17
DEFLORE + DISUMANA RES
ALVARADO STREET - ROMA

16/12/17
JOHN DALLAS + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

16/12/17
CADAVERIA + GUESTS
CRASH - POZZUOLI (NA)

16/12/17
ELVENKING
OFFICINE SONORE - VERCELLI

16/12/17
MICHAEL ANGELO BATIO & BLACK HORNETS
REVOLVER - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

Kreator - Pleasure To Kill
( 13590 letture )
Ho sempre considerato il thrash metal come uno dei generi meno capiti dal grande pubblico. Spesso ridotto ad essere considerato per le sue linee base e la sua semplicità, raramente viene sondato e sviscerato nella sua vera essenza, che lo porta ad essere invece un genere incredibilmente multiforme: american thrash, teutonic thrash, speed/thrash, technical thrash, e così via.

Prendiamo il 1986. Prendiamo i due capolavori che quell'anno infiammano il mondo: Master Of Puppets da un lato, Pleasure To Kill dall'altro; stesso anno, stesso genere -nonimalmente parlando-, stessa grandiosa perfezione relativa ad esso. Eppure due dischi così profondamente diversi, musicalmente e concettualmente, da sembrare ad un ascoltatore poco esperto quasi due generi diversi.
Non insisterò troppo sul confronto tra quelli che a mio avviso sono i due massimi capolavori del thrash metal di sempre, ma lasciatemi sottolineare ancora una cosa: se pur amate il thrash dei Megadeth, dei Metallica o degli Anthrax, potreste comunque trovare indigesto quello dei Kreator.

La band tedesca si muove infatti su coordinate stilistiche radicalmente diverse, figlie del lato oscuro del metal che da sempre trova linfa vitale in Europa: la musica del combo teutonico è massimamente violenta, improntata alla più totale devastazione, tralasciando ogni mediazione razionale che possa rendere più fruibile e ragionato il risultato finale.
Per quanto sia un disco palesemente diretto e senza fronzoli, lineare e privo di qualsiasi velleità tecnica, comprendere Pleasure To Kill può risultare molto più difficile del previsto: mai, prima di allora, la violenza era stata così pura e incondizionata; mai, prima di allora, la sincerità del proprio messaggio era stata così coerente con la sua trasposizione musicale.

Il fulcro di Pleasure To Kill è lì: nella sua inarrivabile ed irripetibile apoteosi di brani folgoranti, vere e proprie lame conficcate nella carne viva dell'ascoltatore. Passato un delicato, e quasi ironico intro, per poco più di mezz'ora si scatena l'apocalisse: furibondi già da subito con l'incredibile Ripping Corpse, i Kreator triturano l'ascoltatore con l'attacco congiunto di una lacerante ritmica frenetica, quasi sconclusionata, assoli lanciati a rotta di collo e messi assieme alla meno peggio, e delle voci ora di Petrozza ora di Reil, vero esempio di linee vocali grezze, abrasive e taglienti nella loro "volgare" cattiveria.
Lungo lo snodarsi del disco incontriamo anthem che entreranno nella storia della band e del thrash metal tutto: Death Is Your Savior, la title-track, Under The Guillottine sono storia, brani che prima di tutto sono nel cuore di chiunque li abbia mai ascoltati, e che secondariamente hanno fatto scuola, portando il metal a coordinate estreme mai affrontate prima -forse solo gli Slayer possono esservi accostati- e che risulteranno di non poca importanza per lo svilupparsi di correnti successive, tra cui uno dei più floridi e ricci generi di sempre, ovvero il death metal.

L'unico vero problema di Pleasure To Kill sono i puristi. Quei maledetti puristi che storcono il naso di fronte all'insensato attacco sonoro dei tedeschi, alla mancanza di perizia tecnica e alla semplicità dei testi. Bene, lasciatemi dire, e me ne assumo tutte le responsabilità, che chi critica Pleasure To Kill su queste basi non ha capito nulla del thrash europeo: non c'è nulla di più profondamente genuino, nulla di così onestamente cattivo, insomma di così veramente thrash come un disco che che sconvolge tutti gli schemi del metal ad esso contemporaneo.



VOTO RECENSORE
95
VOTO LETTORI
81.46 su 126 voti [ VOTA]
Silvia
Venerdì 8 Dicembre 2017, 19.42.49
75
@Lisa, sì i Dark Tranquillity citano i Kreator come influenza primaria x aggressività e intensità. Come detto da rik questo album all'epoca era incredibilmente violento, io non lo possedevo ma i miei amici me lo facevano sentire tanto comunque, hahaha...
lisablack
Venerdì 8 Dicembre 2017, 19.16.01
74
Non sapevo di queste interviste, interessanti devo dire...e non avrei mai pensato alla loro influenza sul death melodico..che mi piace come genere tra l'altro. Riguardo sto capolavoro..100 e venerazione assoluta.
Silvia
Venerdì 8 Dicembre 2017, 18.03.27
73
Grazie @Gals. L’influenza dei Kreator è stata mostruosa su tanti generi incluso il death metal melodico (va bene così?) che sarà una roba senza arte nè parte x Lex Luxor ma oltre ad essere un genere molto amato ha a sua volta influenzato il metal moderno. La cosa curiosa è che questo aspetto è stato citato dallo stesso Mille Petrozza, che non solo lo ha notato ma a sua volta ha descritto gli In Flames come una delle influenze su Violent Revolution. Inoltre Anders Friden degli stessi In Flames ha spiegato che agli inizi della sua carriera voleva cantare come Mille. Sono estratti dalle interviste, non mie invenzioni, e mi pareva giusto citarle come omaggio a questo lavoro seminale
Demanufattura
Venerdì 8 Dicembre 2017, 15.54.32
72
Album epocale, dietro solo a Reign in Blood per me. Fantastico. 100/100
galilee
Mercoledì 10 Maggio 2017, 21.47.29
71
In realtà Silvia ha scritto la sua opinione ed è in pieno sul pezzo. A me pare che è divagare a a scrivere cazzate sia qualcun altro...
LexLutor
Mercoledì 10 Maggio 2017, 21.43.13
70
Ma cos'é sto cavolo di melodett?! Mi sa di dialetto romagnolo XD Cortesemente, non vorrei sembrare oltremodo stronzo, ma quando si parla di PTK, non divaghiamo con le cazzate senza arte né parte uscite negli anni 90 (darktranquillity inflames). Rimaniamo sul pezzo. Danke.
Silvia
Lunedì 24 Aprile 2017, 1.40.59
69
rik bay area thrash e LexLutor, concordo con voi, io c'ero e capisco perfettamente cosa intendete. Devo dire che non mi sono mai piaciuti (preferi-vo/sco il thrash USA sia west che east) ma ne riconosco la grandezza, e hanno avuto anche notevole influenza sui primi lavori di due delle mie band preferite quando facevano melodeath, Dark Tranquillity e In Flames. E' sempre difficile giudicare i dischi 30 anni dopo se non li si contestualizza nel tempo.
rik bay area thrash
Domenica 23 Aprile 2017, 19.37.23
68
Per chi c'era : all' epoca della sua pubblicazione venne recensito, sia italia che all'estero, come uno degli album più violenti immessi sul mercato. E violenza musicale non fine a se stessa o che scade nel rumore. Song velocissime, grezze e con un coefficiente di adrenalina secondo a nessuno. All' epoca il teutonic thrash si distingueva da quello tipicamente bay area, east cost e canadian thrash, proprio per quelle caratteristiche ben evidenziate anche nella review ovverosia : tanta ferocia, magari un po minimalista, vocal rabbiose, una tecnica (all' epoca) magari non eccelsa ma compensata con tanta attitudine e voglia di fare casino il più possibile. Se dopo altre 30 anni questo album è considerato ancora tra i più violenti e intransigenti in ambito thrash un motivo pure l'avrà. Qui non c'è raffinatezza, passaggi soporiferi e menate varie. Qui c'è thrash tanto thrash tonnellate di thrash. (Imho).
ObscureSolstice
Domenica 23 Aprile 2017, 16.53.23
67
@66: mo nuoo dai.. i Sarcofago roba inascoltabile...ce.. io adoro quella roba inascoltabile
LAMBRUSCORE
Domenica 23 Aprile 2017, 16.31.57
66
Riascoltato ultimamente, non è che ci siano poi così tanti errori come ho scritto tempo fa, erano grezzi, ma il disco è una bomba da paura, dopo oltre 30 anni, molto meglio di quella roba inascoltabile che facevano i Sarcofago, mo mama, se erano pietosi.....i Sarcofago intendo...
MetallaroRosso
Martedì 14 Marzo 2017, 21.41.54
65
niente da dire, voto 100 uno dei migliori dischi di tutto il thrash, incluso il thrash di stampo tedesco.
Mulo
Venerdì 17 Febbraio 2017, 11.49.59
64
Ishan il mio discorso vertirà pure sul nulla ma i kreator non copiano nessuno,hanno il loro stile ben definito (almeno ai tempi d'oro)...Secondo il tuo ragionamento tutti i chitarristi metal copiano Iommi,tette le nìband speed metal fotocopiano Exciter dei Priest e tutti thrasher fanno in loop kill em all...Ma così non è!
thrasher
Venerdì 17 Febbraio 2017, 11.13.15
63
Il mio preferito altro che la porcheria che hanno fatto negli ultimi 26 anni
paju
Venerdì 17 Febbraio 2017, 0.48.08
62
a isham... ho capito .. non ceri all epoca. Ripeto.. chi cera ben per lui chi non cera .. cazzi suoi.
LexLutor
Venerdì 13 Gennaio 2017, 8.22.41
61
Volete conoscere le radici del death metal? Volete conoscere le radici nere del thrashmetal? Volete capire le origini della violenza musicale e finanche del blackmetal? Cercate PTK. E solo doooopo venitemi a parlare di death di thrash di black di trick e di track. il sottoscritto (feticista) possiede diverse versioni del platter in oggetto (banzai e noise oltre che una seconda ristampa). La versione ciddi incorpora un certo 12" titolato "flag of hate". Brividi a fiumi per soli tre pezzi.....
thrasher
Lunedì 26 Dicembre 2016, 9.26.05
60
Io adoro queSt album
Ihsahn
Lunedì 26 Dicembre 2016, 8.32.41
59
@Mulo il tuo discorso verte sul nulla. Potrei prendere l'esempio di This Means War degli A7X che plagia Sad But True e dirti che perciò il Black Album è influente, storico, blablabla mentre è solo un dischetto discreto come Pleasure To Kill. L'articolazione nei pezzi dei Kreator ce la vedi solo tu, stiam parlando di una band che andava fuori tempo, i pezzi di PTK son sparati a mille e basta, dei rallentamenti e cambi di riff ci sono che so in Riot Of Violence, ma un paio di cambi di tempo a canzone non rendono un disco articolato e meno monocorde (e tra l'altro che gli stessi Slayer un anno prima se n'erano usciti con Hell Awaits che da solo vale tutta la scena thrash tedesca messa insieme). @paju ma forgiato che, grazie a dio ai Kreator non si ispira un cazzo di nessuno
paju
Sabato 17 Dicembre 2016, 0.43.03
58
100 e basta cazzate.. Qui si è forgiato il thrash metal. chi cera sa. chi non cera cazzi suoi
Mulo
Domenica 20 Novembre 2016, 12.07.02
57
Ihsahn chiedi ai Morbid Angel cosa ne pensano di questo disco (Il ritornello di Maze of torment è UGUALE a quello di Riot of violence).Sarebbe interessante capire dove scimmiottano gli slayer visto che questo è molto più articolato e meno monocorde di un Reign in blood (x non parlare di Extreme aggression o Coma of souls che sono diversissimi da quanto prodotto dai californiani)
lisablack
Sabato 5 Novembre 2016, 17.58.18
56
Ognuno pensa quello che vuole, per me è 100, importanza storica e capolavoro..Punto.
Ihsahn
Sabato 5 Novembre 2016, 17.35.34
55
*scimmiottato da
Ihsahn
Sabato 5 Novembre 2016, 17.33.14
54
Quanto mi fate tenerezza quando dite "100 per l'importanza storica, ha inventato il Death". Già, peccato che i Kreator sono un gruppo che ha da sempre tentato solamente di inseguire il percorso verso la più totale violenza musicale intrapreso dagli Slayer e scimmiottato a tutte le band thrash tedesche, Sodom esclusi. Notevole come poi abbiate il coraggio di ritenere 'sto disco influente per il Death Metal quando un anno prima usciva Seven Churches. Vabbè, contenti voi. Per me è un 70, by the way.
Lemmy
Giovedì 22 Settembre 2016, 22.29.59
53
Uno dei migliori album thrash di sempre,ogni tanto lo rimetto su, perchè è una bomba e mi carica molto, tosto, grezzo, energico, spaccasassi, sezione ritmica impazzita, riffs e assoli inandescenti, brani istintivi, animaleschi, pazzoidi, però diretti e devastanti, ugole furiose, violente che ti trafiggono, grande album , il mio preferito insieme a Extreme Aggression e Coma of Souls.
Psychosys
Martedì 16 Agosto 2016, 23.09.17
52
Riot of violence e Pleasure To Kill sono capolavori... Ed il resto è oro colato! Giusto un paio di pezzi anonimi. Un 90 non glielo toglie nessuno!
Hermann 60
Martedì 16 Agosto 2016, 17.19.21
51
@muto, ma lo sai che forse hai ragione? Forse il bello è quello !
terzo menati
Martedì 26 Luglio 2016, 20.38.13
50
Sull'ultimo rock hard c'è l'analisi della discografia dei kreator rubrica chronichles di Luca Bosio. Gli imperdibili sono per scrive pleasure Extreme (il mio preferito) e coma, in riferimento agli anni novanta dice testualmente in un epoca in cui un genere meraviglioso come il thrash ha rischiato di sparire, praticamente quello che dicevate un genere troppo sminuito nonostante la grandezza
rik bay area thrash
Martedì 26 Luglio 2016, 18.07.02
49
@ Metal Shock : concordo con il tuo pensiero. Qualche gruppo nuovo lo ascolto, ma niente di che. Pensa che sto provando a cercare qualcosa come circa un centinaio di cd di thrash metal old school anni 80 perché ci sono innumerevoli nugget di pregiato thrash mai recensito in italia. Internet a qualcosa serve ...il problema grosso sarà la reperibilità ....
Metal Shock
Martedì 26 Luglio 2016, 17.39.48
48
@Rikbay: quando riascolto questi dischi capisco perchè nel thrash odierno non riesco a trovare niente che mi esalti. Quando il meglio è già stato fatto come fai a trovare la voglia di ascoltare qualcos'altro?
rik bay area thrash
Martedì 26 Luglio 2016, 17.36.14
47
@ Metal Shock : quoto il tuo post #46. Hai scritto tutto tu! Nulla da aggiungere. ....til death do us part
Metal Shock
Martedì 26 Luglio 2016, 17.18.43
46
"Ho sempre considerato il thrash metal come uno dei generi meno capiti dal grande pubblico". Questa frase iniziale racchiude il perchè lo adoro e perchè adoro questo album: thrash grezzo, devastante, un muro impressionante di cattiveria. Capolavoro!
Mulo
Lunedì 4 Luglio 2016, 21.00.13
45
Hermann60, è quello il bello... Genuino al 100%
hermann 60
Venerdì 10 Giugno 2016, 17.19.52
44
Capolavoro thrash, peccato l'incisione pessima e la batteria prodotta in modo indecente.
Mulo
Sabato 7 Maggio 2016, 22.14.51
43
Piacere di uccidere i nostri timpani ah ah! Disco fondamentale x lo sviluppo della musica estrema... All'epoca solo Possessed,Slayer e Dark Angel ( i Sodom ci arriveranno un anno dop) erano a questo livello di estremismo sonoro. Voto mio personale 90/100. Importanza x la scena 100/100
thrasher
Venerdì 12 Febbraio 2016, 12.44.26
42
grande album veramente peccato che all epoca dal vivo non riuscivano a riproporlo con la stessa velocità... ventor accellerava e rallentava senza andare a tempo.... comunque l anno targato 86 ha sfornato capolavori per il genere
lisablack
Mercoledì 2 Settembre 2015, 22.56.06
41
100 a questo concentrato di violenza inaudita e puro odio. Capolavoro.
Full metal jacket
Lunedì 20 Luglio 2015, 11.23.28
40
Capolavoro delle musica MODERNA, fuori tempo? fuori scala? per fortuna! mica devono andare a suonare alla Scala altrimenti siamo punto a capo
Philosopher3815
Lunedì 28 Luglio 2014, 22.32.29
39
Probabilmente uno degli album piu' violenti del Metal..la produzione è indecente,ma forse contribuisce a rendere il tutto ancora piu' marcio e claustrofobico.
Jack
Giovedì 8 Maggio 2014, 17.40.55
38
Capolavoro del genere che ha posto le basi per il Death. penalizzato per la produzione, in quanto i suoni risultano un po' troppo grezzi, con le chitarre letteralmente sommerse dal basso e dalla batteria. Nonostante tutto, a parer mio, IL disco dei Kreator rimane "Coma Of Souls" Voto: 9
vecchio peccatore
Mercoledì 30 Aprile 2014, 17.04.45
37
Spettacolare, per me il meglio loro lo faranno con "Extreme aggression" ma insomma, si tratta lo stesso di un capolavoro, 90 pieno a mio parere.
Katarro
Venerdì 13 Dicembre 2013, 21.31.11
36
Anatema sui denigratori di codesta perfetta bandiera di odio
emanueleXDio
Domenica 17 Febbraio 2013, 2.31.40
35
disco bellissimo,poco tecnico,ma sicuramente rabbioso al punto giusto...............da viaggio allucinante........io gli do come minimo 80.........
Almetallo
Lunedì 10 Dicembre 2012, 17.01.39
34
Incredibile !!!!!!!! Massimi livelli di velocità un solo difetto la batteria per quanto veloce, è ripetitiva cmq album da 95 da avere
Francesco
Giovedì 25 Ottobre 2012, 22.49.33
33
Disco fantastico, con questo e Reign in Blood era ormai chiaro che il metal non poteva più essere lo stesso.
Thrash75
Domenica 29 Luglio 2012, 15.22.32
32
Capolavoro allucinante
ecodont
Lunedì 11 Giugno 2012, 3.33.59
31
per me, e saro` assai scontato, e` il migliori disco dei kreator, nonostante io preferisca le ultime uscite come enemy of god e hordes of chaos.
CauldronBorn
Lunedì 4 Giugno 2012, 16.35.17
30
Obbligatorio per chi ama il Thrash veloce ruvido e iperviolento. Terrible Certainty e Extreme Aggression si dimostreranno ancor più maturi pur mantenendo inalterata la velocità e la rabbia del gruppo.
bau
Lunedì 4 Giugno 2012, 15.52.32
29
100 per l'importanza storica chiedete a qualsiasi band death metal, giovanissimi e tanta voglia di estremizzare il thrash
il vichingo
Martedì 1 Maggio 2012, 13.58.04
28
@Golosone: se non diamo 95 a Pleasure to kill non vedo proprio a che album si dovrebbe assegnare una valutazione del genere. Come dice Flag per il valore storico io voterei 100 a occhi chiusi ma, lo ammetto, sono di parte dato che ho sempre preferito il thrash di matrice europea (soprattutto quello tedesco e italiano).
Golosone 666
Martedì 10 Gennaio 2012, 9.59.28
27
Che vi siete fumati stavolta... capolavoro e va bene, ma regalare un 95 a Pleasure to Kill e' da poseroni in calore. Cercate di essere piu' onesti con i lettori.
Stefano
Domenica 4 Dicembre 2011, 12.55.49
26
Lo ascolto tutti i giorni in cassetta (che include nel lato B 3 track bonus cioè l'Ep "Flag of Hate"), ed è assolutamente fantastico questo disco..stupendo potente, feroce, bastardo veloce volento e assasino...se avete della rabbia repressa un ascolto dovrebbe essere terapeutico ...al pari dei capolavori che uscirono nell' '86 ( e sapete benissimo a chi mi riferisco... ) VOTO 100
The Nightcomer
Giovedì 1 Dicembre 2011, 15.51.40
25
Questo album mi arrivò dapprima in musicassetta (sul lato b, anche se non c'entrava nulla come genere, si trovava lo stupendo Restless & Wild degli Accept), in un periodo nel quale la ricerca frenetica di qualcosa di estremo ai massimi livelli era diventata una specie di droga per me, neo thrasher acquisito... Sarà che mi ero preparato inconsapevolmente il terreno da solo, sarà quel che sarà, ma Pleasure To Kill entrò subito a far parte dei miei ascolti abituali e preferiti, sgomitando prepotentemente con altri gruppi thrash contemporanei. E' giusto quello che rimarca la recensione: il thrash, nella sua semplicità (me era proprio l'impatto diretto la sua arma migliore) si diversificava profondamente non solo da continente a continente, ma spesso anche da gruppo a gruppo. La Germania è stata l'unica nazione dell'epoca che ha tenuto il passo con l'America per quanto concerne il metal estremo. Molte bands storiche (Sodom, Destruction) hanno fatto il loro esordio su vinile nel 1984, ovvero agli inizii del movimento. Pleasure To Kill era, a mio parere, la sintesi della rincorsa frenetica di allora: le bands si contendevano il primato di chi colpiva più duramente i padiglioni auricolari dell'ascoltatore. Già col successivo Terrible Certainty avrebbero in parte ridimensionato questa violenza, pur mantenendosi su livelli non inferiori in termini di impatto ed efficacia. Si, i "peccati di gioventù" in questi dischi ci sono, ma quando uscirono furono sconvolgenti e, se mi è permesso dirlo, perfettamente calati nel periodo da cui derivavano; i tempi erano maturi perchè il metal esplorasse a fondo il terreno dell'estremo, nella ricerca di cosa non si capiva bene, ma erano gli albori e tanto bastava.
DavidHolocSpeedFuck
Venerdì 30 Settembre 2011, 18.31.12
24
secondo album del favoloso poker iniziale dei kreator. inferiore solo ad extreme aggression, ma ci andiamo davvero molto vicini. Il mio voto è lo stesso del recensore. Indimenticabile.
LAMBRUSCORE
Domenica 21 Agosto 2011, 11.30.15
23
il disco presenta vari errori, loro lo hanno ammesso, giustificandosi col fatto che non erano in grado di suonare ad altissime velocità (per l'epoca). per me, comunque, che ho il vinile da tanti anni, rimane un classico della musica, ci sono cresciuto e lo tratto bene come il mio cane, lo pulisco, lo sgrido quando salta, poi lo coccolo,ahah...(a son mia a post)
Flag Of Hate
Domenica 17 Luglio 2011, 23.47.03
22
Questa è la storia, gente. Uno degli album essenziali per la nascita del Death. Malvagio, malsano, grezzo, un vero concentrato di rabbia genuina esplicato in musica. Oggi siamo invasi da urletti rachitici, finta rabbia accompagnata da ritornelli melodici, growl plasticosi e altre pochezze. Basta un ascolto di 3 brani a caso tratti da questo capolavoro per spazzare via tutta questa morchia, e riscoprire il significato di due parole: ATTITUDINE e SINCERITA'. Obbligatorio. 95/100, ma per il valore storico posso osare anche il 100.
Nu metaller
Sabato 9 Luglio 2011, 11.28.28
21
Per me è uno dei miei preferiti album dei Kreator violento, grezzo e aggresivo. Voto: 7.5/10.
Dirk
Martedì 4 Gennaio 2011, 10.59.07
20
Cieca violenza!Ottimo!A livello degli americani.. quasi tutta la produzione dei kreator è di qualità medio alta.
alessio
Mercoledì 2 Giugno 2010, 20.42.48
19
allucinante in poche parole ecco cosa voleva dire estremizzare al massimo il thrash ottimo
Roberto555
Giovedì 30 Aprile 2009, 15.43.24
18
Spettacolare!!! L'ho comprato sabato scorso dopo aver letto questa e un'altra recensione. Grandioso l'intro strumentale, poi batteria nervosa ma precisa (chissà perchè mi ha fatto pensare al drumming di Darkness Descend e Leave Scars dei Dark Angel), chitarre graffianti e assoli da brivido. Riesce a non essere ripetitivo La voce: incredibile, ma quante parole riesce a pronunciare in un minuto? Consigliatissimo. Gli do un 90.
AL
Lunedì 9 Marzo 2009, 0.29.52
17
nota di servizio: la mia versione contiene 12 pezzi... è incluso l'EP Flag of Hate.. anche questo sono 3 pezzi da paura!!!!
hm is the law
Domenica 8 Marzo 2009, 14.43.16
16
Il capolavoro del thrash made in europe. Da avere assolutamente
AL
Domenica 8 Marzo 2009, 9.58.05
15
l'ho preso ieri!!!! che album raga!!!! spacca di bruttoooo !!! concordo sul 1986... anno fantastico per il metal!
ivan
Domenica 8 Marzo 2009, 5.40.43
14
Io ebbi la fortuna di vedere dal vivo I METALLICA NEL MASTER OF PUPPETS TOUR e gli SLAYER nel REIGN IN BLOOD TOUR . Che tempi ragazzi .......ho 42 anni suonati una figlia di 14 ma' il 26 giugno '09 saro' al WELVET a Rimini ad assistere al concerto dei mitici: LAMB OF GOD !!!
angelsdontkill
Sabato 31 Gennaio 2009, 14.45.37
13
MASTER OF PUPPETS REIGN IN BLOOD PLEASURE TO KILL IL 1986 è stato grandioso.
Kerry
Mercoledì 28 Gennaio 2009, 20.40.18
12
Una pietra miliare!!
enzo il thrasher
Lunedì 22 Dicembre 2008, 20.36.18
11
piu come capolavoro thrash,direi piu death....nel senso che questo disco da una piu una spinta al movimento deat che in quegli anni nn era ancora nato,ma se consideriamo questo disco direi di si...per il resto d'accordo con il recensore!!!il 100 è giusto!
Khaine
Giovedì 25 Settembre 2008, 20.27.50
10
Grazie a te per essere uno dei nostri Lettori
taipan
Mercoledì 24 Settembre 2008, 23.29.49
9
la tua chiosa,come dice il grande Francesco Gallina, non fa una piega. Grazie, Khaine.
Khaine
Sabato 20 Settembre 2008, 1.35.05
8
Tranquillo Taipan, qui nessuno ti vuole morto e ogni opinione è più che ben accetta io la penso diversamente da te, ma la mia opinione è tanto importante quanto la tua!
TAIPAN
Venerdì 19 Settembre 2008, 23.59.03
7
produzione caotica,canzoni mediocri, questi a mio parere i punti deboli di un lavoro che voto ,a fatica,con 50.Chi mi vuole morto?
stefano
Domenica 20 Luglio 2008, 14.47.21
6
Poi qualcuno mi dice dove è andata a finire la mia recensione di "VIOLENT REVOLUTION" by NUCLEARWINTER. Cero che da questo sito ne passa gente il mio periodo risale al 2003 e da allora... Cmq grande disco, intenso. Che va giudicato nel contesto spazio tempo
Renaz
Domenica 9 Dicembre 2007, 23.23.17
5
già, discorsetto da fare. cmq benvenuto!
francescogallina
Sabato 8 Dicembre 2007, 21.47.17
4
bè, però 100.......
Yossarian
Sabato 8 Dicembre 2007, 20.56.34
3
La copertina mi ha sempre fatto impazzire....e poi che titolo!!!!
Francesco Gallina
Sabato 8 Dicembre 2007, 20.11.12
2
All'epoca della sua uscita divise molto, capolavoro per alcuni, ignobile per altri. MIlle cmq è molto simpatico. Benvenuto.
Syd
Sabato 8 Dicembre 2007, 18.58.12
1
Capolavoro del thrash. ps. benvenuto Nikolas.
INFORMAZIONI
1986
Noise Records
Thrash
Tracklist
1. Choir Of The Damned
2. Ripping Corpse
3. Death Is Your Saviour
4. Pleasure To Kill
5. Riot Of Violence
6. The Pestilence
7. Carrion
8. Command Of The Blade
9. Under The Guillotine
Line Up
Mille Petrozza : Guitars, vocals
Jürgen Reil : Drums, vocals
Rob Fioretti : Bass
 
RECENSIONI
85
90
48
90
86
85
75
69
70
77
92
92
95
95
81
ARTICOLI
26/02/2017
Live Report
KREATOR + SEPULTURA + SOILWORK + ABORTED
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI) - 21/02/2017
17/02/2017
Intervista
KREATOR
Qualcosa su cui riflettere
11/12/2012
Articolo
KREATOR
Stream of Consciousness - Quarta Parte
06/12/2012
Articolo
KREATOR
Stream of Consciousness - Terza Parte
21/11/2012
Articolo
KREATOR
Stream of Consciousness - Seconda Parte
18/11/2012
Live Report
KREATOR + MORBID ANGEL + NILE + FUELED BY FIRE
Demodè Club, Bari / Live Club, Trezzo sull'Adda. 14-12/11/2012
05/11/2012
Articolo
KREATOR
Stream of Consciousness - Prima Parte
27/04/2012
Articolo
KREATOR
La strada per 'Phantom Antichrist'
21/08/2011
Articolo
KREATOR
La biografia, seconda parte
11/08/2011
Articolo
KREATOR
La biografia, prima parte
18/12/2010
Live Report
KREATOR + EXODUS + DEATH ANGEL + SUICIDAL ANGELS
Estragon, Bologna, 15/12/2010
19/06/2010
Articolo
KREATOR
Terrible Certainty - Petrozza, i Kreator e la caduta del Muro
11/02/2009
Live Report
KREATOR + CALIBAN
Rolling Stone, Milano - 03/02/2009
13/11/2006
Intervista
KREATOR
Parla Mille
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]