Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

13/07/20
AGONY FACE
IV Time Totems

14/07/20
INISANS/SEPULCHRAL FROST
Death Fire Darkness

15/07/20
THE FUNERAL ORCHESTRA
Negative Evocation Rites

15/07/20
EISENKULT
...gedenken wir der Finsternis

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
GUARDIAN OF LIGHTNING
Cosmos Tree

17/07/20
SERENE DARK
Enantiodromia

17/07/20
U.D.O.
We Are One

17/07/20
MEAN STREAK
Eye of the Storm

17/07/20
LONELY ROBOT
Feelings Are Good

CONCERTI

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Date At Midnight - Date at midnight
( 2171 letture )
I DAM rappresentano una delle realtà Dark nostrane più valide, ancorati alle atmosfere che nei primi anni 80 resero famosi gli alfieri del movimento, identificando sotto tale definizione The Cure, Joy Division, Bauhaus, Christian Death, Southern Death Cult e pochi altri.

Ed è proprio a queste sonorità primigenie che i quattro ragazzi romani rimangono fedeli: suoni e linee musicali semplici se volete, ma profondamente destabilizzanti - specialmente per ciò che attiene alle linee di basso - Dark nel senso migliore del termine, ancora pregne del piglio post punk nell’impianto generale, e mediati dal cantato allucinato di Daniele, perfettamente nel mood del genere.

Il lotto di pezzi che compone questo breve Cd, Gotico e teatrale quanto basta , è abbastanza omogeneo, ed è aperto da “A Story so Old”, molto adatta ad aprire le ostilità mettendo subito in mostra gli stilemi propri della band, ma credo di dover spendere due parole in particolare per la seguente “Lost in Kreuzberg”, introdotta se la memoria non mi inganna , dalla parte finale del famoso discorso di Kennedy contenente la celebre frase “Ich bin Ein Berliner” pronunciata in Wilde Platz nel 63, mentre Kreuzberg è il famoso quartiere Off di Berlino, e sicuramente traccia più riuscita dell’album, perfettamente in equilibrio tra fruibilità immediata e spirito allucinato proprio della vita del quartiere in oggetto.

Si prosegue con “Waiting for….”, pochi secondi strumentali propedeutici alla creazione dell’atmosfera giusta per la title-track, forse la più in debito con la lezione dei Bauhaus della prima metà degli 80’s.
“Crucify my lies” vive a metà tra impeto prossimo al pogo e la liberazione psichica da abissi interiori.
Ma, al di là di tutto, il pezzo più qualitativamente rilevante è forse “Walking Afterlife”, quello che più di tutti comunica l’inquietudine ossianica propria del dark più vero, in particolare per il cantato schizoide.

Quello che è sicuramente migliorabile è da ricercarsi nella produzione – buona date le premesse, ma un po’ appiattita presumibilmente per questioni di budget – e nella prestazione vocale di Daniele, non perché essa sia scadente – se qualcuno se li ricorda mi ha rimandato a tratti al vocalist dei Virgin Prunes - ma, la contrario, perché lascia intuire ulteriori margini di miglioramento da ricercare in una migliore gestione dei cambi di tonalità e che sarebbe un peccato non ricercare.

Già abbastanza in vista anche all’estero – numerose le date oltre confine - nonostante la giovane età e la recente formazione, i DAT possono rappresentare una delle migliori realtà di settore per i prossimi anni, aspetto una prova sulla lunga distanza per valutarne i miglioramenti.

Come ama dire il loro bassista: oscuri e potenti.





VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
24 su 15 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2008
In the NightTime Records
Dark
Tracklist
A Story so Old
Lost in Kreuzberg
Waiting for...
Date at Midnight
Crucify my lies
Walking Afterlife
Line Up
Daniele - Vocals
Pasquale - Bass
Francesco - Guitar
Danilo- Drums
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]