Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Rust
Rust
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

CONCERTI

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

Moonspell - Night Eternal
( 7727 letture )
C’e una fortissima attesa per il nuovo lavoro dei Moonspell, i quali, dopo l’edizione di Under Satanæ –che aveva fatto storcere il muso a parecchi fans che si aspettavano un vero e proprio nuovo disco– sono attesi al varco da parecchi; subito carte in tavola: Night Eternal è un gran bell’album, potentissimo, pulsante di oscura ferocia black, ottimamente prodotto da Tue Madsen presso l’Antform Studio, e ricco di tutte quelle sfumature gotiche che sono la parte più di pregio della loro proposta musicale, (ri)virando verso lidi conosciuti, verso un ritorno alle origini che viene certificato ad esempio anche dal ricorso a Waldemar Sorychta per la pre-produzione dell’album avvenuta in quel di Lisbona, e con una netta diminuzione dei ricami lusitani che, pur non scomparendo, vengono appunto ridimensionati a favore dell’impatto globale.

A questo proposito va forse sottolineato che proprio quelle parti goth esaltate dall’uso più intenso delle tastiere (comunque mai invasive od eccessive), durante le quali Fernando Ribeiro si esprime col suo cantato clean profondo e caldo sono quelle più inquietanti e riuscite, e sarebbero pertanto da sfruttare in misura maggiore, ma certo le parti in growl sono sicuramente riuscite e massicce, ricche, come tutto il CD, di quel pathos emozionale che ha sempre contraddistinto la loro produzione più riuscita e che trova in Night Eternal il suo compendio, arricchito anche dall’intervento di Anneke Van Giersbergen -deliziosamente dark il loro duetto in Scorpion Flower- mentre il resto degli interventi vocali femminili è affidato alle Crystal Mountain Singers.

In Night Eternal si possono ascoltare alcune tra le cose più d’assalto mai registrate dal combo portoghese (At tragic Heights, Night Eternal) ma anche cose che riporteranno piacevolmente alla mente gli esordi dei quattro (il basso è affidato a Niclas Etelävuori degli Amorphis) come Scorpion Flower (un po’ di maniera, ma riuscita) e Dreamless, ballate gotiche dalle tinte nere e malinconiche, cose veramente foriere di una malefica malevolenza come Moon in Mercury, altre di impostazione operistica come la closer First Light.

Night Eternal
non è un disco che rivoluziona la storia della musica e dei Moonspell in particolare, ma l’equilibrio formale e la capacità di esprimere il tutto in maniera organica ed efficace all’interno di una formula ampiamente collaudata, induce a considerare questo nuovo lavoro in maniera molto positiva dopo tempi in cui la voglia e/o la necessità di esplorare coordinate differenti dalle solite aveva attirato gli strali dei soliti puristi di professione, ed anche la semplicità di talune composizioni risulta qui non autocelebrazione, ma capacità di “arrivare” in maniera diretta e concreta mantenendo sempre la tensione ai giusti livelli.

Meno vario di certe cose del passato, sicuramente brutale nel suo complesso, sulfureo e gelidamente sensuale al tempo stesso, l’album lascia, alla fine dell’ascolto, una profonda sensazione mortifera e decadente, segno che in realtà ad imprimersi maggiormente nell’animo di chi ascolta è la sua parte più suadente, quasi dandystica -che bestemmia in questo ambito- cosa questa che viene probabilmente fuori dopo un numero elevato di ascolti, Night Eternal è comunque a mio avviso ottimo, e farà felici la maggior parte di voi.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
84.28 su 116 voti [ VOTA]
Alex DooM
Sabato 4 Novembre 2017, 12.26.54
13
nel nuovo corso la luna è in mercurio : BRUTALE 95/100
Macca
Lunedì 5 Agosto 2013, 11.50.32
12
Il mio primo disco loro, ma non mi entusiasmano granchè. Nel gothic (un genere che ho scoperto abbastanza da poco) preferisco altri gruppi, anche se sono curioso di ascoltare i loro capolavori come Wolfheart e Irreligious.
Bloody Karma
Martedì 14 Giugno 2011, 14.38.56
11
una piccola rinascita per la band portoghese dopo le ultime uscite non proprio memorabili...nulla per cui strapparmi i capelli ma sul 70 ci dovremmo stare...
Aelfwine
Mercoledì 10 Novembre 2010, 11.45.49
10
Davvero un album profondo, ascoltabile con piacere. Voto un bel 78.
enry
Mercoledì 10 Novembre 2010, 11.16.40
9
Buon disco, hanno fatto di (molto) meglio e hanno fatto di peggio. I Moonspell sono una delle mie band preferite in assoluto, li seguo dal 1995, però non posso andare oltre al 75 (voto di tutto rispetto eh...)
andrea
Mercoledì 10 Novembre 2010, 8.22.41
8
il mio preferito in assoluto! e ragionavo: fantastico che dopo anni di carriera e dischi bellissimi un gruppo riesca a fare un disco che nel tuo cuore sorpassa tutti gli altri!
NoRemorse
Venerdì 10 Aprile 2009, 15.45.27
7
Ammetto la mia ignoranza...è il primo album che ho dei moonspell...e devo dire che è fantastico! L'attacco di At Tragic Heights è stupendo e tutto l'album scorre via che è un piacere! Gotico ed estremo, molto bello!
Raven
Mercoledì 18 Giugno 2008, 12.56.34
6
Ti ringrazio
To Eon
Mercoledì 18 Giugno 2008, 12.32.49
5
Ottima recensione, vedo che hai colto lo spirito del disco. Non aggiungo molto, un album che mi sa anche di concept, ora non so se abbiano seguito un filo logico, comunque potrebbe apparire (antitesi da At Tragic Heights così oscura e First Light cioè l'alba). Ricordiamoci di una cosa: questo disco esce 14 anni dopo il capolavoro Wolfheart, se riescono a fare ancora lavoro del genere meritano di essere ricordati tra i grandi. Un album che merita e credo che resterà una delle migliori uscite di quest'anno. Se l'ho preso originale, vuol dire che merita.
WOLF
Martedì 20 Maggio 2008, 16.28.58
4
GRANDISSIMI!COME SEMPRE!
Mat
Lunedì 19 Maggio 2008, 21.22.49
3
Molto bello come disco..
Giasse
Domenica 18 Maggio 2008, 12.13.32
2
Bello... mi è piaciuto più delle ultime uscite.
Jappy
Sabato 17 Maggio 2008, 8.28.30
1
Appena acquistata la versione digipack (staremo a vedere).. i Moonspell non mi hanno mai esaltato eppure c'è sempre qualche track all'interno dei loro platters che ammalia con le loro melodie cosi' oscure e tappezzate di suoni sulfurei e magici (anche se Antidote per molti risulta il platter piu' controverso, io lo trovo il migliore proprio per quell'oscurità che traspare quasi per la metà del platter )
INFORMAZIONI
2008
SPV/Steamhammer
Gothic
Tracklist
1. At Tragic Heights
2. Night Eternal
3. Shadow Sun
4. Scorpion Flower
5. Moon In Mercury
6. Hers Is The Twilight
7. Dreamless (Lucifer And Lilith)
8. Spring Of Rage
9. First Light
Line Up
Fernando Ribeiro - vocals
Mike Gaspar - drums
Pedro Paixao - guitars, keyboards
Ricardo Amorim - guitars, keyboards

Guest Musicians
Niclas Etelävuori - bass
Anneke Van Giersbergen - female vocals on track 4
Crystal Mountain Singers - vocals
 
RECENSIONI
68
52
80
79
78
85
77
74
85
92
90
ARTICOLI
18/11/2012
Live Report
MOONSPELL + PAIN + SWALLOW THE SUN + LAKE OF TEARS + SCAR OF THE SUN
Estragon, Bologna, 15/11/2012
16/04/07
Live Report
MOONSPELL + DARK SIDE
Rainbow, Milano, 26/03/207
28/04/2006
Intervista
MOONSPELL
Parla la band
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]