Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

13/07/20
AGONY FACE
IV Time Totems

14/07/20
INISANS/SEPULCHRAL FROST
Death Fire Darkness

15/07/20
EISENKULT
...gedenken wir der Finsternis

15/07/20
THE FUNERAL ORCHESTRA
Negative Evocation Rites

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
PRIMAL FEAR
Metal Commando

17/07/20
RUMAHOY
Time II: Party

17/07/20
U.D.O.
We Are One

17/07/20
GUARDIAN OF LIGHTNING
Cosmos Tree

17/07/20
LONELY ROBOT
Feelings Are Good

CONCERTI

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Loudness - Metal Mad
( 3398 letture )
Ho molto amato i Loudness, in special modo per ciò che riguarda la line-up storica riunita nel 2001, quella pre svolta americana di Thunder in the East prima e con Vescera vocalist poi, mi fa quindi enorme piacere vedere come una band dalla produzione sterminata sia ancora sulla breccia, senza contare che ho sempre considerato Akira Takasaki una delle asce più tecniche ed eclettiche che abbia mai avuto occasione di ascoltare, cosa può dunque avere ancora da dire il combo Jap dopo tutti questi anni di attività?

Parecchio, ancora parecchio, e non mancano nemmeno delle (discutibili) novità stilistiche; ascoltando Metal Mad balzano subito all’occhio, anzi alle orecchie, due cose: innanzi tutto un furore metallico con pochi termini di paragone, specialmente se consideriamo l’età media dei quattro mangia-sushi, e poi un generale incupimento del suono, il tutto accompagnato da una produzione decisamente discutibile, quasi St. Anger oriented -quasi- con suoni estremamente crudi, vuoti, sporchi, specialmente per ciò che riguarda la batteria ed il rullante in particolare.

Dopo l’intro Fire of Spirit infatti, a partire dalla title-track in poi Metal Mad si sviluppa seguendo coordinate pesantissime e metalliche, ma con i piedi ben piantati nella tradizione della band, ovverosia seguendo un songwriting ben riconoscibile, una matrice nipponica di fondo, e mettendo bene in evidenza la tecnica esecutiva dei vari componenti del gruppo, su tutti, come è lecito aspettarsi, Akira Takasaki il quale nel corso degli anni è riuscito a migliorarsi ancora (anche mediante l’ausilio di esperienze musicali varie) ed è pertanto semplicemente un chitarrista da conoscere bene.

Non sono assolutamente convinto che questa scelta sonora sia la migliore per loro, forse questo tipo di “modernizzazione” è maggiormente adatta ad altre situazioni stilistiche, ma va comunque apprezzato il tentativo di restare sempre al passo anche quando, data l’età, potrebbero prendere le cose con maggiore calma, in ogni caso a me piacevano, piacciono, e credo mi piaceranno fino a quando resteranno insieme, grandi Loudness.



VOTO RECENSORE
78
VOTO LETTORI
41.04 su 24 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2008
Tokuma Communications
Heavy
Tracklist
1. Fire Of Spirit
2. Metal Mad
3. High
4. Spellbound
5. Crimson Paradox
6. Black And White
7. Whatsoever
8. Call Of The Reaper
9. Can't Find My Way
10. Gravity
11. Transformation
Line Up
Minoru Niihara - voce
Akira Takasaki - chitarra
Masayoshi Yamashita - basso
Munetaka Higuchi - batteria
 
RECENSIONI
71
78
78
80
81
86
80
80
62
ARTICOLI
13/02/2015
Articolo
LOUDNESS WAR
L'insensata guerra dei decibel
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]