Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Tony Martin
Thorns
Demo

Apocryphal
Tales of Galilea
CERCA
RICERCA RECENSIONI
PER GENERE
PER ANNO
PER FASCIA DI VOTO
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/01/22
THE FERRYMEN
One More River to Cross

21/01/22
PLANESWALKER
Tales of Magic

21/01/22
THROUGH THE NOISE
Tragedies (EP)

21/01/22
THEODOR BASTARD
Vetvi (Ristampa)

21/01/22
SPITFIRE (HEL)
Denial to Fall

21/01/22
ABYSSUS
Death Revival

21/01/22
BERIEDIR
AQVA

21/01/22
ASHES OF ARES
Emperors and Fools

21/01/22
PLANESWALKER
Tales of Magic

21/01/22
KANDIA
Quaternary

CONCERTI

20/01/22
TORMENTOR + CULT OF FIRE (ANNULLATO)
LEGEND CLUB - MILANO

26/01/22
SWALLOW THE SUN + AVATARIUM (POSTICIPATO)
LEGEND CLUB - MILANO

28/01/22
PRIMAL FEAR + BURNING WITCHES + SCARLET AURA
DRUSO - RANICA (BG)

28/01/22
DECAPITATED + BLACK TONGUE + HEART OF A COWARD + INFERI
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

02/02/22
ARCTURUS + IOTUNN
LEGEND CLUB - MILANO

05/02/22
SATANIC KOMMANDO FEST
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

06/02/22
GOJIRA + ALIEN WEAPONRY + EMPLOYED TO SERVE
ALCATRAZ - MILANO

09/02/22
SOEN
LARGO VENUE - ROMA

10/02/22
SOEN
MAGAZZINI GENERALI - MILANO

11/02/22
TARJA + TEMPERANCE + SERPENTYNE
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

Obscura - A Valediction
04/12/2021
( 1605 letture )
Sul finire di questo duemilaventuno possiamo finalmente tornare a parlare degli Obscura, in quanto la band teutonica (la quale non necessita di nessuna introduzione divulgativa) dà alle stampe il nuovo A Valediction, sesto capitolo della loro discografia e primo per la Nuclear Blast. Non sono finite qui le novità per i tedeschi, la line-up si è nuovamente modificata e oltre al mastermind Kummerer si annoverano due superbi ritorni: Christian Munzner alle chitarre e Jean Paul Thesseling al basso e, ultimo ma non per importanza il nuovo arrivato David Diepold alle pelli a completare la sezione ritmica.

A Valediction è quindi formato da undici brani per poco più di cinquanta minuti di nuova musica. Nuova in tutti i sensi poiché la band, finalmente si è sentita libera da condizioni e convenzioni, mostrandosi nella propria essenza trasmigrata in musica, toccando nuovi livelli, nuovi territori, mostrando una personalità forse mai palesata così apertamente in passato. La produzione è tanto cristallina quanto potente, ogni dettaglio musicale trova il suo spazio nello spettro sonoro, perfettamente bilanciato con gli altri, seguendo i canoni del genere: una batteria naturale e dettagliatissima, il basso fretless medioso e colmante ed infine le chitarre piene e distinte in ogni loro parte. Una piccola nota a parte merita la voce di Kummerer che si fonde in maniera fluida agli strumenti, godendo di sfumature personali e dinamicità espressiva davvero efficaci. L’apertura del disco è affidata a Forsaken un brano in pieno stile Obscura che dopo una breve intro acustica prende il largo con una pioggia di riff dalle neoclassiche armonizzazioni supportate da linee di basso ispirate ed efficaci, il brano si caratterizza peraltro da un chorus esplosivo ed immediato, in sette minuti la band mette immediatamente in chiaro il proprio status. La seguente Solaris sposta la rotta verso l’aggressività musicale, inutile sottolineare la caratura tecnica messa in essere tra cambi vertiginosi, ritmiche incessanti e chitarre in primissimo piano a delineare architetture ritmico-musicali di qualità indiscutibile. La titletrack A Valediction segna un altro repentino cambio di direzione toccando i mari del melodic death, avendo in sé una più accessibile e diretta musicalità grazie anche ai chorus che lo caratterizzano. Sulla scia del precedente brano When Stars Collide, i quattro si avvalgono della collaborazione vocale di Bjorn Strid componendo quindi un brano basato sulle atmosfere, su cambi ritmici e stilistici e su un efficace groove collettivo. In Unity stravolge nuovamente e completamente ogni direttiva, rivelandosi oscuro e tortuoso, con chitarre in primo piano a disegnare trame melodiche piene e corpose dal sapore classico, il brano gode inoltre di un forte sapore old school. Ad aprire la seconda metà del disco, troviamo il brano più brutale e feroce di tutta la tracklist, Devoured Usurper incarna la più feroce ed aggressiva essenza di questi Obscura, immediatamente seguita da The Beyond ossia uno dei brani di maggior articolazione e caratura tecnica del disco, eseguita in maniera superlativa dalla band e caratterizzata da una splendida parte solistico musicale centrale. La strumentale Orbital Elements II per certi aspetti riporta le sonorità a Cosmogenesis anche se qui la band pone più enfasi sulla matrice melodica, ottima peraltro la sezione ritmica nel guidare l’incedere del brano. La coppia formata da The Neuromancer e Adversity è contraddistinta da un mood grigio e minaccioso, le velocità sono sostenute, i cambi ritmici e le trame disegnate dalle due chitarre si susseguono senza sosta e senza lasciare che la tensione cali minimamente, una imponente aperture al gran finale del disco: Heritage è un esplosione melodica giocata su atmosfere avvolgenti a tratti eteree, un vertiginoso viaggio musicale.

Siamo al cospetto di un album magnetico, trovare punti deboli in questo disco è pressochè impossibile, il livello tecnico e compositivo è vertiginoso, nessun passaggio suona forzato, non ci sono virtuosismi fini a stupire, tutto corre e scorre con una fluidità a dir poco disarmante, ogni dettaglio è calcolato con una precisione cronografica, seppur per assimilarne le centinaia di sfumature occorrano numerosi ascolti. A Valediction si pone come il primo capitolo di una futura trilogia e, getta le basi a una nuova evoluzione al suono della band che, finalmente si è sentita libera e svincolata da recinti di generi musicali. In questo nuovo lavoro, possiamo sentire più melodia, possiamo sentire un approccio al cosiddetto Gothenburg Sound, possiamo sentire echi di un glorioso passato, possiamo sentire il marchio sonoro caratteristico dei tedeschi ma soprattutto possiamo sentire la vera essenza di questi rinati Obscura.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
85.73 su 23 voti [ VOTA]
AL
Venerdì 10 Dicembre 2021, 15.15.42
8
Li ho conosciuti con il precedente. grande gruppo. suonano davvero bene. questo album mi piace, lo sto ancora metabolizzando perchè ci sono davvero un'infinità di passaggi che secondo me richiedono del tempo per essere apprezzati completamente.
Dani3121
Martedì 7 Dicembre 2021, 23.46.40
7
@Harleking11 vero! Disco strepitoso,grandi Obscura
Harleking11
Martedì 7 Dicembre 2021, 11.32.56
6
Bellissimo album... se fate caso al minuto 5:56 di "Forsaken" c'è un plateale omaggio al solo di Jake E. Lee in "Bark at the moon".
fragolino79
Martedì 7 Dicembre 2021, 2.19.46
5
Quel basso all’inizio di Forsaken è qualcosa di un altro pianeta.
PROF
Lunedì 6 Dicembre 2021, 23.21.49
4
Album diverso dagli altri, dal mood più diretto e aggressivo. Ogni volta che ascolto una canzone di questo gruppo, ormai diventato il mio preferito, mi accorgo sempre di qualche nuova sfumatura che prima mi era sfuggita, anche in questo album che è più diretto e "melodico", dai chiari richiami allo Swedish death. Presi già due vinili e il cd. Voto 92 a crescere.
Vampyria
Lunedì 6 Dicembre 2021, 18.39.57
3
Stupendo!!
duke
Sabato 4 Dicembre 2021, 20.57.08
2
...non deludono mai....ottimo disco....
lisablack
Sabato 4 Dicembre 2021, 17.50.05
1
Grandissimi Obscura, album splendido
INFORMAZIONI
2021
Nuclear Blast Records
Prog Death
Tracklist
1. Forsaken
2. Solaris
3. A Valediction
4. When Stars Collide
5. In Unity
6. Devoured Usurper
7. The Beyond
8. Orbital Elements II
9. The Neuromancer
10. In Adversity
11. Heritage
Line Up
Steffen Kummerer (Voce, Chitarra)
Christian Munzner (Chitarra)
Jeroen Paul Thesseling (Basso)
David Diepold (Batteria)

Musicisti ospiti:
Björn "Speed" Strid (Voce sulla traccia 4)
 
RECENSIONI
88
90
95
90
80
ARTICOLI
20/02/2019
Live Report
OBSCURA
Legend Club, Milano (MI), 16/02/2019
02/11/2016
Live Report
OBSCURA + GUESTS
Cycle Club, Calenzano, Firenze, 29/10/2016
05/04/2016
Live Report
DEATH TO ALL + OBSCURA
Traffic Live, Roma (RM), 30/03/2016
24/11/2013
Live Report
DEATH TO ALL + OBSCURA + FAUST + DARKRISE
Rock’n’Roll Arena, Romagnano Sesia (NO), 19/11/2013
27/03/2012
Live Report
OBSCURA + SPAWN OF POSSESSION + GOROD + EXIVIOUS + 26THOUSANDYEARS
Blogos, Casalecchio di Reno (BO), 25/03/2012
19/05/2011
Live Report
HATE ETERNAL + OBSCURA + BENEATH THE MASSACRE + DEFILED
Rock N' Roll Arena, Romagnano sesia (NO), 13/05/2011
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]