Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Therion
Beloved Antichrist
Demo

Millennium
Awakening
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/02/18
CHRIS BAY
Chasing The Sun

23/02/18
ARMORED DAWN
Barbarians In Black

23/02/18
DRIVE BY WIRE
Spellbound

23/02/18
CHRONIC HATE
The Worst Form of Life

23/02/18
KILLING GANDHI
Aspirations of Failure

23/02/18
OBLIVION (FRA)
Resilience

23/02/18
TENGGER CAVALRY
Cian Bi

23/02/18
THUNDERMOTHER
Thundermother

23/02/18
REVERTIGO
ReVertigo

23/02/18
APOSTLE OF SOLITUDE
From Gold To Ash

CONCERTI

23/02/18
ANGEL WITCH + ANGEL MARTYR + FORGED IN BLOOD + URAL
ALCHEMICA CLUB - BOLOGNA

23/02/18
NILE + TERRORIZER + GUESTS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

23/02/18
HIEROPHANT
NOVAK - SCORZE' (VE)

23/02/18
TURBOCHARGED + VIOLENTOR + THE RADSTER
CELLAR THEORY - NAPOLI

23/02/18
HOPELESS + QUMA + SILENCE PREVAILS
POP EX-LAVANDERIE RAMONE - TORINO

23/02/18
BURIAN + ULFHEDNAR + AMRAAM + CRUELTY FORCE
FUCKSIA - ROMA

23/02/18
SAILING TO NOWHERE
ARCI LA FRECCIA - APRILIA

23/02/18
JOHN PALMUTE + DECLAPIDE + NOORADRENALINA
SHABBA CLUB - CANTU' (CO)

24/02/18
ANGEL WITCH + ANGEL MARTYR + FORGED IN BLOOD
DAGDA CLUB - RETORBIDO (PV)

24/02/18
VUUR + GUESTS TBA
MAGAZZINI GENERALI - MILANO

Judas Priest - Nostradamus
( 18576 letture )
Una cosa è certa, questo sarà una album che dividerà molto profondamente critica e pubblico tra capolavoro e flop senza appello, e questa non sarà di per se stessa una novità, dato che nel corso della loro carriera pluridecennale i Judas ci hanno abituato a passare da dischi di valore assoluto come Sad Wings of Destiny, Screaming for Vengeance, Defenders of the Faith, Painkiller, ad altri decisamente discutibili come Point of Entry, Turbo (sì, Turbo, non mi interessa come una larga parte della critica abbia deciso col tempo di rivalutare quelle immonde tastierine, per me tradimento fu e tradimento resta, punto), Ram It Down, Jugulator, Demolition ed alcuni live totalmente inutili, non è certo la voglia di cambiare, di esplorare ad essere mancata nella carriera della band, ma stavolta sono certo che la frattura sarà ancora più profonda del solito, per molti versi è un album che potrebbe essere inserito nella nostra sezione riguardante la classica, e ciò è tutto dire.

Vi comunico subito quella che è la mia impressione al termine di ripetuti ascolti di questo doppio: a mio parere -e posso certamente sbagliarmi- per la prima volta in vita sua Rob Halford ha fatto veramente ciò che voleva fino in fondo, senza limitazioni più o meno latenti imposte dal mercato e, soprattutto, dalle aspettative dei fans, e nel farlo si è probabilmente lasciato prendere la mano, sfogando forse certe frustrazioni accumulate nella parte precedente della carriera che gli avevano impedito di esprimere certe sfumature della sua voce e della sua personalità.

Partiamo dal concept: come alcuni di voi avranno probabilmente intuito dal titolo esso verte sulla descrizione della vita di Michel de Notre-Dame, meglio noto come Nostradamus, l’indovino vissuto nel sedicesimo secolo noto per le profezie contenute nelle sue centurie (in realtà si tratta di chiaroveggenza retroattiva, ossia di previsione interpretate solo dopo il verificarsi di determinati eventi, e mai prima) e pur non essendo particolarmente originale -che ci crediate o no si è cimentato anche l’ex batterista Toto Cutugno ai suoi tempi rock, negli anni '60- i Judas sfruttano questa possibilità introducendo numerose ed imprevedibili varianti nella loro proposta musicale; intanto si tratta del disco più lento e Dark mai prodotto da Halford & C., inoltre molti momenti della vicenda della vita di Nostradamus sono resi con un gusto tipicamente italiano (con la chicca di un Rob che canta nella nostra lingua), con omaggi ripetuti all’impostazione operistica e da romanza, chi l’avrebbe mai predetto oltre Nostradamus?

Meno chitarre, più tastiere -ma attenzione, non le famigerate tastierine “turbate” già citate in precedenza, queste sono tastiere vere, piene, classicheggianti, organistiche, da cattedrale, gotiche ed oscure, assolutamente “dentro” il disco e non certo riempitive- un generale rallentamento della velocità generale -i pezzi veramente in stile Judas sono due o tre- ed un Rob che canta in un modo nuovo, più controllato, più drammatico, più interpretativo, con meno ricorso ai suoi famosi acuti (forse anche per l’età) e puntando tutto sulle doti interpretative, spesso su tappeti acustici, specialmente nel CD 2; la premiata ditta Tipton/Downing riduce notevolmente il suo apporto in sede di soli e tipici incroci (anche se questi non sono certo assenti) per ritagliarsi uno spazio quasi di supporto alla melodrammatica vicenda interiore del veggente, mentre basso e batteria supportano il tutto come da tradizione; tra gli strumenti acustici valorizzati dalla produzione del grandissimo Tom Allom anche il violino.

Operazione riuscita? Beh, il CD 1 è a mio parere complessivamente notevole, dopo un intro nero si parte con Prophecy e Revelation, non veloci, ma pesanti come solo una band come i Judas può ottenere senza schiacciare sull’acceleratore e dai testi molto “lavorati” -costante questa di tutto il lavoro- efficaci, malefici (nel caso della prima) e struggenti (nel caso della seconda); tralasciando gli intermezzi si giunge a War, supportata da un discutibile video, ma incredibilmente fuori schema per la band e per la gran parte delle metal bands... volete il mio parere? A me piace, è cinematografica, da colonna sonora di un film fantasy, magnificamente prodotta e con effetti di battaglia perfettamente integrati nel contesto, ma certo, non piacerà a tutti; Pestilence and Plague è fantastica, è italiana, e non solo per il loop cantato da Rob nella nostra lingua (è la caduta del uomoooooooo, irresistibile), è vicina al nostro gusto ed al nostro modo tradizionale di intendere la musica, e la tensione emotiva che comunica regge per tutto il CD 1.

Nel CD 2 lo spazio ancora maggiore concesso all’acustica a scapito dell’aggressività rende oggettivamente difficoltoso concludere in una volta l’ascolto completo di un’opera molto lunga (1 ora e 42 abbondanti), sconfinando di conseguenza nella noia, almeno a tratti.

Il mio giudizio finale? Credo che sia mancata una certa lucidità commerciale, probabilmente per decisione di Rob che ha voluto produrre necessariamente un’opera unitaria per dimostrare qualcosa, per andare oltre il metal, mentre l’immettere sul mercato due CD distinti e separati come cap. 1 e cap. 2 della stessa opera, ma a distanza ad esempio di un anno e corredando il CD 2 di un paio di pezzi più tradizionali, avrebbe probabilmente fatto passare i Judas Priest alla storia del Rock sinfonico, ma in questa forma sembra un magnifico grifone che cerca di alzarsi in volo senza mai librarsi veramente.
Nonostante questi gravi difetti a me Nostradamus piace, soprattutto perché ci sono dentro cose veramente egregie, cose veramente coraggiose e, per quello che può importarvi, mi rimette in pace con le tastiere di Turbo (sì lo so, è un’ossessione, che posso farci?) ma sono convinto che sarà un massacro; voi che dite?



VOTO RECENSORE
79
VOTO LETTORI
77.62 su 226 voti [ VOTA]
mic
Mercoledì 6 Dicembre 2017, 19.10.43
161
non mi ispirava. credevo fosse un disco poco ispirato, un po' noioso, incentrato su una tematica ormai tutt'altro che originale. Preso da poco, per completezza di discografia. Dopo ripetuti ascolti devo confermare le mie sensazioni. voto 66
ELIO MARRACINY
Giovedì 25 Maggio 2017, 16.57.02
160
ALBUM DISUMANO, MAGISTRALMENTE CANTATO DALLA GRANDE UGOLA OMOSESSUALE LUCIO DALLA! INSERTI SINFONICI APOCALITTICI CHE AVREBBERO FATTO IMPALLIDIRE E RENDER SORDO IL MIGLIOR LUDOVICO VAN DELLA NONA.
Salvatore
Mercoledì 24 Maggio 2017, 10.41.30
159
Esatto!concordo,Roady!
Roadie
Martedì 23 Maggio 2017, 23.20.11
158
Nostradamus è un album molto bello, per certi versi più vicino al materiale anni '70, anche se è a tutti gli effetti un album di oggi... non so se mi spiego. Secondo me non è piaciuto a chi è rimasto troppo ancorato ai dischi e all'immagine degli anni '80.
Salvatore
Martedì 23 Maggio 2017, 3.10.11
157
Essendo un devoto defender , e un maniaco dei 5 guerrieri di Birningham, molti non si sono accorti che in questo concept,si è tornati indietro di 40 anni fa! Album vintage di puro metal gotico e quasi progressivo, come quando avevano incominciato! Persino i caratteri del logo sono in stile (Sad wings/Sin afterSin) gotici appunto...per chi li ama come me sa di cosa parlo! Dimenticatevi del sound selvaggio e Power a doppia cassa di paintkiller! Raga qui si torna alle radici che ha reso grande il metal che conosciamo!....voto 90
Steelminded
Domenica 24 Gennaio 2016, 20.46.56
156
Recensione perfetta, tranne il voto che per me è più basso proprio per le medesime motivazione brillantemente spiegate da Raven. A mente lucida dopo diversi ascolti negli anni devo dire che il giudizio è piuttosto positivo, ma il brodo risulta eccessivamente allungato e con una sproporzione dei pezzi acustici/lenti rispetto a quelli più dinamici -- specie nel secondo CD. Gli highlight a mio avviso sono senza dubbio Prophecy, Revelation, Pestilence and Plague, Conquest, Persecution (praticamente tutto il CD 1 tranne Death e qualcos'altro) e Alone, Visions, Nostradamus e Future of Mankind. Peccato, come diceva Raven, un cd con un best of sarebbe stato un apice del metal sinfonico. E invece ci siamo andati solo vicino. Voto primo cd: 80; voto secondo cd: 65. Media: 72 o giù di lì. Evviva!
gian
Mercoledì 6 Gennaio 2016, 11.29.49
155
Eccezionale
venom
Mercoledì 2 Settembre 2015, 23.31.18
154
Album sicuramente coraggioso con tanti buoni bezzi e qualche filler
Mulo
Mercoledì 2 Settembre 2015, 22.02.54
153
Questo mi manca ( li ho tutti fino ad angel of retribution e mi piaciono tutti esclusi demolition e ram it down) ,scatta l'acqisto o lascio perdere?
The Reaper
Sabato 25 Luglio 2015, 19.45.10
152
Questo lavoro mi fa impazzire: per me può piacere sia ai giovani venuti su a Metallica che ai matusa come me che ancora ricordano la prima volta che hanno ascoltato "Sad Wings of Destiny". Il sound è potente, oscuro, limita le accelerazioni improvvise in favore di un incedere lento, cadenzato e maestoso. Potrebbe essere l'unione mai sognata tra l'Heavy dei Blue Oyster Cult e il Black di qualche band come Dimmu Borgir. Ma a pensarci bene qualcosa di simile c'è sempre stato negli album dei JP: ricordate l'assolo di Screaming for Vengeance? e la parte centrale di Sinner? E Dreamer Deceiver? e l'assolo di Freewheel Burning? Capisco che non sia una musica immediata ma non è neanche così pesante. Meglio il CD1 del 2 ma sono sfumature. Potremmo chiamarlo Dark Progressive Synphonic Hevy Death ma lasciamo perdere. Voto 90 e grazie a tutti.
TheGodfather
Domenica 18 Gennaio 2015, 0.01.28
151
non un lavoro perfetto, ma un album straordinariamente coraggioso e suggestivo, che cresce nel tempo e sa colpire alla mente e al cuore chiunque abbia la pazienza di ascoltarlo con l'attenzione che merita. Tanto più ammirevole se si pensa che a produrlo sono stati dei 60enni che non avevano più nulla da dimostrare e potevano tranquillamente vivere di rendita sfornando un lavoro di routine per tenere buoni i fans. Ma non è così che ragionano i Judas Priest, una band che non ha mai avuto paura di sperimentare, variare, espandere i confini della propria musica. Questo Nostradamus è forse il lavoro più coraggioso e sperimentale di un'intera carriera, una gemma che illumina la terza età di artisti ineguagliabili. Menzione d'onore per Halford, che raggiunge vette di pathos e di finezza interpretativa siderali. 85
Enomis
Lunedì 1 Dicembre 2014, 0.32.28
150
Commento 150: i tre commenti precedenti riassumono concisamente tutte le mie impressioni su questo capolavoro. Voto 90/95
AL
Giovedì 27 Novembre 2014, 19.02.48
149
Trovo che sia il disco che finalmente dia ai Judas quel connotato "oltre il metal" che meritano. Lavoro che non mi stanco mai di ascoltare, da quando è uscito, e che credo sia l'apice di una lunga ed onorata carriera.Pochi possono reggere un minutaggio come loro e nn stancare. Masterwork.
Clifford_Lee_Burton
Giovedì 23 Ottobre 2014, 21.17.31
148
Disco spettacolare, per me l'autentico capolavoro dei Priest. Purtroppo gli ho dedicato il mio tempo criminalmente in ritardo, non mi aspettavo un concept di questa qualità, probabilmente spaventato dal minutaglie estremo. Non ne toglierei un secondo, un lavoro stratosferico.
Fabio
Lunedì 8 Settembre 2014, 18.43.36
147
...era dai tempi di operation mindcrime 1 dei queensryche che non andavo in fissa così per un disco...pochi album vorrei sempre con me, questo sicuramente.
The Sentinel
Sabato 23 Agosto 2014, 21.23.46
146
"symphonic metal"? ROTFL...
Philosopher3815
Lunedì 28 Luglio 2014, 2.09.16
145
E' da ammirare e apprezzare l'idea del concept album,non sono molte le band che osano qualcosa di particolare,e questo per me è da premiare..il rovescio della medaglia è la durata intera dell'album..aver tolto un po' di roba,sarebbe stato meglio,ma rimane comunque un album di ottima fattura,con alcuni spunti davvero notevoli e con un Halford in ottima forma.
iommi
Giovedì 24 Luglio 2014, 1.54.25
144
Io sono convinto che sia il capolavoro dei Judas. Adoro anche Sad Wings e Painkiller,ma Nostradamus è esagerato!! Un album molto ambizioso. E mi piace molto il fatto che stavolta abbiano seguito ambizione e pensato esclusivamente alla qualità dell'album piuttosto che alla ricettività (e la mia preferenza va spesso incontro a creature ben poco commerciali). Ambizione soddisfatta?? Assolutamente si!!
Invictus
Martedì 22 Luglio 2014, 22.01.52
143
Album coraggioso e dall'atmosfera unica. Bello il concept costituito da grandissime canzoni, difficile assimilarlo immediatamente ma rimane un ottimo album. Voto 85
hammer of god
Venerdì 27 Giugno 2014, 23.31.33
142
ci ho messo un po per metabolizzarlo ma alla fine devo dire che mi trovo di fronte a qualcosa di veramente strabiliante... grande album grande gruppo classe immensa.. innovazione senza rivoluzione.92
Daniele 68
Giovedì 5 Giugno 2014, 20.48.22
141
@EnzoDetto che ogni opinione e' rispettabilissimo,i maiden hanno finito la loro crescita e ispirazione con Seven son. Dopo e' stato solo un ripetersi e basta. Con i vari dentro e fuori dei membri dal gruppo stile beatiful piuttosto ridicoli. Le tre chitarre per non scontentare nessuno poi sono la comica del metal. Vabbe.
enzo
Giovedì 29 Maggio 2014, 22.38.29
140
daniele 68 ok su nostradamus e painkiller ma il miglior gruppo heavy classico sono gli iron maiden di gran lunga sia come dischi che soprattutto distruggono i priest in sede live
Daniele 68
Martedì 6 Maggio 2014, 19.43.00
139
Dico questo perche' sono album fatti non all'inizio della loro carriera ma all'alba della stessa(almeno Nostrdamus),quando normalmente i gruppi a livello creativo pagano dazio. Ciao.
Daniele 68
Martedì 6 Maggio 2014, 19.38.52
138
Aggiungo:album strepitoso del migliore gruppo heavy metal classico di tutti i tempi!!! Solo i 2album Nostradamus e Painkiller azzerano intere discografie di tanti altri gruppi. Ciao
Daniele 68
Martedì 6 Maggio 2014, 17.57.16
137
Tutti i commenti fatti nell' anno 2014,perfetti!!
Raven
Martedì 6 Maggio 2014, 16.40.25
136
Certi dischi lo richiedono per essere metabolizzati. Questo dimostra la difficoltà principale di chi recensisce, quella di condensare in pochi ascolti le risultanze di un disco che ne richiede moltissimi e "prevedere" come si inserirà nel contesto generale una volta metabolizzato da tutti.
spiderman
Martedì 6 Maggio 2014, 16.35.46
135
Quoto i saggi commenti di @Arraya e @Raven,nel mio caso dovuto alla mancanza di tempo,stavolta invece ne ho avuto e con calma e testi sottomano,ho ascoltatato questo lavoro passo passo.Non faccio un discorso se le chitarre siano potenti o meno,o sulla voce di Rob.Volevano cabiare!?,fare qualcosa di epico?,beh!a mio avviso ci sono riusciti,e come ho fatto a non accorgermi subito che questa e' l'pera della loro maturita' artistica,scegliedo probabilmente anche il periodo piu' giusto della loro carriera.Come dice la bella recensione questo album ha in se" cose veramente egregie,cose veramente coraggiose",purtropo non me ne sono accorto subito,ma ho avuto il "tempo" di rimediare e rivalutarlo.
Raven
Lunedì 5 Maggio 2014, 15.38.59
134
A prescindere dal discorso voto che è una piccolezza (ma che ha il suo perchè) è l'ottica da recensore che molto spesso induce a valutazioni che sul momento non vengono comprese. Lo scritto resta, come dimostrano i vostri commenti, e viene rivisto anche a distanza di anni. Le recensioni devono essere valide al momento dell'uscita del disco e dopo molti anni da questa. Chi scrive, deve cercare di guardare lontano e valutare la tenuta nel tempo, la qualità assoluta che lo fa sopravvivere o scomparire. Salutare come capolavori dischi che sono semplicemente buone rielaborazioni o stroncare dischi che introducono cambiamenti paga nell'immediato, ma spesso non indica niente di valido nel tempo. Rileggere molte valutazioni a distanza di anni qualche volta è illuminante, formo restando che si può sbagliare.
Enomis
Lunedì 5 Maggio 2014, 15.09.27
133
@Arrraya Mi trovo perfettamente in accordo con te, purtroppo è una cosa che vedo fare sempre più spesso: stroncature affrettate, fan che dopo un frettoloso ascolto si sentono "traditi" dalle loro band preferite (e non parlo solo dei Judas e dei loro fan). Per me un disco va ascoltato più di una volta per essere consapevoli di quali sono i suoi pregi e i suoi difetti (anche se spesso capita di trovare un riff che ti stupisce, o al contrario, una strofa un po' sottotono, all'ennesimo ascolto di un album che si pensa erroneamente di conoscere a memoria). A me Nostradamus piace, condivido la recensione di Raven (anche se i voti così non mi fanno impazzire, per me è un 80 tondo e via ); ho apprezzato in particolare le atmosfere oscure, misteriose, anche epiche se vogliamo (non me ne vogliate, la mia prima canzone metal in assoluto è stata Hail and Kill; so che pare starno che non siano stati Maiden o Metallica). Come al solito mi sono dilungato troppo, un saluto a tutti!
Arrraya
Lunedì 5 Maggio 2014, 0.12.08
132
Ho notato che i primi commenti negativi ,scritti nel 2008, hanno fatto posto con il passare del tempo a quelli piu positivi. Questo fa capire che opere come questa hanno sicuramente bisogno di tempo per essere assimilate e apprezzate, se poi hai tra le mani il booklet di una edizione speciale e hai un ora e mezza tutta da dedicare all'ascolto sul divano, allora si ritorna ad una dimensione consona e giusta per apprezzare la musica. Chissà quante cose ci sfuggono per mancanza di tempo e concentrazione, e questo è un vero peccato, specialmente quando tranciamo giudizi troppo severi dopo appena un secondo di ascolto. Nostradamus è un gran bell' album. Se è troppo lungo, prolisso, sinceramente non importa, un album deve esprimere la volonta di un artista e non il contrario, ovvero compiacere i fans. Recensione, voto, voto lettori, hanno assestato dopo anni la verità, e io mi trovo perfettamente d'accordo.
LeleMetal
Domenica 10 Novembre 2013, 1.55.41
131
Turbo a me piace tantissimo, ram it down lo metto nei dischi di valore assoluto perchè per me è magnifico. Nostradamus mi piace proprio poco .
Raven
Venerdì 8 Novembre 2013, 9.29.44
130
Ciao GorgoRock. Ricordo benissimo gli Ezo, e nel data base trovi anche gruppi giapponesi anni 70. se ne vuoi parlare magari puoi aprire un topic nel forum. Ti ringrazio per il fatto che ci segui
GorgoRock
Giovedì 7 Novembre 2013, 23.25.08
129
Ciao Raven. Sono un "vecchietto" iniziato dalla musica con i Deep Purple, Uriah Heep, Nazareth, B.T.Overdrive,Sweet Orme ecc...poi Ramones Strangler Ultravox ecc.. naturalmente Judas, Kiss poi Yes, Jetrho tull ho anke Tangerine dream, Kraftwerk, Vangelis, poi ascolto Enja,Deathstars, Helalyn Flowers, Ramstein, vado in cerca anke di gruppi giapponesi (mi hanno sempre incuriosito) hai mai sentito i vecchi EZO) e mi fermo se no vado avanti sino a domani mattina. In 53 anni ho comprato tanta roba. Ascolto quindi di tutto. Ora che ti scrivo sto ascoltando Daniele Groff . Dipende dal mio stato d'animo. Heavy, Power e Hard Rock quando sono incavolato, Enja quando voglio meditare. Elettronica quando voglio fare dei viaggi mentali. Insomma tutta la musica che mi da emozioni. In questo sito trovo ottimi recensori e ottimi commenti di alcuni utenti. Grazie del lavoro che svolgete. Vi leggo sempre anke se commento poco.
Raven
Sabato 2 Novembre 2013, 20.44.25
128
Lieti di essere il tuo riferimento metal cos'altro ascolti?
GorgoRock
Sabato 2 Novembre 2013, 19.11.54
127
Cavolo...ma ma...come ..cosa!!! Sto lavorando (a casa) e lo sto ascoltando!! Ho dovuto fermarmi di lavorare e precipitarmi qui (il mio sito di riferimento per il metal... io ascolto anke altro) a dire la mia su questa opera. MA-E-STO-SO!!! Ma come fa una band, dopo tanti anni di carriera, sfornare una opera così. Judas Priest immortali!!! Non ce n'è per nessuno. Che dire MITICI!
Danimanzo
Venerdì 18 Ottobre 2013, 12.42.29
126
Più lo ascolto, più mi piace. E' completamente diverso da qualsiasi cosa fatta in precedenza dai Judas Priest e quindi da qualsiasi cosa ti aspetteresti da loro. Acquistai la versione limitata del disco doppio e per giustificare a me stesso l'alta spesa decisi di ascoltarlo con attenzione. Qui dentro c'è una band storica che si mette in discussione proponendo un album lungo, progressivo e sinfonico come mai prima d'ora. Un album coraggioso.
EDOhard (ex tommy)
Mercoledì 28 Agosto 2013, 23.05.55
125
@steelminded ti ho fatto due maroni non da poco eh...? aaaah...nooo figurati non pretendo di avere ragione sarei un idiota vorrei solo far intendere il mio pensiero in riferimento ad album molto importanti per le loro caratteristiche ma che cmq sia possono non piacere più di tanto...il mio preferito credo sia defenders of the faith...vario corposo un gran disco davvero...
Steelminded
Martedì 27 Agosto 2013, 23.26.19
124
Se devo scegliere il mio preferito in assoluto credo sia British Steel... P.S. avevo capito, ho cercato di sorvolare apposta (-; ma visto che insisti, mi hai colto in fallo (-;
EDOhard (ex tommy)
Martedì 27 Agosto 2013, 23.21.49
123
ah dimenticavo killing machine mi piace molto...più di british steel ad esempio ed anche di screaming anche se il trittico più riconosciuto credo sia screaming defenders e painkiller...
EDOhard (ex tommy)
Martedì 27 Agosto 2013, 23.19.32
122
Steel minded non mi riferivo al disco ma a quando dici "il più bello non esageriamo" in risposta ad un altra persona...volevo riallacciarmi al discorso annihilator nel mio post...ci sono album quasi imprescindibili come quelli che tu citi dei Priest non certo questo album...poi ci sta che non possano piacere di sicuro a molti painkiller non piace ma rimane un album top per molti il top in assoluto...in nostradamus prima o poi voglio tuffarmici...
Steel minded
Martedì 27 Agosto 2013, 19.34.50
121
...E painkiller senza dubbio
Steel minded
Martedì 27 Agosto 2013, 19.33.06
120
EDO Io adoro I JD, questo disco e davvero controverso, mi ha ripugnato la prima Volta che lo ascoltai e solo l'amore per la band mi ha convinto a ritentare due o tre volte l'ascolto... Devo dire che pecca di prolissità in certi moments, e non tutti I brani sono ovviamente eccelsi. Ma ve ne sono Alcuni eccezionali. Tutto sommato un lavoro piu che valido ma non ai livelli dei capolavori assoluti SAoD, SC, BS, SfV, DotF e ebbene si anche Turbo per me (solo)!
EDOhard (ex tommy)
Martedì 27 Agosto 2013, 18.50.17
119
anche SE screaming...
EDOhard (ex tommy)
Martedì 27 Agosto 2013, 18.49.35
118
@steelminded forti i tuoi commenti qua sotto...proprio in linea col nostro battibecco sotto un altra rece...aaaah...chiedo scusa ma non ce l ho fatta a trattenermi dallo scrivere dopo aver spulciato fra i commenti di questo album che devo prendermi la briga di ascoltare a fondo dato che adoro la band in questione...defenders screaming e painkiller il top anche screaming non mi ha preso più di tanto...
Macca
Mercoledì 15 Maggio 2013, 10.55.28
117
vichingo@ è proprio questo genere di entusiasmo, oltre alla curiosità e alla "fame", che mi spinge ad approfondire dischi che non conosco o che inizialmente non mi hanno colpito...un pò come mi capitò con i Meshuggah: osannati dal mondo e non capivo perché, poi ascoltandoli e dando loro il tempo che meritavano mi sono entrati nel cervello. Il tempo è poco per tutta la musica che meriterebbe di essere ascoltata, che sia metal o polka veneta, ma Nostradamus è già in lista di attesa...
il vichingo
Mercoledì 15 Maggio 2013, 10.42.20
116
A me questo Nostradamus piace veramente moltissimo e forse sarò esagerato ma la ritengo una delle migliori uscite in ambito Heavy degli ultimi cinque anni. Avercene di dischi del genere...
Macca
Mercoledì 15 Maggio 2013, 10.37.02
115
Io amo alla follia Defenders, Screaming e Painkiller, che sono album immensi nonchè di uno spessore differente rispetto a questo (non inferiore sia ben chiaro, differente)...l'ascolto di Nostradamus è stato sulle prime un pò difficoltoso, ma sicuramente non gli ho prestato la dovuta attenzione in quel momento, non si tratta certo di un lavoro immediato. Ripeterò l'operazione e vi farò sapere.
Raven
Mercoledì 15 Maggio 2013, 8.42.00
114
Non sei certo l'unico old school a passare da queste parti
dalesmarco
Martedì 14 Maggio 2013, 23.58.13
113
Premesso che non sono un fan dei judas (non ho mai amato gli strilli in falsetto di halford buttati lì della serie: ragazzi,sentito che voce che ho..?);devo dire che questo è un GRANDISSIMO album. una delle cose migliori ascoltate di recente. Certo ci vuole un'attitudine all'ascolto un po "old school" (io sono del'67..),perchè va ascoltato tutto con passione e seguendo i testi (un po' come andare all'opera...), e oggi si sà,andiamo tutti di fretta. Ne uscissero tanti di lavori così....
iommi
Sabato 27 Aprile 2013, 16.47.51
112
ps: e non concordo con chi parla dell'eccessiva lunghezza. è un opera da ascoltarsi tutta d'un fiato e non ha senso parlare di singole canzoni. Questo è un disco con un'unica canzone!! finché non si ha la pazienza di immergersi è meglio non ascoltarlo affatto. sarebbe un po' come ascoltare degli estratti di 4 minuti dal parsifal di Wagner: è vero che il parsifal dura 6 ore,ma se non lo si ascolta tutto (e magari più volte) è impossibile giudicarlo.
iommi
Sabato 27 Aprile 2013, 16.42.46
111
Per me è un capolavoro. Non so se sia il migliore che hanno mai fatto (sad wings of destiny e painkiller li adoro) ma sicuramente non uno scalino sotto a nessuno....avrei gradito che continuassero così
Steelminded
Mercoledì 24 Aprile 2013, 23.15.27
110
vabbé ma non è che si puo dire tutto eh... buona.
ironically me
Mercoledì 24 Aprile 2013, 22.53.20
109
Io ho detto: "per me..." e "forse" , e i gusti sono i miei!!!!
Steelminded
Mercoledì 24 Aprile 2013, 22.38.35
108
2 cose: turbo è bellissimo; e questo è bello ma il piu bello direi non esageriamo deedee...
deedeesonic
Mercoledì 24 Aprile 2013, 21.02.51
107
per me è forse il più bello che abbiano fatto
abe
Mercoledì 24 Aprile 2013, 20.42.05
106
bella recenzione , concordo su tutto .... beh turbo vah rivalutato ..
nicco
Giovedì 18 Aprile 2013, 20.39.05
105
Bello. Non magnifico. Ma notevolissimo.
enzo
Martedì 19 Marzo 2013, 13.49.10
104
probabilmente il miglior album dei priest praticamente una metal opera fantastico certo ci vuole la giusta concentrazione ed atmosfera si lo so painkiller defenders of faith british steel screaming for vengeance per carita immensi ma qui si va oltre secondo me grandissimi
sadwings
Giovedì 10 Gennaio 2013, 15.28.48
103
un bell'album forse troppo lungo ma che sicuramente merita l'ascolto poichè riesce ancora a regalare qualche perla come alone, lost love, prophecy, pestilence and plague etc. Da ammirare il continuo cercare di andare avanti e di non fermare agli stessi clichè da loro stessi creati e che gli ha permesso di avere una carriera musicale longeva e piena di grandi capolavori
sadwings
Giovedì 10 Gennaio 2013, 15.28.48
102
un bell'album forse troppo lungo ma che sicuramente merita l'ascolto poichè riesce ancora a regalare qualche perla come alone, lost love, prophecy, pestilence and plague etc. Da ammirare il continuo cercare di andare avanti e di non fermare agli stessi clichè da loro stessi creati e che gli ha permesso di avere una carriera musicale longeva e piena di grandi capolavori
Celtic Warrior
Domenica 9 Dicembre 2012, 13.40.53
101
I Grandi Priest riescono a rievocare epoche di grandi fasti per la musica Heavy Metal, quando le band erano ispirate e convincenti, a differenza dei giorni nostri in cui i supermercati sono pieni di formazioni che si limitano ad imitare ì grandi nomi .
steve w.
Lunedì 19 Novembre 2012, 0.12.44
100
Il diavolo in persona con la sua musica! voto 100"
Steelminded
Domenica 11 Novembre 2012, 0.16.58
99
E un po prolisso sì, ma nel complesso vi sono degli ottimi pezzi pieni di pathos. Io dopo le resistenze iniziali mi sono ricreduto e l'ho acquistato. Lo trovo molto bello. Evviva!
Philosopher3185
Domenica 11 Novembre 2012, 0.10.02
98
Non siamo mai contenti noi metallari..se ci fanno un album,old school,tutti a dire che è la solita minestra riscaldata..se fanno qualcosa di nuovo,sono traditori...scherzi a parte;questo disco a me non dispiace..buona l'idea,buoni i suoni,ottima interpretazione di Rob Halford(che poteva anche rilassarsi,tanto oramai non ha piu' nulla da dimostrare a nessuno!),però hanno voluto faren una cosa troppo prolissa..bastava un solo cd e metterci i pezzi piu' significativi..cosi' a volte ci si annoia,e si perde un po' il filo del discorso,per cosi' dire..Peccato perchè ci sono diversi pezzi davvero validi che non hanno nulla da invidiare al passato..almeno se non paragonato a painkiller..quell'album oramai è impossibile da replicare.
anvil
Domenica 15 Luglio 2012, 17.29.58
97
Un capolavoro forse no , ma un grande album di sicuro .voto 80/85
walter
Venerdì 27 Aprile 2012, 12.25.09
96
UN CAPOLAVORO!!!
spanky
Giovedì 26 Aprile 2012, 11.58.24
95
non sono convinto che sia tutto merito/tutta colpa di Rob Halford.. gia ai tempi di demolition c'erano canzoni con un mood simile a savatage o a dio... certo,qui è molto più sviluppato... comunque onore ai priest, raro esempio di band che ha costruito i cardini del genere senza mai copiare se stessi 80
The Mad Avenger
Mercoledì 4 Aprile 2012, 15.56.54
94
Per avere 60 anni suonati Halford and co spaccano ancora di brutto...la voce rimane quasi immutata negli anni se non addirittura migliorata!! Album di buonissma fattura che apprezzo molto. Non ai livelli dei vecchi album (Painkiller, Killing Machine, Defenders of the Faith, Sad Wings of Destiny, British Steel e Screaming For Vengeance) ma tutto sommato un buonissimo album. Voto 84
eddie82
Mercoledì 16 Novembre 2011, 16.55.19
93
grandi priest,ottimo album.vorrei rispondere a chi parla sempre di "doppio pedale e velocità",ma è possibile che pensate solo a quello?l h.m.è bello proprio xkè è vario!!!!!qui lo zio rob e soci sno usciti dai loro skemi,e ne sno usciti vincenti,dopo 35 anni di carriera hanno sfornato 1 concept ke ha fatto alzare le orekie a grandi altre band h.m.qui si può trovare tto tecnica potenza voce ben bilanciata e tastiera ex rainbow ke nn servono presentazioni!!!!!e grandi melodie.ascoltatelo +attendamente e cambierete idea.pensate a band cme metallica ke dal lontano 1990 fanno slo immondizia e prendono x il culo fans........ciaoooooooooooo
FederAle
Venerdì 28 Ottobre 2011, 19.19.33
92
sapete questo album è un pò come il 'The Crimson idol' degli Wasp..fatte 2+2....
FederAle
Venerdì 28 Ottobre 2011, 19.19.28
91
sapete questo album è un pò come il 'The Crimson idol' degli Wasp..fatte 2+2....
SNEITNAM
Mercoledì 28 Settembre 2011, 19.05.03
90
The Sinner ci sono diverse cose che non tieni conto e che se le considerassi allora Nostradamus ti suonerebbe in maniera totalmente diversa. Una band che è attiva da quarant'anni, ha sfornato 8 album che si dividono tra capolavori e pietre miliari oltre al fatto che uno di questi album (PAINKILLER!) è l'emblema nella sua forma più perfetta di ciò che è l'Heavy Metal. Ti sembra poco? Piuttosto che sfornare un album che riproponga le solite cose già fatte (visto che stiamo parlando di una band con "qualche anno" di carriera alle spalle e quindi non proprio dei novellini) hanno fatto un album diverso e secondo me azzeccato anche perchè le canzoni ti trascinano nel concept, segno che l'obbiettivo dela band è stato raggiunto. Certe scelte potevano essere valutate meglio ma alla fine mi sembra di stare ad analizzare il pelo sull'uovo. Han fatto un grande album, che poi a te non piaccia vabbè, però è normale voler e pretendere da se stessi di fare cose diverse senza perdere di coerenza ma che comunque abbia la sua efficacia e loro lo hanno fatto. Cerca di valutare questi fattori e magari Nostradamus lo ascolterai con un'altra mentalità, quella secondo me più corretta
Davide
Martedì 20 Settembre 2011, 16.51.22
89
@The Sinner ---> da quando sei tu a decidere che cosa deve suonare una band, qualsiasi?
The sinner
Sabato 10 Settembre 2011, 21.29.38
88
Mi reputo uno tra i fans numeri 1 dei Priest al mondo ma sinceramente questo album non rispecchia le qualità della band...intendo dire che i Judas Priest sono la storia dell'heavy metal diretto e senza tanti artifici e cioè tutto il contrario di questo pur ambiziosissimo album che però non centra il bersaglio disperdendosi molto frequentemente nei meandri della noia....e vorrei vedere alla domanda "chi si sorbirebbe un concerto basato interamente su Nostradamus a discapito dei vecchi classici come "Sinner" o "Metal Gods"? " opterebbe per la prima scelta....sinceramente gli album degli eighties mi mancano tanto e spero che col prossimo lavoro ritornino alle loro radici....quelle del più puro incontaminato Metal come solo i Maestri sanno fare !!!!
The Judas Priest HellPatrol
Sabato 20 Agosto 2011, 15.53.22
87
Una vera esagerazione!! Questo album spacca, gente, un prodotto davvero notevole. I PRIEST SONO ANCORA VIVI!!!!
SNEITNAM
Giovedì 18 Agosto 2011, 20.56.47
86
Ma va là, che esagerato
Blashyrkh
Domenica 14 Agosto 2011, 16.25.21
85
one shot at glory da sola vale più di questo album.
Finntrollfan
Venerdì 5 Agosto 2011, 15.52.45
84
Album stupendo. Pestilence And Plague, ke vedo è stata tanto criticata, è una delle migliori song dell'album... ok Rob ha una brutta pronuncia italiana, ma cazzo gente, sentire il METALGOD cantare in italiano
Master of Reality
Lunedì 1 Agosto 2011, 0.30.43
83
Dawn of Creation = 7.5; Prophecy = 7.5; Awakening = 7; Revelations = 7; The Four Horsemen = 6.5; War = 6.5; Sands of Time = 6.5; Pestilence and Plague = 8; Death = 6.5; Peace = 6.5; Conquest = 7; Lost Love = 8.5; Persecution = 7; Solitude = 7.5; Exiled = 7.5; Alone = 7; Shadows in the Flame = 7; Visions = 7; Hope = 5.5; New Beginnings = 5.5; Calm Before the Storm = 6.5; Nostradamus = 7; Future of Mankind = 8; Voto album = 9
MAIDEN 65
Sabato 23 Luglio 2011, 17.44.28
82
@Painkiller , Concordo Gran Album voto 85
AL
Sabato 16 Aprile 2011, 20.22.21
81
Giusto momento di "respiro" nella storia di una delle metal bands piu' osannate di sempre.Rob non puo' (e forse non vuole piu') cantare sempre in screaming, i toni, le intensita', il pathos di questo lavoro e' inarrivabile.Difficilmente altri mostri sacri avrebbero rischiato come loro in questo NOSTRADAMUS. Il concept e' veramente trascinante, l'artwork forse non gli rende merito, ma la musica e' tutto. Forse tra i migliori 3 della band. Bravi e coraggiosi!
SNEITNAM
Sabato 26 Febbraio 2011, 22.49.28
80
Io questo doppio album lo adoro perchè hanno fatto un qualcosa di nuovo e diverso da come ci avevano abituati sfornando un'eccellente opera che ti trascina letteralmente dentro il concept. Per come la vedo io un 90 ci sta! Grande album!
Raven
Sabato 12 Febbraio 2011, 16.52.12
79
"tastiere lontane dalle schifezze di Turbo (Raven la penserà come me)," PUOI SCOMMETTERCI!!!
Master of Reality
Sabato 12 Febbraio 2011, 16.03.23
78
Secondo me è un capolavoro. A parte il personale apprezzamento nei confronti dei concept, questo disco mi sembra davvero ottimo e con pochi punti deboli (New Beginnings e Hope sono decisamente troppo melense), soprattutto pieno: Travis sa cosa fare e quando farlo, Downing e Tipton ottimi come sempre e, udite udite, un Halford perlopiù non aggressivo ma emotivo ed evocativo come mai. E' strutturato tutto magistralmente bene, dalle suggestive intro (Dawn of Creation, Sands of Time) ai classici pezzi rognosi (Persecution, la title-track), passando per una struggente Lost Love, diciamo la Before the Dawn del nuovo millennio. Penso che tutto l'album si possa riassumere nella traccia finale: Future of Mankind. Qui troviamo tutti gli ingredienti che rendono Nostradamus un album veramente buono: epicità, tastiere lontane dalle schifezze di Turbo (Raven la penserà come me), gli ormai consueti ma mai stancanti scontri delle due chitarre e pure una parte melodica alla fine. E' il disco dei Priest che preferisco, anche più di un mostro sacro come Painkiller, che comunque in questa improvvisata classifica catagolo come secondo. Voto: 9.5
jek
Venerdì 28 Gennaio 2011, 20.36.00
77
Con tutta la buona volontà hanno voluto fare un'operazione troppo impegnativa riuscendici a metà. La metà non buona e per me indigeribile, peccato speriamo nel nuovo come si vocifera.
Hook in Mouth
Domenica 9 Gennaio 2011, 15.44.22
76
Le uniche che mi sembrano belle sono Shadows in the Flame e Visions, quest'ultima è veramente avvincente.
zoso
Martedì 19 Ottobre 2010, 16.33.02
75
per me i priest hanno fatto la cosa migliore: probabilmente un album che riprende il discorso di british steel, screaming, defenders e painkiller sarebbe risultato scontato, ripetitivo e noioso (magari no, ma guardando mostri sacri come gli iron maiden e ascoltando l'ultimo cd, non dico che sia brutto, ma fa girare un po' le palle per la reale mancanza di novità), invece un album come nostradamus propone qualcosa di nuovo, e per nulla commerciale come lo era turbo. insomma i judas prendono poco per il culo e lavorano come dovrebbero fare dei veri musicisti proponendo cose nuove e di qualità.
iommi
Martedì 28 Settembre 2010, 18.20.47
74
per me è un'album decisamente tra i migliori. direi quasi capolavoro. invito tutti a riascoltarselo bene,perchè inizialmente nemmeno a me era piaciuto. Ora sono molto contento della direzione intrapresa. Non si può sempre tenere il sound di Painkiller e devo dire che preferisco questo al comunque bello Angel of retribution che si sente essere disco di reunion.
hellvis
Venerdì 10 Settembre 2010, 15.12.17
73
Pensavo che assimilare il nuovo TFF dei Maiden fosse una fatica madornale...e lo è, ma niente in confronto a questo mattone Lexotan che per mia fortuna mi è stato regalato e che sono riuscito a rivendere. Se questo significa sperimentare, ridatemi subito Stained Class prima che mi addormenti.
Franky1117
Sabato 21 Agosto 2010, 15.45.22
72
Mah.... il disco non l'ho mai ascoltato approfonditamente, ma la copertina è vergognosa davvero, sembra quella di un gioco per pc di 15 anni fa
Hab666
Venerdì 11 Giugno 2010, 16.24.29
71
Ottimo album, almeno da 85 se giudicato senza tener conto di chi erano i Judas. L'avesse fatto un gruppo all'esordio o quasi, tutti avrebbero sbavato e lo avrebbero incensato come capolavoro. "Purtroppo" l'han fatto i Judas, che con questo genere hanno avuto poco a che fare. Concordo con Raven, disco notevole, epico, sfarzoso e mastodontico. Certo che per i fan più attempati potrà sembrare quasi uno scherzo, non potranno capacitarsi che sono gli stessi judas di British steel!!! Per quanta riguarda il cantato in italiano: bè non guardiamo la pagliuzza nell'occhio quando noi italiani abbiamo due travi conficcate nei bulbi oculari. Se mai i Judas sentiranno cantare i vari Death SS o Rhapsody, tanto per citare tra i migliori in assoluto, si rotolerebbero per terra dal ridere. "Ai em ze vampair ze ching ov ze naitt!"
Raven
Sabato 8 Maggio 2010, 18.17.48
70
Ha già risposto Filippo. Allom è ripetutamente citato quale figura che sta dietro alla produzione del Cd.
Filippo Festuccia
Sabato 8 Maggio 2010, 18.05.57
69
@digirock: vero che non è citato nel booklet; altrettanto vero che lo è nelle interviste alla band. e secondo me coi voti vi siete tenuti bassissimi tutti.
Digirock
Sabato 8 Maggio 2010, 16.35.30
68
" dalla produzione del grandissimo Tom Allom". Il Cd è stato autoprodotto, vedere booklet per maggiori info
Painkiller
Mercoledì 11 Novembre 2009, 15.20.40
67
Un album monumentale, epico e giustamente "diverso" perchè basato su un concept di carattere "mistico". La produzione, come scritto da Raven, è perfettamente in linea con l'idea che c'è dietro questo concept. Mi permetto di scrivere che anche le intro-outro sono funzionali, non all'album, ma alla storia, al racconto. Il concept è infatti una spiegazione in ordine cronologico dell'evolversi del pensiero dell'astrologo. Circa la questione dell'utilizzo dell'italiano, tutto fa riferimento ai suoi artifici per evitare l'inquisizione romana, molto attiva a quei tempi. Michel de notre dame era infatti uso a "nascondere" il significato delle proprie terzine mischiando più lingue, come il provenzale, il greco, l'italiano etc ... circa la pronuncia...concordo! Bastava offrirmi una birra che glie la spiegavo io!!! Grandissimo album. 90
Visual Lies
Martedì 10 Novembre 2009, 0.32.23
66
Gioiello dal valore inestimabile. Per me tra i migliori dischi Heavy Metal di sempre.
Raven
Lunedì 26 Ottobre 2009, 12.19.15
65
Chiaramente può piacere o meno, ma la produzione è funzionale al tipo di risultato pianificato.
Digirock
Lunedì 26 Ottobre 2009, 11.59.27
64
"sono daccordo con ripper. questo disco è un capolavoro assoluto, diverso da tutti i precedenti.a mio giudizio il migliore insieme a point of entry". Se considerate Point Of Entry il migliore dei priest...questa la dice lunga... Non si tratta di voler sentire i soliti riff...si tratta di voler sentire RIFF perchè sul cd ce ne sono davvero pochi, così come i soli (o assoli che dir si voglia). Inoltre troppi pezzi e produzione poco incisiva.
babos
Lunedì 12 Ottobre 2009, 22.19.04
63
i judas hanno osato tantissimo con questo album ed hanno creato un capolavoro a mio parere..concept album pazzesco..se volete i soliti riff ruffiani comprate qualcos'altro..
frank
Sabato 10 Ottobre 2009, 12.57.11
62
sono daccordo con ripper. questo disco è un capolavoro assoluto, diverso da tutti i precedenti.a mio giudizio il migliore insieme a point of entry
bmw69
Sabato 18 Luglio 2009, 19.27.54
61
Ricommento dopo diversi ascolti : con il metal c'entra eccome, senno Wagner come lo consideriamo? E' molto sinfonico, di fatto sono quasi fuori luogo gli acoompagnamenti classic-heavy...eppure lo spirito è metal.
bmw69
Giovedì 9 Luglio 2009, 21.27.07
60
Alcuni pezzi sono un po "sdolcinati" (Hope o New beginnings ad esempio), potrebbero esser i Chicago. ma usciamo degli schemi una volta tanto : rimane l'ottima fattura e l'idea di averci provato. A questo punto però mi domando se sono costretto a rivalutare "il gobbo di Notre Dame"...senza offesa per Cocciante e i Performers teatrali.
Electric Warrior
Mercoledì 20 Maggio 2009, 1.22.02
59
Peggio di Jugulator....lentissimo e noiosissimo.....non c'è l'heavy metal in questo disco,solo sviolinate pietose a destra e a sinistra,molti brani penosamente si assomigliano. Peccato,Angel Of Retribution è stato un ottimo ritorno,non bissato purtroppo
Franco73
Giovedì 30 Aprile 2009, 21.51.56
58
Premetto che secondo me i capolavori dei Judas Priest sono altri. Però una cosa è certa: mettendo assieme le migliori 10-12 canzoni dei due cd ne esce fuori qualcosa di molto vicino ad un capolavoro. Con poi l'aggiunta di almeno una speed song poteva essere l'occasione per consegnare un'altra perla storica all'Heavy Metal.
Mirko
Mercoledì 22 Ottobre 2008, 17.12.21
57
Un capolavoro! Difficile da ascoltare soprattutto quando persone come me si aspettavano un painkiller2. Questo è un album del tutto nuovo che esce parzialmente fuori dai canoni dei Judas. Ci sono perle come Conquest o Alone da far venire i brividi. Un album recitato da Rob al massimo. Certo la voce non è più quella di prima, ma sfido chiunque a mantenere gli acuti che faceva lui all'età di 60 anni! Il timbro invece è sempre quello ed è da paura. Resta sempre nell'olimpo dei cantanti. Lo consiglio vivamente a tutti. Spero che facciano prima o poi questo Nostradamus Tour dove lo suoneranno per intero. Un po' come hanno fatto i queensryche con operation mindcrime a milano quest'anno. Magico, perfetto, supremo!
Zakka
Mercoledì 8 Ottobre 2008, 16.18.00
56
concordo pienamente con voto e recensione, anch'io avrei tagliato i brani da 1-2 minuti, ma si sa nei concept è così cmq grandi judas
The RippeR
Mercoledì 17 Settembre 2008, 16.34.35
55
Complimenti!!!! Una composizione superba ed una produzione degna di una grande band! Questa è un'opera completa, forse non l'album adatto per saltare in camera o da ascoltare mentre tiri al sacco, bensì un disco per vagare con la mente e ripercorrere sogni passati. Ce ne fossero di band che dopo 30 anni fanno musica così...grazie Judas VOTO 99!
pincheloco
Venerdì 12 Settembre 2008, 14.40.44
54
Devo essere sincero a me piace. Forse un pò fuori dagli schemi ma comunque molto buono. Vero che sia un pò lungo ma a mio parere tutti gli album di qualsiasi gruppo dopo una certa durata posso stancare. Non deve essere visto come un album dei Judas ma come una storia a parte. Riguardo il cantato in italiano vabbe si tratta solo di un ritornello. E' vero anche che qualsiasi cantante anglofono quando si cimenta con la nostra lingua parlando o cantando sembra una checca ( ok in questo caso purtroppo lo è ), però secondo me è un onore che i Judas abbiano deciso di cantare in italiano. Un pò di campanilismo ragazzi.
Raven
Lunedì 25 Agosto 2008, 11.16.30
53
Ed io ti ringrazio
22acacia
Lunedì 25 Agosto 2008, 6.13.21
52
Non ho più disponibilità di tempo e spirito per ascolti-fiume; conformemente a tale circostanza dovrei sospendere il giudizio, tuttavia mi permetto di osservare che troppe tracce sono di lunghezza e pesantezza spropositate! A mio sommesso parere, è Death il pezzo migliore; la ballad New Beginnings, inascoltabile! Disco comunque di livello compositivo importante; recensione da applausi (lo dico senza piaggeria)!
Andrea
Giovedì 7 Agosto 2008, 9.58.47
51
album molto partikolare....molto bello per me...e poi ci sn kanzoni ke spakkano propio tipo Nostradamus \m/ PRIEST PRIEST PRIEST wuwuwuwuwu !!
andrea
Mercoledì 16 Luglio 2008, 22.19.19
50
io credo che sia un bellisimo album !!!!!!!!! (mi picciono ste cazzate un pò mistiche )
andrea
Mercoledì 16 Luglio 2008, 22.14.53
49
Nostradamus e vissuto a torino (l' unica città a far parte sia del triangolo della magia nera che della magia bianca) ed era della provenza zona vicina al piemonte ed instretto contatto con l'italia
Yossarian
Mercoledì 16 Luglio 2008, 18.58.53
48
ok N I B, ci penso io, l ho chiamato ieri ma sua madre mi ha detto che era a provare con il suo gruppo, sai com è, con questo cd su NostroAdamo nn è mai in casa.....hail!
N.I.B.
Mercoledì 16 Luglio 2008, 17.41.55
47
Azzzz.... scusate... ora ho capito perchè mi lascia un doppio commento... chiedo venia nuovamente... EXCUSE ME... ...!!!!
N.I.B.
Mercoledì 16 Luglio 2008, 17.40.30
46
E se la parte è cantata in Italiano giusto per il legame tra Nostradamus e la DeMedici...???? Come del resto il pezzo in Francese legato alla sua nazionalità... bohhh anch'io sono davvero curioso del perchè quella parte in Italiano... cmq Yossarian... appena senti Rob... delucidaci... eh eh eh...^^...!!!!
N.I.B.
Mercoledì 16 Luglio 2008, 17.37.59
45
E se la parte è cantata in Italiano giusto per il legame tra Nostradamus e la DeMedici...???? Come del resto il pezzo in Francese legato alla sua nazionalità... bohhh anch'io sono davvero curioso del perchè quella parte in Italiano... cmq Yossarian... appena senti Rob... delucidaci... eh eh eh...^^...!!!!
Raven
Lunedì 14 Luglio 2008, 18.33.40
44
Yossarian
Lunedì 14 Luglio 2008, 18.28.33
43
Boh nn s ke dire, ogni volta ke arrivo in quel punto, devo fermarmi a ridere x almeno 2 minuti, sono troppo curioso, adesso telefono a Rob pretendendo spiegazioni....è la tentassssiiiooonnneeee!
Raven
Lunedì 14 Luglio 2008, 18.13.30
42
No, bè, gli accenti no, è una questione di pronuncia, ma l'intenzione secondo me era quella, (certo, magari potevano permenttersi di pagare un insegnante per imparare a posizionarli correttamente ed a usare le doppie).
Yossarian
Lunedì 14 Luglio 2008, 17.51.56
41
Ma dici ke gli accenti spostati sono proprio da romanza? l ho appena riascoltato e nn mi va giù, quel pezzo è brutto forte!
Raven
Lunedì 14 Luglio 2008, 17.43.22
40
Secondo me, dato che l'impianto della canzone è tipicamente da romanza, si è voluto entrere completamente nel mood italiano che la ispira.
Yossarian
Lunedì 14 Luglio 2008, 17.35.14
39
Cmq nn ho ancora capito xkè quel pezzo è cantato in italiano, qualcuno può aiutarmi? thx!!!
Nikolas
Lunedì 14 Luglio 2008, 17.11.47
38
non riuscivo proprio a capire cosa intendessi con "italiana", fino a quando non l'ho ascoltata... in effetti è una cosa difficile da spiegare, ma che si intuisce immediatamente all'ascolto!
Raven
Lunedì 14 Luglio 2008, 17.00.00
37
credo che sia cantato in italiano xchè è proprio italiano l'approccio al pezzo.
NoRemorse
Lunedì 14 Luglio 2008, 16.54.07
36
Spiazzante......direi...dopo Angel Of Retribution (stupendo) non mi aspettavo un album così complesso da capire e da seguire fino in fondo...lento e massiccio, con alcune canzoni "poco orecchiabili" (War e Death su tutte...) che non esaltano, non danno energia e rischiano di venire dimenticate presto.........male direi comunque, perchè dopo averlo ascoltato tanto e ormai assimilato posso dire benissimo che è un gran buon lavoro, coraggioso e difficile per un gruppo come il loro, di cui riesci a dire che è proprio bello dopo una decina di ascolti!!!! Va comunque preso tutto di un fiato, tralasciando quel ritornello in italiano che se cantato in inglese avrebbe reso la canzone una buona scarica di adrenalina... Bellissime Revelations, Alone, Nostradamus Persecution! Dategli tempo...
maiden1976
Mercoledì 9 Luglio 2008, 14.38.23
35
non preoccuparti!!! si fa per chiacchirare...se avessimo tutti le stesse opinioni, che gusto ci sarebbe, giusto???
Raven
Mercoledì 9 Luglio 2008, 8.09.48
34
Così mi era parso di intuire, se ho errato chiedo venia.
maiden1976
Martedì 8 Luglio 2008, 22.09.21
33
io nn ho usato nessun sarcasmo, se hai trovato questo tra le righe...hai sbagliato due volte!!
Fulvio
Martedì 8 Luglio 2008, 13.00.06
32
Io non ho ancora ascoltato il disco e quindi non posso giudicarlo. Sicuramente i pezzi di questo album al Gods stavano per mandarmi in uno stato di coma profondo.
Raven
Martedì 8 Luglio 2008, 10.37.39
31
"Non è inusuale", non "E' Legge", inoltre ho chiuso la recensione prevedendo così: "Sono convinto che sarà un massacro", ho forse sbagliato? Ps - Prima di decidere di usare un sarcasmo è bene accertarsi che questo vada effettivamente a segno
maiden1976
Martedì 8 Luglio 2008, 10.35.10
30
"No, ma non è inusuale che quando il numero dei votanti è significativo il voto risulta molto vicino alla mia valutazione " A ME SEMBRA CHE I VOTANTI ABBIANO SEMPLICEMENTE SELTO CHE QUESTO ALBUM FA CAGARE...CMQ....
N.I.B.
Domenica 6 Luglio 2008, 9.54.36
29
Chiedo scusa per il doppio Commento... mi si è impallato Explorer e non ho ben capito perchè in automatico ne sono comparsi 2 uguali... Sorry...!!!!
N.I.B.
Domenica 6 Luglio 2008, 9.49.28
28
Penso che arrivati a questo punto della loro carriera sia stata una scelta davvero coraggiosa fare un simile Concept... personalmente lo ritengo un grande Album dato che rispecchia esattamente alcuni loro passaggi Old Style in perfetto stile Sad Wings (Abum che io adoro alla follia)... certo anche il fatto che l'ascolto, nonostante possa capire che potrebbe essere per alcuni abb pesante, lo si debba fare tutto di filato... alcune cose prese singolarmente non hanno alcun significato... e cmq spero arrivino con una versione teatrale live con attori aggiuntivi... in stile Quuensryche tanto per intenderci... magari corredati da una scenografia imponente, visto che a soldi stanno meglio i Judas di quest'ultimi (Grandissimi 'Ryche nei 2 Operation in quel di MI)... per concludere... per chi non lo avesse ancora ascoltato... consiglio testi alla mano e fantasia teatrale, immaginando il buon vecchio Rob primo attore, dato che la presenza scenica non gli manca affatto... anzi... per me Judas promossi... JUDAS IS RISING...!!!!
N.I.B.
Domenica 6 Luglio 2008, 9.48.29
27
Penso che arrivati a questo punto della loro carriera sia stata una scelta davvero coraggiosa fare un simile Concept... personalmente lo ritengo un grande Album dato che rispecchia esattamente alcuni loro passaggi Old Style in perfetto stile Sad Wings (Abum che io adoro alla follia)... certo anche il fatto che l'ascolto, nonostante possa capire che potrebbe essere per alcuni abb pesante, lo si debba fare tutto di filato... alcune cose prese singolarmente non hanno alcun significato... e cmq spero arrivino con una versione teatrale live con attori aggiuntivi... in stile Quuensryche tanto per intenderci... magari corredati da una scenografia imponente, visto che a soldi stanno meglio i Judas di quest'ultimi (Grandissimi 'Ryche nei 2 Operation in quel di MI)... per concludere... per chi non lo avesse ancora ascoltato... consiglio testi alla mano e fantasia teatrale, immaginando il buon vecchio Rob primo attore, dato che la presenza scenica non gli manca affatto... anzi... per me Judas promossi... JUDAS IS RISING...!!!!
Raven
Sabato 5 Luglio 2008, 8.03.23
26
Nikolas
Venerdì 4 Luglio 2008, 21.20.33
25
Intendo... anche magari non concordando col contenuto
Nikolas
Venerdì 4 Luglio 2008, 21.20.09
24
Bhe sulla qualità della recensione credo di si
Raven
Venerdì 4 Luglio 2008, 15.40.52
23
Grazie, ma non molti la penseranno come te.
Warheart
Venerdì 4 Luglio 2008, 11.21.13
22
Mi trovo d'accordo con buona parte di ciò che ha detto il recensore (che ha scritto veramente una buona recensione). Questo album è Epico e Mastodontico,non perfetto, ma un grande prodotto che merita di essere acquistato ed ascoltato. Io non me ne sono pentito assolutamente. Uno dei migliori album che abbia sentito da un pò di tempo a questa parte in ambito Heavy
Raven
Giovedì 3 Luglio 2008, 8.06.44
21
Uhmmm, c'è del vero forse in ciò che dici, ma 1000 volte meglio questa moda di quelle abominevoli tastierine giocattolo.
Leos
Mercoledì 2 Luglio 2008, 16.04.28
20
Il problema è che sono di una tamaraggine unica. Secondo me non è molto diverso da Turbo come approccio, ma mentre quando hanno pubblicato il sopracitato album andavano di moda le tastiere anni '80, ora vanno di moda le simil- orchestrazioni.
Raven
Mercoledì 2 Luglio 2008, 11.34.47
19
Io francamente no, mi sembrano da considerare all'interno del concept e dal gusto in linea con l'atmosfera da romanza che presumibilmente i Jp ricercavano.
maiden1976
Mercoledì 2 Luglio 2008, 11.30.18
18
A me questo album fa semplicemente schifo...dirò di più, addirittura le tastiere mi ricordano quell'orrenda canzone dal nome "the angel and the gambler"!!! Qualcuno di voi ha avuto la stessa impressione???
Raven
Martedì 1 Luglio 2008, 20.54.47
17
No, ma non è inusuale che quando il numero dei votanti è significativo il voto risulta molto vicino alla mia valutazione
Nikolas
Martedì 1 Luglio 2008, 16.10.54
16
Raven... ma avevi previsto anche il voto medio dei lettori?
Sanvean
Martedì 1 Luglio 2008, 15.46.11
15
A me sembra un album stupendo! Dal vivo i pezzi hanno reso molto bene!
babos
Martedì 1 Luglio 2008, 0.59.10
14
ascoltato live al gods faceva la sua parte..secondo me è un ottimo prodotto..
Raven
Lunedì 30 Giugno 2008, 14.17.31
13
"Sono convinto che sarà un massacro". Sono stato facile profeta.
Yossarian
Lunedì 30 Giugno 2008, 13.16.21
12
Beh cmq se si ascoltano i Judas dal primo disco passando x Sad wings, British, Pont of entry, Defender, Turbo, fino a Pankiller o quest ultimo, nn sembrano poi così statici e privi di varietà...x il resto sono d accordo con te, è veramente un mattone.
Leos
Lunedì 30 Giugno 2008, 12.15.51
11
Oddio... orrendo Credetemi non sono certo un fan dei Judas Priest alla Painkiller, non li ho mai disprezzati ma neanche adulati. Ma questa volta hanno veramente prodotto un flop. Concordo sulla voglia (ed il coraggio) di sperimentare, ma hanno voluto strafare, avventurandosi in un genere che non è il loro. Che senso hanno tutte queste piccole introduzioni strumentali? Mancanza di idee? Probabile. Le tastiere, che, come giustamente denota il recensore, sono molto presenti in tutto il disco, sono tra le cose più rozze che la scena metal degli ultimi anni abbia mai prodotto. Scontate, a volte fuori luogo, arrangiamenti banalissimi, veramente orrende. Ora, con tutto il rispetto per i JP, loro non sono mai stati un gruppo "colto", o importante per tecnica e varietà di composizione, e, la voglia di sperimentare (e di andare oltre i propri limiti) ha portato alla pubblicazione di questo scempio.
Leos
Lunedì 30 Giugno 2008, 12.15.29
10
Oddio... orrendo Credetemi non sono certo un fan dei Judas Priest alla Painkiller, non li ho mai disprezzati ma neanche adulati. Ma questa volta hanno veramente prodotto un flop. Concordo sulla voglia (ed il coraggio) di sperimentare, ma hanno voluto strafare, avventurandosi in un genere che non è il loro. Che senso hanno tutte queste piccole introduzioni strumentali? Mancanza di idee? Probabile. Le tastiere, che, come giustamente denota il recensore, sono molto presenti in tutto il disco, sono tra le cose più rozze che la scena metal degli ultimi anni abbia mai prodotto. Scontate, a volte fuori luogo, arrangiamenti banalissimi, veramente orrende. Ora, con tutto il rispetto per i JP, loro non sono mai stati un gruppo "colto", o importante per tecnica e varietà di composizione, e, la voglia di sperimentare (e di andare oltre i propri limiti) ha portato alla pubblicazione di questo scempio.
Hellion
Sabato 28 Giugno 2008, 20.57.39
9
ah ah ah...grazie x l' informazione
Yossarian
Sabato 28 Giugno 2008, 20.22.49
8
Beh forse l accostamento sta nel fatto che anche Dante aveva predetto, magari facendolo dire ai personaggi della Commedia, la sua cacciata da Firenze, l avvento del Veltro ed altre cose, almeno credo...cmq concordo sul pezzo cantato in italiano...orribile!
Raven
Sabato 28 Giugno 2008, 18.57.52
7
Ad ogni modo , come vedete, c'è già in questi primi commenti grande divisione.
Raven
Sabato 28 Giugno 2008, 18.57.07
6
ed invece la relazione c'è, devi solo documentarti. Circa la canzone, de gustibus....
Hellion
Sabato 28 Giugno 2008, 18.20.45
5
...nella versione super deluxe, come sfondo delle pagine sulle quali vengono scritti i testi, compare+ di una volta Dante....cosa c....o c entra nn l ho capito. Ps: il pezzo in ialiano fa davvero schifo!!
Raven
Sabato 28 Giugno 2008, 16.25.13
4
In sintesi: sono d'accordo con te, anche se non è pienamente riuscito, rispetto per chi osa ad una simile età.
Desossiribonucleico
Sabato 28 Giugno 2008, 16.18.29
3
Hanno dimostrato che sono in grado di osare. Per quanto mi riguarda, indipendentemente dall'effettiva qualità di questo lavoro, i Judas Priest hanno giustificato pienamente la loro ulteriore esistenza nella scena musicale. Non rimangono in attività soltanto per fare la cover band di quello che erano 20 anni fa e racimolare soldi facili dai tour mondiali. Quindi bravi, anche se magari l'album "Nostradamus" oggettivamente non è un capolavoro.
Alexio
Sabato 28 Giugno 2008, 14.15.16
2
Sono convinto che ne sentiremo delle belle XD....
Yossarian
Sabato 28 Giugno 2008, 13.33.39
1
....mah....!
INFORMAZIONI
2008
Epic
Symphonic Metal
Tracklist
CD 1
1. Dawn Of Creation
2. Prophecy
3. Awakening
4. Revelations
5. The Four Horsemen
6. War
7. Sands Of Time
8. Pestilence And Plague
9. Death
10. Peace
11. Conquest
12. Lost Love
13. Persecution

CD 2
1. Solitude
2. Exiled
3. Alone
4. Shadows In The Flame
5. Visions
6. Hope
7. New Beginnings
8. Calm Before The Storm
9. Nostradamus
10. Future Of Mankind
Line Up
Rob Halford - voce
Glenn Tipton - chitarra
K.K. Downing - chitarra
Ian Hill - basso
Scott Travis - batteria
 
RECENSIONI
79
75
50
59
100
74
55
94
92
s.v.
95
87
90
92
71
85
70
ARTICOLI
28/06/2015
Live Report
JUDAS PRIEST + FIVE FINGER DEATH PUNCH
Summer Arena, Assago (MI), 23/06/2015
21/06/2011
Articolo
JUDAS PRIEST
Vittime del cambiamento
30/11/2010
Articolo
JUDAS PRIEST- ROB HALFORD
Chrome master, steel warrior
02/07/2005
Articolo
JUDAS PRIEST
La biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]