Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Obscura
A Valediction
Demo

The Maledict
Remembrance
CERCA
RICERCA RECENSIONI
PER GENERE
PER ANNO
PER FASCIA DI VOTO
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

10/12/21
EFYD
Like Shadows

10/12/21
MALADIE
The Sick Is Dead - Long Live the Sick

10/12/21
LORD OF THE LOST
The Sacrament Of Judas

10/12/21
AGARTHIC
The Inner Side

10/12/21
ZELBO
In My Dreams

10/12/21
ORPHANED LAND
30 Years of Oriental Metal

10/12/21
THERES A LIGHT
f̶o̶r̶ ̶w̶h̶a̶t̶ ̶m̶a̶y̶ ̶I ̶h̶o̶pe̶? for what must we hope?

10/12/21
MERCURY X
Imprisoned

10/12/21
THE MURDER OF MY SWEET
A Gentlemans Legacy

10/12/21
PERFECT PLAN
Live at Sharpeners House

CONCERTI

10/12/21
NANOWAR OF STEEL
DRUSO - RANICA (BG)

11/12/21
NANOWAR OF STEEL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

12/12/21
GOTTHARD + TBA
FABRIQUE - MILANO

12/12/21
DRAGONFLY METAL FEST 2021
DRAGONFLY - SALZANO (VE)

13/12/21
LEPROUS + GUESTS
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

14/12/21
UNLEASH THE ARCHERS + STRIKER + NORTHTALE
LEGEND CLUB - MILANO

17/12/21
NANOWAR OF STEEL
LARGO VENUE - ROMA

09/01/22
ESKIMO CALLBOY
LEGEND CLUB - MILANO

12/01/22
TAAKE + KAMPFAR + NECROWRETCH
LEGEND CLUB - MILANO

13/01/22
TAAKE + KAMPFAR + NECROWRETCH
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

Sodom - `Til Death Do Us Unite
11/09/2021
( 800 letture )
Dopo un inizio decade altalenante contraddistinto da buoni album seguiti da uscite meno entusiasmanti -vedi l'accoppiata Get What You Deserve/Masquerade in Blood- i Sodom si rimettono in carreggiata dando una spallata all'arrembante -e pompatissimo- grunge allora in voga con un disco crudo, veloce e sguaiato: in una parola thrash al 100%! Il ritorno sulle scene vede grandi e profondi cambiamenti per la band (o meglio per il suo kaiser Tom Angelripper): si cambia ancora una volta tutto, dai compagni d'avventura -con l'ingresso di Bernemann al posto di un problematico Strahli- alla casa discografica, passando temporaneamente dalla storica Steamhammer alla GUN, per giungere alla rinnovata collaborazione con Harris Johns, il quale oltre che al mixer si prodiga qui pure in un piccolo cameo chitarristico.

Va detto che l'algida copertina -per qualcuno disturbante, per altri semplicemente brutta, ma comunque d'effetto- non ci prepara alla pioggia di riff che uscirà dai solchi di 'Til Death Do Us Unite, dalle mitragliate sonore dell'opener Frozen Screams all'esplosiva Suicidal Justice in cui gli assoli di Bernemann poggiano su un drumming devastante e una performance del leader da applausi, con il basso che sferraglia fin quasi a consumare le dita dello stesso Angelripper. E che dire di Fuck the Police? Anche qui gli schiaffi si sprecano, e per convincersene basta dare un'occhiata al video del brano in questione che ben accompagna con le immagini i concetti espressi da un furibondo Tom. Rocciose e cadenzate sia la title track -questa sì costruita sopra un groove tipicamente 90's- che That's What an Unknown Killer Diarized ci permettono di tirare il fiato relativamente, ma non facciamo in tempo a rilassarci che arrivano le randellate di una Hanging Judge o di una No Way Out; c'è anche spazio per una divertente cover di Simon & Garfunkel -Hazy Shade of Winter, che paradossalmente ha più punti in comune al rifacimento targato The Bangles- debitamente passata al testosterone, proprio delle versioni Sodomizzate, che altro non fa se non ribadire gli ottimi gusti musicali del buon Tom. Decisamente particolare la cantilenante Schwerter Zu Pflugscharen -che include anche l'estratto da un discorso di Hitler- cantata in madrelingua tedesca, così come la punkeggiante Gisela, più scanzonata e "leggera" (se mai questo termine e Sodom possano coesistere in una stessa frase) sia nella musica che nei temi rispetto all'altra.
Non è comunque tutto oro quel che luccica, qualche pezzo può essere considerato un filler (tipo Wander in the Valley, Sow the Seeds of Discord e qualcos'altro) e magari la loro estromissione avrebbe giovato a un album corposo invero più nella tracklist che nel minutaggio, ma non siamo di fronte a un lavoro prolisso o eccessivamente dispersivo, anzi, dopo il debole predecessore è un piacere ascoltare questo eterogeneo full length.

Sperimentale nella sua struttura stratiforme ma senza tradire l'essenza dei veri Sodom, 'Til Death Do Us Unite rappresenta per certi versi un capitolo a sè stante nella discografia della band di Gelsenkirchen, una sorta di passaggio obbligato per tornare a devastare da par loro le orecchie dei fan (e già i titoli dei due platter successivi in questo senso sono una garanzia); non un lavoro di punta nella discografia dei crucchi forse, ma un validissimo ritorno decisamente degno di cotanto monicker nonostante le vicissitudini -e abusi- del periodo, e questa ai tempi non era affatto cosa scontata. Da riscoprire a distanza di -tanti- anni.



VOTO RECENSORE
77
VOTO LETTORI
77.5 su 8 voti [ VOTA]
Aceshigh
Martedì 14 Settembre 2021, 9.27.58
6
Sicuramente migliore dei due che lo precedono, quest’album tra belle mazzate thrash e qualche spunto più punkeggiante mostra segni di ripresa, percorso che però a mio avviso verrà completato solo con i successivi Code Red e M-16, veramente eccellenti. Concordo col 77 del recensore.
Masterburner
Lunedì 13 Settembre 2021, 12.18.38
5
Il disco più sottovalutato dei Sodom. e sicuramente il migliore dell'era Bernemann. Gisela è mitica! E la cover di Hazy Shade of Winter è sorprendente
jeffwaters
Domenica 12 Settembre 2021, 10.46.32
4
Concordi in pieno col fatto che questo album si possa catalogare in una discografia ''a parte'' dei Sodom. Secondo me questo album ha influenzato lo stile dello zio Tom in alcuni dei suoi album solista.
LAMBRUSCORE
Sabato 11 Settembre 2021, 20.16.28
3
Non male come disco, un 75 ci sta tutto.
Mic
Sabato 11 Settembre 2021, 16.31.57
2
Vario e divertente
gianmarco
Sabato 11 Settembre 2021, 15.54.13
1
da quel poco che ho sentito mi è piaciuto.
INFORMAZIONI
1997
GUN Records
Thrash
Tracklist
1. Frozen Screams
2. Fuck the Police
3. Gisela
4. That's What an Unknown Killer Diarized
5. Hanging Judge
6. No Way Out
7. Polytoximaniac
8. 'Til Death Do Us Unite
9. Hazy Shade of Winter
10. Suicidal Justice
11. Wander in the Valley
12. Sow the Seeds of Discord
13. Master of Disguise
14. Schwerter Zu Pflugscharen
15. Hey, Hey, Hey Rock'n Roll Star
Line Up
Tom Angelripper (Voce, Basso)
Bernemann (Chitarra, Cori)
Bobby Schottkowski (Batteria, Cori)

Musicisti Ospiti
Harris Johns (Chitarra solista su traccia 15, Cori su 2,5,15)
Alex Kraft (Chitarra solista su traccia 15)
Stefan Paul (Cori su tracce 2,5,15)
Uwe Gottuk (Cori su traccia 2,5,15)
 
RECENSIONI
77
73
77
s.v.
90
82
45
82
89
77
59
58
80
88
93
88
80
79
ARTICOLI
15/03/2019
Live Report
THE ABYSS FEST - SODOM + GRIM REAPER + OTHERS
Day 2 - Gothenburg Film Studios, Göteborg (SWE), 02/03/2019
19/12/2018
Live Report
EXODUS + SODOM + DEATH ANGEL + SUICIDAL ANGELS
MTV HEADBANGERS BALL TOUR 2018 - Phenomenon, Fontaneto d'Agogna (NO), 14/12/2018
19/03/2014
Live Report
SODOM + ASPHYX + GUESTS
Demodè Club, 15/03/2014, Bari (BA)
13/09/2011
Articolo
SODOM
La biografia
15/02/2011
Live Report
SODOM + DIE HARD + IRREVERENCE
Live Club, Trezzo Sull'Adda (MI), 10/02/2011
10/11/2010
Intervista
SODOM
De bello germanico
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]