Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Rhapsody of Fire
Glory for Salvation
Demo

Wolfmother
Rock Out
CERCA
RICERCA RECENSIONI
PER GENERE
PER ANNO
PER FASCIA DI VOTO
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

29/11/21
SIGNUM DRACONIS
The Divine Comedy - Inferno

03/12/21
SKID ROW
The Atlantic Years 1989-1996

03/12/21
FAILURE
Wild Type Droid

03/12/21
WOLFTOOTH
Blood & Iron

03/12/21
CORONATUS
Atmosphere

03/12/21
GENOCIDE PACT
Genocide Pact

03/12/21
YE BANISHED PRIVATEERS
A Pirate Stole My Christmas

03/12/21
ELDER & KADAVAR
Eldovar - A Story Of Darkness & Light

03/12/21
GATE
Nord

03/12/21
CORRODED SPIRAL
Ancient Nocturnal Summoning [EP]

CONCERTI

27/11/21
STONEDRIFT + ACCYDIA
POSITIVE MUSIC LIVE CLUB - VIGONE, fraz. ZUCCHEA (TO)

27/11/21
LET THERE BE DOOM NIGHT
FABRIK - CAGLIARI

27/11/21
SECRET SPHERE + ANGEL MARTYR
BORDERLINE - PISA

02/12/21
NANOWAR OF STEEL
ALTERNATIVE MUSIC CLUB - MONTENERO DI BISACCIA (CB)

03/12/21
NIGHTWISH + AMORPHIS + TURMION KATILOT (RINVIATO)
LORENZINI DISTRICT - MILANO

03/12/21
NANOWAR OF STEEL
GARAGE SOUND MUSIC CLUB - BARI

03/12/21
BATUSHKA + BELPHEGOR + GUESTS
REVOLVER CLUB - SAN DONÀ DI PIAVE (VE)

04/12/21
THY ART IS MURDER + MALEVOLENCE + KING 810 + ALPHA WOLF + ORBIT CULTURE
LARGO VENUE - ROMA

04/12/21
NANOWAR OF STEEL
MOOD SOCIAL CLUB - RENDE (CS)

05/12/21
ARCHGOAT + WHOREDOM RIFE + THEOTOXIN (POSTICIPATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

Crikey - Future Of The Loss
( 1997 letture )
Déjà Vu....

Ancora una volta mi trovo a dover parlare di una band che si trova in una situazione di bilico, incapace di scegliere una via chiara per il proprio sound, a tratti derivato da schemi tradizionali, a tratti contaminato da elementi più moderni; non che ciò sia di per sé negativo, esistono band che sono riuscite a compiere questa loro ricerca in maniera brillante, ma molte, troppe giovani band si arenano in un songwriting che non è in grado di fornire spunti nuovi e interessanti.

I Crikey, giovane band tedesca giunta all'esordio, non sfuggono purtroppo a questa dura regola; il sound tipicamente death che costituisce le fondamenta delle canzoni è pesantemente contaminato da una produzione molto più moderna, decisamente metalcore-oriented, così come alcuni ritornelli e stacchi melodici; il problema sta nella banalità e totale inadeguatezza di questi momenti, che risultano a volte persino fastidiosi, come nel ritornello di Embrace The Demise, dove invece il resto della canzone si snoda su strutture death tradizionali e piacevoli, seppur non esaltanti; molto curioso il lavoro congiunto di chitarre e tastiere, che spaziano dai classici riffoni death a quelli metalcore fino a sezioni al limite dell'avantgarde: splendido l'esempio della title-track, la canzone meglio riuscita di tutto l'album, una bellissima cavalcata di oltre sei minuti in cui ogni elemento è al suo posto, dalle tastiere aggressive alla sezione ritmica potente e veloce, fino ai due cantanti, che per una volta riescono a miscelare le loro voci così diverse in maniera sapiente, quando nel resto dell'album il confronto tra le due è quasi imbarazzante per il cantato pulito o in scream, davvero non all'altezza della sua controparte in growl.

Il resto delle canzoni sono appunto divise tra piacevoli sfuriate dotate di una buona aggressività e un discreto impatto, che basterebbero quantomeno per una sufficienza, e ritornelli melodici noiosi e banali o tastiere troppo insistenti, al limite del fastidioso; altro elemento che penalizza fortemente il giudizio finale è la completa omogeneità di gran parte dall'album, a tal punto da far fatica a distinguere tra di loro gran parte delle canzoni, con l'eccezione della già citata title-track, della ballad Shades Of You, che risulta comunque un gradito intermezzo, e Beg For, che è invece la traccia di gran lunga peggiore del lotto, sempre per i motivi già citati, ma portati stavolta all'esasperazione.

Non è mai piacevole dover esprimere una valutazione negativa su una band al proprio esordio, ma questo Future Of The Loss è un disco tutt'altro che buono, pieno di idee confuse e mescolate in malo modo; la sufficienza non è lontana, ma manca ancora qualcosa.



VOTO RECENSORE
55
VOTO LETTORI
22.30 su 23 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2008
Twilight
Death
Tracklist
1. Chaos of feelings
2. Embrace the demise
3. Beg for
4. Dreamt to cure the pain
5. Future of the loss
6. Shades of you
7. Leave
8. Arise from fall
9. With(in)sanity
10. At last
Line Up
Chris Mieves - vocals
Klaus Spangenberg - vocals
Rob Balner - guitars
Uwe Haas - keyboards
Jochen ``Blake`` Blachucinski - bass
Andrea Justen - fiddles
Andreas Mantei - drums
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]