Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Possessed
Revelations of Oblivion
Demo

Degraey
Reveries
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

31/05/19
VADER
Thy Messenger (EP)

31/05/19
VANANIDR
Road North

31/05/19
CONSTANTINE
Aftermath

31/05/19
EVIL ANGEL
Unholy Evil Metal

31/05/19
DARKTHRONE
Old Star

31/05/19
VEUVE
Fathom

31/05/19
DEATH ANGEL
Humanicide

31/05/19
1914
The Blind Leading The Blind (ristampa)

31/05/19
FUNERAL STORM
Arcane Mysteries

31/05/19
FULCI
Tropical Sun

CONCERTI

30/05/19
MANTICORE + GUESTS
BLUE ROSE SALOON - BRESSO (MI)

31/05/19
MORTADO
CRAZY BULL - GENOVA

01/06/19
ARCH ENEMY + GUESTS
LIVE CLUB - TREZZO SULL ADDA (MI)

01/06/19
KING DUDE + GUESTS
POSTWAR CINEMA CLUB - PARMA

02/06/19
GOTTHARD + GUESTS
LIVE CLUB - TREZZO SULL ADDA (MI)

04/06/19
ARKONA
Traffic Live Club - Roma

05/06/19
HALESTORM + GUEST TBA
ESTRAGON - BOLOGNA

05/06/19
ARKONA
Slaughter Club - Paderno Dugnano (MI)

06/06/19
DEIPHAGO + GUESTS
CIRCUS - SCANDICCI (FI)

07/06/19
MORTADO
ISTANBUL CAFE' - LECCE

Martyrs Shrine - Martyrs Shrine
( 2012 letture )
Che piaccia o meno, il white metal è una realtà sempre più presente e pubblicizzata: basti pensare al nutrito numero di gruppi schierati tanto in ambito estremo che non, label specializzate e riviste settoriali, tutti impegnati nel promuovere esclusivamente la materia cristiana. I Martyrs Shrine sono una nuova formazione appartenente a questa schiera; eppure parlare di esordienti in senso assoluto è in ogni caso improprio poiché dietro il moniker si celano Mike Forsberg e Mick Carlisle, già apprezzati in passato nei Mortificaion.

Origini che il combo australiano non tenta in nessun modo di nascondere: difatti prestando attenzione all'omonimo debut sovvengono evidenti le analogie con la precedente incarnazione dei due musicisti. Siamo al cospetto quindi di un death metal old school, il quale spesso e volentieri cede il passo ad un thrash estremo altrettanto datato. L'impatto è monolitico a favore di un sound robusto e marziale, concepito da mid tempos e ritmiche cadenzate atte a ricreare atmosfere vespertine, per l'appunto spezzate da funesti blast beat e fulminee accelerazioni di matrice thrashy. La lunga opener The Final Devastation Of The Terrorthrone, dall'incedere funereo, sfoggia in moto non proprio eclatante tutte queste peculiarità, presentando appunto quello che sarà il mood dell'intero album. Tempi mai troppo veloci e grande enfasi da atmosfera sommessa, il tutto accentuato da linee vocali molto profonde, ma nel complesso levigate e poco acerrime, ed una produzione vetusta perfettamente in linea con le note. Ragion per cui formalmente il platter discende inappuntabile grazie soprattutto alla sapiente mano dei due signori coinvolti, esperti nel bilanciare i diversi elementi suggeriti: ascoltare per credere la riuscita title-track, Amongst The Putrid e Superstition, senza ombra di dubbio gli episodi migliori del lotto. Ma nel complesso il componimento non brilla né di originalità e tantomeno di freschezza, causa un songwriting sovente fuori dal contesto per soluzioni fondamentalmente poco avvincenti. Oltre che dalla penuria di originalità, l’ascolto consegue fortemente penalizzato dalla mancanza di un preponderante dinamismo, suggerendo di contro la sua sollecita interruzione.

In parole povere un esordio accettabile senza evidenti sbavature, il quale purtroppo rivela il proprio tallone di Achille nella forma natia piuttosto che nei contenuti espressi.

Tediosi!



VOTO RECENSORE
55
VOTO LETTORI
24.37 su 16 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2008
Soundmass
Death / Thrash
Tracklist
1. The Final Devastation of the Terrorthrone
2. For a Burning Eternity
3. Butchered Planet
4. Amongst the Putrid
5. Valley of Darkness
6. Martyr Shrine
7. Superstition
8. Apparition
Line Up

Michael Carlisle (guitar, bass)
Mike Forsberg (vocals, drums)

http://www.myspace.com/martyrsshrine
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]