Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Eyehategod
A History of Nomadic Behavior
Demo

Sunnata
Burning in Heaven, Melting on Earth
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

13/04/21
ABIGORUM
Vergessene Stille

14/04/21
GRAVEYARD OF SOULS
Infinity Equal Zero

16/04/21
SPECTRAL WOUND
A Diabolic Thirst

16/04/21
ICON OF SIN (BRA)
Icon of Sin

16/04/21
TEMPLE BALLS
Pyromide

16/04/21
HOLDING ABSENCE
The Greatest Mistake Of My Life

16/04/21
CANNIBAL CORPSE
Violence Unimagined

16/04/21
THE VINTAGE CARAVAN
Monuments

16/04/21
ENDSEEKER
Mount Carcass

16/04/21
BLACK ORCHID EMPIRE
Live in the Studio (EP)

CONCERTI

10/04/21
LANDMVRKS + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

16/04/21
LOUDNESS + GREY ATTACK + THOLA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

17/04/21
AXEL RUDI PELL
DRUSO - RANICA (BG)

05/05/21
SONS OF APOLLO (ANNULLATO)
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

07/05/21
TANKARD + GAME OVER + REVERBER
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

08/05/21
TANKARD + GAME OVER + REVERBER
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

09/05/21
TANKARD + GAME OVER + REVERBER
TRAFFIC CLUB - ROMA

10/05/21
CORROSION OF CONFORMITY + SPIRIT ADRIFT
LEGEND CLUB - MILANO

11/05/21
DEATHSTARS
LARGO VENUE - ROMA

12/05/21
DEATHSTARS
LEGEND CLUB - MILANO

Ticket To Hell - Man Made Paradise
( 2186 letture )
E’ probabile che la cosa più originale di “Man Made Paradise” sia il fatto che il mastermind e musicista unico dell’operazione Ticket To Hell è Messicano, per la precisione Jacobo Cordova, (Antiqua – Majestic Downfall), e questo è tutto dire.

Si tratta di un lavoro costituito da otto tracce di pesante Thrash che affonda le sue radici negli anni 80, (Venom, Slayer, Destruction), per una durata complessiva di poco superiore ai quaranta minuti, con spruzzate Death tanto per gradire, dalla qualità di registrazione anch’essa simil anni 80, (quindi cruda e “vuota” rispetto ai canoni attuali), e che, dopo una discreta opener/title track aggressiva e dai cori che riportano subito il sottoscritto ai bei tempi che furono, si perde poi nella ripetitività e nella monotonia, lasciando alla fine abbastanza indifferenti.

C’è da dire che il polistrumentista Jacobo, pur non possedendo una tecnica particolare, sembra abbastanza convinto di quello che fa e MMP conserva un sapore ed una ingenuità che potrebbero anche piacere ad alcuni, si può aggiungere che i massicci riffs e le doppie casse a manetta uniti ai testi urlati violentemente nel microfono possono anche risultare coinvolgenti ai primi ascolti, ma alla fine c’è solo la noia che rimane bene impressa nella mente.

Gli unici momenti che “staccano” un po’ dal contesto generale sono da individuare nei soli affidati a Cesar Tarello , il quale sembra occupato a cercare di “nobilitare” un po’ le tracce inserendone di un tipo che sembra votato alla ricerca di una linea melodica che conferisca un po’ di spessore, ma, a parte che alla fine non sono nemmeno tutto questo gran cosa, questi sembrano addirittura fuori contesto, almeno a tratti, e questo non depone molto bene circa la qualità generale di MMP.

Qualche spunto interessante e divertente qua e là, (“Ticket to Hell”, “Eyes of Fire”, la granitica “We March”), ma troppo poco per raggiungere la sufficienza piena, se siete patiti del Thrash “raw” senza troppe pretese e non potete proprio fare a meno di tenere sotto controllo qualsiasi cosa venga immessa sul mercato potreste anche tenerlo in considerazione perché, lo ripeto, non è brutto, ma insomma…







VOTO RECENSORE
58
VOTO LETTORI
23.63 su 22 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2008
MKM
Thrash
Tracklist
Ticket To Hell
Dinasty
Join The Blind
A.H.
Eyes Of Fire
I Am I
Man Made Paradise
We March
Line Up
Jacobo Cordova - All instruments

Cesar Tarello - guitar solos
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]