Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Nile
Vile Nilotic Rites
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

17/12/19
HAXANDRAOK
KI SI KIL UD DA KAR RA

19/12/19
DAEMONIAC
Dwellers of Apocalypse

20/12/19
EMBRYO
Misguided Legacy

20/12/19
NEUROSPHERE
Anthem of the Lost - part I Nightwars

20/12/19
SUN OF THE ENDLESS NIGHT
Symbols of Hate and Deceitful Faith

24/12/19
THE BASTARD WITHIN
Better Dead Than Friends

27/12/19
CIANIDE
Unhumanized (EP)

09/01/20
WAR DOGS
Die By My Sword

10/01/20
APOCALYPTICA
Cell-0

10/01/20
RAGE
WIngs Of Rage

CONCERTI

14/12/19
JINJER + GUESTS (SOLD OUT!)
MAGAZZINI GENERALI - MILANO

14/12/19
KNOCKED LOOSE + GUESTS
CS RIVOLTA - MARGHERA (VE)

14/12/19
LEAVES` EYES + SIRENIA + FOREVER STILL + GUESTS
REVOLVER - SAN DONA DI PIAVE (VE)

14/12/19
FOLKSTONE
DRUSO - RANICA (BG)

14/12/19
SAIL AWAY + ALLUME
ROCK HEAT - AREZZO

15/12/19
LEAVES` EYES + SIRENIA + FOREVER STILL + GUESTS
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

15/12/19
FOLKSTONE
DRUSO - RANICA (BG)

17/12/19
THE TREAD MANICS + GUESTS
KILLJOY - ROMA

18/12/19
SPECTRAL VOICE + EKPYROSIS
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

19/12/19
BENEDICTION + DISTRUZIONE + BLOODSHED + NECROFILI
TRAFFIC CLUB - ROMA

H-Bomb - Attaque
( 2461 letture )
Durante la prima metà degli anni 80 la Francia scontava , al pari dell’Italia, un’immagine legata a situazioni musicali ben poco dure ed il suono molto blasè di una lingua ritenuta dai popoli di ceppo Sassone non adatta al rock in generale ed al metal in particolare, a ciò si aggiunga una organizzazione poco capillare, (ma già superiore alla nostra), a livello di infrastrutture e si avrà un quadro chiaro dello stato della diffusione dell’H.M. nella terra dello champagne.

In questo quadro, come in Italia, nonostante tantissime realtà si dedicassero alla diffusione del metallico verbo, i gruppi che riuscivano ad ottenere un certo riscontro all’interno dei confini nazionali erano abbastanza pochi, mi vengono in mente, ma solo per citarne alcuni, nomi come Karoline, Warning, Ocean, Ponce Pilate, e poi, un po’ più su, Trust, Demon Eyes ed H Bomb.

Di questi ultimi conservo il vinile di “Attaque”, consigliatomi disinteressatamente a suo tempo da un amico che aveva un po’ più di esperienza di me, (in realtà voleva solo qualcuno che ordinasse quello che lui non riusciva a comprare), seconda prova della band di Draveil dopo l’esordio costituito dall’EP dell’83 “Coupe de Metal”, “Attaque” mostrava un gruppo pienamente legato alla scuola della nwobhm di matrice Albionica – ma spesso considerabili ai limiti dello speed-metal che in quegli anni muoveva i primi passi - fatta di armonizzazioni dei soli, bei riffs melodici “appesantiti” da una bella corazza metallica dalla sezione ritmica, ed un cantato abbastanza epic del singer Didier Izard, seppur mediato da un accento francese che oggettivamente conferisce un tono diverso al risultato finale, tono al quale bisogna un po’ assuefarsi prima di apprezzarlo, e questo porta anche a considerare come potevano essere accolto all’estero i nostri prodotti in lingua madre, ed in particolare mi viene in mente la Strana Officina della prima parte della loro carriera, ma questa è un’altra storia.

Un'altra peculiarità di “Attaque” è che, a dispetto del fatto che l’ultimo suo ascolto da parte mia prima di scrivere questa recensione risaliva presumibilmente alla seconda metà degli anni 80, tutti i pezzi erano ancora nella mia memoria, dei chorus ricordavo ancora i testi, (a proposito, a dispetto del nome del gruppo e della cover di questo disco, questi si occupavano generalmente di Fantasy, storia e roba simile tranne “Attaque” e “Double Bang”, e sono qui letterariamente inferiori a quelli dell’esordio), qualità questa che non so quanti dei dischi che escono al giorno d’oggi potranno vantare tra una ventina d’anni; pezzi come la pesante opener e title-track, come l’epica e coinvolgente “Gwendoline”, o l’aggressiva “Double Bang” - e torniamo al discorso del proto-speed – e la maleficamente cadenzata “La Horde” bastano a descrivere quello che i Francesi erano in grado di fare: del buon Heavy Metal, quello che faceva sballare i Kids dell’epoca e faceva loro ondeggiare le criniere a destra ed a manca.

Anche se questo disco fu molto ben accolto dalle riviste specializzate, l’uso del Francese si rivelò troppo limitante per il mercato di allora, e dopo un nuovo Ep dell’86 ed un singolo il gruppo, nel frattempo mutato di line-up, non ebbe la forza di proseguire e si sciolse; peccato, perché si tratta di un’altra di quelle band che provoca nei vecchietti residuati dell’epoca discorsi che iniziano con frasi come: “E te li ricordi gli H Bomb? Foooorti…..come mai non andarono avanti?”, ma è inutile tornarci su, ormai si può solo tenere viva la memoria di certe cose e cercare di farle conoscere a chi non c’era.

Di questo disco esiste una ristampa su Cd del 97 della Axe Killer che si è anche occupata dell’Ep di esordio aggiungendo 4 bonus Tracks, se avete voglia di sentirli potete cercare quelli, dato che il vinile si è fatto piuttosto raro.



VOTO RECENSORE
79
VOTO LETTORI
31.92 su 25 voti [ VOTA]
jaw
Domenica 28 Gennaio 2018, 22.08.46
14
In assoluto uno dei dischi migliori del metal francese, qui e' citato nei commenti coup de metal, che e' ritenuto un altro classico, ma questo per me e' superiore in tutto. 79 meritato
The Nightcomer
Mercoledì 11 Gennaio 2012, 10.44.39
13
Non che abbia grande importanza, ma trovo la media voto lettori decisamente bassa per questo disco. Sono più allineato alla valutazione della recensione.
The Nightcomer
Mercoledì 11 Gennaio 2012, 10.42.16
12
Anch'io ho le copie in vinile di Coup de Metal e Attaque, così come per altri gruppi francesi; non trovo sgradevole il cantato in lingua madre, anzi. Negli anni 80 la scena metal francese era abbastanza fiorente, ma non ricordo che qualcuno sia riuscito veramente ad emergere (un pò come è accaduto per l'Italia).
Jek
Martedì 11 Gennaio 2011, 20.38.23
11
Sono in possesso di "COUP DE METAL" in vinile. In quel periodo ero sempre alla ricerca di gruppi extra UK perchè ero incuriosito. Sono incappato in questi francesi che però ho trovato un po' troppo Motorhead, ma comunque apprezzabili. E' sempre storia. Gruppi così vanno citati appunto per far conoscere a chi non c'era come era il metal bravo RAVEN (N.B ricordarsi dei Baron Rojo)
pincheloco
Venerdì 5 Dicembre 2008, 8.19.39
10
Purtroppo anche montare il giradischi sulla macchina. Con tutti i dossi salta anche la puntina. HE HE HE. Sei un grande!!!
Raven
Giovedì 4 Dicembre 2008, 18.46.59
9
In effetti cercare di inserire il vinile nel lettore Cd può risultare difficoltoso, meglio tenerlo al sicuro
pincheloco
Giovedì 4 Dicembre 2008, 17.17.33
8
In questo periodo in macchina ho messo tra gli altri CD la versione masterizzata dal vinile di Coupe De Metal - bellissimo. Il vinile ovviamente è al sicuro.
Raven
Lunedì 28 Luglio 2008, 17.52.35
7
Vallo a spiegare al Sig. Verità assoluta......
pincheloco
Lunedì 28 Luglio 2008, 17.34.13
6
anch'io ho l'originale in vinile comprato all'epoca. Un grande album di un grande gruppo sottovalutato, peccato solo che siano francesi (che come popolo mi stà un pò sulle palle).
Raven
Martedì 1 Aprile 2008, 9.57.51
5
Se avessi una vera cultura musicale completa della storia del metal lo sapresti. Il fatto che siamo praticamente assenti le recensioni in rete, (credo che questa sia in assoluto la terza), non fa che aumentare il tasso qualitativo della webzine. A parte tutto questo se ci seguissi assiduamente sapresti che ogni tanto diamo spazio anche a dischi che, pur non raggiungendo vette di assoluta eccellenza, sono utili per stabilire i canoni di un certo periodo, risultando necessari quali pietre di paragone per i dischi più importanti. Ps- In Francia sono considerati un cult
Verità assoluta
Martedì 1 Aprile 2008, 8.56.54
4
E' talmente un classico che non sei riuscito a trovare una copertina decente su internet.
Verità assoluta
Martedì 1 Aprile 2008, 8.56.12
3
Ok, questo è un classico: ma mi sapete dire chi cazzo sono?
Raven
Giovedì 20 Marzo 2008, 16.43.47
2
Però mi consigliava bene, H Bomb, Witchkiller, Trouble.....
Syd
Giovedì 20 Marzo 2008, 14.53.42
1
Che bell'amico che avevi...
INFORMAZIONI
1984
Rave - on
Heavy
Tracklist
1. Attaque
2. Exterminateurs
3. Dressé à Tuer
4. Gwendoline
5. Rêve de Puissance
6. Double Bang
7. Le Glaive
8. Crache et Crève
9. Fou Sanguinaire
10. La Horde
Line Up
Vocals - Didier Izard
Guitars - Armando Ferreira
Guitars - Paul Ferreira
Bass - Philipe Garcia
Drums - Gerard Miche
 
RECENSIONI
75
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]