Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Rikard Sjöblom`s Gungfly
Alone Together
Demo

Profanity (GER)
Fragments Of Solace
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/01/21
WARDRUNA
Kvitravn

22/01/21
JASON BIELER AND THE BARON VON BIELSKI ORCHESTRA
Songs for the Apocalypse

22/01/21
PHANTOM ELITE
Titanium

22/01/21
CONVICTION
Conviction

22/01/21
HOLY MOTHER
Face This Burn

22/01/21
ASPHYX
Necroceros

22/01/21
EKTOMORF
Reborn

22/01/21
WIG WAM
Never Say Die

22/01/21
STEVE HACKETT
Under A Mediterranean Sky

22/01/21
GRIMA
Rotten Garden

CONCERTI

20/01/21
SHADOW OF INTENT + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

06/02/21
MAGNUM + GUEST TBA (CANCELLATA)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

11/02/21
VENOM INC. + GUESTS
TRAFFIC CLUB - ROMA

12/02/21
VENOM INC. + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

13/02/21
VENOM INC. + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

17/02/21
IMONOLITH + TBA
BARRIO'S CAFE - MILANO

18/02/21
IMONOLITH + LOGICAL TERROR
MK LIVE - CARPI (MO)

19/02/21
THE DEAD DAISIES
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

20/02/21
ANCIENT + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

21/02/21
TURMION KATILOT
LEGEND CLUB - MILANO

Mondocane - Project One
( 3854 letture )
Era il 1990. In giro per il mondo uscivano album come Rust In Peace, Persistence Of Time, Cowboys From Hell e Painkiller.
In Italia, invece, un gruppo di ragazzi provenienti da due delle più importanti band della scena metal italiana stavano dando vita a quello che sarebbe diventato in seguito uno dei pilastri del metal estremo in Italia. I ragazzi in questione erano: S.B., Alberto Penzin e Carlo (come guest) provenienti dagli Schizo, che solo un anno prima avevano prodotto l'ottimo Main Frame Collapse, da un lato, e Peso, Ingo, Paolo e Claudio (gli ultimi tre tutti guest) della seminale band dei Necrodeath, che aveva all'attivo già due capolavori come Into The Macabre e Fragments Of Insanity.
Il risultato di questo progetto, denominato Mondocane, è Project One: un concentrato in dieci tracce della durata media poco superiore ai 3 minuti, di tutta la violenza, la rabbia, e l'aggressività che questi ragazzi erano in grado di tirare fuori.

Nessuna delle canzoni concede all'ascoltatore un secondo di respiro, i ritmi sono serratissimi, le canzoni si alternano in un'escalation di rabbia che culmina in perle come Kill The Foetus e Mario Please Don't Cry.
Non c'è spazio per la tecnica fine a se stessa, gli assoli che si presentano all'ascoltatore sono estremamente grezzi e d'impatto, idem per i riff eseguiti da chitarre notevolmente distorte. Il tutto sottolineato, com'era prevedibile con Peso in formazione, da una superlativa prestazione della batteria che, nonostante risulti talvolta penalizzata dalla produzione, si produce nei ritmi tipici del thrash più violento e in passaggi degni di batteristi ben più blasonati.

Difficile inquadrare il prodotto in un preciso genere: per quanto sia predominante l'influenza thrash non mancano, visto anche il gruppo di provenienza di Peso e compagni, notevoli aspetti derivati dal black metal.
Non è comunque importante categorizzare tale lavoro, così come non lo è porre l'accento sui difetti della produzione o sugli errori dei singoli membri; questo album rappresenta comunque uno dei massimi livelli raggiunti dal metal estremo in Italia e, dato l'anno di uscita, anche un disco che non si può fare a meno di considerare di grandissima influenza per le uscite successive.



VOTO RECENSORE
s.v.
VOTO LETTORI
81.5 su 82 voti [ VOTA]
thrasher
Giovedì 13 Febbraio 2020, 17.51.32
15
Ascolterò anche se non mi sembrava ironica la cosa
Nòesis
Giovedì 13 Febbraio 2020, 16.44.28
14
Immagino che si trattò di autoironia... Ovviamente te lo consigliamo, questa è storia del metal italiano
thrasher
Giovedì 13 Febbraio 2020, 16.24.30
13
Ricordo come fosse ieri.... Gods of metal 2000, gli appena riformati necrodeath suonarono per primi al festival... Durante la giornata sia flegias peso claudio e john giravano tra i presenti ascoltando le band successive e scambiando qualche parola autografo con i fans. Il destino volle che io, mentre stavo ad uno dei vari stand di vinili e cd mi capitò per le mani questo disco mondocane. Claudio che era li vicino perché aveva lo stand dei necrodeath mi guardò e disse sorridente: lascia stare quel disco è una ca.. ta😂. Da allora non mi mai venuta la curiosità di ascoltarlo, ma leggendo o commenti sotto sembrerebbe il contrario. Me lo consigliate?
duke
Mercoledì 12 Febbraio 2020, 20.50.09
12
...da avere...anche se non e' proprio facilissimo......ristampato dalla foad records....i lettori dovrebbero alzare il voto....
duke
Mercoledì 12 Febbraio 2020, 20.48.33
11
...disco di notevole rilevanza storica....due mitiche bands....da avere.....anche se e' proprio facilissimo....
LexLutor
Domenica 29 Gennaio 2017, 19.08.11
10
Blackmet....cosa?? 8o ...no vabbé. Thrash metal con ampi spazi concessi all' hardcore e al punk. All'epoca lo compraia scatola chiusa. Ma devo essere sincero fino in fondo. Preferivo e tutt'ora preferisco le bands originali. Un connubio di menti comunque letale.
hermann 60
Giovedì 29 Dicembre 2011, 14.47.31
9
stupendo, il mio vinile è consumato, peccato per la produzione scadente
Masterburner
Giovedì 9 Dicembre 2010, 16.00.14
8
Maaaaaaad Carlo F!!
Alberto P.
Lunedì 15 Marzo 2010, 2.41.56
7
20/10/2010 data fissata completamento registrazioni nuovo album. at last. giusto vent'anni dopo primo disco.
Nikolas
Giovedì 9 Aprile 2009, 15.25.54
6
E non vedo l'ora di ascoltarlo!!
Alberto P.
Giovedì 9 Aprile 2009, 15.16.46
5
uscita nuovo album prevista per 1/11/2009...
Faust
Sabato 1 Marzo 2008, 16.21.10
4
Un album eccezionale..un pezzo di storia e ora aspettiamo il nuovo lavoro...orgoglioso di avere queste band in Italia
Yossarian
Venerdì 15 Febbraio 2008, 17.48.32
3
Io l ho in vinile, quel giorno lo comprai insieme ad Older....Budweiser dei Gang Green, accoppiata da paura....che tempi!!!
Renaz
Venerdì 15 Febbraio 2008, 17.29.15
2
Alla faccia della pubblicità subliminale!
Vittorio
Giovedì 14 Febbraio 2008, 22.58.00
1
Nel nuovo lavoro dei riformati MONDOCANE canterà nientemeno che Carmelo Orlando dei Novembre. Inoltre, Project One è liberamente scaricabile dal loro myspace
INFORMAZIONI
1990
Metalmaster
Thrash
Tracklist
1. Necroschizophrenia
2. Violence abuse?
3. Mario, please don't cry
4. Mad Carlo F. 8 cars u wrecked!
5. Fuck the U.S.L.
6. Couldn't take anymore shit
7. All tomorrows are yesterdays
8. The inevitable free-jazz bloodbath
9. That's it, the last song
Line Up
S.B. Reder (Vocals, Guitars)
Peso (Drums)
Alberto Penzin (Bass)
Ingo (Rhythm guitar on "Necroschizophrenia")
Carlo (Drums on "Couldn't Take Anymore Shit")
Paolo (Bass on "Mario, Please Don't Cry")
Claudio (Lead guitar on "Fuck the U.S.L.")
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]