Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Exodus
Persona Non Grata
Demo

Wolfmother
Rock Out
CERCA
RICERCA RECENSIONI
PER GENERE
PER ANNO
PER FASCIA DI VOTO
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

01/12/21
DIABLATION
Allégeance

03/12/21
ARCTIC PLATEAU
Songs of Shame

03/12/21
AQUILUS
Bellum I

03/12/21
UNANIMATED
Victory in Blood

03/12/21
ALKEMY
The Ascension (EP)

03/12/21
WOLFTOOTH
Blood & Iron

03/12/21
AINULINDALE
Dagor-nuin-Giliath (EP)

03/12/21
FALSE MEMORIES
Echoes of a Reflection

03/12/21
CORRODED SPIRAL
Ancient Nocturnal Summoning [EP]

03/12/21
AQUILUS
Griseus (Reissue)

CONCERTI

01/12/21
VOLBEAT - Servant of the Mind Release Party
HEADBANGERS CLUB - MILANO

02/12/21
NANOWAR OF STEEL
ALTERNATIVE MUSIC CLUB - MONTENERO DI BISACCIA (CB)

03/12/21
NIGHTWISH + AMORPHIS + TURMION KATILOT (RINVIATO)
LORENZINI DISTRICT - MILANO

03/12/21
NANOWAR OF STEEL
GARAGE SOUND MUSIC CLUB - BARI

03/12/21
BATUSHKA + BELPHEGOR + GUESTS
REVOLVER CLUB - SAN DONÀ DI PIAVE (VE)

03/12/21
PINO SCOTTO + THE GLAMOUR
SHERATAN LIVE CLUB - CARPI (MO)

04/12/21
THY ART IS MURDER + MALEVOLENCE + KING 810 + ALPHA WOLF + ORBIT CULTURE
LARGO VENUE - ROMA

04/12/21
NANOWAR OF STEEL
MOOD SOCIAL CLUB - RENDE (CS)

05/12/21
ARCHGOAT + WHOREDOM RIFE + THEOTOXIN (POSTICIPATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

05/12/21
BEAST IN BLACK + MISTER MISERY + NESTRUCTION (CANCELLATO)
ALCATRAZ - MILANO

Massacre - Resurgence
22/10/2021
( 509 letture )
A sette anni di distanza da Back from Beyond e dopo un periodo tutt’altro che semplice, Kam Lee torna con una nuova versione dei Massacre. Resurgence vede infatti un completo stravolgimento della formazione, fatta ora di ben tre chitarristi; Rogga Johansson, Scott Fairfax (Memoriam) e Jonny Petterson (Wombbath) vantano sicuramente un curriculum di rispetto, così come Brynjar Hoff Helgetun vanta lavori con gruppi quali Crypticus, Johansson & Speckmann e Megascavenger tra gli altri. Quindi, mentre gli ex-membri formano gli Inhuman ConditionBorders e Lee restano gli unici membri originali dando vita ad una formazione decisamente “internazionale”.

Come detto nella recensione degli ex-membri, lo stile è di fatto quello tipico dei Massacre, e ascoltando Resurgence è quindi ovvio che in questo caso si possa fare lo stesso discorso. Di certo non ci sono divergenze stilistiche alla base delle incomprensioni ma che nonostante tutto, sarebbe affrettato dire che entrambi i dischi sono l’uno il lato A/B dell’altro; la leggera differenza viene data dalla presenza di chitarristi come Rogga Johansson e Scott Fairfax, grazie a cui il disco riesce a distinguersi quanto basta dall’altro e che se vogliamo risulta la versione più “old school” del gruppo floridiano. L’apporto dei due musicisti è infatti tangibile specialmente sulle melodie e sulla creazione di trame chitarristiche meno quadrate e più varie, tanto che in alcuni momenti si possono effettivamente sentire dei rimandi ai loro progetti (Whisperer in Darkness, Book of the Dead sono due esempi) o quantomeno ad uno stile più incline ad una costante ricerca dell’armonia. Non si ha ovviamente a che fare con un cambio di rotta o con elementi in grado di aggiungere valore al disco, anche perché i quaranta minuti del disco sono piuttosto canonici, ma se l’apporto degli svedesi dovesse trovare continuità (tradotto: evitare di litigare con il leader) non è detto che in futuro Lee e soci non possano regalarci qualcosa di più. Tra sezioni più di pathos in cui le atmosfere ispirate ai miti di Cthulhu diventano intense ed altre più dirette, il disco procede tutto sommato senza debolezze e con qualche brano più riuscito di un altro tipo Ruins of R’Lyeh, Servants of Discord o Spawn of the Succubus, ma in generale si ha a che fare con una qualità dei brani che resta la stessa per tutta la durata e in cui le variazioni sono appunto gli stacchi più melodici/atmosferici e il lavoro delle chitarre. Possiamo poi spendere una buona parola per il growl di Kam Lee, che non sembra sentire il peso degli anni e riesce a raggiungere tonalità piuttosto basse; come George Fisher o Glen Benton, sembra che l’età non abbia intaccato poi tanto le corde vocali.

Nel complesso possiamo dire che Resurgence sia un buon disco e a cui non si possono trovare poi molti difetti, così come i pregi sono piuttosto limitati ed è probabile che chi non abbia apprezzato il ritorno del 2014 difficilmente si ritroverà ad ascoltare più volte questo nuovo disco, così come è innegabile che ad oggi vi siano gruppi più giovani in grado di fare molto di più. Nonostante tutto, quello che offre è fatto bene, e come per il gruppo degli ex-membri, è un disco da prendere per quello che è, senza troppe aspettative ma con la voglia di ascoltare quaranta minuti di semplice e puro death metal.



VOTO RECENSORE
65
VOTO LETTORI
74.9 su 10 voti [ VOTA]
VICTORY
Venerdì 22 Ottobre 2021, 14.40.41
1
Un disco da 70. Non un capolavoro ma ben suonato e con un gran tiro.
INFORMAZIONI
2021
Nuclear Blast Records
Death
Tracklist
1. Eldritch Prophecy
2. Ruins of R'Lyeh
3. Innsmouth Strain
4. Whisperer in Darkness
5. Book of the Dead
6. Into the Far-Off Void
7. Servants of Discord
8. Fate of the Elder Gods
9. Spawn of the Succubus
10. Return of the Corpse Grinder
Line Up
Kam Lee (Voce)
Rogga Johansson (Chitarra)
Jonny Pettersson (Chitarra, Tastiere)
Scott Fairfax (Chitarra)
Mike Borders (Basso)
Brynjar Helgetun (Batteria)
 
RECENSIONI
80
87
ARTICOLI
05/03/2014
Intervista
MASSACRE
Il ritorno dei deathster americani
19/05/2011
Live Report
HATE ETERNAL + OBSCURA + BENEATH THE MASSACRE + DEFILED
Rock N' Roll Arena, Romagnano sesia (NO), 13/05/2011
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]