Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Asphyx
Necroceros
Demo

Profanity (GER)
Fragments Of Solace
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

25/01/21
YOTH IRIA
As the Flame WIthers

29/01/21
STEVEN WILSON
The Future Bites

29/01/21
THE STRADDLERZ
The Straddlerz

29/01/21
WOWOD
Yarost I Proshchenie

29/01/21
ANCIENT VVISDOM
A Godlike Inferno

29/01/21
WEREWOLVES
What a Time to be Alive

29/01/21
TRAGEDIAN
Seven Dimensions

29/01/21
NIGHTFALL
Athenian Echoes (Reissue)

29/01/21
WILSON
Thank You, Good Night. Live

29/01/21
CRYSTAL VIPER
The Cult

CONCERTI

06/02/21
MAGNUM + GUEST TBA (CANCELLATA)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

11/02/21
VENOM INC. + GUESTS
TRAFFIC CLUB - ROMA

12/02/21
VENOM INC. + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

13/02/21
VENOM INC. + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

17/02/21
IMONOLITH + TBA
BARRIO'S CAFE - MILANO

18/02/21
IMONOLITH + LOGICAL TERROR
MK LIVE - CARPI (MO)

19/02/21
THE DEAD DAISIES
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

20/02/21
ANCIENT + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

21/02/21
TURMION KATILOT
LEGEND CLUB - MILANO

26/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

Savatage - Streets (A Rock Opera)
( 13914 letture )
Senza dubbio il masterpiece della band, senza esagerazioni. Dopo anni di metal rapido e feroce, i Savatage decidono di rallentare e di mettere in funzione come si deve una caratteristica che finora hanno solo in parte utilizzato: il songwriting.
Già. Per uno che non capisce molto di inglese, potrebbe essere un disco come altri, o comunque secondo all'ottimo Hall of the Mountain King. Eppure....
Eppure i Savatage in questo anno decidono di dare vita al loro primo concept (o Rock Opera, come vi pare). La storia parla di una rockstar fallita, DT Jesus, finito a fare il barbone,e racconta molti dei suoi stati d'animo. Si può fare un disco di pensieri, senza fatti? I Savatage l'hanno fatto. Se per voi il metal è solo rumore senza senso, guardate altrove. Se questo è il masterpiece della band gran parte lo deve ai testi. Tralasciando la prima traccia (Streets) messa li come introduzione (ottimo pezzo comunque), il disco inizia con una voce di un tizio che dice vuol raccontarci la storia di un suo amico (...a friend o'mine, DT Jesus). Quindi parte la mitica Jesus Saves, diventato poi l'inno dei Savatage nel corso di questi anni. Il disco prende però subito atmosfere tristi dalle traccie successive come Tonight He Grinds Again (...time, time, and time again, I just looking for a friend, but no one seems to be around...) e Strange Reality, per poi tornare a pezzi massacranti come You're Alive/Sammy and Tex. Incredibili i pensieri espressi da Can You Hear Me Now e Ghost in the Ruins. Se ciò non vi è bastato, il disco si inizia ad incendiare da If I Go Away, titolo immortale del gruppo (vi evito di citare tutto il testo) e Agony and Ecstasy. Queste sono le due tracce migliori del disco, canzoni che vi dimenticherete difficilmente.
In particolare, Agony and Ecstasy, il testo parla di DT vicino al suicidio, ed allora inizia a sentire qualcuno che lo tenta (il diavolo? il testo dice ...I'm the madness that just will not die... listen DT can't you see, stay with me and you'll be free, even as I soothe your soul, I tear you down and make you old... I'm the Cry from within, from when the day begins... so tell me whats your price, come skate on my eyes, my blades they never rust, I'm asking you to trust...).
La cattiva voce di Jon Oliva da quel tocco in più, dando una prestazione da brivido. Il disco poi si chiuderà con uno dei pezzi più belli (e meno comuni) del metal: Believe. La storia ha buon fine, e DT riacquista la fede. Il risultato è l'ultima fenomenale traccia, un brano quasi religioso (...I am the way, I am the light, I am the dark inside the night, I hear your voice, I hear you screams, don't turn away, just take my hand... all I ask of you is believe... - alla faccia degli ignoranti che credono che il metal sia solo satanico!!!!).
Tutto perfetto? No purtroppo. Forse sarò l'unico a fare questa critica ad un capolavoro immortale, però devo dirla. Se qualcuno conosce già la band, si sarà accorto che nell'album precedente (Gutter Ballet) c'era una canzone intitolata When the Crowds are Gone. Bene. Il testo di Believe è in parte scopiazzato-riciclato dalla canzone prima accennata (...I never wanted to go, never wanted to see, I wasted my time 'til time wasted me... etc). Con tutta questa originalità c'era davvero bisogno di auto-clonarsi? Mah...non fosse per questa scheggia il disco varrebbe 10.
Riassumendo, questo è un disco (quasi) perfetto, profondo nei suoi significati. Il disco è però da capire, e se cercate qualcosa che faccia solo caos rivolgete il vostro sguardo altrove.



VOTO RECENSORE
95
VOTO LETTORI
74.75 su 146 voti [ VOTA]
fasanez
Martedì 1 Dicembre 2020, 12.58.28
81
Oggi mi risoffermo sugli eterni savatage... Streets è un'altra perla assoluta, capolavoro. Inutile soffermarsi sui pezzi singoli, la storia del metal passa anche di qua. Da HOTMK a TWOM per me inarrivabili, concordo con chi li ha definiti i dominatori dei '90.
Heavy metal is the law
Lunedì 30 Novembre 2020, 22.51.26
80
Ma chi ha scritto questa recensione? È vero, in believe c'è una citazione di When the crowds are gone ma è ovviamente voluta. Inoltre Believe viene a sua volta citata in Alone you breath in Handful of rain. Abbassare il punteggio per una cosa del genere è veramente ridicolo. Sia chiaro che per me il voto conta poco ma visto che deve essere assegnato. Inoltre Agony and Ecstasy non è il diavolo che lo tenta! Penso che leggendo bene il testo della canzone si capisca chiaramente cossa crea agonia e estasi. Vabbé dai mi sono sfofgato. Scusate ma è il mio disco preferito e ci tengo.
The Sinner
Mercoledì 22 Aprile 2020, 2.42.13
79
Disco Capolavoro.!!!..Oliva Brothers in stato di grazia e band a livelli di classe d' eccellenza...Il degno follow up dell'altrettanto stupendo Gutter Ballet... ! Grandi a dire poco...Li ho amati alla follia poi con la morte di Criss quella certa magia e' andata scomparendo nonostante la pubblicazione di un ennesimo capitolo di tutto rispetto come Handful of Rain !
David D.
Domenica 22 Marzo 2020, 19.09.15
78
Ho la versione narrata , quella con gli intermezzi parlati fra traccia e traccia con il bonus DVD, ma tolto quello devo ammettere che il disco in sè è veramente perfetto, o quasi. Ci sono alcune tracce che stonano con l'andatura del concept a mio parere, come St. Patrick e If I Go Away, ma il resto è semplicemente sublime, come i Savatage perlomeno hanno sempre abituato nei loro dischi, mai uguali l'uno all'altro. Una band che si è saputa mettere da parte al momento giusto, prima di subire un possibile declino artistico come molti altri gruppi, ma che manca terribilmente al panorama musicale. Grazie di tutto.
The Guardian
Sabato 23 Novembre 2019, 17.39.55
77
Non esprimo giudizio perché non sarebbe imparziale. I Savatage sono da sempre il mio gruppo metal preferito e, questo disco, è a parer mio il loro capolavoro. Dico solamente che pochi gruppi possono vantare un disco di 16 brani tutti emozionanti e dotati di testi coinvolgenti e mai banali. Unica pecca: aver riunito alcune canzoni sulla stessa traccia... Non dimenticherò mai il loro concerto a Wacken nel `98. Grandissima band e grandissimo Jon che continua a stupirci!
HeroOfSand_14
Sabato 17 Agosto 2019, 16.50.22
76
Che disco ragazzi, che disco. Altro concept della band da ascoltare mentre si leggono i testi perchè la storia è bellissima e merita di essere conosciuta. Jon non sarà mai un cantante preparato o dotato tecnicamente, ma come cantava lui, le emozioni che imprimeva nella voce, gli stati d'animo che sapeva mostrare cantando, secondo me ce ne sono pochi di singers in giro. Non mi hanno mai colpito Ghost In The Ruins e Jesus Saves (che preferisco nella versione alternativa, gospel), due brani noti ma che mi dicono poco. Il resto invece tocca livelli altissimi, da Tonight He Grins Again (che bomba) a Heal My Soul, dedica soft ed emozionante come poche,passando per St. Patrick's (sognante), le ballad struggenti If I Go Away (testo meraviglioso) e Can You Hear Me Now?, fino ad arrivare all'arcinota (giustamente) Somewhere In Time/Believe. Quest'ultimo, un brano stellare, probabilmente uno dei migliori brani metal di sempre e tra i più conosciuti, senza parole. A livello di strumenti, oltre al magico piano di Jon mi ha sempre colpito Doc Wacholz alla batteria che suona al top, e ovviamente la chitarra di Criss che tesse suoni magici intorno alle voci. Disco di caratura superiore, complesso e sviluppato egregiamente, segno che l'accoppiata Oliva/O'Neill quando creava musica, la creava di grandissima qualità
Argo
Giovedì 26 Luglio 2018, 13.28.02
75
Non ho molti cd di questa band, 3 per la precisione: Streets, Mountain King e Gutter Ballet. Sarà un problema mio probabilmente, ma sinceramente nonostante sia un buon album, questo Streets dopo anni di ascolti non mi riesce a prendere mai completamente, non lo trovo avvincente e "interessante" da seguire fino alla fine come fanno in tanti (molti), anzi, arrivo ogni volta al finale come se avessi scalato una montagna: distrutto. Trovo ci siano pezzi stupendi e molti momenti di passaggio poco entusiasmanti. Il mio voto è un "misero" 6,5.
progster78
Martedì 3 Luglio 2018, 19.11.34
74
Volevo scrivere "partorito".... maledetta tastiera
Vitadathrasher
Martedì 3 Luglio 2018, 19.09.05
73
Anch'io l'ho ascoltato svariate volte quando usci. Ripreso poco tempo fa mi pareva un po troppo barocco e teatrale, e la voce di Oliva spesso "gracchia" per questo genere di lavori. Resta il fatto che come TUTTI i loro album, la sensazione è di un lavoro compiuto e granitico, alla pari dei musicisti, guidati da un volpone che sa come non sbagliare mai un colpo.
progster78
Martedì 3 Luglio 2018, 17.35.24
72
Solo immensa gratitudine ai fratelli Oliva per aver partotito un capolavoro che avro' ascoltato minimo 1000 volte.Voto: INFINITO! I Savatage avrebbero meritato di piu'!
Silvio Berlusconi
Martedì 3 Luglio 2018, 17.23.29
71
era proprio quello che volevo dire,è stato un momento di debolezza,non succederà più!
TheSkullBeneathTheSkin
Martedì 3 Luglio 2018, 17.16.41
70
Ma figurati se il vero Silvio ringrazierebbe mai qualcuno... l'unico "grazie" che conosce è "grazie a me, i savatage, hanno fatto una brillantissima carriera, portato trofei e bel giuoco!"
Silvio Berlusconi
Martedì 3 Luglio 2018, 17.10.51
69
che meraviglia di disco,grandi composizioni piene di pathos e di drammaticità,con uno dei "dulcis in fundo" più belli della storia della musica,ovvero Believe. Poco importa se il testo è un pochettino riciclato da When The Crowds are Gone,resta una canzone emozionante come poche. I Savatage sono stati un gruppo davvero speciale,e mi maledico per non averli riscoperti prima. Savatage,grazie per essere esistiti!
Jo-lunch
Martedì 1 Maggio 2018, 20.38.38
68
Anche a me mancano tanto. I miei preferiti, in assoluto. Grandi e inarrivabili.
fasanez
Martedì 1 Maggio 2018, 20.28.22
67
Capolavoro... quanto mi manca questa band. Immensi. Voto 97 minimo.
Ste
Martedì 1 Maggio 2018, 20.16.16
66
Voto 99 giusto perché non si puo' dare 100 e lode. Il mio concept preferito insieme a The Crimson Idol, Seventh Son of a Seventh Son e Operation:Mindcrime. Gutter Ballet, Streets e Edge of Thorns trittico da consegnare alla storia della musica, il solo metal sarebbe riduttivo. Voto dei lettori scandaloso ma c'è ancora chi parla di purismo, io lo facevo quando avevo 15 anni poi fortunatamente ho allargato i miei orizzonti musicali (purtroppo ho superato la 40ina da un bel po'). Ben vengano i gruppi che sanno evolversi se la proposta è di questa qualita'. Come si faccia a criticare la voce di Jon Oliva poi... non è adatto alle ballads? Mai sentite Gutter ballet, when the crowds are gone o summer's rain? Ah già, all'epoca i Savatage si erano già venduti...
Johnny Dio
Mercoledì 11 Ottobre 2017, 9.39.22
65
Facendo invece un parallelo con un'altra band che ha iniziato con un metal coi controcazzi erano i Rage di Reugn Of Fear , Execution....., poi con Xlll hanno iniziato a rammollirsi con l'orchestra e cazzate varie , ma vabbè......non voglio andare troppo o.t. , perché di Savatage si parla qui. Comunque ,forse sono stato male interpretato , o mi sono spiegato male , volevo semplicemente dire che da Gutter...in poi non è che abbiano fatto brutti album , semplicemente hanno cambiato pelle , c'è chi preferisce il primo periodo , mente invece chi non disdegna il secondo (magari preferendolo al primo) . In ogni caso chiudo qui la diatriba.
Johnny Dio
Mercoledì 11 Ottobre 2017, 7.49.30
64
Quando vidi i Judas nell'88 , stavo svolgendo il servizio militare a Mantova , chiesi un 36 ore di permesso per poter assistere al concerto. Dopo il concerto , la metro era chiusa , mi feci dal Palatrussardi alla Stazione Centrale a piedi , il primo treno per il ritorno era alle 5 del mattino . Trovammo rifugio (io e i miei amici) su di un treno , ci appisolammo un po' , anche se le orecchie ronzavano di brutto , ancora provate dagli innumerevoli watt erogati dai diffusori , allora poggiati sulle gradinate ai lati del palco. Negli anni a venire i diffusori sono stati appesi on alto. Bellussimi ricordi.....
Johnny Dio
Mercoledì 11 Ottobre 2017, 7.27.14
63
I JUDAS li ho visti al Palatrussardi nell'88 (tour di Ram It Down) , se non vado errato è stata la loro prima volta in Italia , poi a Brescia nel 91 tour Painkiller , li ho visti all'Acquatica a Milano a metà anni 90 con Ripper Owen alla voce , la Reunion a Bologna ad un Gods of Metal (c'è stata una clamorosa tempesta quel.giorno , gli Ufo e alcuni gruppi saltati...) , poi di nuovo al Palatrussardi che però ha cambiato nome in Mazda Palace , tour Angel Of Retribution ed infine a Mantova al.Palabam , con Ufo a supporto e un'altra band che ora non ricordo. @ Metalshock, s concordo (ovviamente....) Sabbath, Priest, Uriah Heep,Blue Cher,Deep Purple , Led Zeppelin , Blue Oyster Cult......(la lista è lunga perché volendo possiamo arrivare anche ai Beatles,Stones e Elvis volendo.....) sono stati i precursori di un certo tipo di rock, hard rock che ha gettato le basi per il metal.
Metal Shock
Mercoledì 11 Ottobre 2017, 5.03.48
62
@Johnny Dio: i gusti non si discutono, ma anch`io sono un metallaro, ma adoro tutto dei Savatage. Sul fatto che band come Cliven Hoof, Sortilege, Holocauzt ecc. abbiano creato l`heavy metal, qualche dubbio mi sorge: ed allora Sabbath e Priest cosa facevano?? L`heavy metal non e` nato con la NWOBHM! @Rob: ciaoo!! Ovviamente quoto il tuo commento!!!!!
klostridiumtetani
Martedì 10 Ottobre 2017, 23.23.33
61
@Johnny , se lo dici tu... Tanto per sapere i Judas dove li hai visti?
Johnny Dio
Martedì 10 Ottobre 2017, 23.01.08
60
@ Obscuresolstice , chiedo scusa , pensavo ti riferivi al post 48....
Johnny Dio
Martedì 10 Ottobre 2017, 22.52.04
59
@ Klostriudiumtetani , guarda che negli anni 80 a 13 anni si avevano già i controcoglioni , mentre a 15 ho iniziato a lavorare in fabbrica . Non eravamo mica le mammolette di oggi con la frangetta e i risvoltini ai pantaloni.......
klostridiumtetani
Martedì 10 Ottobre 2017, 22.13.05
58
A @Jhonny, Il temine "purista" lo conosco fin troppo bene (purtroppo) . Non capisco che caxxo centra con i Savatage , che negli anni hanno sempre mantenuto una loro identità (pre o post Criss Oliva). A proposito di Criss ( che a tu detta è l' ultimo baluardo dei "true" Savatage) è presente fino a "Edge of thorns" , che tu a quanto pare disprezzi in quanto uscito dopo "Hall of the Mountain King" (che sempre a tua detta è l' ultimo vero lavoro degno di nota dei Sava... però, sempre secondo te il "true" Sava style dovrebbe fermarsi con la dipartita di Criss ... c'è qualcosa che forse mi sfugge) . P.S. nessuno vuole insegnarti niente. Sono solo opinioni. Se non ho fatto male i calcoli , tu a 13 anni negli anni 80 ti sei visto Iron Motorhead e Judas dal vivo? Se è vero beato te, se non è vero sei un fanculone.
ObscureSolstice
Martedì 10 Ottobre 2017, 22.07.12
57
ho capito...quando si inizia a vantarsi di quanti vinili hai e quante ne ho, allora si sente puzza di ciarlatano...che hai visto Paul Di'Anno negli '80 non mi importa niente, condoglianze ahah..anche se sarà stato sicuramente meglio che nel 2000...@Johnny Dio..ma non ti scaldare, vai a leggere quello che hai scritto nel commento 43...hai detto che "i Savatage fino a Hall Of The Mountain King sono una band power metal a tutti gli effetti"...lo hai detto tu...anzi è parso strano perchè nel tuo commento 48 sono completamente d'accordo
Sandro70
Martedì 10 Ottobre 2017, 21.10.30
56
Non posso che essere d'accordo con Johnny Dio , anche io amando l'heavy metal classico preferisco il primo periodo della band.
Johnny Dio
Martedì 10 Ottobre 2017, 20.53.14
55
A klostridiumtetani.....se non capisci il termine purista , basta che lo vai a leggere sul vocabolario......
Johnny Dio
Martedì 10 Ottobre 2017, 20.49.26
54
@ Obscuresolstice.....ma chi ha parlato di power metal ??? Ma quanti anni hai.....io ne ho 50 !!! Voui insegnare a me cos'è il metal ??? E di vinili quanti ne hai , io più di duemila , tu invece ? Io ho visto i Maiden con Paul Di Anno negli anni '80 , i Judas , i Motorhead, negli '80. Ma di che cosa vogliamo parlare ??? Conosci i Coven Hoof, i Sortilége , gli Holocaust, i Samurai , Tokyo Blade, Hansome Beasts , Tysondog....... Questi hanno creato il metal !!! O ascolti Lacuna Coil , Nightwish e merdate simili ?? Ma di che cosa stiamo parlando.....
ObscureSolstice
Martedì 10 Ottobre 2017, 19.54.05
53
Ma quale power metal...è heavy metal @Johnny Dio sarai pure un purista pero' quanto fatto fino a Hall of the mountain king non è power metal
entropy
Martedì 10 Ottobre 2017, 19.17.34
52
@johnny dio cmq il voto lettori di dungeon è 41 (ovviamente ridicolo). Quindi... non lo userei troppo per "rafforzare" una tesi. Per me anche i savatage diventano grandissimi da hall of the mountain in poi, perchè sono riusciti a trovare una propria via evolutiva coerente e otiginale.
klostridiumtetani
Martedì 10 Ottobre 2017, 18.51.23
51
@Johnny Dio , ho letto adesso l' espressione : "metallaro purista". Che brutta cosa per me. Ma se tu ti consideri così allora capisco ... (anche se non troppo a dir la verità).
klostridiumtetani
Martedì 10 Ottobre 2017, 18.41.43
50
@Johnny DIo, a me non sembra affatto che siano partiti da un genere per farne un' altro. Mi puoi dire da quale genere sono partiti , e a quale sono arrivati?
Johnny Dio
Martedì 10 Ottobre 2017, 18.37.55
49
C'è chi preferisce il primo periodo e chi il seguito. Io , da metallaro purista preferisco ovviamente il primo.
Johnny Dio
Martedì 10 Ottobre 2017, 18.34.53
48
Pareri personali che ovviamente rispetto , ma siccome si parla di heavy metal , per conto mio i Savatage più "puri" sono quelli di Sirens, Dungeon are Calling , Power Of The Night e Hall Of The Mountaing King , quello che è venuto dopo è un'altra cosa , o meglio, un'altra musica. Come altre band sono partiti con un genere e finiti per farne un'altro.
Rob Fleming
Martedì 10 Ottobre 2017, 16.16.43
47
@Metal Shock: amico mio, ad esempio, per me il voto è correttissimo. E, confermo: da Gutter Ballet in poi, per me, i Savatage sono stati qualitativamente i dominatori degli anni '90. Il punto è che se uno stesso gruppo viene recensito da più persone diverse manca la visione di insieme e può verificarsi qualche incongruenza. Per quanto concerne invece le considerazioni di @Johnny Dio sul concept trito e ritrito della rock star decaduta, la cosa ci può stare a patto che non si citino album pubblicati due album dopo questo. Per quanto riguarda il voto dei lettori, a me che ho iniziato a leggere questo sito tra la fine del 2015 e l'inizio del 2016, mi sembra evidente che per un periodo c'è stato qualcuno che sparava a 0 a prescindere (adesso in certi casi, però ci eccede dall'altra parte). ribadisco il voto: 90
klostridiumtetani
Martedì 10 Ottobre 2017, 15.52.08
46
Perché , c' è ancora gente che si "fida" del voto lettori? Detto questo, anche il voto recensioni, mi ha sempre "turbato" un po'. Non riesco a capire come si faccia a dare di più a questo rispetto a "Gutter Ballet" (per esempio).
Metal Shock
Martedì 10 Ottobre 2017, 15.15.53
45
Fidarsi del voto dei kettori, con tutti i def.....i in giro, e` come fidarsi della verginita` di una p........a!! Album a mio avviso meraviglioso come tutti i successivi.
Johnny Dio
Martedì 10 Ottobre 2017, 15.02.40
44
E il voto dei lettori.....penso mi dia ragione.....
Johnny Dio
Sabato 7 Ottobre 2017, 17.20.54
43
Bisogna chiarire una cosa , i Savatage fino a Hall Of The Mountain King sono una band power metal a tutti gli effetti , a partire da Gutter Ballet iniziano i primi inserti di piano e orchestrazioni varie. Streets , come tutti gli album cosiddetti (opere rock) è un disco fine a se stesso. Personalmente questi generi di album mi hanno sempre fatto venire l'orticaria , nel senso che non sono (musicalmente parlando) , nè carne né pesce. Non discuto la bellezza dei testi e dek concept in generale , anche se la soria dell'ex rock star caduta in disgrazia è oramai trita e ritrita (vedi Crimson.....degli Wasp). Comunque a mio avviso dopo la morte di Criss Oliva finiscono i veri Savatage.
Vitadathrasher
Martedì 1 Agosto 2017, 23.31.10
42
A prescindere che i loro album mi piacciono tutti. Preferisco il periodo di big oliva musicista/compositore. Ad una musica come la loro calza meglio un cantante più versatile. La voce di oliva spesso mi stucca, sbracata e acida, su melodie che meritano ben altro trattamento canoro.
Maurizio
Martedì 1 Agosto 2017, 23.08.56
41
Meglio questo o Hall of the mountain king?? Boh, fantastici tutti e due nonostante molto diversi, ma il talento è sempre quello.
Metal Shock
Domenica 21 Maggio 2017, 19.13.27
40
Da Gutter Ballet inizio` una nuova fase della vita artistica dei Savatage, da heavy power metal band, ad un metal con influenze di musica classica e sinfonica. Questo disco fosse stato cantato da Zack alla voce anche per me avrebbe reso di piu`, ma siamo comunque parlando di un capolavoro, mica di un albumino. Disco da 90 che contiene canzoni grandiose, nominarle e` inutile perche` tutto il disco e` nella sua interezza di caratura superiore. Ancora una volta resta il rammarico per la scomparsa di Chris, altro artista che ci avrebbe dato ancora tanto!!!
Salvatore
Domenica 21 Maggio 2017, 18.22.15
39
Condivido anche quello che dice Rob Fleming riguardo le differenze vocali tra Zack (molto più melodico e versatile)rispetto a Jon (rabbioso e poco incline alle tonalita' differenti dal suo solito screaming stile)....un po come far cantare a Lemmy,Boemian Rapsody!.....ha ha ha ! Infatti Streets avrebbe avuto tutto altro valore se fosse stato eseguito dal successivo front man , ma Jon e sempre Jon!....metallone di 'peso'!...poi anche di definire'opera rock', un disco di Power stelle e strisce mi sembra un po fuori luogo, direi 'Metal Opera' non vi pare?....
Salvatore
Domenica 21 Maggio 2017, 12.46.11
38
Album pretenzioso ,concept originale nella sua classicita' Power ,ma da ascoltatore 'defender ',preferisco i tage di sirens o Power of The night o di Hall of The mauntain king, Jon Oliva (parere personale)non si addice alle ballate struggenti! La sua voce roca e irruenta e più adatta al Power selvaggio e roccioso! Un misto di Haltford/Helfeild; (mi piace molto agony And ecstasy ,in stile painkiller dei Priest o la stessa Streets,gotica e sinistra! Priest/Sabbath/Queen,per definire il sound Dell album,voto 85!
JACK SERME
Giovedì 9 Febbraio 2017, 18.58.43
37
Simonfenix, pare che al accoppiamento delle tracce fu (all epoca) voluto dalla casa discografica; nelle ristampe successo sono state scoppiate come da intenzione originaria della band. Ps: voto lettori (almeno al momento di questo commento) 67, 5!?? Mi sembra davvero molto basso x un lavoro di questa portata.... X carità i gusti son gusti.... ma questo è davvero un album bellissimo!
Rob Fleming
Lunedì 8 Febbraio 2016, 10.36.56
36
Grosso problema. Io ritengo i Savatage con Zack alla voce migliori di quelli con il solo Jon. Poi, però, si ascolta Streets è tutte le certezze vacillano. Opera rock degna di stare al fianco di quelle composte da Pink Floyd e Who. Citare una canzone per un'altra sarebbe un delitto. Qui siamo in zona capolavoro da isola deserta. 90
Max
Venerdì 5 Febbraio 2016, 8.12.21
35
Appena 95? Dai non scherziamo, questo è un capolavoro assoluto. Ai tempi dell'uscita in auto lo sentivamo in looping e alla fine sapevamo a memoria tutti i testi! Tale era e è la sua grandezza che molti miei amici tutt'altro che metallari dovettero riconoscerne la bellezza. Altro genere, ma se lo paragono a quello appena uscito dei DT..beh non c'è storia...match interrotto alla fine del primo quarto per manifesta inferiorità!!!
klostridiumtetani
Giovedì 19 Novembre 2015, 14.51.55
34
Posso aggiungere che la "critica" mossa in sede recensiva, sull' "auto-clonarsi", la trovo comunque penosa? Sarebbe ora di finirla di togliere punti e mezzi punti su pinzellacchere del genere, che anzi trovo coerenti in un percorso di concept artistico.
klostridiumtetani
Giovedì 19 Novembre 2015, 14.45.55
33
All'epoca questo disco mi deluse parecchio! Lo ascoltai una decina di volte e poi lo misi da parte. Proverò a rispolverarlo
Geeno
Giovedì 19 Novembre 2015, 14.28.13
32
Recensione superficiale per uno dei più grandi album della storia della musica
SimonFenix
Martedì 16 Giugno 2015, 21.23.49
31
Qualcuno sa dirmi perché le prime edizioni in CD hanno alcune canzoni accoppiate portando il numero a 12 invece di 16?
Painkiller99
Mercoledì 27 Agosto 2014, 0.09.48
30
ok, prendiamoci un attimo per analizzare questo concept album, lo ho ascoltato più volte e per assimilarlo mi ci è voluto molto, purtroppo il principale difetto di quest'album è il catturare l'attenzione, lo trovo un po' noiosetto, lo considero un mezzo passo falso da parte dei Sava,calma per "mezzo passo falso" intendo che il disco ha deluso le aspettative lasciateci da i 2 precedenti lavori, capolavori assoluti dei Savatage, con uqesto voglio dire che secondo me avrebbero potuto fare di meglio con quest'album, ma è comunque un grandissimo album i ci vorrà un po' per decidere il voto, a gutter ballet e hall of the mountain king ho dato quasi 100, per quest'album invece ci aggiriamo sul 90 circa
UpLoad
Sabato 9 Agosto 2014, 15.11.47
29
P.S. altro dsco fenomanale uscito nell'anno di grazia 1991...
UpLoad
Sabato 9 Agosto 2014, 15.10.01
28
Do 95, quei quattro li tolgo alla voce di Oliva, non proprio la voce adatta per tutti i giorni ( se si è nervosi e ti fa un po' male la testa è consigliato cambiare disco ) ma questo album va messo insieme ai vari the wall, dark side, sergent pepper, questo è un disco che va oltre gli stili musicali, è un disco che può e deve essere amato da tutti coloro che si definiscono amanti della buona musica.
Renzi unica salvezza per l'Italia
Lunedì 12 Maggio 2014, 15.43.20
27
disco che a parte believe mi ha sempre fatto fare dei gran sbadigli
Le Marquis de Fremont
Lunedì 12 Maggio 2014, 14.45.17
26
Anche se avessero "copiato" (si copia da se stessi?) i versi di Believe, questo album è un capolavoro assoluto che sprigiona profondità e liricismo da ogni traccia. Musiche bellissime e c'è veramente il cuore dentro. Somewhere in Time/Believe è una delle più belle canzoni mai scritte. Au revoir.
Argo
Sabato 15 Marzo 2014, 18.06.21
25
Per me la citazione di When the crowds are gone è cercata.
Andrew lloydd
Domenica 9 Marzo 2014, 15.39.47
24
Un capolavoro immenso. Dietro solo a Operation.Mindcirme.
Master
Martedì 17 Dicembre 2013, 20.15.57
23
grande album, lo sto ascoltando sempre più spesso! "If I go away" e "Somewhere in time" 2 chicche senza tanti rivali in campo semi ballad!
Philosopher3185
Domenica 8 Settembre 2013, 0.55.58
22
Onestamente,anche se lo reputo un grande album,mi piacciono un po' piu' gli altri
MorphineChild
Mercoledì 5 Giugno 2013, 15.01.09
21
La dimostrazione che i voti del pubblico non hanno senso. meno di 6 per uno dei capolavori del metal tutto... La chitarra di Criss che lacera, sanguina, lacrima, urla, Jon che sputa rabbia e poi accarezza, quella di un cantante non perfetto ma che mette tonnellate di emozione in ogni verso. Tenetevi il vostro metallino di plastica, se non riuscite a capire questo disco
manaroth85
Mercoledì 2 Gennaio 2013, 20.07.01
20
ottimo disco ..believe la mia preferita grandissimo lento
Jon Oliva
Sabato 23 Giugno 2012, 14.39.12
19
io di loro conosco il best of "from the gutter to the stage". ottimo gruppo di heavy metal. canzoni migliori sirens e gutter ballet.
marmar
Lunedì 19 Dicembre 2011, 23.54.05
18
Che dire di questo disco, da lacrime tanto è bello, canzoni come "If i go away" e "Believe" semplicemente commoventi. Disco senza etichette e senza tempo, musica da tramandare ai posteri. Sublime.
The sinner
Venerdì 21 Ottobre 2011, 14.23.29
17
Questa è la CHIMERA DEL METAL !!! I fratelli Oliva ci propongono la quintessenza dell'arte musicale...mai prima, mai dopo...MAI era stato concepito un album di tale fattura in qualsiasi campo musicale...Un album come "Streets" è un album che vale una carriera a partire dalla title track sino alla conclusiva "Believe" (il miglior brano di tutti i tempi) si respira l'ARTE musicale, quella vera, senza fronzoli ed orpelli....Una magia senza tempo...un album IMMORTALE !!!!!!!! Grazie SAVATAGE...grazie Jon & Criss...voi avete creato un'alchimia unica di emozioni scolpite indelebilmente tra i solchi di "Streets" !!!!
fabio II
Mercoledì 12 Ottobre 2011, 15.18.42
16
Visto che avete pubblicato una nuova recensione degli Who, questo rappresenta il 'Tommy' del metal. Capolavoro
Radamanthis
Sabato 23 Luglio 2011, 18.26.11
15
Sono molto legato a questo disco e l'accoppiata Somewhere in time / Believe a distanza di anni ancora mi emoziona...Un album straordianario come pochi ce ne sono in giro!
Sorath
Sabato 23 Luglio 2011, 17.51.56
14
Questa band ha fatto delle cose che oggi c'e' le possiamo solo sognare.
L.D.
Sabato 4 Giugno 2011, 21.04.30
13
contrariamente all'album, la recensione è sempre superficiale e spesso irritante
Metallo 00
Giovedì 5 Maggio 2011, 22.17.58
12
Bellissimo grazie a canzoni come streets, jesus saves, tonight he grins again, strange reality, a little to far, you re alive, sammy and tex, can your he me now, if i go away, agony and ecstasy e chiaramente belive
Marco
Sabato 9 Ottobre 2010, 16.06.45
11
Per la serie: " Gli Album da insegnare a scuola " Semplicemente DIVINO !!!!
onofrio
Sabato 14 Agosto 2010, 10.54.46
10
Essenziale Streets ( A Rock Opera ) un capolavoro di musica di pietra progressiva.
Sandro70
Sabato 8 Maggio 2010, 18.27.33
9
Per me questo disco rappresenta una grandissima delusione. L'ho acquistato il giorno della pubblicazione e l'ho venduto la settimana successiva, dopo il tentativo inutile di farmelo piacere. Troppo distante dallo stile dei lavori precedenti, poco metal e molto rock (opera). Noioso.
LAMBRUSCORE
Venerdì 5 Febbraio 2010, 8.23.11
8
L'unico dei sava che ho (mica originale eh?) ottimo musicalmente, voce insopportabile.
Oliva
Martedì 23 Giugno 2009, 21.46.03
7
Gran capolavoro! Immenso!
Electric Warrior
Mercoledì 20 Maggio 2009, 17.42.43
6
Grandissimo Disco,al pari di Gutter Ballet,punto.
taipan
Mercoledì 10 Settembre 2008, 22.46.34
5
preferisco di gran lunga gutter ballet
Gianar
Venerdì 15 Febbraio 2008, 3.05.15
4
un disco che troppo spesso varca i limiti del cattivo gusto, eccessivamente pomposo. Sopravvalutato. Il vero capolavoro l'hanno fatto nel 1987...
Roberto Tirelli
Giovedì 3 Maggio 2007, 23.36.23
3
Giustissima la correzione. Inoltre, con quei versi immortali, di "Believe" prima, (I am the way....) e di "When The Crods Are Gone" poi, (I never wanted to know...), andranno a formare un altro capolavoro di canzone... "Alone You Breath", su "Handful Of Rain". La canzone è ufficialmente per il compianto Criss Oliva, infatti "Criss' Song". Ciao!
Vash_Tiphareth_Delapore
Lunedì 1 Gennaio 2007, 16.46.25
2
Ciao sono un collega di Rockline.it Devo fare un appunto su quella che definisci pecca.....non è una scopiazzatura la parte di testo di When The Crowds Are Gone all'interno di Believe, ma una 'ripresa', dovuta al fatto che Gutter ballet, titolo dell'album precedente, doveva essere, all'inizio, il titolo di Streets. La band sviluppò diversamente il platter e rimandò il concept....è un link, un richiamo ad una storia che già muoveva i primi passi...gutter ballet significa proprio balletto dei bassifondi (gutter sono i canali di scolo delle grondaie, simbolo del vicolo)...un'autocitazione che trovo invece geniale come questo gioiello di album. Scusa per l'appunto, non intendevo farti prediche ma solo precisazioni
NBkiller
Lunedì 16 Febbraio 2004, 16.06.02
1
Un capolavoro assoluto!
INFORMAZIONI
1991
Atlantic
Heavy
Tracklist
1. Streets
2. Jesus Saves
3. Tonight He Grins Again/Strange Reality
4. A Little Too Far
5. You're Alive/Sammy and Tex
6. St. Patrick's
7. Can You Hear Me Now
8. New York City Don't Mean Nothing
9. Ghost in the Ruins
10. If I Go Away
11. Agony and Ecstasy/Heal My Soul
12. Somewhere in Time/Believe
Line Up
Jon Oliva: voce, pianoforte
Criss Oliva: chitarra
Johnny Lee Middleton: basso
Steve Wacholz: batteria
Bob Kinkel: tastiera
 
RECENSIONI
90
87
88
92
95
94
95
60
76
70
79
ARTICOLI
28/03/2003
Articolo
SAVATAGE
La biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]