Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Psychotic Waltz
The God-Shaped Void
Demo

Ira Green
7
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/02/20
DIESPNEA
Pneuma

28/02/20
BENEATH THE MASSACRE
Fearmonger

28/02/20
LACASTA
Æternvm

28/02/20
NEAERA
Neaera

28/02/20
FLUISTERAARS
Bloem

28/02/20
GAME ZERO
W.A.R. - We Are Right

28/02/20
BLOOD AND SUN
Love & Ashes

28/02/20
SHAKRA
Mad World

28/02/20
OUTLAWS
Dixie Highway

28/02/20
ABHOMINE
Proselyte Parasite Plague

CONCERTI

22/02/20
STIGE FEST
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

22/02/20
UNEARTH + PRONG + DUST BOLT
LEGEND CLUB - MILANO

22/02/20
NANOWAR OF STEEL
LARGO VENUE - ROMA

22/02/20
OTTONE PESANTE
ZIGGY CLUB - TORINO

22/02/20
GLI ATROCI
VIDIA CLUB - CESENA (FC)

22/02/20
CRIPPLE BASTARDS + GUESTS
MK LIVE CLUB - CARPI (MO)

22/02/20
NECROFILI + BRAIDSKILL
SALA FALCONE BORSELLINO - FORMIA (LT)

22/02/20
ESSENZA + GUESTS
BARRAOTTANTAQUATTRO - NOCIGLIA (LE)

23/02/20
EXTREMA
MAGAZZINI GENERALI - MILANO

24/02/20
CROSSFAITH
LEGEND CLUB - MILANO

Still Remains - The Serpent
( 3182 letture )
Con il loro ultimo full lenght ‘The Serpent’, gli Still Remains tornano sulla scena musicale in una maniera che sfiora il mediocre. Documentandomi sui precedenti lavori del gruppo ho scoperto un metalcore povero ma tutto sommato orecchiabile e degno almeno di un ascolto, ora devo ammettere però che ‘The Serpent’ scende a livelli più bassi e sconcertanti rispetto al recente passato. Ammiro molto gli Still Remains quali portabandiera del filone christian metal e sono la prima sostenitrice di questi gruppi che aiutano a sfatare il mito del metallaro satanista, ma santo cielo (mai esclamazione fu più adatta ), i sei ragazzi americani sono scesi proprio in basso da un punto di vista puramente compositivo e il materiale presentato non si addice a un gruppo che annovera nella propria definizione la parola ‘metalcore’. Innanzitutto è esasperata la componente emo, ma su questo potrei chiudere un occhio se solo i nostri avessero lavorato con un po’ più di grinta e impegno sulle parti estreme, le quali, oltre ad essere prive di potenza e intensità, sono anche piuttosto misere per ciò che concerne tecnica e innovazione. In un momento in cui l’emo-metalcore sta sempre più prendendo piede, non mi sentirei di condannare un gruppo che si cimenti in tale genere, pur pretendendo che lo faccia in maniera quantomeno sufficiente.

Invece in ‘The Serpent’ chitarra e batteria sono nella maggior parte dei casi tristemente scontate, il basso pressochè inesistente, le linee vocali troppo ancorate al cantato pulito (che per fortuna ricorda a momenti i ritornelli di primi Trivium e attuali Killswitch Engage), mentre il raro simil-growl è fioco e privo di corpo.
Indubbiamente carina ed efficace l’intro, che è anche titletrack, vagamente interessante ‘Dropped from the cherry tree’ e le ballad ‘Sleepless night alone’ e ‘an Undesired reunion’ che sono forse l’unica nota positiva dell’album, sebbene facilmente tacciabili di gratuita sdolcinatezza. Tralascio di parlare degli altri pezzi perché non sono abituata a demolire pesantemente il lavoro altrui.

Insomma mi tocca concludere ribadendo che gli Still Remains sembrano sempre più emo e ‘leggeri’ e sempre meno metalcore, ma per la bassezza dei contenuti sconsiglio caldamente l’album sia agli amanti dell’estremo che a coloro che amano il metal più soft.



VOTO RECENSORE
50
VOTO LETTORI
31.25 su 24 voti [ VOTA]
hsb
Mercoledì 15 Dicembre 2010, 3.27.00
1
nn sono d' accordo.... il disco è inferiore al precedente e fantastico of love and lunacy, però devo dire che di canzoni meritevoli ne ha.... e come. Ok si sono ammorbiditi , però a parer mio è molto piacevole da ascoltare , soprattutto canzoni come stay captive, the river song , an undesired reunion e avalanche. voto 80
INFORMAZIONI
2007
Roadrunner Records
Metal
Tracklist
1. The Serpent
2. The Wax Walls of an Empty Room
3. Stay Captive
4. Anemia in Your Sheets
5. Maria
6. Dropped from the Cherry Tree
7. Dancing with the Enemy
8. The River Song
9. Sleepless Nights Alone
10. An Undesired Reunion
11. Avalanche
Line Up
T.J. Miller - voce
Mike Church - chitarra, voce
Steve Hetland - basso
Jordan Whelan - chitarra
Ben Schauland - tastiera
Adrian “Bone” Green - batteria
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]