Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Long Distance Calling
How Do We Want to Live?
Demo

Mordred
Volition
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/09/20
OSSUARY ANEX
Obscurantism Apogee

23/09/20
MYSTHICON
Silva-Oculis-Corvi

25/09/20
WHITE DOG
White Dog

25/09/20
LONEWOLF
Division Hades

25/09/20
VOUS AUTRES
Sel de Pierre

25/09/20
KATAKLYSM
Unconquered

25/09/20
MORTA SKULD
Suffer for Nothing

25/09/20
BLOODRED
The Raven/s Shadow

25/09/20
SAPIENCY
For Those Who Never Rest

25/09/20
ANNA VON HAUSSWOLFF
All Thoughts Fly

CONCERTI

23/09/20
STEVEN WILSON (ANNULLATO)
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

Hyades - And The Worst Is Yet To Come
( 3822 letture )
Gli Hyades fanno ancora centro. E lo fanno a solo un anno di distanza dall'ottimo Abuse Your Illusion, che li aveva catapultati alla testa del movimento thrash metal italiano. And The Worst Is Yet To Come è, sotto ogni aspetto, il degno successore del disco di esordio, un album sempre improntato sul thrash della Bay Area, ma che strizza l'occhio a influenze hardcore.

La titletrack è un’intro strumentale lunga poco più di due minuti, che inizia coi toni di una ballata, per poi proseguire in un instancabile riff thrash che porta direttamente l'ascoltatore sino all'azzeccatissimo finale. Ma dalla successiva Buried In Blood fa il suo ingresso in campo Marco, e il risultato è dei migliori: la sua voce è aggressiva, graffiante e si inserisce alla perfezione nella trama ordita dalle chitarre. Il testo è politicamente impegnato, come spesso accade nel thrash metal, e si scaglia nientemeno che contro gli USA e il loro presidente (“God Bless America But Someone Help Us All”). Le canzoni che seguono confermano lo schema degli Hyades, dedito al più puro old school thrash metal che tanto amano i metalhead della vecchia guardia. Nessuna canzone si dimostra di basso livello, ma va detto che alcune spiccano sulle altre: Megamosh si abbandona a tematiche decisamente più leggere sullo stile di vita thrash, ma la musica è di quelle destinate a scatenare l'inferno sotto il palco; EZLN è un tributo al subcomandante Marcos, molto ben riuscita e con un azzeccatissimo ritornello; Skate Addiction è dedicata alla grande passione dei nostri per lo skateboard, e si distingue per la prima strofa cantata dai chitarristi, che ottengono un ottimo risultato. Ma un pezzo che molto probabilmente diventerà un classico della band è la conclusiva Wops Still Thrash, canzone esplosiva durante la quale è impossibile restare fermi. La song brilla sotto tutti gli aspetti, il drumming è eccellente, la voce di Marco molto aggressiva soprattutto nelle parti veloci, i riff delle chitarre sono precisi e grezzi al punto giusto.

Dal punto di vista tecnico non si possono muovere critiche alla band, ma se invece proprio si vuole andare a cercare il pelo nell'uovo, la produzione mostra qualche piccolissima lacuna nella sezione ritmica, col basso che a volte tende a sparire e la batteria non sempre incisiva come dovrebbe; ma si tratta di piccolezze, che non sminuiscono il grande valore dell'album, che non propone nulla di nuovo nel panorama del thrash, ma ciò che presenta, seppure si trovi su strade già ampiamente battute da altri, è di ottima fattura e risulterà piacevolissimo ai thrasher accaniti (anche se merita un ascolto da parte di tutti).

Piccola menzione per la copertina, disegnata dal mago Ed Repka, che in passato ha collaborato con artisti del calibro di Megadeth e Death.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
42.72 su 29 voti [ VOTA]
AL
Lunedì 24 Novembre 2014, 12.26.09
6
bellissimo cd. grande band. anche per me 85
Endgame
Lunedì 5 Novembre 2012, 21.58.26
5
Esplosivo a dir poco! Grandissimo album.
The Mad Avenger
Domenica 29 Aprile 2012, 23.39.54
4
Grande disco per una grande band. Il loro miglior disco!!! Voto 94
Yossarian
Mercoledì 23 Gennaio 2008, 19.27.25
3
NN credo sia lo psiconano, altrimenti il disco si sarebbe intitolato " Il peggio è già arrivato ed è già stato prescritto"...!
Vittorio
Domenica 20 Gennaio 2008, 2.06.50
2
Una recensione un po' tardiva, comunque meglio tardi che mai! Ottimo CD!
king of the dolls
Domenica 20 Gennaio 2008, 1.46.16
1
Ma quello in copertina è berlusconi??
INFORMAZIONI
2007
Mausoleum Records
Thrash
Tracklist
1. And The Worst Is Yet To Come
2. Buried In Blood
3. Unconform #756
4. Megamosh
5. Disposable Planet
6. Pharmageddon
7. New World War
8. EZLN
9. Skate Addiction
10. Valley Of Tears
11. Wops Still Thrash
Line Up
Marco Colombo - Vocals
Lorenzo "txt" Testa - Guitars
Marco Negonda - Guitars
Rob Orlando - Bass
Rodolfo "Rawdeath" Ridolfi - Drums
 
RECENSIONI
79
85
78
ARTICOLI
08/08/2015
Intervista
HYADES
Affamati di thrash!!
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]