Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

The Ocean
Phanerozoic I - Palaeozoic
Demo

Derdian
DNA
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/18
SCARLET AURA
Hail to You!

11/12/18
ADAESTUO
Krew Za Krew

13/12/18
MIND ENEMIES
Mind Enemies

14/12/18
CURRENTS
I Let The Devil In

15/12/18
SPEED KILLS
Speed Kills

15/12/18
YSENGRIN/STARGAZER
D.A.V.V.N.

21/12/18
BLOOD FEAST
Chopped, Diced and Sliced

21/12/18
JON SCHAFFER`S PURGATORY
Purgatory

21/12/18
WITCHING HOUR
...And Silent Grief Shadows the Passing Moon

23/12/18
BOLTHORN
Across the Human Path

CONCERTI

10/12/18
RISE OF THE NORTHSTAR + DOPE D.O.D.
LEGEND CLUB - MILANO

10/12/18
THE DEAD DAISIES
REVOLVER - SAN DONA DI PIAVE (VE)

11/12/18
CLUTCH
FABRIQUE - MILANO

11/12/18
H.E.A.T + ONE DESIRE + SHIRAZ LANE
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

14/12/18
EXODUS + SODOM + DEATH ANGEL + SUICIDAL ANGELS - MTV Headbangers Ball Tour
PHENOMENON - FONTANETO D'AGOGNA (NO)

14/12/18
NANOWAR OF STEEL
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

14/12/18
OPERATION MINDCRIME + GUEST
TEATRO CARIGNANO - GENOVA

14/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
ARCI TOM - MANTOVA

15/12/18
WITHIN TEMPTATION
FABRIQUE - MILANO

15/12/18
NANOWAR OF STEEL
REVOLVER CLUB - SAN DONA DI PIAVE (VE)

Keep Of Kalessin - Kolossus
( 4684 letture )
Onestamente, pur non rifiutandomi di ascoltare black metal ogni tanto, non conoscevo i Keep Of Kalessin, i quali si presentano come una band epic black metal con influenze death e thrash. Bisogna riconoscere che l'impatto al primo ascolto è ottimo: la canzoni si snodano su ritmiche travolgenti che non concedono respiro all'ascoltatore, supportate da un riffing incalzante, per quanto relativamente semplice.
Nonostante ciò, il disco inizia a mostrare alcuni dei suoi limiti sulla lunga distanza: il quartetto norvegese sembra volersi accontentare di svolgere “il compitino”, senza spingersi a rischiare qualcosa, confezionando pezzi buoni ma che mancano di quel qualcosa in più che li renderebbe eccellenti.

Così ad esempio A New Empire's Birth, o singoli spezzoni di tracce come The Rising Sign o Escape The Union, pur risultando estremamente coinvolgenti, non riescono a lasciare il segno; la band dà invece il meglio di sé quando si avventura su terreni differenti, inserendo sezioni in cui la chitarra posa, sopra ad un tappeto ritmico che non da comunque tregua, riff melodici ed evocativi, che conferiscono al sound quel tocco epic che costituisce il valore aggiunto nella musica proposta dai Keep Of Kalessin. Emblemi di questi momenti di eccellenza compositiva si riscontrano in The Mark of Power o la title-track.

Molto convincente il lavoro alla chitarra di Arnt Obsidian Grønbech, ben supportato da una sezione ritmica che, sebbene non si avventuri mai su terreni particolarmente straordinari, risulta potente e precisa; non è invece scevro di difetti il lavoro di Thebon, la cui voce si perde un po' nei momenti in cui cerca una via di mezzo tra il growl profondo delle parti più canonicamente black e le suggestive, infuriate tonalità dei momenti più epici.

In sostanza, Kolossus è un album che ben mette in mostra le capacità tecniche e di songwriting, lanciando in una direzione, quella di una maggiore epicità/melodicità, un molto positivo segnale.
Per il resto, Kolossus è un disco ben suonato e confezionato, in cui non mancano tecnica e aggressività, ma in cui forse ci vorrebbe un po' più di sostanza.



VOTO RECENSORE
74
VOTO LETTORI
45.51 su 33 voti [ VOTA]
VIKING2000
Lunedì 5 Maggio 2014, 19.20.54
11
Secondo me è una band un po' sottovalutata...Certo, non sono ai livelli degli Immortal o dei Satyricon, ma sono comunque accettabili. Come voto su questo album concordo.
Il Paladino
Sabato 7 Giugno 2008, 12.58.46
10
No, non è Black Metal, è essenzialmente un disco di Extreme Metal che amalgama molti generi, in particolare Black e Thrash, diciamo che come avete detto il Black Metal è molto più underground, anche se Armada poteva ancora essere compreso in quel genere. Quanto al disco, "Origin" è un intro che lo ricollega ad "Armada", buona e coinvolgente "A New Empire's Birth", decisamente troppo lunga e scontata "Against The Gods", epica "The Rising Sign", rockeggiante e veloce "Warmonger" , più tecnica, con diversi cambi di tempo "Escape The Union", particolare "The Mark Of Power", potente "Kolossus" e infine la migliore, nonchè traccia tipica dello stile del gruppo "Ascendant". Non al livello di Armada, certamente, ma resta un buon album, avrei preferito un po' più di cattiveria nella voce di Thebon, e un Vyl più attivo alla batteria.
El Feroce
Venerdì 6 Giugno 2008, 19.21.37
9
Beh, a prescindere che questo è, senza discussioni, il disco dell'anno, chi è che può dire che questo non è black metal??? Allora non lo sono neanche i Cradle Of Filth, i Dimmu Borgir e gli ultimi punkettoni e spinellati Darkthrone! Ad averne di freschezza compositiva come Obsidian C, di abilità tecnica come Vyl e spettro vocale e personalità di Thebon. Il Black è anche attitudine, guardare i loro video su Youtube per comprendere... E per finire, i signori norvegesi qui presenti, sono stati invitati in occasione dell'album Armada, a partecipare al Jazz Fest norvegese e duettare con un artista jazz... devo aggiungere altro? A new empire's birth...
El Feroce
Venerdì 6 Giugno 2008, 19.20.54
8
Beh, a prescindere che questo è, senza discussioni, il disco dell'anno, chi è che può dire che questo non è black metal??? Allora non lo sono neanche i Cradle Of Filth, i Dimmu Borgir e gli ultimi punkettoni e spinellati Darkthrone! Ad averne di freschezza compositiva come Obsidian C, di abilità tecnica come Vyl e spettro vocale e personalità di Thebon. Il Black è anche attitudine, guardare i loro video su Youtube per comprendere... E per finire, i signori norvegesi qui presenti, sono stati invitati in occasione dell'album Armada, a partecipare al Jazz Fest norvegese e duettare con un artista jazz... devo aggiungere altro? A new empire's birth...
Vardamir
Giovedì 5 Giugno 2008, 20.08.56
7
Beh è una fortuna che non ci sia + il black MERDA di una volta...4 sfigati che facevano 4 simbolismi satanici del mio cazzo e si tagliavano...GLI EMO DEL METAL direi... DEATH METAL FUCKIN' RULES!
nemo me impune lacessit
Domenica 1 Giugno 2008, 12.56.03
6
Credo di avere un'età e una certa esperienza da saper distinguere i Keep of kalessin e gli AC/DC....cmq non volevo polemizzare e sono d'accordo con te sul fatto che il black metal VERO è un altro....quello underground. E' anche vero che secondo me il black metal puro non esiste più da almeno 10 anni e potrei stare qui tutto il giorno a citare nomi di gruppi che hanno reso un grande servizio alla causa black nel mondo! Scambiare opinioni con chi ascolta metal è sempre appagante!!!! Siamo rimasti in pochi!
Sergio Vinci
Venerdì 30 Maggio 2008, 18.44.02
5
Riporto: "Questo è black metal signori non hard rock! " Io non sarei così sicuro che questo è black metal. Se tu ne sei sicuro credo che non hai mai ascoltato un album di black metal VERO. Senza ironia lo dico, ci mancherebbe...
Renaz
Mercoledì 28 Maggio 2008, 18.20.43
4
Ma perchè insistete con sta storia del "se non vi piace il gruppo, è inutile ascoltarlo"? Sono discorsi da gente col paraocchi... bisogna ascoltare di tutto e sentirsi liberi di paragonarlo con tutto il resto di ciò che si ascolta, altrimenti si resta sempre limitati e settoriali... e questo vale soprattutto per la musica estrema.
nemo me impune lacessit
Martedì 27 Maggio 2008, 20.49.35
3
Ascoltare bene THROUGH TIMES OF WAR e ARMADA prima di sputare sentenze sulla loro musica...certo che se poi non si è patiti per il genere allora è inutile ascoltarli! Questo è black metal signori non hard rock! Certo KOLOSSUS non sarà mai a quei livelli però da li a dire che sono noiosi ce ne vuole! Ma le opinioni vanno rispettate! Sempre!
Nikolas
Martedì 27 Maggio 2008, 20.09.47
2
Uhm, una metafora efficace in effetti, forse un po' più cattiva del mio giudizio, ma l'idea di base c'è
Sergio Vinci
Martedì 27 Maggio 2008, 18.18.36
1
Il problema di questa band è che la loro musica sa di chewingum. All'inizio è gradevole, poi più mastichi e più diventa insipida e ti viene voglia di sputarla in un tombino sta gomma.
INFORMAZIONI
2008
Indie Recordings/Nuclear Blast
Melodic Black
Tracklist
1. Origin
2. A New Empire’s Birth
3. Against The Gods
4. The Rising Sun
5. Warmonger
6. Escape The Union
7. The Mark Of Power
8. Kolossus
9. Ascendant
Line Up
Thebon (Voce)
Obsidian Claw (Chitarre, sintetizzatori)
Wizziac (Basso)
Vyl (Batteria)
 
RECENSIONI
40
74
82
78
77
ARTICOLI
21/09/2011
Live Report
SAMAEL + MELECHESH + KEEP OF KALESSIN + MINKUS
Rock N' Roll Arena, Romagnano sesia (NO), 15/09/2011
07/03/2011
Live Report
DYING FETUS + KEEP OF KALESSIN + CARNIFEX + FLESHGOD APOCALYPSE ed altri
Blackout, Roma, 04/03/2011
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]