Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Armored Saint
Punching the Sky
Demo

Lazy Legs
Moth Mother
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

30/10/20
ARKHERON THODOL
Rituals of the Sovereign Heart

30/10/20
CURIMUS
Garden of Eden

30/10/20
THEM
Return to Hemmersmoor

30/10/20
DEEP RIVER ACOLYTES
Alchemia Aeterna

30/10/20
OCCULT BURIAL
Burning Eerie Lore

30/10/20
STALKER
Black Majik Terror

30/10/20
VISIONS OF ATLANTIS
A Symphonic Journey To Remember

30/10/20
SVARTSYN
Requiem

30/10/20
STORMBRINGER
Stealer of Souls

30/10/20
URIAH HEEP
Fifty Years in Rock

CONCERTI

30/10/20
ULVEDHARR + GUESTS
DRUSO - RANICA (BG)

30/10/20
OTTONE PESANTE
INK CLUB - BERGAMO

30/10/20
HELLUCINATION + NEBULAE
TRAFFIC CLUB - ROMA

31/10/20
DEATHLESS LEGACY + DAMNATION GALLERY
CRAZY BULL CAFE' - GENOVA

31/10/20
OTTONE PESANTE
IL CASTELLO - PARMA

31/10/20
CLAUDIO SIMONETTI`S GOBLIN + VICOLO INFERNO
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

02/11/20
SCOTT STAPP
NEW AGE CLUB - RONCADE (TV)

03/11/20
FIT FOR A KING + GUESTS
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

04/11/20
W.A.S.P. (CANCELLATO)
HALL - PADOVA

05/11/20
W.A.S.P. (CANCELLATO)
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

Trinacria - Travel Now Journey Infinitely
( 3938 letture )
Quando ho concluso il primo ascolto di questo disco, la tentazione di riporlo in un angolo remoto per dimenticarlo il prima possibile è stata forte, non lo nego. Ma in nome del dovere che mi tocca per aver intrapreso il compito del recensore, ho resistito, concedendo a Travel Now Journey Infinitely ancora numerosi ascolti. Purtroppo, diversamente da come mi è capitato già spesso con altri album, ciò non ha contribuito a farmi variare in maniera considerevole il giudizio sull'album.

Ma andiamo con ordine: i Trinacria, band nella cui lunghissima line-up compaiono, tra gli altri, nomi del calibro di Ivar Bjørnson, Grutle Kjellson e Arve "Ice Dale" Isda, tutti e tre membri degli Enslaved, ci presentano un insolito, inusuale e, aggiungerei io, incomprensibile miscuglio di “Norwegian Extreme Metal” e “Norwegian Noise”, volto a produrre un sound unico e originale.

E in effetti, lo ammetto, mai mi era capitato di ascoltare qualcosa del genere, ma non credo che la mia reazione rispecchi gli intenti della band; quello che l'ignaro ascoltatore si trova davanti è, soprattutto nella prima metà dell'album, un accozzaglia di elettronica spaccatimpani, con passaggi ripetuti in loop fino all'esasperazione e deliri di rumore ottimo solo per provocare violenti mal di testa, intervallati da qualche sprazzo in cui si riesce vagamente a distinguere il suono di una chitarra e quello della batteria. Queste parti prettamente strumentali non sarebbero neanche poi così malvagie, alcune sfuriate sono indubbiamente estreme e bene eseguite, la tecnica è invidiabile, ma quando tutto viene mescolato in questo calderone di elettronica senza capo né coda, il risultato è tutt'altro che piacevole.

Non si può negare che la seconda parte risollevi un po' le sorti del disco, con alcuni inserimenti di melodie delicate in cui anche l'elettronica trova finalmente il suo spazio, che non risulta né limitato né eccessivo, contribuendo a fornire alle canzoni quella carica emotiva che mancava totalmente nella prima parte, fredda e assolutamente “pesante” per l'ascoltatore.

Purtroppo non basta ciò per risollevare le sorti di un disco partito proprio con il piede sbagliato, e che rimane ben lontano dalla sufficienza. Il sottoscritto non si schiera assolutamente contro la sperimentazione o contro l'uso dell'elettronica anche all'interno del metal, ma esiste modo e modo di sperimentare; per quanto mi riguarda questo album, terminati gli ascolti necessari alla recensione, andrà a impolverarsi su qualche scaffale per rimanerci a lungo.



VOTO RECENSORE
49
VOTO LETTORI
33.22 su 27 voti [ VOTA]
gallo.
Giovedì 15 Maggio 2008, 23.51.00
2
Sto amando questo album. Certo non è da considerarsi "metal" e non bisogna nemmeno aspettarsi "metal" dal suo ascolto. Però da fan del noise e dello sludge posso assolutamente dirmi entusiasta di questo progetto parallelo.
Renaz
Lunedì 7 Aprile 2008, 13.26.39
1
Quoto l'Agente Arancio!
INFORMAZIONI
2008
Indie Recordings
Avantgarde
Tracklist
1. Part I: Turn Away
2. Part II: The Silence
3. Part III: Make No Mistake
4. Part IV: Endless Roads
5. Part V: Breach
6. Part VI: Travel Now Journey Infinitely
Line Up
Ivar Bjørnson [Guitar]
Maja S. K. Ratkje [Voice and Electronics]
Arve "Ice Dale" Isdal [Guitar]
Iver Sandøy [Drums]
Hild S. Tafjord [Horn and Electronics]
Espen Lien [Bass]
Grutle Kjellson [Vocal]
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]